Posts by tag: Covid-19

Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, il senatore Daniele Manca: «Grazie per quello che ci hai donato»

Tante le personalità del mondo dello sport e anche della politica che hanno voluto rendere omaggio alla scomparsa di Fausto Gresini. Dopo il  sindaco di Imola Marco Panieri ed il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, anche il senatore ed ex primo cittadino sotto l’Orologio Daniele Manca ha voluto ricordare l’ex pilota e team manager. «Purtroppo Fausto Gresini non è riuscito a sconfiggere il covid e le relative complicazioni. Il mio cuore piange la scomparsa di un grande uomo, di un campione che con il sorriso ha portato Imola nel mondo prima da campione del motociclismo poi, con il suo fare da grande manager, ha mostrato il volto migliore dei team continuando a vincere. Amava la sua Imola e non posso dimenticare la sua disponibilità nel 2014 nel dare una mano nel cda della società di gestione per il rilancio dell”autodromo Enzo e Dino Ferrari. Conservo dentro di me i tanti confronti, i suoi consigli e la sua straordinaria passione per le corse e la velocità. Un abbraccio a tutta la sua splendida famiglia, alla moglie, ai suoi figli, ai suoi cari ed al suo team Gresini Racing. Il suo sorriso insieme ai tanti ricordi li custodirò nel mio cuore! Riposa in pace campione. Grazie per quello che ci hai donato». 

Nella foto: Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, il senatore Daniele Manca: «Grazie per quello che ci hai donato»
Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, l’omaggio dell’Imolese Calcio 1919

«I campioni sono quelli che vogliono lasciare il loro sport in condizioni migliori rispetto a quando hanno iniziato a praticarlo» (Arthur Ashe). «Grazie Fausto per quello che hai donato al mondo dello sport. Fiorella, Lorenzo e tutto lo staff Imolese Calcio 1919».

E’ questo l’omaggio che la società rossoblù dopo la morte di Fausto Gresini. (r.s.)

Nella foto (dal profilo Instagram dell’Imolese): Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, l’omaggio dell’Imolese Calcio 1919
Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, il presidente della Regione Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, figlio di questa terra»

Continuano ad arrivare messaggi di cordoglio per la morte di Fausto Gresini. Oltre a quelli del sindaco di Imola Marco Panieri, ecco le parole del presidente della Regione, Stefano Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, portato via da una malattia feroce che sta provocando tanti dolori e lutti. Sono vicino alla famiglia cui porgo, anche a nome della Giunta regionale, le mie più sincere condoglianze. Gresini ha incarnato alcune delle caratteristiche più vere di questa terra che ama i motori. Lo ricorderemo per l’umanità e lo spirito autenticamente agonistico, l’impegno e la tenacia con cui negli anni ha saputo coltivare questa passione, sia in prima persona, come pilota vincitore di titoli mondiali, sia come manager sportivo con la decisione di fondare un proprio team, il Gresini Racing, sotto le cui insegne hanno corso altri grandi campioni tra i quali Marco Melandri e Marco Simoncelli».

Nella foto: Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, il presidente della Regione Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, figlio di questa terra»
Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, il messaggio di cordoglio del sindaco di Imola Marco Panieri

Dopo la notizia della morte di Fausto Gresini, tanti i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore. Tra questi quello del sindaco di Imola Marco Panieri. «La nostra città e tutto il mondo del motorsport piangono Fausto Gresini, ex pilota, due volte campione del mondo della classe 125, a capo dell”omonimo team e in passato nel Cda di Formula Imola. La nostra comunità si stringe attorno alla famiglia, punto di riferimento per tutto il nostro territorio, e al team, inviando un abbraccio in questo momento di dolore immenso. Appena sarà possibile, come città vorremmo testimoniare tutto il nostro affetto e la nostra gratitudine nei riguardi di Fausto, riconoscendo nei luoghi a lui più cari, in accordo con la famiglia, un ricordo indelebile». (r.s.)

Nella foto: Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, il messaggio di cordoglio del sindaco di Imola Marco Panieri
Cronaca 23 Febbraio 2021

Giovani si assembrano fuori dal locale e gestori non rispettano le normative anti Covid, sanzioni a Imola e Castel Guelfo

I carabinieri di Bologna, negli ultimi giorni, durante i controlli anti Covid hanno proceduto all’identificazione di 843 persone e al controllo di 592 veicoli e un’ottantina di esercizi pubblici. Una decina di persone sono state sanzionate per aver violato la normativa di riferimento, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina di protezione e il divieto di spostarsi negli orari del coprifuoco.

In particolare, a Imola, i militari hanno sanzionato di 400 euro cinque minorenni, clienti di un esercizio pubblico del centro adibito alla vendita di kebab, che si erano assembrati davanti al locale, senza mantenere le distanze di sicurezza. A Castel Guelfo, invece, i carabinieri hanno multato il titolare di un bar e i suoi cinque clienti perché non stavano rispettando la normativa. Oltre alla sanzione, il gestore si è visto notificare anche la sanzione accessoria della chiusura del locale per cinque giorni. (da.be.)

Foto d’archivio

Giovani si assembrano fuori dal locale e gestori non rispettano le normative anti Covid, sanzioni a Imola e Castel Guelfo
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, a Imola da domani nuove misure per mercati ambulanti e agroalimentare in sicurezza

Nuove disposizioni sono state prese dal Comune per la gestione dell’emergenza sanitaria, in merito ai mercati ambulanti ed a quello agroalimentare e di vendita diretta da parte di imprese agricole. Le nuove disposizioni entrano in vigore da domani, martedì 23 febbraio, fino a sabato 6 marzo.

Sono state emanate con apposite ordinanze firmate dal sindaco Marco Panieri, visto il numero dei contagi registrati negli ultimi giorni sul territorio comunale, che rendono necessario adottare ulteriori misure di sicurezza e prevenzione nello svolgimento dei mercati trisettimanale, del quartiere Pedagna il sabato pomeriggio e di Sesto Imolese il venerdì mattina e del mercato agroalimentare e dei mercati di vendita diretta da parte di imprese agricole. Le violazioni alla presente ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400,00 ad euro 1.000,00. (da.be.)

LE MISURE PREVISTE 

Coronavirus, a Imola da domani nuove misure per mercati ambulanti e agroalimentare in sicurezza
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, 125 nuovi positivi e più ricoveri a Imola. Incidenza più alta della regione. Bonaccini: “Pronti a provvedimenti più restrittivi, se serve”

Record di contagi registrati oggi dall”Ausl di Imola: 125 nuovi positivi su un migliaio di tamponi, tra molecolari e antigenici. E aumentano anche i ricoveri: 50 (+3) le persone con Covid nei reparti dell’ospedale di Imola, 9 (-2) nell’OsCo a Castel San Pietro e 13 (+1) in terapia intensiva tra Imola e Bologna. Le guarigioni sono 91, quindi i casi attivi (il numero dei malati/positivi) sale ancora fino a 1385. Dobbiamo ritornare a metà novembre, a pochi giorni dal picco della seconda ondata tra fine novembre e inizio dicembre, per trovare un numero simile di persone positive.

Dei nuovi casi, 66 sono asintomatici, 48 emersi tramite tracciamento, 49 sono riferibili a focolai già noti. Per quanto riguarda le fasce d’erà 27 hanno da 0 a 24 anni, 27 da 25 a 44 anni, 33 da 45 a 64 anni, 38 dai 65 anni in su.  

Il trend di crescita elevata dei contagi si conferma per il terzo giorno consecutivo anche a livello regionale: sono 1.847 i nuovi positivi al Coronavirus in Emilia Romagna oggi a fronte di pochi tamponi, 12.312. In aumento anche i casi gravi, ovvero i ricoveri in terapia intensiva che oggi sono 194 (+10) e 2.017 (+79) quelli negli altri reparti Covid. Le persone guarite sono 1.325 quindi i casi attivi salgono a 36.516. Si registrano anche altri 23 morti, tutti grandi anziani. In totale, dall”inizio dell”epidemia le morti in regione sono state 10.368. Dei nuovi casi 821 sono asintomatici individuati grazie all”attività di tracciamento, 711 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’andamento nel territorio, vedere ancora una volta in testa per numero di nuovi casi la provincia di Bologna con 518 a cui vanno aggiunti i 125 di Imola, a seguire Modena (331), Rimini (167), Reggio Emilia (159), Ferrara (124), Parma (119), Ravenna (117), Cesena (112), Forlì (58) e Piacenza (17). 

Non si ferma l’onda del Coronavirus nei comuni del circondario imolese. La provincia di Bologna ha l’incidenza più alta nelle ultime due settimane, ma a questo dato concorre fortemente proprio Imola: 461 di incidenza contro 322 del resto dell’area metropolitana. Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini durante la conferenza stampa con il sindaco di Medicina, Matteo Montanari (a meno di un anno dalla zona rossa della prima ondata sono pronti gli investimenti finanziati da viale Aldo Moro per la ripartenza), non ha escluso la possibilità di micro zone rosse: “Siamo pronti a provvedimenti ulteriormente restrittivi dove serve, ovviamente di concerto con gli amministratori locali e basandoci su quello che gli esperti delle Ausl consigliano”. Il riferimento era a San Benedetto Val di Sambro, dove c’è un picco di contagi, il sindaco oggi ha chiuso le scuole e si faranno tamponi a tappeto per gli studenti.

Ma domani mattina c’è l’appuntamento settimanale con l’aggiornamento sanitario del Distretto di Imola e la previsione che possano arrivare ulteriori restrizioni circola da giorni. (r.cr.)

Nella foto il sindaco di Imola Marco Panieri con il presidente della Regione Stefano Bonaccini ieri durante la visita a Casa Guglielmi a Montecatone

Coronavirus, 125 nuovi positivi e più ricoveri a Imola. Incidenza più alta della regione. Bonaccini: “Pronti a provvedimenti più restrittivi, se serve”
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, dal Governo no agli spostamenti tra regioni fino al 27 marzo

In queste ore il Governo ha dato il via libera al nuovo decreto-legge anti Coronavirus sugli spostamenti. In pratica stop agli spostamenti tra regioni fino al 27 marzo (il precedente provvedimento scadeva il 25 febbraio) ed in zona rossa no alle visite ad amici e parenti. La possibilità di spostarsi verso un”altra abitazione privata una volta al giorno, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni, resta nelle zone gialle e arancioni. (da.be.)

 
 
 
 
 
 
L

Coronavirus, dal Governo no agli spostamenti tra regioni fino al 27 marzo
Cronaca 21 Febbraio 2021

Coronavirus, 107 positivi e più ricoveri a Imola. Vaccinazioni: prenotazioni per gli insegnanti. Bonaccini: “Produciamo qui i vaccini”

Lieve flessione dei tamponi (1100 circa) ma si conferma l’accelerata del virus nell’imolese: sono 107 i nuovi positivi registrati oggi dall”Ausl. Le guarigioni sono 92 quindi salgono ancora, a 1351 i casi attivi (malati/positivi) nei dieci comuni del circondario imolese. In aumento anche i ricoveri: oggi sono 47 (+4) i pazienti con Covid nei reparti dell’ospedale di Imola, rimangono 11 in OsCo a Castel San Pietro e 12 (+2) in terapia intensiva tra Imola e Bologna.

Dei nuovi casi, 50 asintomatici, 49 sono emersi tramite tracciamento, 36 sono riferibili a focolai già individuati; per quanto riguarda le fasce d’età 29 hanno da 0 a 24 anni, 20 da 25 a 44 anni, 29 da 45 a 64 anni, 29 dai 65 anni in su. 

Analogo picco nei contagi complessivi per l’Emilia Romagna: i nuovi casi sono 1.852 oggi sulla base di 20.349 tamponi, fra molecolari e antigenici. Le guarigioni sono 914 quindi anche i casi attivi crescono e sono 36.028. Risalita anche dei ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono 184 (+8) e 1.939 (+40) quelli negli altri reparti Covid. Inoltre si contano 41 decessi, dei quali 23 nella sola provincia di Bologna, fra loro anche due uomini di 42 e 48 anni.

La città metropolitana si conferma ancora una volta l’area con il maggior numero di nuovi positivi 508 a cui vanno aggiunti i 107 di Imola, seguita da Modena (295), Reggio Emilia (258), Ravenna (148), Rimini (135), Parma (135), Cesena (85), Ferrara (74), Forlì (66), Piacenza (41). Dei nuovi casi  777 sono asintomatici, 459 sono stati individuati grazie all’attività di tracciamento. 

“Anche oggi è alto il numero dei nuovi casi sul nostro territorio e diviene essenziale ricordare a tutti la necessità di tenere massimamente alta la guardia. Le vaccinazioni ci permetteranno di uscire dal tunnel ma dobbiamo ancora tener duro” ricordano dall’Azienda sanitaria di Imola.

Il problema, come si sa, sono le dosi vincolate alle consegne delle case farmaceutiche. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha ammesso che si sta procedendo “a rilento” e non per “disguidi organizzativi, carenza di personale o indisponibilità della popolazione” ma per le forniture. “Chiediamo al Governo di intraprendere ogni sforzo per reperire più dosi. Le Regioni sono a disposizione nelle forme e nei modi utili e possibili, a partire dal coinvolgimento diretto di aziende e filiere nazionali, per produrre qui i vaccini” scrive sulla sua pagina Facebook.  

Nel frattempo da domani gli insegnanti potranno telefonare al proprio medico di famiglia, autocertificare la propria professione e prenotare la vaccinazione. La scorsa settimana è stata siglata l’intesa con le associazioni dei medici di medicina generale per le vaccinazioni del personale della scuola, però mancano ancora gli accordi organizzativi locali (a Imola sono attesi per domani). Quindi è possibile che molti dovranno richiamare o attendere un paio di giorni per poter prenotare anche perchè i medici vogliono “avere le dosi in frigorifero” prima di prendere appuntamenti.

Domani comincerà anche la vaccinazione delle persone disabili ospiti di strutture o in carico ai servizi ma verrà fatta direttamente dall’Ausl. 

A Imola sono 5043 le prime dosi di vaccino già inoculate, tra queste anche 150 persone over 80 seguiti dall’assistenza domiciliare che hanno ricevuto la prima dose di vaccino a domicilio o presso la Casa della Salute di Castel San Pietro; sono 3140, invece, coloro che hanno già completato il ciclo vaccinale quindi potenzialmente immunizzate. (l.a.)

Foto concessa dall”Ausl di Imola

Coronavirus, 107 positivi e più ricoveri a Imola. Vaccinazioni: prenotazioni per gli insegnanti. Bonaccini: “Produciamo qui i vaccini”
Cronaca 20 Febbraio 2021

Coronavirus, 109 positivi, più ricoveri e 6 morti a Imola. Situazione preoccupa, si valutano ulteriori limitazioni. Il nodo delle forniture dei vaccini

I dati odierni confermano il trend preoccupante dei giorni scorsi per il circondario imolese: 109 nuovi positivi certificati dall’Ausl su un numero ancora una volta record di tamponi (1400). La guarigioni sono 80 quindi salgono fino a 1336 i casi attivi (malati/positivi). Aumentano anche i ricoveri oggi: 43 (+5) i degenti con Covid nell’ospedale di Imola, rimangono 11 nell’OsCo di Castel San Pietro e scendono a 10 (-1) in terapia intensiva tra Imola e Bologna.

Inoltre si allunga ancora l’elenco delle vittime per e con Covid: cinque imolesi, tre donne di 94, 87 e 76 anni e due uomini di  88 e 78 anni, ed una donna di Castel San Pietro di 72 anni.

Dei nuovi positivi 50 sono asintomatici, 45 emerse tramite tracciamento, 46 erano già isolati e 32 sono riferibili a focolai già noti; per quanto riguarda le fasce d’età: 48 sono nelle fascia 0-24 anni, 21 nella fascia 25-44 anni, 24 nella fascia 45-64 anni e 16 dai 65 anni in su. 

A livello complessivo, anche in Emilia Romagna il numero di nuovi casi di Coronavirus è alto, seppur meno di ieri, con una lievissima diminuzione dei ricoveri. Su 31.943 tamponi i nuovi positivi sono 1.724, di cui circa un terzo, 692, asintomatici, 413 individuati grazie al contact tracing. I guariti sono 1.489 quindi crescono i casi attivi a 35.133. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 176 (-7) e 1.899 (-1) quelli negli altri reparti Covid. E si registrano 23 decessi, tra cui un uomo di 48 anni a Ferrara e una donna di 45 a Ravenna.

La situazione dei contagi nelle province vede sempre Bologna in testa con 517 nuovi casi (più i 109 di Imola), seguita da Modena (261); poi Rimini (179), Reggio Emilia (146), Ravenna (118), Parma (112), Cesena (80), Ferrara (69) e Forlì (69), Piacenza (64). 

La situazione di Imola è osservata con molta preoccupazione dalla Regione. I dieci sindaci del Circondario, già martedì scorso, pubblicando tutti insieme un appello al senso di responsabilità dei cittadini, hanno dichiarato di essere “pronti a studiare specifiche misure per cercare di ridurre il rischio di contagio”. Non si parla di una zona rossa locale, per ora, ma si sta guardando con attenzione l’andamento dei numeri per introdurre “forse ulteriori limitazioni“. Sempre che non arrivino dal Governo indicazioni generali più stringenti come quelle avanzate dal presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini (arancione per tutta l’Italia o rosso per tutti il fine settimana). 

Nel frattempo prosegue la campagna vaccinale. Sono 4922 le prime dosi somministrate nel circondario imolese e 3070 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl, due giorni fa in commissione sanità ricordava: “Potremmo fare 1500 vaccinazioni al giorno mente ora siamo sulle 2-300 perchè la quantità di vaccino disponibile ci consente questo”. Una macchina da Formula 1 non può correre senza benzina. Proprio oggi l’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini ha parlato di un migliaio di dosi in meno questa settimana rispetto a quelle attese di AstraZeneca, la vaccinazione degli insegnanti prevista per lunedì parte già in salita.(l.a.)

Nella foto il sindaco di Imola Marco Panieri con il presidente della Regione Stefano Bonaccini oggi in occasione della visita a Casa Guglielmi, la struttura che accoglie chi deve assistere un ricoverato presso l”ospedale di Montecatone

Coronavirus, 109 positivi, più ricoveri e 6 morti a Imola. Situazione preoccupa, si valutano ulteriori limitazioni. Il nodo delle forniture dei vaccini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast