Cronaca

Presente e futuro della psichiatria a 40 anni dalla Legge Basaglia

Presente e futuro della psichiatria a 40 anni dalla Legge Basaglia

La Legge 180 del 13 maggio 1978, nota come Legge Basaglia, sancì la definitiva chiusura dei manicomi. L’associazione E pas e temp e l’Urasam (Unione regionale associazioni salute mentale) in collaborazione con Siep (Societa italiana epidemiologia psichiatrica) e il Dsm di Imola ricorderanno questo evento con un’iniziativa che arrivi a  parlare del presente e delle prospettive future della salute mentale.

L’incontro pubblico Ricordando Basaglia e la L.180, organizzato a partire dalle ore 9.30 presso la sala Bcc Città & cultura (in via Emilia 210/a), vedrà come relatori principali il dottor Giuseppe Tibaldi psichiatra, responsabile del Dsm area nord di Modena, coordinatore scientifico del Centro studi e ricerche in psichiatria, ideatore e direttore scientifico del concorso letterario Storie di Guarigione, Alba Natali, direttrice del Dipartimento di salute mentale / Dipendenze patologiche dell”Ausl di Imola e Enzo Morgagni, presidente della Consulta regionale per la salute mentale.

Durante l’evento si svolgerà la premiazione di Giuseppe Tibaldi per la prima edizione del premio Catene spezzate promosso dall’Urasam e dedicato a chi opera concretamente nel campo della salute mentale per spezzare le catene della rassegnazione, dell’immobilismo e della discriminazione. In conclusione sarà  proiettato  il cortometraggio Iole (ideato da Ernesto Venturini e Luciana Degano): una paziente esce dall’ospedale psichiatrico con una microcamera che riprende i suoi comportamenti e le reazioni dei cittadini. (r.c.)

Nella foto Giuseppe Tibaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast