Località

Imola 23 Settembre 2020

#Imola2020, i nomi e le preferenze di tutti gli eletti in Consiglio comunale

Chiusi gli scrutini e decretata la vittoria di Marco Panieri, che da questa mattina è ufficialmente il nuovo sindaco di Imola, è tempo di pensare anche alla composizione del nuovo Consiglio comunale (la ripartizione dei seggi qui). Accanto ad ogni nome, tra parentesi, è indicato il numero delle preferenze.

Alla coalizione di centrosinistra vanno 15 seggi. Dodici al Partito Democratico 12:  Fabrizio Castellari (926), Roberto Visani (911), Giacomo Gambi (729), Daniela Spadoni (534), Lisa Laffi (506), Francesca Degli Esposti (468), Chiara Sorbello (279), Pierangelo Raffini (264), Sonia Manaresi (227), Cecilia Ricci (201), Maria Lorena Trotta (198) e Bruna Gualandi (184). Due a «Imola Corre»: Antonio Ussia (148) e Alan Manara (109). Uno a «Imola Coraggiosa»: Elisa Spada (374).

Alla coalizione di centrodestra vanno, invece, 7 seggi. Cinque a Lega Salvini Premier: Daniele Marchetti (candidato sindaco), Simone Carapia (462), Serena Bugani (293), Riccardo Sangiorgi (237) e Rebecca Chiarini (177). Due a Fratelli d’Italia. Nicolas Vacchi (461) e Maria Teresa Merli (221).

Un seggio alla civica Cappello sindaca – Imola Riparte: Carmen Cappello (candidata sindaco).

Un seggio al Movimento 5 Stelle: Ezio Roi (candidato sindaco).

Nella foto: il Comune di Imola

#Imola2020, i nomi e le preferenze di tutti gli eletti in Consiglio comunale
Cronaca 23 Settembre 2020

Mondiali ciclismo a Imola, tutte le chiusure e pre-chiusure delle strade

L’attesa è finita. Tutto pronto a Imola per i Mondiali di ciclismo, in programma da domani a domenica 27 settembre, con il comitato organizzatore che ha definito anche gli ultimi dettagli sulle modifiche alla viabilità. Un tema che sta molto a cuore ai cittadini. Strade interessate dai percorsi di gara che, negli orari stabiliti, saranno chiuse al traffico per tutti, compresi i residenti, ad eccezione solo per i mezzi di soccorso in emergenza.

Nel dettaglio, per le prove a cronometro, giovedì 24 (donne) le strade saranno chiuse dalle 13.30, mentre venerdì 25 (uomini) dalle 13.15, fino alle 17.30 circa. Non consentito il transito sulle vie Rosselli, ponte viale Dante, Pirandello, Tiro a Segno, Quarantini, Santa Lucia, degli Orti, Paroli (con pre-chiusura alla rotonda fra via Punta e la Montanara in entrambi i sensi), Codrignano tra Borgo Tossignano (da via della Resistenza) e Imola, Cappelli, Tenni, Ghiandolino e Nuvolari, fino all’ingresso nel circuito alla Variante Alta. Chi arriverà a Castel del Rio da Firenzuola potrà deviare sulla «Bordona» verso Castel San Pietro, con limitazione per i veicoli oltre le 15 tonnellate; sulla provinciale «del Gesso» verso Castel San Pietro (senza limiti per tipologia e peso dei mezzi) e sulla «Casolana» verso Casola Valsenio, esclusi i mezzi oltre le 28 tonnellate, gli autoarticolati e gli autotreni.

Anche per le prove in linea, sabato 26 (donne) e domenica 27 (uomini) le strade coinvolte dal passaggio della corsa (vie Bergullo, Lola, Mazzolano, provinciale «Casolana», Gallisterna, Caduti di Toranello, Sabbioni e Nuvolari) saranno chiuse per tutti, salvo diverse indicazioni. Sabato 26 stop al traffico a partire dalle 9.30, mentre domenica 27 dalle 7 del mattino. Riapertura prevista sempre alle 17.30 circa. In questi due giorni, per i residenti, è comunque previsto un percorso alternativo: viale Dante – viale Rosselli – via Musso – via dei Colli – via Goccianello – via Pediano e parte «alta» di via Bergullo, fin solo all’intersezione con via Lola. Chi, invece, arriverà da Palazzuolo sul Senio dovrà seguire le indicazioni per Faenza e Imola. Proseguendo sulla «Casolana – Riolese» fino a Casola Valsenio, deviazione verso Monte Albano (Zatta- glia – Castel Bolognese – Faenza) o Prugno (Fontanelice – Imola). Nell’altro senso, da Castel Bo- lognese bisognerà proseguire in direzione Biancanigo – Villa Vezzano – Zattaglia – Casola Valsenio – Palazzuolo. Infine, per i camper che vorranno entrare nel percorso di gara, chiusura dalla mezza- notte di venerdì 25 alle 17.30 di sabato 26 e dalla mezzanotte di sabato 26 alle 17.30 di domenica 27 settembre.

Oggi, intanto, la polizia del Comune di Imola, per consentire lo svolgimento in sicurezza delle gare, ha emanato un’ordinanza rendendo note le pre-chiusure delle strade interessate dalla competizione. Tutto questo è stato disposto perché si è reso necessario interdire al transito i tratti stradali che precedono le strade interessate al transito dei concorrenti. Sono, però, esclusi dai divieti di transito nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate dalla gara i residenti, i mezzi di polizia e di soccorso, i veicoli a servizio della gara debitamente contrassegnati e tutti gli autorizzati dalla polizia locale. I residenti su strade che fanno parte del percorso di gara invece non potranno circolare nell’orario di chiusura al traffico, come già detto in precedenza. In tutte le strade interessate dalla manifestazione, comunque, gli agenti della polizia stradale in casi di necessità potranno istituire obblighi, divieti o limitazioni temporanee alla circolazione o impartire prescrizioni diverse e contrastanti da quelle previste dalla segnaletica e/o dal presente provvedimento.

Giovedì 24 e venerdì 25 settembre (dalle 13.30 alle 17.30). Istituzione del divieto di transito veicolare nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate dalla gara: via Graziadei, all’intersezione con la via Manzoni; via Tabanelli, all’intersezione con la via Goldoni; via Boccaccio, all’intersezione con la via Francucci; viale Pirandello, all’intersezione con viale d’Agostino, via Tiro a Segno, all’intersezione con via Padovani; via Sabbioni, alle intersezioni con le vie Ghiandolino a Cappelli; via Prudenzio, all’intersezione con via Silla; via Bachelet, all’intersezione con via Noiret; via Musso, all’intersezione con via dei Colli; via Galli, all’intersezione con via Malsicura; via Ascari, all’intersezione con via dei Colli, con esclusione dei residenti e aventi titolo seguendo le indicazioni degli organizzatori della manifestazione. Inoltre, negli stessi giorni e nei medesimi orari, in via Santa Lucia lato sud, direzione obbligatoria diritto e sinistra all’intersezione con via Pirandello; in via Padovani, direzione obbligatoria a sinistra in direzione centro città; in via Canale, istituzione del doppio senso di circolazione, nel tratto compreso tra via degli Orti e via Calderina Fiume.

Sabato 26 dalle ore 9.30 alle ore 17.30 e domenica 27 dalle ore 6.30 alle ore 17.30. Istituzione del divieto di transito veicolare nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate alla gara: via dei Colli, all’intersezione con viale Pisacane; via Santerno, all’intersezione con viale Pisacane; via Calunga Buore, all’interserzione con via Gratusa; via Malsicura, all’intersezione con via dei Colli; via dei Colli, all’intersezione con via Ascari; viale Dante, all’intersezione con viale Pirandello.

Dalle ore 14 di giovedì 23 alle ore 20 di domenica 27: l’istituzione del divieto di fermata/sosta con rimozione veicoli su entrambi i lati anche in banchina lungo tutte le strade previste dai percorsi. Dalle ore 8 di giovedì 23 alle ore 20 di domenica 27: istituzione del divieto di transito veicolare, nonché del divieto di sosta in via Malsicura su tutto il piazzale retrostante la tribuna centrale adibito a parcheggio, la cui gestione risulta interamente a carico della società organizzatrice. (da.be.)

Mondiali ciclismo a Imola, tutte le chiusure e pre-chiusure delle strade
Sport 23 Settembre 2020

Mondiali ciclismo a Imola, in vendita i biglietti per assistere alle gare dalle tribune dell’autodromo

Domani, giovedì 24 settembre, a Imola scattano i Mondiali di ciclismo con la cronometro femminile. Il giorno seguente, invece, sarà la volta della crono maschile, mentre sabato 26 e domenica 27 chiusura con le prove in linea donne e uomini.

Proprio riguardo a queste ultime due prove, dopo che la Regione ha aperto la possibilità per il pubblico di assistere alle gare sulle tribune dell’autodromo, sul sito dell”organizzazione sono stati resi noti prezzi, modalità di acquisto ed informazioni sui biglietti. (da.be.)

PER SAPERNE DI PIU” CLICCA QUI.

Nella foto: la Nazionale italiana maschile di ciclismo 

Mondiali ciclismo a Imola, in vendita i biglietti per assistere alle gare dalle tribune dell’autodromo
Cultura e Spettacoli 23 Settembre 2020

Accademia pianistica, Il progetto di Franco Scala: «Riscriviamo a Imola la didattica musicale»

«Siamo arrivati ad un livello alto come neanche io credevo avremmo mai raggiunto». Il maestro Franco Scala in testa ha chiare molte cose, compresa quella di essere a volte spigoloso mentre caparbiamente porta avanti i progetti legati alla sua creatura, l’Accademia pianistica. Da quando vide la luce, nel 1989, ad oggi l’Accademia Incontri col maestro è cresciuta fino ad essere equiparata ad una università dove formare e laureare allievi e professionisti della musica. «Dopo tanti anni l’Accademia si è trasformata in una Università, l’università di Imola». Il dialogo con Scala non è fatto per sfogliare pagine ingiallite, ma per trovare nelle istantanee della storia le ragioni per essere ancora un punto di riferimento per la città. Questo lo spirito di una persona che ha voluto fare l’Accademia perché «non mi convinceva l’esperienza dei conservatori (lui insegnava a Pesaro, Ndr.) e iniziai a fare qualcosa di diverso. Gli incontri col maestro che facevo in casa mia rappresentavano una rottura della didattica tradizionale perché mettevano l’allievo al centro dell’attenzione».

Per Scala è un comandamento sacro. Lo risentiremo.Una sintesi del pensiero della didattica come la vede Scala che fu sperimentata negli anni Ottanta e che «dopo dieci anni di incontri a casa mia, chiesi all’allora sindaco di Imola Bruno Solaroli, un posto per ospitare un’accademia. Vedemmo alcune possibili sedi, ma io volevo la Rocca. Lui prima mi diede del matto, poi ci pensò e alla fine si convinse che quella pazzia aveva senso. Fece una grande battaglia per metterci in Rocca e nel 1989 la favola ebbe inizio. La cosa più bella è che allora c’erano gli imolesi attorno all’Accademia: oltre a Bruno Solaroli ci hanno sostenuto Franco Beccari, direttore della Cassa di Risparmio che ci diede la prima sponsorizzazione, Alberto Domenicali che veniva con me a caccia di fondi, Mario Giberti che lavorò tanto per sistemare sala Mariele Ventre a palazzo Monsignani, Marcello Grandi che ci fù vicino ancora prima di essere sindaco, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Amilcare Renzi, Raffaele Mazzanti, Edore Campagnoli e ne dimentico molti altri». (p.b.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto: il maestro Franco Scala tiene in braccio un giovanissimo talento nell’edizione 2019 del Festival estivo che l’Accademia organizza a Imola

Accademia pianistica, Il progetto di Franco Scala: «Riscriviamo a Imola la didattica musicale»
Sport 23 Settembre 2020

Mondiali di ciclismo, Morena Tartagni nel '68 a Imola arrivò terza tra le donne: «Come premio una gonna scozzese»

Nel 1968, oltre al Mondiale di Adorni, si gareggiò in autodromo per il titolo femminile. Era appena l’11a edizione, ma già le azzurre seppero farsi valere e Morena Tartagni conquistò il terzo posto dietro l’olandese Cornelia Hage, sposata Van Oosten, e la sovietica Bajba Tsaune. Fu la prima italiana a conquistare un podio iridato, non è stata una meteora e successivamente ha conquistato due argenti dietro la sovietica Anna Konkina. Nel suo palmares ci sono 2 maglie tricolori su strada, 6 consecutive nell’inseguimento e 2 nella velocità su pista, oltre al record mondiale sui 3 km in 4’09”9. Grazie a lei e ad altre valorose atlete, il ciclismo femminile ha conquistato dignità. « In quel Mondiale non avevo ancora 19 anni – ha raccontato – e l’emozione di poter correre nella mia Romagna era forte (Morena è nata a Trivella di Predappio il 21 settembre 1949, ndr), davanti ai miei famigliari. Avevo già gareggiato due anni prima al Nurburgring, non mi ero neppure classificata e vo- levo rifarmi. Col tempo avevo acquisito energia e sicurezza ed ero decisa ad esprimere la mia ambizione come atleta, anche se non pensavo di salire sul podio. Arrivammo davanti in una quindicina perché il percorso dell’autodromo era duro e fece selezione. La medaglia di bronzo, la prima conquistata da una donna italiana, mi fruttò una gonna scozzese, un kilt, con tanto di spillone. Per una donna un gran regalo, pensarono…». (n.v.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto (Isolapress): uno scatto recente di Morena Tartagni

Mondiali di ciclismo, Morena Tartagni nel '68 a Imola arrivò terza tra le donne: «Come premio una gonna scozzese»
Sport 23 Settembre 2020

Basket serie B, il coach dell’Andrea Costa Paolo Moretti sfoglia il calendario: «Subito le forti? Meglio così»

È passato più un mese, da quando la nuova Andrea Costa è tornata in pista per affrontare il ritorno in serie B, che si celebrerà domenica 15 novembre, quando al «Ruggi» arriverà Omegna. Sono trascorsi più di 30 giorni di allenamenti, nei quali il nuovo timoniere Paolo Moretti ha potuto svolgere una preparazione frammentaria e non del tutto propedeutica alla nuova stagione, per colpa di un protocollo antivirus che, con le regole attuali, lascia ben poco margine al basket dilettantistico, come quello di serie B.

Dopo le prime settimane fatte di preparazione atletica, piscina e lavoro in palestra principalmente individuale, nell’ultima gli allenamenti dei biancorossi hanno preso quota. «Abbiamo fatto un buonissimo lavoro – avverte coach Moretti facendo un bilancio del primo mese – orientato alla conoscenza tra i giocatori e per creare una base fisico-atletica. I ragazzi hanno fatto sacrifici eccezionali e mi hanno soddi- sfatto in pieno».

La passata settimana è stato comunicato il calendario dei quattro gironi di serie B, in particolare del gruppo A, quello che coinvolgerà Imola e l’Emilia Romagna da Ozzano a Rimini. I biancorossi, come detto, esordiranno ospitando Omegna, una tra le squadre più quotate di un girone che comprende formazioni anche di Piemonte e Toscana. Delle 15 partite casalinghe, i biancorossi ne giocheranno 11 di domenica e 4 di mercoledì, mentre in trasferta Fultz e compagni saranno in campo 7 volte di domenica, 5 di sabato e 3 di mercoledì. «Non voglio essere banale – conclude Moretti – dicendo che dobbiamo incontrarle tutte, dunque rispondo in modo più originale. Il calendario è da valutare al momento in cui si affrontano le partite, perché se hai problemi fisici o infortuni nelle settimane da tre partite, subentra la sfortuna. All’inizio ci toccano tre formazioni che sono considerate tra le più forti o quasi, ma è meglio averle all’inizio, semmai avessero dai problemi da risolvere. E poi anche loro dovranno preoccuparsi di incontrare noi». (p.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto (Isolapress): Paolo Moretti in allenamento al palaRuggi con la sua Andrea Costa

Basket serie B, il coach dell’Andrea Costa Paolo Moretti sfoglia il calendario: «Subito le forti? Meglio così»
Cronaca 22 Settembre 2020

Imola 2020, vola il Pd che sfiora il 40%, in consiglio anche la civica del sindaco e Imola Coraggiosa

Dopo 10 mesi di commissariamento, Imola ha di nuovo un primo cittadino eletto. Marco Panieri, 30 anni, candidato della coalizione di centrosinistra con lo slogan «Imola a un’altra velocità #eorasicorre», ha vinto al primo turno con il 57,42%, doppiando l’avversario più accreditato, Daniele Marchetti il quale, alla guida del centrodestra, si è fermato al 26,73%.

All’interno della maggioranza, spicca il risultato del Partito democratico, votato dal 39,72% degli elettori, che ha ottenuto 12 seggi in Consiglio comunale. In termini assoluti, la performance è nettamente superiore a quella del 2018, quando al primo turno aveva fatto registrare il 34,01%, pari a 10.214 voti. Notevole, comunque, anche il risultato della lista civica Imola Corre, ben oltre i 6 punti e con due eletti nel nuovo Consiglio comunale. Di rilievo, inoltre, quello di Imola Coraggiosa, la lista ispirata all’azione politica della vicepresidente della Regione, Elly Schlein, che ha centrato l’obiettivo di eleggere un consigliere.

Passando agli sconfitti, quota 30% resta lontana per il candidato Marchetti, tradito soprattutto dal suo partito, la Lega (4 seggi in Consiglio comunale), di certo non aiutato dalle divisioni interne e sotto di oltre 8 punti rispetto alle Regionali con oltre 3.000 voti in meno. Al di sotto delle aspettative la candidata civica Carmen Cappello, che si è dovuta accontentare del 7,54%. Nettamente a favore di Ezio Roi, infine, il duello tra gli ex assessori alla Sicurezza della breve era Sangiorgi. (mi.ta.)

Approfondimenti, riepilogo dei risultati e interviste saranno pubblicati su «sabato sera» del 24 settembre

Nella foto Isolapress il neo sindaco Marco Panieri

Imola 2020, vola il Pd che sfiora il 40%, in consiglio anche la civica del sindaco e Imola Coraggiosa
Imola 22 Settembre 2020

#Imola2020, il saluto alla città del commissario straordinario Nicola Izzo

Il commissario straordinario Nicola Izzo si era insediato lo scorso 21 novembre dopo le dimissioni della sindaca Sangiorgi. Oggi, con l’elezione a primo cittadino di Marco Panieri, si chiude il lavoro di Izzo, che ha voluto così salutare la città con una lettera.

«Dopo dieci mesi è giunto il momento dei saluti. E’ un commiato in un momento di festa per la città perché è stato eletto un nuovo sindaco ed una nuova assemblea cittadina in libere elezioni democratiche. A questa gioia mi aggrego convinto come sono che la rappresentanza nelle Istituzioni è rappresentanza di e per tutti e non di parte, formulando agli eletti auguri di buon lavoro. Allontanandomi da Imola avverto l’esigenza di ringraziare la città, i suoi cittadini e tutte le rappresentanze della società civile per la cordiale ospitalità, tradizione della gente di Romagna, per la vicinanza, collaborazione e, soprattutto, i consigli di cui tutti sono stati prodighi e che mi hanno consentito di svolgere serenamente il mandato in un momento di grave difficoltà ed angosce per la nostra Italia. Grazie, grazie di cuore ed a tutti un cordiale, benaugurante saluto».

Nella foto: il Commissario Nicola Izzo

#Imola2020, il saluto alla città del commissario straordinario Nicola Izzo
Imola 22 Settembre 2020

Imola2020, ripartizione seggi in Consiglio comunale: 12 vanno al Pd, entrano anche Imola Corre e Imola Coraggiosa

Lo scrutinio è terminato e il candidato del centrosinistra Marco Panieri ha vinto nettamente con il 57,42%. Per la maggioranza, che beneficia in base alla legge elettorale del premio pari al 60% dei seggi disponibili, ci sono 15 consiglieri su 24 in totale (oltre al sindaco); i seggi sono così ripartiti tra le liste: 12 per il Partito democratico, 2 Imola Corre e 1 Imola Coraggiosa. 

Per la coalizione di centrodestra, invece, entrano in consiglio comunale il candidato sindaco Daniele Marchetti e altri 6 consiglieri (4 della Lega e 2 di Fratelli d”Italia). Entrano come consiglieri anche i candidati sindaci Carmen Cappello ed Ezio Roi (M5s). Escluso Andrea Longhi, la cui lista non ha raggiunto la soglia del 3%.

Nella foto: la sala del Consiglio comunale di Imola

Imola2020, ripartizione seggi in Consiglio comunale: 12 vanno al Pd, entrano anche Imola Corre e Imola Coraggiosa
Imola 22 Settembre 2020

#Imola2020, Marco Panieri nuovo sindaco con il 57,42% dei voti. I risultati finali degli scrutini

Ufficiosamente lo era già da ore, ma ora è ufficiale. Marco Panieri è il nuovo sindaco di Imola. Concluso lo scrutinio delle 62 sezioni il candidato del centrosinistra ha vinto con il 57,42% (20.558 voti) davanti a Daniele Marchetti (26,73% – 9.569 voti), Carmen Cappello (7,54% – 2.698 voti), Ezio Roi (6,30% – 2.257 voti) e Andrea Longhi (2,02% – 723 voti). (da.be.)

Nella foto: Marco Panieri

#Imola2020, Marco Panieri nuovo sindaco con il 57,42% dei voti. I risultati finali degli scrutini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast