Cultura e Spettacoli

Cultura e Spettacoli 22 maggio 2018

Malore per Claudio «Il Gallo» Golinelli. Il bassista imolese di Vasco Rossi in terapia intensiva

Lo storico bassista di Vasco Rossi, l”imolese Claudio «Il Gallo» Golinelli, è ricoverato da ieri in terapia intensiva all”ospedale di Udine, dopo un malore che l”ha colpito durante le prove del VascoNonStop a Lignano.

La notizia è stata commentata dallo stesso Vasco Rossi sul proprio profilo Facebook, dove ha fatto gli auguri di pronta guarigione all”amico: «Il Gallo si è divertito talmente tanto durante le prove a Rimini che è finito all”ospedale – si legge nel post – e mi auguro che si riprenda al più presto possibile». 

E” comunque certo che Golinelli non sarà sul palco nelle prime date del tour al via da Torino il prossimo 1 giugno. (r.c.).

Nella foto «Il Gallo» sul palco insieme a Vasco Rossi (dalla pagina Facebook di Golinelli)

Malore per Claudio «Il Gallo» Golinelli. Il bassista imolese di Vasco Rossi in terapia intensiva
Cultura e Spettacoli 20 maggio 2018

Danilo Rea e l'Innocenzo Ensemble per i bambini del mondo

Un diario musicale che ripercorre le tappe della brillante carriera uno dei più importanti pianisti del jazz italiano: Danilo Rea. L’evento dal titolo Danilo Rea, una vita in musica avrà luogo domenica 3 giugno, alle ore 21, al teatro Stignani di Imola, e vedrà sul palco con il pianista oltre cinquanta talentuosi giovani, di età compresa tra i 12 e i 14 anni, che compongono l’Innocenzo da Imola Ensemble (diretti da Federico Lolli, Annalisa Mannarini, Letizia Ragazzini, Luigi Zardi e Massimo Ghetti), per un concerto di beneficenza destinato a raccogliere fondi per enti e istituzioni che si occupano di infanzia in Italia e all’estero: Unicef, Comitato Sao Bernardo onlus, Associazione Kasomay, Comitato Imola-Bukavu onlus.

Il concerto si muoverà dalle colonne sonore al pop, passando per la classica e il jazz, con brani di Piovani, Bacalov, Modugno, Gaetano, Battisti, Puccini, Arlen, Bach, Strauss.

Uno dei migliori pianisti del jazz italiano, Danilo Rea si è diplomato presso il Conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma. Tra le collaborazioni concertistiche e discografiche vanno segnalate quella con Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Michael Breker, Billy Cobam e, nell”ambiente pop, Mina, Pino Daniele, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia. Ha effettuato concerti in Francia, Inghilterra, Stati Uniti, India, Senegal, Cina. Da alcuni anni si dedica anche all’insegnamento partecipando a master di jazz e tecnica di improvvisazione.

L”Innocenzo da Imola Ensemble nasce all”interno del corso musicale dell’Istituto comprensivo n.2, scuola secondaria «Innocenzo da Imola», scuola a indirizzo musicale. Il gruppo collabora con la Banda musicale Città di Imola, la Nuova scuola di musica Vassura Baroncini, la Scuola secondaria Rolandino Pepoli di Bologna e la Compagnia dei Babbi e delle Mamme con cui hanno realizzato i musical La bella e la bestia e Aladin. Nel corso degli anni la scuola ad indirizzo musicale di Imola, costituita dalle classi di percussioni, pianoforte, sassofono e tromba, ha svolto attività concertistica e, nel 2015 e 2016, ha realizzato lo spettacolo Un silenzio lungo cent’anni che vanta il patrocinio dell’Università degli studi di Bologna e della Repubblica Italiana. (r.c.)

Biglietti: platea 12 euro, palchi 10, loggione 7. Metà prezzo per bambini sotto i 12 anni. Prevendite su www.vivaticket.it oppure all”Emilia Romagna Festival in via Cavour 48 a Imola (dalle 10 alle 13).

Nell”immagine un particolare di una foto di Danilo Rea scattata da Andrea Sabatello

Danilo Rea e l'Innocenzo Ensemble per i bambini del mondo
Cultura e Spettacoli 19 maggio 2018

Gocce di musica 2018, seconda semifinale a sorpresa con due vincitori: Aster e Milena Mingotti

Finora non era mai capitato in una decade di storia del concorso, ma c”è sempre una prima volta. La seconda semifinale di Gocce di Musica di ieri sera è terminata con un ex aequo. Aster & The X Band e Milena Mingotti hanno ottenuto un punteggio finale identico da parte della giuria. Rapido confabulare degli organizzatori che alla fine hanno deciso di far passare entrambi alla fase finale. Grazie soprattutto all”Avis che dal canto suo ha raddoppiato anche il buono da 200 euro previsto per i vincitori delle tre semifinali del contest. Così sul palco di Imola in Musica per la finale del 28 giugno avremo quattro contendenti (al netto di ulteriori colpi di scena dalla terza ed ultima semifinale in programma venerdì prossimo, il 25 maggio).

Per ritornare alla cronaca della serata di ieri a Ca” Vaina, a convincere la giuria sono stati l”interpretazione e la voce di Milena Mingotti nonché i temi impegnati delle sue canzoni, così come dall”altra parte c”era la maggior esperienza sul palco degli Aster e il testo del brano originale (a tema solidarietà) che ogni band deve presentare al contest. Purtroppo niente da fare per il pur bravo terzo in gara, Criss. 

Nella foto i due vincitori ex aequo: Aster & The X Band e Milena Mingotti

Gocce di musica 2018, seconda semifinale a sorpresa con due vincitori: Aster e Milena Mingotti
Cultura e Spettacoli 18 maggio 2018

Notte dei musei, San Domenico e Palazzo Tozzoni fino a mezzanotte ad 1 euro, e c'è pure la mostra di Davide Serpetti

Anche quest’anno i Musei civici imolesi aderiscono sabato 19 maggio alla “Notte europea dei musei”, l’iniziativa nata nel 2005 con migliaia di musei in tutta l”Europa che aprono in maniera straordinaria e contemporanea per un’intera serata. A Imola si potranno visitare il Museo di San Domenico e Palazzo Tozzoni fino a mezzanotte spendendo appena 1 euro.

In occasione di questa magica notte nel Museo di San Domenico inaugura anche Residenzamuseo/03 con la mostra dal titolo “Reload”, che espone i lavori realizzati da Davide Serpetti, l”artista vincitore del concorso Chiamata alle arti! a cui hanno partecipato ben 18 artisti emergenti.

Il bando, promosso dai Musei civici, offre la possibilità di lavorare all’interno del museo, chiedendo all’artista la disponibilità ad entrare in contatto con il contesto della città e con il patrimonio del museo in un progetto di reciproco arricchimento. La mostra Reload presenta il lavoro artistico realizzato durante la residenza al museo, che offre una originale e contemporanea lettura delle collezioni museali della città. 

Davide Serpetti è nato a L’Aquila nel 1990, si è formato alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e alla Royal Academy of Fine Arts di Ghent in Belgio, a Imola ha lavorato, durante i mesi della residenza nell’atelier, concentrandosi e attingendo al vastissimo repertorio di immagini, oggetti e forme che il museo di San Domenico offre. Stimoli visivi e suggestioni che poi ha selezionato, assemblato, contaminato fino ad arrivare a creare i dipinti esposti nella mostra Reload: una serie di undici quadri in cui campeggiano piccoli oggetti o particolari di opere del museo divenuti presenze visionarie, strane e spaesanti, capaci di suscitare stupore e creare un corto circuito tra passato e futuro, ed una serie di tre dipinti di maggiori dimensioni in cui prendono vita tre fantastiche chimere frutto della fusione di immagini disparate. Sono figure cariche di colore ed energia. 

La mostra resterà aperta dal 20 maggio al 15 luglio 2018, ad ingresso gratuito, con i seguenti orari: dal martedì al venerdì 9-13; sabato 15-19; domenica 10-13, 15-19; sabato 2 giugno 10-13;15-19. Mercoledì 11 luglio alle ore 21 è in programma una visita guidata. (r.c.)

Nella foto Davide Serpetti al lavoro a Imola

Notte dei musei, San Domenico e Palazzo Tozzoni fino a mezzanotte ad 1 euro, e c'è pure la mostra di Davide Serpetti
Cultura e Spettacoli 18 maggio 2018

A Gocce di musica 2018 il trio acustico folk rock Aster & The X Band

È un trio acustico quello che salirà sul palco di Gocce di musica questa sera a Ca” Vaina con il nome Aster & The X Band. «In realtà la formazione del gruppo può arrivare fino a cinque elementi, partendo da… me da solo – spiega il cantante e chitarrista Leonardo Scarpetti -. Ma a Gocce saremo in tre: oltre a me, ci saranno il chitarrista Michele D”Alessandro e il bassista Alessandro Bozza».

Il gruppo, che propone folk rock e blues, ha proprio nei tre musicisti il nucleo iniziale: «Ci siamo costituiti nell”ottobre 2016, partendo da noi tre, e allargandoci ad altri, come Luca Pasotti, in alcune occasioni. Proponiamo musica che si ispira a quella degli anni ”60 e ”70, a Bob Dylan, Leonard Cohen o Neil Young, giusto per citare alcuni nomi. Scrivo io i brani, musica e parole, in inglese».

Leonardo, imolese ventiseienne,con gli Aster & The X Band ha pubblicato un cd intitolato Midnight Sun a fine 2016: «Al momento ne stiamo preparando un altro – anticipa -. Il brano che presenteremo specificatamente a Gocce, invece, si intitola Where else? cioè In quale altro luogo? e parla del razzismo e del fatto che non dovrebbero esserci barriere tra le persone».

Nella foto Aster & The X Band

A Gocce di musica 2018 il trio acustico folk rock Aster & The X Band
Cultura e Spettacoli 18 maggio 2018

Musica, laboratori, degustazioni. Assaggi e passeggiate nella natura di Ozzano

Assaggi e Passaggi è ormai una manifestazione fissa nel panorama degli eventi di Ozzano: una bella iniziativa che unisce l”amore per la natura alla musica e alla gastronomia. Sabato 19 e domenica 20 maggio il centro visita Villa Torre, in via Tolara di sopra 99, sarà la base per una serie di iniziative che si sposteranno anche nei dintorni alla scoperta di luoghi naturali e d”arte.

Si comincia sabato alle ore 10 con una passeggiata per bambini da 6 a 10 anni che parte dall”agriturismo Dulcamara per farvi ritorno dopo un giro sul Sentiero Natura accompagnati dalle storie dei Libri selvaggi (prenotazioni allo 0541/791370, possibilità di pranzare all”agriturismo prenotando allo 051/796643). Alle 15.30 si terrà una visita guidata a due aziende di allevamento e agricola di Ozzano per poi assistere ad un concerto della Banda diretta da Marco Dall”Aglio, mentre alle 18.45 parte la camminata dalla piazzetta Coop in via Nardi fino alle colline di borgo San Pietro, con sosta all”Osteria San Pietro per l”aperitivo e rientro alle 21.45.

La mattinata di domenica 20 maggio vede una visita guidata alla Casa del fabbro negli scavi di Claterna alle ore 9, seguita, alle 9.45 da un trekking archeologico sulla Flaminia Minor, dalla partenza per Pieve di Pastino alle 10.45 e dall”arrivo a Settefonti verso mezzogiorno per un”escursione al castello. In programma anche una passeggiata storico-paesaggistica alle 9.30 da via Nardi verso Villa Torre, percorrendo il sentiero Cai 801. Si potrà visitare la fattoria della Dulcamara con percorso guidato per i più esperti lungo il sentiero Foiano dalle 10.30, fare una passeggiata con il pony Jenny dalle 11 (costo 5 euro) e pranzare al ristorante (adulti 25 euro, bambini 10, bevande escluse), per poi dedicarsi alle 15.30 a un laboratorio creativo con lana cardata (5 euro).

Villa Torre, dalle 11 fino al tramonto, ospiterà la quarta edizione della festa Idee in Campo con incontri, laboratori e attività sul tema della piccola biodiversità, con street food e con un laboratorio sugli insetti dalle 11 alle 15 (iscrizioni al 339/6547620). Alle 14.30, inoltre, ci sarà uno spettacolo del laboratorio di teatro per famiglie., mentre alle 15 aprirà l”estemporanea di pittura en plein air. Da segnalare che dalle 14 alle 19.30 una navetta gratuita collegherà il centro di Ozzano con Settefonti.

Un”altra iniziativa prende il via alle 15.30 dalla piazzetta Coop, in via Nardi a ozzano: si parte per una passeggiata storico-culturale che arriverà alle 16.30 a Villa Massei dove si terrà un piccolo rinfresco offerto dalla Pro Loco, per poi dedicarsi alla visita della villa e quindi godersi un concerto dei violoncellisti Riccardo Giovine e Irene Marzadori e degli allievi della scuola di musica «G. Capitanio».

Assaggi e Passaggi termina alle 19 con letture tra natura, giardini, cammino e territorio a cura di Ozzano teatro Ensemble, attraverso il viale dei Mandorli verso il Belvedere della Dulcamara (ritrovo al book crossing di Villa Torre, e rinfresco finale).Informazioni: Pro Loco 051/4123316. (r.c.)

Nella foto un concerto a Villa Torre

Musica, laboratori, degustazioni. Assaggi e passeggiate nella natura di Ozzano
Cultura e Spettacoli 18 maggio 2018

A Gocce di musica il pop al pianoforte di Milena Mingotti

Una giovane cantante e pianista. È Milena Mingotti, ventenne imolese, che proporrà il suo pop italiano stasera alle 21 a Ca” Vaina. «Quando scrivo, nascono prima i testi poi cerco gli accordi e le note giuste per dar vita alle emozioni», racconta. Milena, che ha cominciato a cantare con il coro di San Giacomo quando frequentava ancora le medie, ha sviluppato la passione per la musica alle superiori: «Studio canto e piano da quattro anni all”associazione musicale Lyrique. Anche se il mio stile è completamente diverso, il mio punto di riferimento è Amy Winehouse: amo moltissimo la sua musica. Io scrivo di storie che ho vissuto o di ciò che accade attorno a me, a volte prendo spunto da storie di persone che conosco o da ciò che leggo, che mi viene raccontato…».

Il brano che presenta a Gocce di musica avente tema sociale si intitola Prima degli altri: «Parla di bullismo, della solidarietà di cui avrebbe bisogno chi ne soffre. Ma anche di bambini che devono crescere troppo in fretta e che purtroppo non possono godersi l”infanzia».

Nella foto Milena Mingotti

A Gocce di musica il pop al pianoforte di Milena Mingotti
Cultura e Spettacoli 18 maggio 2018

A Gocce di musica: Criss, un giovane rapper a Ca' Vaina

Diciotto anni, studente, rapper. Criss, al secolo Cristian Serotti, sarà sul palco di Ca” Vaina questa sera, venerdì 18 maggio alle 21, per la seconda selezione del concorso Gocce di musica per la solidarietà. «Proprio a Ca” Vaina, mentre stavo provando una mia canzone, sono venuto a conoscenza del contest e ho deciso di partecipare perché per me è un”opportunità di esibirmi e farmi conoscere», spiega il giovane.

Castellano, Criss racconta di aver sviluppato la passione per il rap alcuni anni fa: «Alle medie ascoltavamo spesso la musica: un brano di Emis Killa mi ha colpito e mi sono appassionato al genere. Prendo spunto da rapper quali Mostro o LowLow, perché le loro canzoni arrivano subito, parlano di cose vicino a te, ti colpiscono in modo netto e deciso».

Criss scrive tutti i suoi brani, come è tradizione dei rapper. «Scrivo di cose che mi accadono, o che accadono a persone a me vicino – spiega -. Oppure fatti che ascolto, notizie che sento… Ci sono brani motivazionali, d”amore, contro il bullismo, o anche pezzi più delicati…». A Gocce farà sentire la propria produzione a tutto il pubblico: «Proporrò diversi brani – conclude Criss -. Quello specifico per il concorso è la storia di un ragazzo che ha avuto un”adolescenza difficile ma che, prima grazie alla musica e poi grazie alla comunità, riesce a superare il suo passato e i momenti duri».

Nella foto Criss

A Gocce di musica: Criss, un giovane rapper a Ca' Vaina
Cultura e Spettacoli 15 maggio 2018

La Dr. Dixie Jazz Band apre il festival a Medicina

Fondata a Bologna da Nando Giardina nel 1952 con il nome di Superior Magistratus Ragtime Band, la Dr. Dixie Jazz Band – così si chiama oggi – sarà la prima protagonista del Medicina in jazz festival, rassegna giunta alla settima edizione che terrà compagnia agli amanti del genere per quattro serate.

Sabato 19 maggio alle 21, nella sala del Suffragio, la band che ha tenuto più di settecento concerti collaborando con artisti come Lucio Dalla e Renzo Arbore, aprirà il festival insieme a Valentina Mattarozzi, Guido Guidoboni e Angela Sette (ingresso 12 euro, incasso devoluto alle associazioni La Strada di Medicina e BolognAil). La band amatoriale più vecchia del mondo sarà così il primo ospite di un festival che vedrà, mercoledì 23 maggio, l”Annibale Modoni Jazz Band esibirsi sul piazzale Medicì. Gli ultimi due appuntamenti si terranno, invece, nel giardino della biblioteca comunale: il 6 giugno ci sarà la Riverland Jazz Band e il 20 giugno toccherà al Jazz for Soul Quartet. (r.c.)

La Dr. Dixie Jazz Band apre il festival a Medicina
Cultura e Spettacoli 15 maggio 2018

Salone del Libro di Torino, grandi riconoscimenti per i libri Bacchilega da Nati per Leggere e Saviano

“Lo stand dell’Alleanza delle cooperative italiane ha destato grande interesse al Salone internazionale del Libro di Torino, confermando che il ruolo cooperative editoriali dev’essere sempre più importante e riconosciuto. Siamo soddisfatti per l’attenzione del pubblico agli incontri con le nostre autrici Arianna Papini, miglior illustratrice 2018, e Barbara Ferraro.

E’ quasi scontata la grande soddisfazione per il premio Nati per Leggere al libro Il viaggio di Piedino di Elisa Mazzoli e Marianna Balducci, fra i best seller del Salone”. Così Paolo Bernardi, presidente della Cooperativa Corso Bacchilega, tratteggia un bilancio della principale manifestazione italiana nel mondo dell’editoria che ha visto protagonista l’impresa imolese.

Oltre al favore del pubblico Junior, Bacchilega Editore ha ricevuto un alto interesse per la collana storica, con testimonianze inaspettate. “Molto gratificante è stato l’incontro al nostro stand con Roberto Saviano che ci ha chiesto informazioni sul libro delle memorie del generale polacco Anders durante la seconda guerra mondiale e ha apprezzato l’omaggio del libro ”La brigata Ebraica 1944-1946’ – conclude il presidente -. Il volume di Romano Rossi e del rabbino capo di Ferrara, Luciano Meir Caro, è stato presentato con l’intervento di Dario Disegni, presidente del Museo nazionale dell”ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara inaugurato nei mesi scorsi dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella“.

r.c.

Nella foto Paolo Bernardi e Roberto Saviano

Salone del Libro di Torino, grandi riconoscimenti per i libri Bacchilega da Nati per Leggere e Saviano

SPECIALE GOCCE DI MUSICA 2018

banner_gocce_2018_piccolo

Cerca

PROMO

AUTOSICA FIAT 310x280px

Seguici su Facebook

PROMO

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast