Cronaca

A Castello la pedonalizzazione nei mesi estivi di via Matteotti è rimandata al prossimo anno

A Castello la pedonalizzazione nei mesi estivi di via Matteotti è rimandata al prossimo anno

Pedonalizzazione sì, o pedonalizzazione no? Fin dalla campagna elettorale l’attuale Giunta del sindaco castellano Fausto Tinti, arrivata all’ultimo anno di mandato prima delle elezioni previste per la primavera del 2019, ha sempre avuto nelle corde la pedonalizzazione di via Matteotti nei mesi estivi. L’anno scorso aveva perfino avviato un percorso condiviso con le associazioni di categoria per rendere effettiva l’ipotesi a partire da questa estate ed esclusivamente nel fine settimana (oltre alla domenica, quindi, anche al sabato).

Ma se i primi sabati del mese di giugno il centro è stato chiuso al traffico, il motivo è da ritrovarsi altrove, ovvero nella manifestazione Giugno castellano e non in una azione politica destinata a durare tutta l’estate. «Abbiamo deciso di posticipare l’idea della pedonalizzazione del centro storico, inizialmente prevista per quest’anno, al 2019 – spiega l’assessore al Commercio, Tomas Cenni -. Fin dal primo giorno abbiamo scelto di condividere con le associazioni di categoria l’ampio percorso di riqualificazione del centro, che include anche la riorganizzazione dei parcheggi, l’abbattimento delle barriere architettoniche e nuovi arredi urbani per le piazze Acquaderni e Martiri Partigiani (ex autostazione). Abbiamo lavorato in maniera virtuosa. Così, alla loro richiesta di unire la sperimentazione della pedonalizzazione estiva dei sabati all’abbattimento del dislivello dal parcheggio dell’ospedale al centro, abbiamo deciso di aspettare e rimandare entrambe le azioni al prossimo anno».

A onor del vero, pochi mesi fa gli attuali gradini e lo scivolo sono stati sistemati, ma sono ancora impraticabili per una carrozzina, per il passaggio della quale servirebbe un intervento più oneroso. «Siamo sempre stati contrari all’idea di pedonalizzare via Matteotti – riepiloga Enzo Scardovi, direttore di Confesercenti -. Per noi sarebbe una condanna per il commercio, perchè gli utenti si recano a fare acquisti in auto e scelgono i negozi che possono raggiungere con il proprio mezzo. Ci sarà ancora da parlare di questa intenzione, ma per ora siamo soddisfatti del rinvio».

«Ragionare su una maggiore fruibilità del parcheggio dell’ospedale è la premessa a qualunque altro ragionamento di riorganizzazione del centro storico – gli fa eco Franco Tonelli, direttore di Ascom Confcommercio -. Nonostante le idee diverse, il dialogo con l’amministrazione comunale è importante per rappresentare al meglio i nostri commercianti, perché secondo noi è il commercio che tiene viva una città».

Di sicuro, comunque, via Matteotti resterà aperta al traffico veicolare al sabato almeno fino all’estate 2019. «La nostra intenzione di dedicare ai pedoni il centro storico di Castello nei sabati d’estate è solida – conclude deciso il sindaco -. Resta da vedere se riusciremo a realizzare tutto per la prossima estate, con il bando o magari con fondi straordinari che potrebbero arrivare, oppure ancora inserendo il piano tra gli obiettivi da proporre nella prossima campagna elettorale». 

mi.mo.

L”articolo completo su «sabato sera» del 21 giugno.

Nella foto: piazza e via Matteotti durante il «Giugno castellano»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast