Medicina

Cronaca 26 Aprile 2021

«Mondi in movimento», incontri on line per capire il fenomeno delle migrazioni, si comincia il 27 aprile con Demostenes Floros

Il Comune di Medicina organizza «Mondi in movimento», due incontri on line in diretta alle ore 20.30 sul canale YouTube del Comune, organizzati da Michele Cattani (consigliere con la delega ai nuovi cittadini) ed Enrico Caprara (presidente del Consiglio comunale con delega alla Cultura)

Si comincia martedì 27 aprile con Demostenes Floros (Limes) che dialogherà con il generale Giuseppe Cucchi sul tema «Mediterraneo. Ancora per quanto un mare di pace?». Mercoledì 12 maggio, invece, Cattani dialogherà con il sociologo Maurizio Ambrosini su «L’immigrazione oltre i luoghi comuni».

I due incontri fanno seguito a un odg approvato dal Consiglio comunale di Medicina in cui si invitava il Governo a non finanziare la  guardia costiera Libica e impegnava gruppi consiliari e  Giunta a promuovere iniziative per comprendere meglio il  fenomeno della migrazione dall’Africa verso l’Europa. (gi.gi.)

«Mondi in movimento», incontri on line per capire il fenomeno delle migrazioni, si comincia il 27 aprile con Demostenes Floros
Cronaca 25 Aprile 2021

Ritrovato senza vita nell’appennino modenese il corpo del medicinese Boris Martagni

È stato ritrovato ieri, senza vita, il corpo di Boris Martagni, 58enne di Medicina scomparso lo scorso 31 marzo. Come spiegato dal Soccorso alpino e speleologico dell’Emilia Romagna, «a ritrovare il corpo, sono stati degli escursionisti che stavano passeggiando su di un sentiero. Dopo essersi accertati che si trattava di una persona hanno avvertito i carabinieri che immediatamente hanno inviato sul posto una pattuglia».

Il ritrovamento è avvenuto tra Pian del Falco e Canevare, nell’Appennino modenese, ai piedi di una rupe. Dopo l’autorizzazione da parte del pubblico ministero, sono stati gli uomini del soccorso alpino (stazione monte Cimone) a recuperare la salma di Martagni con tecniche alpinistiche. Poco distante, è stato rinvenuto anche lo scooter Honda 250 dell’uomo, il mezzo con il quale oltre tre settimane fa si era allontanato da Medicina.

Da quanto ricostruito, quel giorno Martagni era diretto a Lama Mocogno, suo paese di origine, ma poi nessuno aveva più avuto notizie (solo riscontri fotosegnaletici tra Pavullo e Lama Mocogno il 31 marzo, come affermato dal sindaco Giovanni Battista Pasini). La figlia aveva così deciso di denunciare la scomparsa ai carabinieri e per giorni e giorni anche vigili del fuoco, soccorso alpino e volontari del posto si erano mobilitati per cercare il 58enne. E anche la trasmissione di Rai 3 «Chi l’ha visto?» si era interessata alla vicenda.

A quanto pare Martagni, che avrebbe inviato proprio da quella zona un ultimo messaggio al telefono della figlia (in seguito lo smartphone risultava spento) spiegandole di averle lasciato una lettera in macchina, stava attraversando un momento di difficoltà.

Ora spetterà ai carabinieri far luce su quanto accaduto. Anche l’autopsia potrà fornire elementi utili per chiarire le cause della morte. (gi.gi.)

Nella foto: i soccorsi (dalla pagina Facebook del Soccorso alpino e speleologico dell’Emilia Romagna) e Boris Martagni

Ritrovato senza vita nell’appennino modenese il corpo del medicinese Boris Martagni
Cronaca 20 Aprile 2021

Bimbi, studio e laboratori nella biblioteca «per tutti»

Come sarà la nuova biblioteca di Medicina? Qualche anticipazione sulla progettazione e gli sviluppi futuri è stata presentata nei giorni scorsi nel corso dell’incontro on line Un’altra biblioteca?, naturale prosecuzione del percorso partecipativo Medicina è tua, come la vorresti? che si è concluso nel dicembre dello scorso anno e che ha gettato le basi per la riorganizzazione degli spazi culturali e aggregativi. «La biblioteca resterà nel palazzo della Comunità. La cittadinanza identifica la biblioteca in quel palazzo e in quella posizione – premette l’architetto Sisto Astarita, responsabile del servizio urbanistica e lavori pubblici del Comune di Medicina –. Si è deciso, anziché trasferire la biblioteca, di lasciarla lì, come elemento identitario di quel palazzo. E, piuttosto, di trasferire le altre funzioni (l’ufficio scuola, il museo civico e la pinacoteca, nda)».

E «sarà una biblioteca evoluta – aggiunge –. Quella che vogliamo sviluppare non è una biblioteca tradizionale e neanche di conservazione (i libri storici passeranno all’archivio). Sarà una biblioteca generalista, in cui vogliamo inserire una serie di nuovi servizi non rivolti esclusivamente a chi ama leggere. La tecnologia ha fatto passi da gigante e il modello tradizionale di biblioteca è, possiamo dire, superato». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 aprile.

Due immagini della biblioteca di Medicina (foto d’archivio)

Bimbi, studio e laboratori nella biblioteca «per tutti»
Cronaca 7 Aprile 2021

Coronavirus, a Medicina da oggi riaperti parchi pubblici e aree giochi

Da oggi, mercoledì 7 aprile, a Medicina è consentito nuovamente l’accesso a parchi pubblici ed alle aree giochi e sgambamento cani, chiusi dallo scorso febbraio. A stabilirlo l’ordinanza firmata dal sindaco Matteo Montanari.   

Ecco alcune indicazioni: l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie a partire dai 6 anni; la distanza interpersonale di almeno un metro. Per i minori di età inferiore ai 6 anni non sono sottoposti all’obbligo, è fortemente raccomandato l’utilizzo della mascherina o di altro indumento di protezione naso bocca.
E’ consentito, come previsto dalle normative nazionali, svolgere all’aperto e a livello individuale –  rispettando le distanze minime di metri 2 –  le attività motorie e sportive come predisposto dal Dpcm 2 marzo 2021.

E’ vietato, invece, nelle aree pubbliche l’assembramento immotivato dei pedoni, con particolare riguardo ai soggetti che stazionano nelle aree pubbliche senza una motivazione legittima, in ogni caso salva la possibilità di transitare, secondo le norme già vigenti e con le motivazioni previste dalla normativa statale, sui relativi percorsi pedonali e ciclabili, nonché sulle piazze e sulle aree pubbliche e per l’attesa in coda per poter accedere agli esercizi pubblici ed agli esercizi commerciali legittimamente aperti, nel rispetto delle distanze minime interpersonali di almeno un metro. Non concesso l’accesso a parchi e giardini pubblici a soggetti con sintomi influenzali o febbre se questa risulta superiore ai 37,5°; vietato consumare cibi e bevande da asporto nelle aree pubbliche del territorio (piazze, parchi, giardini); divieto di seduta su panchine e presso tavoli nelle aree pubbliche a meno di un metro di distanza interpersonale.

Per le aree di sgambamento cani, infine, l’accesso è consentito fino ad una presenza di 3 persone contemporaneamente; obbligo di mascherina; mantenere la distanza interpersonale ed è consentita la presenza di un accompagnatore per cane. (r.cr.)

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Nella foto: il parco delle Mondine di Medicina 

Coronavirus, a Medicina da oggi riaperti parchi pubblici e aree giochi
Cronaca 6 Aprile 2021

Il sindaco Montanari e le idee per il futuro dello sport a Medicina

Nuovi impianti, ristrutturazioni e spazi all’aperto. Da anni il Comune di Medicina investe molte risorse sulle strutture sportive. Considerando solo gli ultimi, tra interventi completati e da ultimare, si parla di circa 2,5 milioni di euro. «Abbiamo 15 società sportive con oltre 900 tra bambini e ragazzi tesserati che praticano basket, calcio, tennis, ginnastica, pallavolo, ballo, danza, boxe, nuoto, ciclismo, judo e taekwondo – dettaglia il sindaco, Matteo Montanari -. Ovviamente con l’emergenza sanitaria da Covid-19 e le relative restrizioni i numeri sono un po’ scesi. Ma proprio a seguito dell’epidemia abbiamo potenziato la volontà di voler investire sullo sport, attrezzature e impianti per tutti i cittadini, all’aperto. Vogliamo che tutti possano fare sport in ambito pubblico, anche senza iscriversi a gruppi sportivi, in spazi belli e sicuri, nel capoluogo come nelle frazioni». (gi.g.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell’1 aprile.

Nella foto: il sindaco Montanari assieme alla sua Giunta nella nuova palestra delle medie Simoni

Il sindaco Montanari e le idee per il futuro dello sport a Medicina
Cronaca 31 Marzo 2021

Medicina sostiene chi apre, contributi del Comune a tre nuove attività in centro

Il Comune di Medicina rilancia il bando per la concessione di 10 mila euro di finanziamenti a fondo perduto per supportare l’avviamento di nuove attività commerciali nel centro storico del capoluogo e nelle frazioni. «Lo scorso anno, nonostante il lockdown e la zona rossa di marzo e aprile, non solo non ci sono state cessazioni di attività, ma sono state presentate diverse domande e ne abbiamo accolte tre – ricorda Donatella Gherardi, assessore alle Attività produttive –. E anche se il momento attuale rimane molto complicato, sembra che ci sia comunque interesse da parte di altre persone».

Certo è che «quando abbiamo lavorato a questo bando, nel gennaio del 2020 e con una prospettiva di tre anni, non avremmo mai immaginato che sarebbe capitata una cosa di questo genere – osserva Gherardi -. Non possiamo, però, che confermare il nostro appoggio alle attività di vicinato, di cui adesso c’è probabilmente ancora più bisogno».

Le tre attività sostenute lo scorso anno sono quelle di due tatuatori, che hanno inaugurato i propri negozi nel centro storico di Medicina, e di un negozio di abbigliamento per bambini, che si è trasferito nel centro del capoluogo dalla periferia. (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 marzo.

Nella foto (d’archivio): i portici di Medicina

Medicina sostiene chi apre, contributi del Comune a tre nuove attività in centro
Cronaca 29 Marzo 2021

Dal 1° aprile la Trasversale di pianura sarà di Anas, primo passo verso il completamento fino a Villa Fontana

Da giovedì 1° aprile vengono trasferiti dalla Città metropolitana di Bologna ad Anas 177 chilometri di strade provinciali. Un passaggio che sarebbe dovuto avvenire lo scorso novembre, ma era stato rimandato a causa della pandemia.

Fra i tratti interessati ci sono anche il primo e secondo tronco della Trasversale di pianura (Sp3), per la quale i medicinesi attendono da tempo il completamento del tratto tra Villa Fontana e la località Olmo nel Comune di Budrio.

«Il passaggio ad Anas è fondamentale per poter procedere come concordato con la Regione all’inserimento del completamento della Trasversale tra le opere prioritarie – commenta il sindaco medicinese Matteo Montanari -. Con l’assessore Andrea Corsini contiamo nei prossimi anni di concludere un’opera incompiuta da troppi anni».

Proprio a Corsini di recente sono state consegnate ben 2.557 firme per chiedere il completamento raccolte grazie alla petizione promossa dal Pd di Medicina e Budrio e i consiglieri regionali Francesca Marchetti e Igor Taruffi hanno presentato un’interrogazione su questo tema in Regione. (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): traffico sul ponte del torrente Gaiana lungo la Trasversale di pianura

Dal 1° aprile la Trasversale di pianura sarà di Anas, primo passo verso il completamento fino a Villa Fontana
Cronaca 29 Marzo 2021

Il Comune di Medicina sostiene le campagne per Giulio Regeni e Patrick Zaky

In questi giorni sul balcone del Comune di Medicina che guarda su via Libertà è stato installato il banner relativo alle due campagne «Verità per Giulio Regeni» e «Libertà per Patrick Zaki». «Questo banner vuole essere un segno tangibile di quanto approvato dal Consiglio comunale. Auspichiamo un serio impegno delle nostre istituzioni affinché emerga la verità sulla morte di Giulio e venga al più presto liberato Zaky» dichiara il sindaco Matteo Montanari.

Il Consiglio Comunale del 3 febbraio ha approvato infatti un ordine del giorno per sollecitare un intervento dell’Europa e dello Stato Italiano sulla vicenda di Giulio Regeni ed dello studente dell’Università di Bologna Patrick Zaky, imprigionato senza un reale capo d’accusa dalle autorità egiziane. Il Comune come auspicato dall’ordine del giorno ha provveduto ad apporre l’ormai noto banner di colore giallo nella facciata del Palazzo Comunale. (da.be.)

Nella foto: il banner giallo sul balcone del Comune di Medicina 

Il Comune di Medicina sostiene le campagne per Giulio Regeni e Patrick Zaky
Cronaca 27 Marzo 2021

Comune di Medicina ed Istituto alberghiero «Scappi» firmano un accordo per un nuovo laboratorio di cucina al Centro Ca’ Nova

Negli ultimi mesi l’Amministrazione comunale di Medicina, insieme all’Istituto alberghiero Scappi di Castel San Pietro ed alla Cooperativa Nuova Popolare, proprietaria del Centro feste Ca’ Nova, hanno condiviso un patto di collaborazione con l’obiettivo dell’apertura di un nuovo laboratorio distaccato dell’Istituto presso il Comune di Medicina. Patto firmato in questi giorni da tutte le parti interessate e si condividerà nelle prossime settimane con un evento di lancio.

La sede individuata è il centro feste Ca’ Nova, che grazie alle sue attrezzature e gli ampi spazi, sarà in grado di ospitare alcune classi e laboratori di cucina. I principali saranno dedicati in particolare al tema della panificazione, produzione di pizza, paste fresche, ripiene e classiche. Inoltre, il centro feste potrà essere sede di eventi e iniziative organizzati in collaborazione tra scuola, comune e Ca’ Nova. Saranno quindi attivi i corsi di cucina, con le sopracitate specializzazioni e quello di sala/bar.

«L’accordo è un esperimento interessante per valorizzare una struttura presente sul territorio e dare un’occasione in più di formazione a ragazze e ragazzi- afferma il sindaco Matteo Montanari-. Ringrazio l’Istituto Scappi perché in un momento così complesso per la scuola ha avuto il coraggio di avviare nuove collaborazioni». «Questo è il primo passo di una collaborazione tra la nostra scuola e le comunità territoriali di cittadini ed aziende rappresentate dagli enti Locali. – dichiara il dirigente scolastico dell’Istituto Scappi, Vincenzo Manganaro – Auspichiamo di poter contribuire a costruire tra le realtà sociali e imprenditoriali del territorio e i nostri studenti e le nostre studentesse un rapporto comune di crescita e sviluppo professionale che dia futuro e prospettive all’economia delle comunità in cui vivono gli studenti e le studentesse. Anche per questo, tutta la comunità educante dell’IIS Scappi ringrazia i rappresentanti del Comune e del Centro Feste Ca’ Nova per la sensibilità dimostrata e per il supporto al nostro progetto di maggiore radicamento territoriale». (r.cr.)

Nella foto: il sindaco di Medicina, Matteo Montanari

 

Comune di Medicina ed Istituto alberghiero «Scappi» firmano un accordo per un nuovo laboratorio di cucina al Centro Ca’ Nova
Cronaca 26 Marzo 2021

«M’illumino di meno 2021», l’ex sindaco di Medicina Tiziano Tassoni è stato il primo ospite di Caterpillar

Tiziano Tassoni il 13 gennaio 1997 faceva il sindaco a Medicina, dove tutt’ora vive, e quello stesso giorno vedeva la luce la fortunata trasmissione di RadioRai 2 che avrebbe poi dato vita a «M’illumino di meno», la festa del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili che oggi, come ogni anno, spegne le luci di mezzo mondo. Al microfono c’era già Massimo Cirri, ancora oggi alla guida del programma con Sara Zambotti. 

Il «Tasso» fu il primo ospite tenuto a battesimo dalla trasmissione come racconta in questa divertente intervista del 13 gennaio scorso (al minuto 10’40’’).  «Sindaco – iniziò la prima intervista il conduttore -, la ringraziamo molto di essere qua perché stiamo per iniziare questa trasmissione che si occupa di movimento e il concetto che vorremmo sottolineare, se lei si presta, è quello del movimento inconsulto».

Il motivo lo racconta lo stesso Tassoni: «Il 31 dicembre, come da tradizione, offrivo le ostriche ai collaboratori del Comune e alla giunta in segno di gratitudine per il loro impegno quotidiano – ricorda l’ex primo cittadino -. Quell’anno brindammo regolarmente all’anno nuovo. Il  primo gennaio alcuni cittadini di Medicina, consumatori di ostriche nel loro appuntamento serale, furono costretti a casa col mal di pancia. I conduttori di Caterpillar non si fecero scappare l’occasione. Ovviamente mi prestai, in ogni caso, quando è possibile, è bene saperci ridere sopra». (c.f.)

Nella foto: l’ex sindaco di Medicina, Tiziano Tassoni 

«M’illumino di meno 2021», l’ex sindaco di Medicina Tiziano Tassoni è stato il primo ospite di Caterpillar

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast