Mordano

Cronaca 16 Marzo 2020

Incrocio di Mordano, da questa settimana con il photored «scattano» le multe

Attenzione automobilisti che passate da Mordano. Questione di giorni, infatti, e verrà attivato il photored (o rosso ti vede), il sistema di rilevamento elettronico delle infrazioni stradali installato al semaforo posto all’intersezione tra le vie Lughese, Ponte e Cavallazzi. Si concludono così i lavori iniziati a febbraio dalla ditta incaricata da Area Blu per il posizionamento delle quattro colonnine negli altrettanti punti dell’incrocio, all’interno di ognuna delle quali è presente la fotoca- mera che scatta la foto nel momento in cui una vettura passa con il rosso. In particolare, la prima foto viene scattata quando il veicolo passa sui sensori nascosti nell’asfalto prima della linea di arresto, mentre la seconda quando attraversa il sensore dopo la stessa linea. «Sono in corso le operazioni di taratura delle apparecchiature e le verifiche sul corretto funzionamento del sistema – fanno sapere dal Comune – . I primi controlli sono stati positivi, quindi è realistico pensare che sarà attivo a partire da questa settimana».

D’ora in poi, quindi, un motivo in più per prestare attenzione quando si giunge all’incrocio visto che, ai sensi dell’articolo 146 comma 3 del Codice della strada, «il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell’agente del traffico vietino la marcia stessa, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 167 a 666euro». A questa sanzione deve poi aggiungersi la decurtazione  di 6 punti dalla patente di guida, che raddoppiano se a commettere l’infrazione è un neopatentato che ha conseguito la patente A o B da meno di tre anni. (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 12 marzo.

Nella foto: l’incrocio al semaforo di Mordano

Incrocio di Mordano, da questa settimana con il photored «scattano» le multe
Cronaca 18 Febbraio 2020

La legalità secondo Daniele Nicastro. A Mordano incontro con l'autore di libri per ragazzi

Si parlerà di legalità con l”autore di libri per ragazzi Daniele Nicastro alla biblioteca comunale di Mordano, questa sera, alle ore 20.30.
«E” roba per i mafiosi – scrive nel suo libro Grande (edizioni Einaudi Ragazzi) in cui tratta il tema della mafia – e io non sono uno di loro, nemmeno ci assomiglio! Me li immagino con la lupara e lo stuzzicadenti in bocca… Ok, forse sto esagerando, sono così nei film, che ne so io come sono nella vita reale?».
La legalità secondo Daniele Nicastro. A Mordano incontro con l'autore di libri per ragazzi
Cronaca 8 Febbraio 2020

A Mordano photored al semaforo e nuovi autovelox sulla Lughese

Anche Mordano, come già altri comuni nel circondario, avrà i suoi photored (o rosso ti vede). Arrivato il nullaosta da parte della Città metropolitana, nei giorni scorsi sono iniziati i lavori per installare le colonnine al semaforo tra le vie Lughese, Ponte e Cavallazzi. Il sistema si attiva soltanto quando il semaforo è rosso. La prima foto viene scattata quando il veicolo passa sui sensori nascosti nell’asfalto prima della linea di arresto, mentre la seconda quando attraversa il sensore dopo la stessa linea. «Saranno posizionati in tutti e quattro i lati dell’incrocio – dettaglia il sindaco, Nicola Tassinari -. Ci siamo impegnati nella realizzazione di piste ciclopedonali, portando persone in percorsi protetti a fianco alla strada, quindi è ancora più importante che gli auto- mobilisti rispettino il Codice della strada».

Sempre in questi giorni, sono partiti i lavori per la sostituzione dei due autovelox fissi sulla via Lughese, il primo nei pressi di via Montebottone, per chi arriva da Imola, e l’altro, per chi proviene da Massa Lombarda, tra via Lama e via Nuova, quindi entrambi sanzionano solo i veicoli in entrata a Mordano. Gli attuali box saranno sostituiti da apparecchi di ultima generazione (identici a quello vicino alla discoteca Cap Creus sulla Selice), issati su pali con le fotocamere poste a circa cin- que metri di altezza, quindi a prova di vandalo, che, grazie agli infrarossi, per- metteranno di sanzionare, 24 ore su 24 (attualmente, invece, scattano soltanto di giorno), gli automobilisti che non rispettano il limite di 70 chilometri orari presente in quei tratti. «Il Comune non lo fa per fare cassa – chiarisce il sindaco -. L’obiettivo non è fare multe, semmai non farne nessuna perché vorrebbe dire che gli automobilisti hanno rispettato le regole». (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 6 febbraio.

Nella foto: l’installazione del photored all’incrocio

A Mordano photored al semaforo e nuovi autovelox sulla Lughese
Sport 31 Gennaio 2020

Calcio serie C, l'ex rossoblù Selleri presenta Imolese-Ravenna: «Sarà una battaglia intensa»

Alfonso Selleri è l’ex più apprezzato del Ravenna, che domani, sabato 1 febbraio alle ore 20.45, scenderà al Romeo Galli per un derby che si annuncia elettrizzante. Per la classifica in primo luogo, ma anche per il campanilismo che caratterizza da sempre le due squadre.

Che partita dobbiamo aspettarci sabato?

«Sarà una battaglia, perché ci giochiamo tanto – ha risposto Selleri -. Né noi e neppure l’Imolese avremmo voluto trovarci in questa situazione. E dobbiamo tirarci fuori in qualche modo. Prevedo velocità, intensità e molto agonismo. Entrambe ci siamo rinforzate ed entrambe veniamo da buoni risultati. Penso che possa venire fuori una partita simile a quelle giocate in queste ultime stagioni».

Voi siete davanti in classifica e al momento fuori dai play-out. Tutto sommato potrebbe andarvi bene anche un pareggio.

«Il nostro modo di pensare è diverso, non ci acconten- tiamo. E poi non siamo una squadra in grado di difenderci solamente. Abbiamo preso tanti gol quest’anno, anche se ultimamente molti meno, perciò tatticamente cerchiamo soluzioni offensive per provare sempre a vincere». (a.d.p.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 30 gennaio.

Nella foto (tratta dal suo profilo Instagram): Alfonso Selleri

Calcio serie C, l'ex rossoblù Selleri presenta Imolese-Ravenna: «Sarà una battaglia intensa»
Sport 21 Gennaio 2020

Ciclismo, l’edizione 2020 del Giro d’Italia Under 23 farà tappa a Mordano

Il Giro d’Italia Giovani Under 23 del 2020 farà tappa a Mordano. È stato annunciato questa mattina, martedì 21 gennaio, a Milano e ora la data è da segnare in rosso nel calendario: sabato 6 giugno, la terza tappa partirà da Riccione per concludersi proprio in centro a Mordano, dove ha sede la Nuova Ciclistica Placci 2013. Il Giro U23 arriva praticamente a casa di Marco Selleri, il direttore generale della corsa, che dopo l’esperienza del Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp (fino al 2015, dopo aver iniziato nel 2008 prendendo il posto di Giuseppe Gaddoni) è riuscito nel 2017, insieme al gruppo di volontari della Placci, quasi tutti di Mordano, Bubano, Imola e altri Comuni della Bassa Romagna, a rilanciare una corsa che mancava da cinque anni.

Il Giro Giovani è oggi la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, strategica per far crescere il movimento ciclistico italiano e permettere ai giovani talenti di confrontarsi con i più forti al mondo. Ancora presto per poter definire «ufficiali» i percorsi della tappa, ma si sa già che la Riccione-Mordano sarà una tappa molto spettacolare, impegnativa, con tante salite sui nostri Appennini e un finale che vedrà la carovana entrare nel territorio imolese da Riolo Terme: i corridori affronteranno Mazzolano e Lola, per poi scendere via Bergullo, passare da Zello e scendere ancora verso Bagnara; a quel punto, un passaggio a Bubano e l’arrivo in centro a Mordano. Ci sarà da divertirsi, a casa di Marco Selleri, della Nuova Ciclistica Placci 2013 e di tutto il team al lavoro con la passione che lo ha sempre contraddistinto. (ma.ma.)

Approfondimenti sul numero di «sabato sera» del 23 gennaio.

Nella foto (dalla pagina Facebook del Giro d’Italia Under 23): Marco Selleri e la maglia rosa 2019 Andres Camilo Ardila

Ciclismo, l’edizione 2020 del Giro d’Italia Under 23 farà tappa a Mordano
Cronaca 10 Gennaio 2020

Sorpreso in centro con un coltello nell'auto, denunciato 45enne

Un 45enne è stato denunciato dai carabinieri per porto di armi o oggetti atti ad offendere. L’episodio è avvenuto, due sere fa, in centro a Mordano.

Il provvedimento si è reso necessario al termine di un controllo sul territorio durante il quale i militari hanno scoperto che l’uomo era in possesso di un coltello, dalla lama di 25 cm, nascosto nel porta oggetti della portiera anteriore accanto al sedile di guida della sua Skoda Fabia che aveva parcheggiato davanti ad un’agenzia di assicurazioni. Il coltello è stato sequestrato dai carabinieri. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Sorpreso in centro con un coltello nell'auto, denunciato 45enne
Sport 10 Gennaio 2020

Pallamano, il mordanese Davide Bulzamini impegnato nel weekend con la Nazionale

Dopo le due amichevoli giocate a Camerano a fine dicembre e vinte nettamente col Lussemburgo, gli azzurri della pallamano, fra cui il mordanese Davide Bulzamini, giocano in questo week-end un quadrangolare che decreterà la squadra che andrà ai play-off per partecipare ai Mondiale del 2021 in Egitto. Si gioca a Benevento e le avversarie del gruppo 3 saranno Kosovo, Georgia e Romania, che dovrebbe essere l’avversario più impegnativo. Debutto stasera contro il Kosovo (alle 20), mentre domani alla stessa gli azzurri affronteranno la Georgia. Domenica, infine, alle 16 la sfida contro la Romania.

Si attendono così conferme dal terzino mordanese dopo le ottime partite giocate lo scorso anno con la Slovacchia. Ricordiamo che Bulzamini sta giocando la sua terza stagione in Francia, ma solo da quest’anno è a Nizza (seconda Lega) dove si sta ben comportando. In difesa è uno dei punti fermi della squadra, mentre in attacco non sta ancora trovando lo spazio sperato. (c.a.t.)

Nella foto: Davide Bulzamini in maglia azzurra

Pallamano, il mordanese Davide Bulzamini impegnato nel weekend con la Nazionale
Cronaca 3 Gennaio 2020

Una serata di giochi, musica e altro a Mordano per finanziare il nuovo Centro giovanile

Si chiama Flood New Life l”evento che un gruppo di giovani di Mordano e Bubano, in collaborazione con l”assessorato alle Politiche giovanili del Comune e l”associazione Mordano Par Tott, organizza per la serata di oggi, dalle 18 a mezzanotte, in via Ombrosa 4. Tanti gli ingredienti, dall”aperitivo alla musica, dalla mostra fotografica ai giochi di società. Il ricavato della serata sarà devoluto a finanziare le iniziative del Centro Giovani.

Tra gli obiettivi da perseguire per il 2020 per il Comune di Mordano, infatti, come spiegano l”assessore alla Scuola Elisa Conti e il consigliere delegato alle Politiche giovanili Giuseppe Cassarino, «c”è la costituzione di un centro giovanile nel quale i ragazzi dai 14 ai 30 anni di età abbiano la possibilità di portare avanti, attraverso la collaborazione con educatori, iniziative di confronto e scambio tra giovani, favorendo e promuovendo la socializzazione anche intergenerazionale e mettendo in campo azioni ed interventi che hanno l”obiettivo di offrire ai giovani mezzi, opportunità, strumenti, possibilità e percorsi per vivere in modo pieno e positivo la transizione alla vita adulta, intesa come condizione di maggior autonomia e status di piena cittadinanza, quale fruibilità piena di diritti e doveri». (r.cr.)

Nella foto alcuni ragazzi promotori dell”iniziativa: Andrea Medri, Eugenio Andaló, Emanuele Sabatani e Francesco Baldisserri

Una serata di giochi, musica e altro a Mordano per finanziare il nuovo Centro giovanile
Sport 3 Dicembre 2019

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23

Il calendario ciclistico Elite e Under 23 nella prossima stagione si arricchirà con una nuova importante corsa a tappe. Si tratta del «Giro di Romagna per Dante Alighieri», che si dovrebbe correre dal 30 aprile al 3 maggio 2020. Ad organizzarlo sarà la «Nuova Ciclistica Placci 2013», società sportiva di Mordano presieduta da Marco Selleri, in partnership con «Communication Clinic» di Marco Pavarini. E’ lo stesso gruppo di lavoro che organizza il Giro d’Italia Under 23, la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, rilanciata nel 2017 grazie a questo team dopo quattro anni di «stop». Anche l’impegno organizzativo per il Giro d’Italia U23 è confermato: si correrà poco più di un mese dopo, dal 4 al 14 giugno, con l’obiettivo di lanciare altri talenti, magari anche italiani, dopo le tre recenti edizioni dominate da russi (Sivakov e Vlasov) e colombiani (Ardila).

La nuova «creatura» è una corsa a tappe di quattro giorni che si svolgerà interamente in Romagna e che, anche se non è ancora definito il percorso, toccherà il nostro territorio. Per le edizioni 2020 e 2021, il Giro di Romagna omaggerà Dante Alighieri nell’anniversario dei 700 anni dalla morte (1321) avvenuta a Ravenna, città che sarà al centro delle celebrazioni dei prossimi anni. La corsa prenderà il via proprio da Ravenna, e non sarà l’unico ammiccamento al ricordo del grande poeta italiano: nelle prossime settimane gli organizzatori sveleranno il progetto di comunicazione e le novità proposte da una corsa nuova ma già molto attesa. Nei prossimi mesi, infine, ci saranno anche più informazioni sulle formazioni al via del Giro di Romagna, che saranno composte prevalentemente da ciclisti Under 23 (che nel 2020 saranno i nati tra il 1998 e il 2001), ma anche da Elite. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 novembre.

Nella foto: Marco Selleri (primo da sinistra) con Renato Di Rocco (presidente Federazione Ciclistica Italiana), Stefano Bonaccini (presidente Regione Emilia-Romagna) e Davide Cassani (Ct azzurro) alla presentazione del Giro d”Italia U23 a Fico a Bologna

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23
Sport 28 Settembre 2019

Ciclismo, l'ultima idea di Marco Selleri è la «Strade Bianche di Romagna per Allievi»

Domani, domenica 29 settembre, arriva a Mordano una nuova gara ciclistica, la «Strade Bianche di Romagna per Allievi» (atleti di 15-16 anni). A organizzarla è la Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, con il supporto di tutti i volontari di Mordano, Bubano, Imola e della Bassa Romagna, in partnership con Communication Clinic di Marco Pavarini. Il team organizzativo del Giro d’Italia Giovani Under 23, gara a tappe che verrà riproposta anche nel triennio 2020-2022 (la Federazione ciclistica italiana ha già assegnato l’organizzazione alla società mordanese), mette così in calendario un nuovo appuntamento per i giovani ciclisti italiani. «Il principale obiettivo della nostra attività è contribuire alla crescita del movimento ciclistico italiano – dice il mordanese Marco Selleri, presidente della Nuova Ciclistica Placci 2013 -. Va avanti in parallelo con l’ambizione di sviluppare nuove professionalità di alto profilo a livello organizzativo nel mondo del ciclismo».

La gara prevede 89,2 km, con partenza e arrivo dal centro di Mordano (il via alle 14.30, arrivo alle 16.45 circa). Il gruppo affronterà per due volte un circuito di 5,2 km (via Lughese, via della Repubblica, via Bacchilega, via San Francesco, via Buttacece, via Bazzino, via Lughese), poi un altro circuito di 7,9 km da ripetersi per 8 volte, con due settori di sterrato: un primo tratto di 700 metri in via Zaniolo e un secondo tratto di 500 metri in via Buttacece. Nel finale si ripete per tre volte il circuito iniziale di 5,2 km: in totale, il pubblico potrà assistere al passaggio del gruppo sotto il traguardo per ben 13 volte. «In particolare, oltre ai volontari e agli sponsor – aggiunge Selleri – ci tengo a ringraziare in particolare la ditta Barzanti, impresa edile che ha fatto un gran lavoro per portare in buone condizioni il primo tratto di strada bianca in vista della gara». (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 26 settembre.

Nella foto: Strade Bianche di Romagna

Ciclismo, l'ultima idea di Marco Selleri è la «Strade Bianche di Romagna per Allievi»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast