Sport

Ginnastica, la Biancoverde Imola a Napoli per le «final-six» a squadre

Ginnastica, la Biancoverde Imola a Napoli per le «final-six» a squadre

Napule è mille culure, cantava il grande Pino Daniele alla fine degli anni ’70, in quello che è uno dei singoli più famosi e amati del cantautore campano. Per noi la speranza è che oggi, sabato 21, e domenica 22 novembre Napoli sarà colorata soprattutto di… Biancoverde, che nel week- end si giocherà la promozione in serie A1 nelle Final Six del campionato a squadre.

Un format assolutamente inedito e particolare, che vedrà le 6 migliori squadre della prima fase sfidarsi per un posto tra le più forti società d’Italia. La Biancoverde arriva all’appuntamento come grande favorita, dopo aver vinto la prima fase, ma a Napoli si ripartirà da zero e occorrerà essere perfetti per centrare un obiettivo alla portata delle imolesi, specialmente dopo gli ultimi straordinari risultati ottenuti nelle competizioni individuali. Le 6 squadre sono state divise in due raggruppamenti: Carolina James e compagne se la vedranno con Ginnastica Reale Torino e Olos Gym 2000 Roma nel girone D, che inizierà dal corpo libero.

Il format prevede degli scontri diretti, con due ginnaste per attrezzo: quella che otterrà il punteggio più elevato darà 3 punti alla sua squadra, poi a seguire la seconda 2 punti e la terza 1 punto; si passerà poi all’attrezzo successivo per altre due sfide e via dicendo. Al termine degli 8 scontri diretti, si stilerà la classifica generale: le vincitrici dei due gironi e la migliore seconda classificata accederanno alla finale, in programma domani, ma soprattutto si guadagneranno la promozione in serie A1. (an.cas.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 19 novembre.

Nella foto: la Biancoverde Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast