Calcio

L’Imolese chiude terza dopo il 3-3 miracoloso, inizierà i play-off domenica 19 maggio

L’Imolese chiude terza dopo il 3-3 miracoloso, inizierà i play-off domenica 19 maggio

Dunque l’Imolese ha chiuso sul podio la stagione regolare. Un terzo posto che ad un certo punto sembrava impossibile, col Feralpisalò che vinceva 2-0 e i rossoblù che stavano sotto 3-0. Ma è successo l’imponderabile e alla fine sono usciti il 2-2 sul lago e il 3-3 romagnolo.

Cosa pensa Dionisi? «Questa è la dimostrazione che le partite non sono mai finite e che la mia Imolese ha carattere. Dopo un primo tempo brutto siamo usciti alla distanza ed ora andremo ad affrontare i play-off con leggerezza d’animo ma anche con grande determinazione».

La squadra rossoblù salterà i primi due turni ed entrerà in gioco solo domenica 19 maggio, mentre domenica 12, al primo turno si affronteranno Monza-Fermana (nel caso in cui i lombardi dovessero perdere la Coppa Italia), Sudtirol-Sambenedettese e Ravenna-Vicenza. Se invece il Monza vincerà la Coppa, le sfide saranno: Sudtirol-Ternana, Ravenna-Fermana e Vicenza-Sambenedettese.

A Ravenna, Dionisi ha fatto riposare Carraro (era diffidato) e ha dovuto fare senza Checchi (squalificato), dunque ha schierato Rossi in porta, Sciacca terzino sinistro (male), Boccardi e Carini centrali, Fiore terzino destro. Quindi centrocampo con Valentini, Bensaja e Gargiulo e attacco con Rossetti e Lanini. Se vi interessa una partita incredibile e dai due volti, andate avanti a leggere.

La cronaca. Sulla risaia ravennate, manco fosse una città sul delta del Mekong, non c’è partita. In campo ci sono solo i padroni di casa che cercano di colpire l’Imolese, mai vista così in difficoltà nelle precedenti 37 partite di campionato. Al 2’, dopo un batti e ribatti, la palla arriva a Lelj (già killer dei rossoblù due stagioni fa) che tira e segna, con un tocco finale di Sciacca. Poi Rossi pensa bene di servire Fiore con le mani, ma viene anticipato da Raffini, poi atterrato, altrimenti avrebbe avuto un’autostrada fino alla porta. Al 7’ si rende pericoloso Maleh con un tiro che termina fuori, ma è solo il preavviso del tunnel in cui si sta infilando la squadra di Dionisi. Al 16’, un cross dalla sinistra di Barzaghi stimola la girata al volo di Galuppini, ancora fuori. Al 19’ ancora Galuppini di testa e Rossi fa un miracolo. Al 21’ si vede l’Imolese in avanti, ma il tiro di Lanini termina abbondantemente fuori. Al 25’ Galuppini si divora un altro gol, mentre al 36’ arriva il raddoppio: ancora dalla sinistra (vero terreno di caccia dei giallorossi) parte un cross, stavolta di Maleh, con Papa che devia il pallone in rete. Neanche 2 minuti e al 38’ Galuppini tira, Rossi ribatte come può e Maleh dipinge il 3-0 a porta vuota. Poteva essere un 6-0 senza discussioni, mentre al 45’ da un calcio d’angolo di Fiore (dalla sinistra) la palla viene raccolta dalla testa di Carini, che la devia verso la porta: sulla ribattuta di Venturi, Gargiulo ci mette un piede e il 3-1 di metà partita è quasi un miracolo per l’Imolese.

La ripresa. E il miracolo prosegue, perché il Ravenna ha speso davvero troppo su un campo pesantissimo e nella ripresa non si vedono più quelle scorribande pericolose sulla fascia sinistra, forse anche merito del cambio effettuato tra Sciacca e Zucchetti. Dopo un quarto d’ora di poco e nulla (è entrato anche De Marchi al posto di Rossetti), al 59’ Gargiulo prova un tiro da fuori: Venturi ribatte, De Marchi dà fastidio e la palla termina a Lanini che segna il suo 14º gol. Al 67’ un traversone di Fiore trova un Mosti, evanescente quest’oggi, che spara al volo, ma il tiro non è potente. Al 68’ c’è un altro tiro di Lanini, a dimostrazione che il match ha cambiato padrone. Ma sarà vero? Attenzione, perché dal 74’ al 79’ ci sono 5 minuti d’inferno per i rossoblù, col Ravenna che le prova tutte per chiudere la partita, prima con una ‘unizione di Esposito a fil di palo, poi con un tiro di Selleri da posizione favorevole (alto), quindi con una accelerazione di Nocciolini (miracolo di Rossi). Ma finita la buriana arriva il 3-3 finale. Al minuto 80 la palla circola sulla fascia destra: Zucchetti crossa e De Marchi al volo infila il suo 10º gol che vale il terzo posto. Applausi sinceri per la stagione. (Paolo Zanelli)

Ravenna – Imolese 3-3 (3-1)

Imolese: Rossi; Sciacca (46’ Zucchetti), Boccardi, Carini, Fiore; Valentini (66’ Ranieri), Bensaja, Gargiulo; Mosti (75’ Giovinco); Lanini, Rossetti (46’ De Marchi). All. Dionisi.

Gol: 2’ Lelj (R), 36’ Papa (R), 38’ Maleh (R), 45’ Gargiulo (I), 59’ Lanini (I), 80’ De Marchi (I).

2 Comments

  • Ho visto un diretta la partita e il pregio dell’ Imolese e soprattutto dell’allenatore è quello di non mollare mai

  • Grandi ragazzi e ora guardiamo avanti grande allenatore in bocca al lupo

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast