Sport

Anche a Imola arriva il calcio per bambini con disabilità del progetto Edu In-Forma(Zione)

Anche a Imola arriva il calcio per bambini con disabilità del progetto Edu In-Forma(Zione)

Da settembre arriverà anche a Imola Edu In-Forma(Zione) Bologna, il progetto inclusivo di avviamento calcistico e sportivo per bambini e ragazzi con disabilità nato due anni fa a Castel San Pietro e ad oggi attivo sul Sillaro e a Bologna.

A partire dal prossimo settembre “apriremo la terza sede a Imola – anticipa il presidente di Edu In-Forma(Zione) Giovanni Grassi -. Entrambe le sedi già operative, quella castellana aperta nel 2016 e quella Bolognese inaugurata lo scorso anno, hanno raggiunto i 15 iscritti, per un totale di 30 ragazzi che scendono in campo con noi. Per offrire un servizio migliore alle famiglie con difficoltà di spostamento abbiamo pensato di aprire la terza sede ad Imola”.

Ad ospitare la terza scuola calcio Aiac Renzo Cerè, castellano noto in ambito sportivo e prematuramente scomparso a causa di una malattia cui è dedicato il progetto, sarà il centro sportivo Zolino, in collaborazione con il Comune di Imola.

Gli allenamenti. Le iscrizioni alle scuole calcio Aiac Renzo Cerè sono sempre aperte. A Castello gli allenamenti si tengono al centro sportivo Casatorre il lunedì e il giovedì dalle 17 alle 18.30. A Bologna, invece, al centro sportivo Barca il martedì e il venerdì dalle 16.30 alle 18.

Il progetto delle scuole calcio inclusive Edu In-Forma(Zione) Bologna è il primo in Italia a vantare il sostegno dell”Aiac, l”Associazione italiana allenatori calcio. Lo scopo del progetto è l”utilizzo dello sport come strumento di sviluppo dell”autonomia e delle capacità relazionali per il raggiungimento di un maggior benessere psicofisico personale. Sono altresì promosse l”inclusione sociale e l”integrazione dei ragazzi con disabilità.

“Promuovere l”integrazione di ragazze e ragazzi disabili attraverso lo sport è un modo per fare comunità, privilegiando lo stare insieme”, afferma il sindaco Fausto Tinti. “Crediamo che lo sport rivesta, insieme alla scuola, un importante ruolo nel favorire la socializzazione dei ragazzi e delle ragazze”, gli fa eco il consigliere delegato allo Sport Andrea Bondi.

La colonna sonora del progetto. All”inizio e alla fine di ogni allenamento, i ragazzi della scuola calcio Aiac Renzo Cerè cantano il proprio inno, composto dal castellano Cristian Gasperini: “La felicità è prendersi per mano e giocare insieme, scoprendo quanto è bello correre dietro ad un pallone. La felicità è tirare anche un calcio di rigore ed esultare, mentre i nostri amici ci vengono ad abbracciare”.

mi.mo

Nella foto: i ragazzi delle scuole calcio Aiac Renzo Cerè di Castello e Bologna insieme in palestra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast