Mordano

Sport 16 Aprile 2021

Ciclismo, Bubano e Mordano celebrano Antonio Placci

Dopo il record dell’organizzazione dei Campionati del Mondo a Imola in 21 giorni, parte da Bubano e Mordano la stagione organizzativa del gruppo ExtraGiro, nato dalla collaborazione tra Nuova Ciclistica Placci 2013 di Mordano presieduta da Marco Selleri e Communication Clinic di Marco Pavarini.

Lo fa sabato 17 aprile con una gara dedicata ad Antonio Placci, corridore emergente di Bubano che proprio cento anni fa, nel 1921, a 22 anni, perse la vita in un incidente in bici. A lui è stata intitolata anche la storica Coppa Placci organizzata dall’Us Imolese sotto la direzione di Nino Ceroni.

La gara per Elite e U23 affronta 19 giri del circuito «comunale» di 7,1 km tra via Lume, via Cavallazzi, via Lughese Sud, via Borgo General Vitali, via Lama, via San Francesco e via Lume (134,9 km complessivi). A Bubano partenza (ore 13.30) e arrivo (tra le 16.25 e le 16.45). (ma.ma.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 aprile.

Nella foto (Isolapress): l’arrivo a Mordano delle Strade Bianche nel 2019, con Matteo Sobrero che taglia il traguardo a braccia alzate

Ciclismo, Bubano e Mordano celebrano Antonio Placci
Cronaca 12 Aprile 2021

Decolla il progetto del Comune di Mordano, «adottata» da un’azienda la prima rotonda

L’azienda G.P. Tractor di Mordano «adotta» la rotonda fra via Cavallazzi e via Lume per riqualificarla. Nel giugno di sei anni fa, la precedente Amministrazione Golini ha approvato il progetto Adotta un’aiuola, e l’adozione della prima rotonda rappresenta un ulteriore passo in avanti nella collaborazione fra istituzioni e cittadini per la cura del patrimonio pubblico. «È un sogno che ho sempre avuto, da quando passo da quella rotonda per venire a lavorare e la vedevo poco curata. Ho impiegato tre anni per realizzarlo – racconta Gianni Pirazzoli, titolare dell’azienda –. Ho già tagliato l’erba e posizionerò i quattro cartelli pubblicitari che mi è stato concesso di installare. Se posso essere di aiuto al Comune per farlo risparmiare nella manutenzione, ben venga. È uno scambio utile per tutti e due».

«Il Comune riconosce l’importante valore del lavoro svolto dai privati cittadini che a titolo volontario si rendono disponibili per la gestione e la cura del patrimonio ambientale – osserva la Giunta Tassinari –. Per il raggiungimento dell’obiettivo il Comune intende promuovere anche la partecipazione di organizzazioni, associazioni, società e privati attraverso forme di “adozione” di aree verdi pubbliche». E c’è già l’interessamento di un’altra azienda per la rotonda fra via Lume e San Francesco a Bubano. (lu.ba.)

Nella foto: la rotonda tra via Cavallazzi e via Lume

Decolla il progetto del Comune di Mordano, «adottata» da un’azienda la prima rotonda
Cronaca 5 Aprile 2021

A Mordano via San Francesco più sicura con la nuova rotonda dal cimitero

Via libera da parte del Comune di Mordano al progetto esecutivo per i lavori di messa in sicurezza dell’incrocio fra via Lama e via San Francesco, nelle vicinanze del cimitero, che prevede la realizzazione di una rotatoria. «L’intervento prevede una serie di opere tese alla messa in sicurezza dell’incrocio, che per sua conformazione non perpendicolare risulta pericoloso – si legge nella relazione tecnica –, alla migliore regolazione del traffico in uscita dal parcheggio del cimitero, che attualmente risulta con scarsa visibilità, all’abbattimento delle barriere architettoniche per il marciapiede adiacente al muro di cinta del cimitero e all’implementazione dell’illuminazione pubblica dell’incrocio».

L’importo complessivo del progetto è di 40 mila euro. Le opere edili, in particolare, prevedono l’allarga- mento della sede stradale, il raccordo con il marciapiede del cimitero, la realizzazione delle aiuole spartitraffico, l’asfaltatura e l’installazione della segnaletica verticale. Ventotto le giornate di lavori previste fra la consegna dei lavori e la conclusione dell’asfaltatura. (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell’1 aprile.

Nella foto: il punto sulla San Francesco dove sorgerà la nuova rotonda

A Mordano via San Francesco più sicura con la nuova rotonda dal cimitero
Cronaca 3 Aprile 2021

Incidente sul lavoro in un’azienda avicola, 52enne trasportato al Maggiore

Infortunio sul lavoro ieri mattina, in un’azienda avicola, a Mordano.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, intervenuti sul posto, un 52enne, dipendente di una ditta esterna, è caduto mentre stava pulendo un impianto di alimentazione e abbeveraggio del pollame.

Soccorso dai sanitari del 118, l’uomo è stato trasportato d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna. (r.cr.)

Foto d‘archivio

Incidente sul lavoro in un’azienda avicola, 52enne trasportato al Maggiore
Sport 31 Marzo 2021

Per l’ExtraGiro di Marco Selleri sei mesi da leccarsi i baffi

Dopo l’intensa attività organizzativa del 2020 culminata nei Campionati del Mondo di ciclismo a Imola, il gruppo ExtraGiro ha presentato il proprio calendario 2021 con parecchie novità. Il gruppo coordinato da Marco Selleri e Marco Pavarini, nato dalla collaborazione tra la mordanese Nuova Ciclistica Placci 2013 e Communicaton Clinic per il rilancio del Giro d’Italia U23, ha messo in calendario per quest’anno oltre 30 giornate di corsa, più di 3.500 km di gara, con il coinvolgimento di 6 regioni e quasi 40 città scelte come sedi di partenza o arrivo.

Si parte sabato 17 aprile a Mordano con una gara E-U23 che ricorda Antonio Placci, il ciclista bubanese scomparso per un incidente in bici 100 anni fa. Domenica 18 aprile il Trofeo Città di Meldola (E-U23), il 20 aprile Strade Bianche di Romagna nel suggestivo borgo di Mondaino (E-U23), poi il Giro di Romagna per Dante Alighieri (dal 22 al 25 aprile). Giugno è il mese clou con il Giro d’Italia Under 23 (dal 3 al 12 giugno) e i Campionati italiani a Imola che prevedono prove a cronometro per Elite uomini- donne e per Donne Juniores (18 giugno) e su strada per professionisti (20 giugno). Dal 31 luglio al 10 agosto, la seconda di «Warm Up», con appuntamenti per tutte le categorie e per cicloturisti. Infine, il Giro di Sardegna per professionisti (dal 12 al 16 ottobre). «Continuiamo a investire energie e risorse in questo progetto – dicono Selleri e Pavarini -, con un enorme sforzo economico e organizzativo insieme alle Istituzioni, agli Enti locali e agli sponsor che vogliamo ringraziare per il proprio impegno, al pari della Federciclismo e del ct Davide Cassani. Il volano economico generato dalle nostre gare è enormemente più grande dei costi che andiamo a sostenere e ripaga anche la fatica e l’impegno che tutti noi, con i nostri volontari, ci carichiamo, per amore di questo sport». (ma.ma.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 marzo.

Nella foto: gruppo dei volontari di ExtraGiro di Selleri e Pavarini alla fine del Giro Under 23 del 2020, con la maglia rosa Thomas Pidcock

Per l’ExtraGiro di Marco Selleri sei mesi da leccarsi i baffi
Economia 30 Marzo 2021

Comune di Mordano e Florim, prove tecniche di pacifica convivenza

«Una futura reciproca collaborazione, che ponga la massima attenzione alla tutela dell’ambiente e dei cittadini». Così si chiude la nota congiunta firmata il 19 marzo scorso dal sindaco di Mordano, Nicola Tassinari, e dal presidente di Florim, Claudio Lucchese, e in cui sono stati messi nero su bianco alcuni punti fermi riguardanti sia l’Amministrazione comunale sia l’azienda ceramica (la versione integrale qui).

La prima ha preso atto dell’impegno di Florim nel cercare di eliminare o contenere i disagi provocati dallo stabilimento industriale; la seconda si è impegnata a spostare entro giugno otto vibrosetacci e a migliorare al massimo delle proprie possibilità eventuali ulteriori disagi. Allo stesso modo Florim auspica che l’iter di approvazione dei nuovi investimenti, da circa 20-25 milioni di euro sul sito produttivo di via Selice, possa essere condiviso. Il Comune si è impegnato a istruire un percorso autorizzativo efficace e celere, nel rispetto delle regole vigenti. Insomma, prove tecniche di collaborazione.

Sindaco, il presidente di Florim ha chiesto all’Amministrazione comunale «trasparenza», un percorso «chiaro e definito», senza «rimpalli e cambi di linea». Qual è il suo punto di vista?

«Il presidente mi ha più volte manifestato la volontà di realizzare l’ampliamento che comprende un piazzale per deposito merci, ma anche uffici e un capannone, che verranno demoliti e ricostruiti. A prescindere dalla volontà, gli iter partono dal momento in cui l’azienda presenta i documenti in Comune. Florim lo ha fatto per la prima volta una ventina di giorni fa. Si tratta di interventi importanti, che seguono le procedure amministrative previste per legge. In base alle regole, non decise da me e che vengono fatte rispettare dal nostro ufficio tecnico, l’istanza era manchevole di alcuni elementi indispensabili per poter iniziare a valutare il procedimento. È stata quindi respinta, ma sono stati anche precisati le motivazioni e il percorso corretto. Nulla vieta a Florim di ripresentarla, seguendo le indicazioni date. Da parte nostra non c’è nessuna volontà di mettere in difficoltà Florim. La nota congiunta è un “punto zero” da cui ripartire». (lo.mi.)

L’intervista su «sabato sera» del 25 marzo.

Nella foto: il sindaco di Mordano, Nicola Tassinari 

Comune di Mordano e Florim, prove tecniche di pacifica convivenza
Economia 19 Marzo 2021

Rumore e vibrazioni nella borgata Chiavica, nota congiunta del Comune di Mordano e Florim

Nota congiunta del Comune di Mordano e dell’azienda Florim dopo il colloquio tra il sindaco Tassinari ed il presidente Claudio Lucchese riguardante i disagi ambientali (rumore e vibrazioni) di cui da anni si lamentano i residenti della borgata Chiavica. 

«Confermo per dovere istituzionale, la disponibilità ad un confronto positivo verso i temi sollevati dall”azienda – ha scritto sulla sua pagina Facebook il primo cittadino Tassinari -. Confermo anche che questo procedimento e decisioni non sono ricondicibili alla figura del sindaco. Molti saranno gli enti istituzionalmente coinvolti.
Tuttavia riteniamo che il percorso tracciato nel documento congiunto possa portare ai positivi risultati che i cittadini del Comune di  Mordano, i residenti della borgata Chiavica, i dipendenti della Florim e la proprietà si aspettano. Florim è una importante azienda del territorio che ha la volontà di essere ben integrata sul territorio. Stante la disponibilità dell”azienda lavoreremo insieme, ognuno nel rispetto del proprio ruolo e competenze, per far sì che le soluzioni proposte siano positive per tutti gli attori che parteciperanno a questo processo. Siamo qui per sciogliere i nodi e con impegno e buona volontà sancita nel documento ce la faremo». (r.e.)

Tutti gli aggiornamenti su «sabato sera» del 25 marzo.

LA NOTA CONGIUNTA

Nella foto: lo stabilimento della Florim; sotto la nota congiunta del Comune di Mordano e Florim 

Rumore e vibrazioni nella borgata Chiavica, nota congiunta del Comune di Mordano e Florim
Sport 4 Marzo 2021

Beach tennis, Giulia Gasparri campionessa italiana indoor. In finale battuta l'«ex socia»

In un anno nel quale di fatto non si capisce ancora cosa accadrà, l’unica certezza nel mondo del beach tennis è legata al fatto che le migliori giocatrici abitano ancora dalle nostre parti. Non si può concludere diversamente dopo il campionato italiano andato in scena a Forlì e che ha visto la mordanese Giulia Gasparri imporsi in finale sulla dozzese Sofia Cimatti.

Le due ex «socie», che avevano cominciato assieme la scorsa stagione, si sono ritrovate da avversarie sui campi del Raketown nella finale valevole per lo scudetto che ha visto la vittoria in due set (6-2, 6-4) della Gasparri. Arrivate entrambe all’atto finale senza perdere un set, l’incontro per il tricolore ha visto la facile vittoria della Gasparri che, in coppia con la cervese Ninny Valentini, si è imposta su Cimatti e Veronica Casadei, accreditate della prima testa di serie del tabellone nel quale Gasparri – Valentini erano la numero 2. (an.mir.)

Nella foto: Giulia Gasparri e Ninny Valentini 

Beach tennis, Giulia Gasparri campionessa italiana indoor. In finale battuta l'«ex socia»
Cronaca 28 Febbraio 2021

Ciclista investita da un’auto in via Fluno a Bubano, trasportata in elisoccorso al Bufalini

Incidente stradale oggi pomeriggio in via Fluno a Bubano, nei pressi della rotonda con via Lume. Al momento l’esatta dinamica è ancora da accertare.

Secondo le prime ricostruzioni, però, una 73enne di Mordano in sella alla sua bici sportiva è stata investita da un’auto. Sul posto carabinieri e sanitari del 118 che hanno trasportato la donna in elisoccorso al Bufalini di Cesena. L’anziana non sarebbe in pericolo di vita. (da.be.)

Nelle foto (Isolapress): il luogo dell’incidente e l’elisoccorso che ha trasportato la donna al Bufalini di Cesena

Ciclista investita da un’auto in via Fluno a Bubano, trasportata in elisoccorso al Bufalini
Cronaca 23 Febbraio 2021

A Mordano l’Opera Anziani si espande anche a palazzo Liverani

Affidamento dei lavori entro marzo, apertura del cantiere entro aprile e poi 18 mesi di lavori. Coronavirus permettendo, sono queste le tempistiche previste per gli interventi di riqualificazione di palazzo Liverani a Mordano, seconda fase del pro- getto che ha già interessato il vicino palazzo Pennazzi (o Darchini). «Faremo di tutto perché il cronoprogramma si mantenga tale – rassicura il sin- daco, Nicola Tassinari –. La situazione attuale crea alle attività produttive non poche difficoltà sia nell’approvigionamento dei materiali che negli spostamenti. L’Ufficio tecnico del Comune, però, mi ha confermato questi tempi non più tardi di un mese fa».

Ben 750 mila euro l’importo complessivo dei lavori, suddivisi fra un finanziamento di 525 mila euro da parte della Regione Emilia Romagna nell’ambito dei contratti di rigenerazione urbana, «un ulteriore contributo di 50 mila euro dalla Regione dal fondo per il “Dopo di noi” (progetti di acquisizione di indipendenza dal nucleo familiare di origine per le persone diversamente abili, nda) – aggiunge Tassinari – e 175 mila euro da una variazione del bilancio del Comune che abbiamo deliberato a ottobre/novembre». Nel «nuovo» palazzo Liverani troveranno spazio «un centro diurno al primo piano – entra nei particolari Elisa Conti, assessore alle Politiche abitative, sociali e sanitarie –, un appartamento destinato al “Dopo di noi” al primo piano e, infine, due apparta- menti di Edilizia residenziale sociale al secondo piano». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 ottobre.

Nella foto: palazzo Liverani a Mordano

A Mordano l’Opera Anziani si espande anche a palazzo Liverani

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast