Cronaca

A Imola scuole e ospedale vecchio nel mirino dei No vax, la rabbia del sindaco Marco Panieri

A Imola scuole e ospedale vecchio nel mirino dei No vax, la rabbia del sindaco Marco Panieri

«Qualcuno si è permesso di imbrattare l’ingresso di alcune scuole della nostra città e l’ospedale vecchio in centro storico. Un atteggiamento vile e inaccettabile, un messaggio falso e pericoloso reso ancora più grave quando rivolto a luoghi sensibili e ai più giovani». È questo il commento del sindaco di Imola, Marco Panieri a poche ore delle scritte No Vax apparse in diversi punti della città, come le scuole Carducci e Bizzi (in Pedagna) e, appunto, l’ospedale vecchio.

Sugli episodi indagano le forze dell’ordine. «Sono già personalmente in contatto con loro per chiarire quanto successo e i possibili provvedimenti – prosegue il primo cittadino – Chiederemo che i responsabili non solo risarciscano il danno procurato, ma effettuino anche lavori sociali al servizio della città».

Intanto sono iniziate le operazioni di pulizia per eliminare le scritte da muri, cartelli e marciapiedi. «Certi atti, a Imola, non possono e non saranno tollerati. Un abbraccio ai bambini, agli insegnanti e a tutte le famiglie. Il vaccino non solo è sicuro ed efficace, ma è anche l’unica strada per riprendere e proteggere la normalità delle nostre vite».

«Un atto che non deve essere tollerato – ha dichiarato la capogruppo del Partito Democratico di Imola Francesca Degli Esposti -. Paragonare la situazione attuale ad un governo di matrice nazista significa non solo non conoscere la storia, ma anche mancare di rispetto a tutti e tutte coloro si stanno impegnando da quasi due anni per il contenimento della pandemia e per proteggerci tutti dal virus. Ci auguriamo che le forze dell’ordine possano risalire ai responsabili di questo vile atto e prendano provvedimenti nei loro confronti». (da.be.)

Nella foto: le scritte No Vax apparse questa mattina in vari luoghi della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook