Calcio

Imolese: un punto d’oro a Fermo che vale il terzo posto

Imolese: un punto d’oro a Fermo che vale il terzo posto

Prima Misin per la Fermana e poi Gargiulo per l’Imolese (in rimonta) hanno messo la firma su questo pareggio che porta i rossoblù di Dionisi al terzo posto in classifica, con due partite ancora da giocare, in casa col Sudtirol e infine a Ravenna, prima dei tanto agognati play-off storici.

Che sia stata una bella partita non potrà dirlo nessuno, su un terreno di gioco al limite dell’osceno. Che il pareggio sia piuttosto giusto invece dovrebbe essere opinione di tutti, anche se l’Imolese ha di certo tenuto più in mano il pallino del gioco. Occasioni, poche per entrambe, con i padroni di casa che si sono resi pericolosi nel finale.

La cronaca. L’inizio partita è piuttosto confuso, poi l’Imolese prende in mano le redini del gioco, sovrastando i padroni di casa soprattutto a centrocampo. I gialli di Destro difficilmente si rendono pericolosi dalle parti di Rossi, mentre la squadra di Dionisi raccoglie alcune occasioni. Al 3’ c’è una punizione di Lanini, che però spedisce fuori. Al 13’ i rossoblù ci riprovano ma sbagliano da sotto porta. Al 19’ è la Fermana che riesce in qualche modo ad arrivare al tiro, ma Checchi salva in angolo. Al 32’ un cross dalla destra arriva dalle parti di Rossetti, che però manca la deviazione da distanza ravvicinata. Al 36’ Lanini spara un tiro rasoterra che filtra tra i piedi della difesa marchigiana, ma il portiere non si fa sorprendere. Al 40’ invece arriva il gol dei padroni di casa. Punizione dalla destra, il pallone viene messo fuori area e dai 22 metri Misin prova il colpaccio, che gli riesce: il suo tiro resta basso e si infila all’angolino alla destra di Rossi. Un peccato, perché se c’era una squadra che meritava qualcosa in più, non era certo quella di Flavio Destro.

La ripresa. Squadra cinica e molesta, può le Fermana in vantaggio non provare a fare un po’ di sano ostruzionismo? Certo che ci prova, poi riparte e si rende pure pericolosa. Tre occasioni per i gialli di casa, una sola però in gol per i rossoblù di Dionisi. Al 49’ arriva un cross dalla destra perfetto per la testa di Zerbo sul secondo palo: schiaccia di testa, ma Rossi chiude bene. Ecco allora che, dopo un quarto d’ora di nulla, al 63’, giusto pochi minuti dopo che Dionisi aveva rivoluzionato il centrocampo con un triplo cambio (Gargiulo, Mosti e Saber al posto di Bensaja, Ranieri e Valentini), da un calcio d’angolo sulla destra il pallone arriva in mezzo all’area e si blocca sui piedi di Gargiulo, che da pochi passi mette alle spalle di Marcantognini. Al 69’ c’è una girata pericolosa di Malcore che va fuori di poco. Al 76’ l’Imolese si fa trovare scoperta e rischia tanto: Giandonato lancia per D’Angelo, che non trova lo spazio per il tiro e serve Malcore, che però di sinistro spara fuori da posizione favorevole. Infine all’87’ da un calcio d’angolo Checchi prova a colpire di testa, ma la sua iniziativa è debole e centrale. Gli ultimi minuti (addirittura 8 di recupero), sono più che altro pieni di nervosismo, meglio tornare a casa e tenerci stretto questo punto d’oro. (Paolo Zanelli)

Fermana – Imolese 1-1 (1-0)

Imolese (4-3-1-2): Rossi; Boccardi, Checchi, Carini, Sciacca; Valentini (58’ Saber), Carraro, Bensaja (58’ Gargiulo); Ranieri (58’ Mosti); Rossetti (46’ De Marchi), Lanini (82’ Giovinco). All. Dionisi.

Gol: 40’ Misin (F), 63’ Gargiulo (I).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast