Cronaca

Denunciato un imolese di 54 anni con il vizio di gettare i sassi contro le auto in transito

Denunciato un imolese di 54 anni con il vizio di gettare i sassi contro le auto in transito

Proseguono i servizi aggiuntivi delle forze dell’ordine, carabinieri e polizia. Ieri sono state dislocate su Imola cinque pattuglie della polizia insieme ai nuclei prevenzione crimine di Bologna. L’obiettivo di questa maggiore presenza sul territorio, su indicazione della prefettura, è prevenire i reati, raccogliere informazioni per le indagini in corso sulla microcriminalità e contrastare furti e spaccio.

Questa volta, però, hanno permesso di scongiurare ben altro tipo di reato. Durante il normale controllo dei documenti dei conducenti delle auto in via Pisacane, i poliziotti si sono accorti che un uomo di 54 anni, residente a Imola, era particolarmente nervoso e cercava di nascondere qualcosa sotto il sedile. Quando dalla banca dati è emerso che aveva dei precedenti per reati contro la persona, per la precisione per aver gettato sassi contro le auto in transito, i poliziotti hanno proceduto a perquisire la vettura. Sotto il sedile hanno scoperto quatto enormi sassi dei quali il 54enne non ha saputo dare giustificazioni. Da qui la denuncia per possesso di oggetti atti ad offendere e pure una multa da 279 euro perché l’auto è risultata non revisionata. Gettare sassi contro le auto o dai cavalcavia è un gesto assurdo che in passato ha provocato vere e proprie tragedie. Di solito si ritiene che siano i ragazzini annoiati i colpevoli, in questo caso si tratta di un uomo adulto. 

Complessivamente ieri sono state controllate le targhe di 800 auto, per verificare che non siano mezzi rubati o non in regola, inoltre sono state identificate una cinquantina di persone.

l.a.

Nella foto pattuglia della polizia durante i controlli di ieri in via Emilia-viale Amendola (Isolapress)

1

1 Comment

  • mi piace vedere pattuglie in giro che controllano il territorio..ne vorrei vedere di più…inoltre mi piacerebbe che poi i reati fossero perseguiti molto meglio con processi veloci e pene certe e severe….ma..ci arriveremo mai ????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast