Cronaca

Quattro giovani di Imola arrestati per la rapina all'Autogrill Sillaro Ovest. Sospettati anche di furti nelle case

Quattro giovani di Imola arrestati per la rapina all'Autogrill Sillaro Ovest. Sospettati anche di furti nelle case

Sono tutti imolesi, dai 23 ai 28 anni, i componenti della banda arrestata dalla polizia per le rapine avvenute lo scorso 27 febbraio all’interno dell’area di servizio Sillaro Ovest, nel tratto dell’A14 che attraversa il comune di Castel San Pietro. Il fermo è avvenuto venerdì scorso e ieri mattina il magistrato l’ha convalidato, ora si trovano in custodia cautelare in carcere a Bologna in attesa del processo. Si tratta di Iacopo Sami Sagrini, Luca Calandri, Nicola Scheda e Michael Lattanzi, alcuni già con precedenti.  

La polizia di Imola, in accordo con i colleghi della stradale di Bologna, è riuscita ad individuarli grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza e alla conoscenza del territorio, ovvero al modus operandi, a come si muovevano e al fatto che erano già noti per fatti analoghi. Ad aiutare le indagini anche la particolare felpa con un logo Atari indossata da uno dei quattro. 

La banda, col volto coperto da passamontagna e armati di pistola, ha fatto irruzione prima nel bar Autogrill facendosi consegnare circa 1.500 euro, poi sono andati dal vicino distributore Eni-Agip dove hanno preso altri 1.400 euro. Poi, si sono dati alla fuga a bordo di una Volkswagen Touareg, un”auto che avevano rubato poco prima da un’abitazione di Bologna.  

Ora i quattro dovranno rispondere di rapina aggravata. Durante gli accertamenti gli agenti hanno recuperato l’arma (si sta verificando se è vera oppure una pistola giocattolo modificata) e alcuni gioielli e orologi, per cui le indagini proseguono perché il fondato sospetto è che siano gli autori anche di altre rapine e furti in appartamento.

Agli uomini del Commissariato è arrivato il ringraziamento della sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, per il lavoro svolto. (l.a.)

Nelle foto la conferenza stampa questa mattina presso la sede della questura di Bologna (al centro il dirigente del Commissariato di Imola Michele Pascarella) e un”immagine dal video delle telecamere dell”autogrill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast