Medicina

Cronaca 6 Febbraio 2021

Il Comune di Medicina ha approvato il bilancio di previsione 2021

Il Comune di Medicina è il primo del Nuovo Circondario Imolese ad approvare, lo scorso 3 febbraio, il bilancio di previsione 2021. Un bilancio solido e in equilibrio nonostante i contraccolpi della crisi economica in corso. In particolare è stato pensato in continuità con il bilancio 2020 che già aveva risentito in maniera importante della pandemia da Covid-19.

In via prudenziale le entrate tributarie (Tosap e Tari) sono state previste in riduzione del 7%. Per far fronte all’emergenza nell”arco del 2020 lo Stato ha trasferito al Comune di Medicina 1 milione 500 mila euro. Dato che buona parte di queste cifre sono state trasferite solo a fine 2020, tramite il meccanismo dell’applicazione dell’avanzo vincolato presunto 423 mila euro sono stati applicati al bilancio 2021. Il resto delle risorse verrà invece applicato solo dopo l’approvazione del bilancio consuntivo 2020 in primavera.Anche quest”anno queste risorse saranno utilizzate dal Comune per far fronte alle maggiori spese legate all”emergenza Covid. In particolare per i maggiori costi legati all’adozione dei protocolli Covid per l’erogazione in sicurezza di tutti i servizi a partire da quelli scolastici, per garantire l’erogazione della 2^ tranche dei buoni di solidarietà alimentare, per bilanciare le minori entrate derivanti dai servizi erogati in questi mesi di pandemia e per sostenere ancora un maggiore impegno a favore delle famiglie e delle attività in difficoltà.

Nel 2020 l’amministrazione ha riservato alle politiche di sostegno delle fasce più deboli della cittadinanza il 28% in più di risorse rispetto a quelle previste nel 2019, passando da 900 mila a 1.160.000 €.  Molti interventi trovano prosecuzione anche nel bilancio 2021 attraverso l’attività dell’Azienda Asp che è stata dotata di ulteriori risorse. Nel 2021 si prevede quindi un impegno incrementato a favore delle politiche sociali che si attesta sui 950 mila euro. Tra gli investimenti il Comune di Medicina prevede nel 2021 opere per oltre 8 milioni di euro. Di questi risultano da subito finanziate opere per 5 milioni e 600 mila euro. Di questi ultimi si evidenzia infine come quasi 4 milioni (pari al 70% del totale) siano derivanti da contributi da altri Enti, in particolare dalla Regione Emilia-Romagna. Solo 1 milione e 700 mila euro sono invece ad oggi finanziati tramite risorse comunali (pari al 30% del totale). Degli oltre 8 milioni d”investimenti previsti nel 2021 possiamo così dividerli per macro aree: edilizia scolastica (2 milioni di euro), edilizia sportiva (1 milione di euro), sicurezza stradale (500 mila euro), riqualificazione dei luoghi della cultura (1 milione e 300 mila euro), rigenerazione urbana (2 milioni e 850 mila euro) ed efficientamento energetico 700 mila euro. (da.be.)

Foto tratta dalla pagina Facebook del Comune di Medicina

Il Comune di Medicina ha approvato il bilancio di previsione 2021
Cronaca 4 Febbraio 2021

Completamento della Trasversale di pianura, consegnate oggi all’assessore regionale Corsini 2557 firme

Sono state consegnate oggi all’assessore regionale alle Infrastrutture, Turismo, Trasporti e Commercio, Andrea Corsini, le 2557 firme raccolte per chiedere il completamento della Trasversale di pianura (Sp3) nel tratto tra Villa Fontana e la località Olmo nel Comune di Budrio. È un tratto pericoloso, tanto che lo scorso agosto sono state introdotte nuove limitazioni.

Le firme sono state raccolte grazie alla petizione promossa dal Partito democratico di Medicina e Budrio ed è rivolta a tutte le istituzioni interessate (Città metropolitana, Regione, Anas).

Alla consegna delle firme erano presenti la consigliera regionale Francesca Marchetti, il sindaco di Medicina Matteo Montanari, Teo Gherardi (Pd Medicina), Avio Mezzetti (consigliere comunale di maggioranza della lista Centro Sinistra e Sinistra Uniti Montanari Sindaco, che ha supportato la raccolta firme) e Giulio Pierini (Pd di Budrio). (gi.gi.)

QUI le dichiarazioni che l”assessore Corsini aveva rilasciato a settembre sull”opera.

Nella foto: la consegna delle firme all”assessore Andrea Corsini

Completamento della Trasversale di pianura, consegnate oggi all’assessore regionale Corsini 2557 firme
Cronaca 4 Febbraio 2021

Alla senatrice a vita Liliana Segre la cittadinanza onoraria del Comune di Medicina

Liliana Segre è cittadina onoraria di Medicina. La proposta di conferimento, partita dai gruppi di maggioranza, nel Consiglio comunale di mercoledì 3 febbraio è stata approvata all’unanimità. La Segre, contattata, «si è dichiarata profondamente onorata di far parte della nostra comunità» dicono dal Comune.

«La memoria personale e collettiva coincide con la nostra stessa identità, per questo abbiamo il compito di custodirla» ha commentato il sindaco, Matteo Montanari.

La senatrice a vita, deportata ad Auschwitz a 14 anni, sul finire del 2019 aveva ricevuto centinaia di minacce, in particolare da quando il Senato aveva approvato la sua mozione per istituire una Commissione contro odio, razzismo e antisemitismo.

Da lì non erano mancate le manifestazioni di solidarietà, culminate nella marcia dei sindaci a Milano. Anche il Consiglio comunale di Castel San Pietro aveva espresso all’unanimità la sua solidarietà a Liliana Segre con la richiesta che la Città metropolitana si impegnasse per un riconoscimento in tutti i comuni del bolognese, un atto in effetti approvato dal Consiglio metropolitano a febbraio 2020. Nel nostro territorio, prima di Medicina, già Borgo Tossignano, Imola e Ozzano Emilia le avevano conferito la cittadinanza onoraria. (gi.gi.)

Nella foto: Liliana Segre

Alla senatrice a vita Liliana Segre la cittadinanza onoraria del Comune di Medicina
Cronaca 31 Gennaio 2021

Il Comune di Medicina ha presentato online il libro di Bacchilega Editore «La deportazione politica e civile nel Terzo Reich dall’archivio dell’Aned Imolese»

In occasione della Giornata della Memoria, il Comune di Medicina con l’assessore alla Cultura Lorenzo Monti, ha realizzato una presentazione online del libro scritto da Marco Orazi del Cidra ed edito da Bacchilega editore «La deportazione politica e civile nel Terzo Reich dall’archivio dell’Aned Imolese».

L’evento è stato organizzato con Anpi sezione Medicina e in collaborazione con Cidra Imola e Linea Gialla. Presenti, oltre all’assessore Lorenzo Monti, Vanes Tamburini, presidente Anpi – Sezione di Medicina. Hanno dialogato con l’autore Marco Orazi Giada Cristal Santana Eusebio, Milena Martelli e Ottavia Draghetti. (da.be.)

IL VIDEO

Nella foto: l’evento online e la copertina del libro

Il Comune di Medicina ha presentato online il libro di Bacchilega Editore «La deportazione politica e civile nel Terzo Reich dall’archivio dell’Aned Imolese»
Cronaca 28 Gennaio 2021

Coronavirus, alla Cra di Medicina inaugurata la stanza degli incontri per ospiti e parenti

Oggi, alla Casa residenza anziani di Medicina, è stata inaugurata la nuova stanza degli incontri. Lo spazio, simile a quello perfezionato anche a Castel San Pietro pochi giorni fa, è stato creato per dare la possibilità agli ospiti di ricevere le visite dei parenti, garantendo le misure di sicurezza previste per il contenimento della pandemia da Covid-19. Il contributo complessivo dell’Amministrazione Comunale è stato di 15 mila euro.

Presenti il sindaco Matteo Montanari, l’assessore alle Politiche Sociali Dilva Fava, il presidente dell’Asp Rossi Solferini, la direttrice Stefania Dazzani e Loredana Benvenuti, responsabile della struttura. «Siamo orgogliosi del risultato ottenuto e ringraziamo Asp per la tempestività nella realizzazione dell’opera – dichiara l’Assessore Dilva Fava -. Siamo certi che questa stanza degli incontri riuscirà a consentire un contatto e una relazione alle famiglie da troppo tempo divise». (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Medicina

Coronavirus, alla Cra di Medicina inaugurata la stanza degli incontri per ospiti e parenti
Cronaca 25 Gennaio 2021

Furgone investe anziano su scooter elettrico per disabili, 93enne perde la vita

Tragedia questa mattina, intorno alle 10, a Medicina. A perdere la vita Dino Morini, 93enne pensionato.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo, a bordo del suo scooter elettrico per disabili, era appena uscito dalla sua abitazione di via Luminasi quando, per cause ancora da accertare, all”altezza della caserma dei carabinieri, è stato investito da un furgone guidato da un 27enne di Bologna che si trovava in zona per motivi di lavoro.

A nulla sono valsi i tempestivi soccorsi dei sanitari del 118. L’anziano è morto per le gravi lesioni riportate. Ferito in modo lieve, invece, il giovane alla guida del furgone che è stato trasportato al pronto soccorso di Imola. Sul posto anche i carabinieri di Medicina che hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. (da.be.) 

Foto d’archivio

Furgone investe anziano su scooter elettrico per disabili, 93enne perde la vita
Economia 21 Gennaio 2021

Cesac lancia la sua linea di pasta con grano duro prodotto anche a Medicina e Castel Guelfo

Non solo cereali, vino e servizi per l”agricoltura. La cooperativa agricola Cesac di Conselice, storica realtà con stabilimenti anche a Castel Guelfo e Medicina, ha anche messo le mani in pasta. Letteralmente. Novità di fine 2020 sono infatti le pennette e i rigatoni prodotti con il grano duro dei soci del territorio. Per la cooperativa si tratta di un’operazione di diversificazione ma, al tempo stesso e soprattutto, di un progetto di identità. Prossimo passo, la certificazione della filiera. «Dopo alcuni anni di difficoltà – spiega il presidente Michele Filippini, medicinese – oggi la cooperativa si è ripresa e sta vivendo una nuova volontà di andare avanti non solo economicamente, ma anche riconoscendo il lavoro e il valore dei soci».

Ulteriori dettagli su «sabato sera» del 21 gennaio.

Nella foto: Niccolò Lenzi, neoassunto allo stabilimento Cesac di Sant’Antonio di Medicina, mostra le pennette e i rigatoni

Cesac lancia la sua linea di pasta con grano duro prodotto anche a Medicina e Castel Guelfo
Cronaca 21 Gennaio 2021

Terminata la pista ciclopedonale in porfido di via Saffi a Medicina

La nuova ciclopedonale in porfido di via Saffi a Medicina, che collega il centro del capoluogo con la nuova area dell’hub stazione di via Licurgo Fava, è pressoché completata.

Si tratta di interventi per circa 100 mila euro complessivi, finanziati all’80% dalla Regione, affidati all’impresa Strazzari Giorgio di Castel Guelfo. Su via Fava stanno inoltre terminando i lavori di realizzazione di una nuova fermata del trasporto pubblico, lungo la ciclopedonale esistente. Nei prossimi mesi si realizzeranno le operazioni di sistemazione del verde nelle nuove aiuole e in estate la sistemazione del manto stradale lungo il tratto di via Saffi. (r.cr.)

Nella foto: la pista ciclopedonale di via Saffi in porfido

Terminata la pista ciclopedonale in porfido di via Saffi a Medicina
Cronaca 17 Gennaio 2021

A Medicina nuova vita per l’ex teatro di Portonovo

Si è concluso con l’individuazione di nove immobili il primo censimento degli edifici dismessi di proprietà di privati lanciato dall’Amministrazione di Medicina, con l’obiettivo di riqualificarli per processi di riuso e/o uso temporaneo che puntino su iniziative di interesse pubblico. «Sono stati segnalati cinque immobili a Medicina e quattro nella frazione di Portonovo – entra nei particolari il sindaco, Matteo Montanari, dopo la chiusura della manifestazione di interesse il 18 dicembre –. Capannoni artigianali, fra cui uno lungo via Licurgo Fava, e depositi, ma anche ex abitazioni e, infine, l’ex teatro di Portonovo, di proprietà di Genagricola, la società agricola delle assicurazioni Generali».

Tre le possibili finalità della segnalazione ci sono progetti di riuso promossi dal Comune, partecipazione a un’indagine conoscitiva utile alla predisposizione del Pug (Piano urbanistico generale) e, infine, disponibilità ad attivare processi di uso temporaneo in cui prevedere lo sviluppo di iniziative di interesse pubblico promosse dai soggetti del Terzo settore per recuperare e valorizzare gli spazi. Il censimento, però, ha sondato anche l’eventuale disponibilità alla cessione dei beni, con l’indicazione dell’eventuale prezzo calmierato offerto. Ora «analizzeremo quali proposte sono da ritenersi ammissibili – spiega Montanari –, e tra queste quali potranno essere sviluppate nel breve periodo perché incontrano un congiunto interesse dell’Amministrazione e quali saranno invece di riferimento per la pianificazione urbanistica di scala comunale. Le valutazioni verranno effettuate da una Commissione appositamente nominata». (lu.ba.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 14 gennaio.

Nella foto: l’ex teatro di Portonovo di proprietà di assicurazioni Generali

A Medicina nuova vita per l’ex teatro di Portonovo
Cronaca 14 Gennaio 2021

Mobilità, progettate le prime due linee di «Metrobus» elettrico: una dovrebbe arrivare fino a Medicina

C’è anche la  Bologna-Castenaso-Medicina (l’altra è la Bologna-Granarolo-Baricella) tra le prime due linee di «Metrobus» elettrico che vedranno presto la luce. In questi mesi sono state infatti progettate dalla Città metropolitana e domani sbarcheranno a Roma per avere 91 milioni di euro di finanziamento nell’ambito del «Fondo per le risorse destinate al Trasporto rapido di Massa ad Impianti fissi».

Si tratta di una vera rivoluzione per il trasporto extraurbano che per la prima volta vedrà un sistema di trasporto rapido con linee ad elevata capacità, confort e tempi certi: autobus elettrici snodati da 18 metri con una frequenza di 10 minuti nelle ore di punta e corsie riservate e sistemi semaforici a priorità per diminuire i tempi di percorrenza attuali e garantire puntualità ed affidabilità.

A partire da queste due, che dovrebbero entrare in esercizio da settembre 2024, l’obiettivo è di realizzare delle linee di trasporto pubblico frequenti e veloci, ad elevata capacità, con fermate facilmente accessibili in sicurezza, attrezzate per l’attesa e l’interscambio e dotate di tecnologie per la infomobilità e la comunicazione agli utenti, al fine di diventare una reale alternativa all’utilizzo dell’auto. Inoltre il servizio sarà garantito da mezzi elettrici, con punti di ricarica ai capolinea.

Gli interventi previsti sono di tipo infrastrutturale, tecnologici e di segnaletica: ad esempio la realizzazione di corsie riservate, la modifica della disciplina del traffico e della circolazione, la riorganizzazione delle corsie di accumulo e svolta alle intersezioni, l’introduzione di sistemi semaforici a priorità, la protezione degli attraversamenti pedonali mediante semaforo, la riqualificazione di tutte le banchine, l’installazione di pensiline più confortevoli, sicure e capaci di fornire più informazioni utili all’utenza. (da.be.)

PER SAPERNE DI PIU”

      

Mobilità, progettate le prime due linee di «Metrobus» elettrico: una dovrebbe arrivare fino a Medicina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast