Cultura e Spettacoli

I libri sono tornati sotto il portico di palazzo Sersanti a Imola

I libri sono tornati sotto il portico di palazzo Sersanti a Imola

Sotto il porticato di palazzo Sersanti, da ieri giovedì 20 gennaio, sono tornati i libri, là dove fino alla fine del 2020 Moreno Sindoni ha svolto la sua attività. Quando ha deciso di chiudere ha lasciato espositori e libri alla Fondazione Cassa di risparmio di Imola, proprietaria del palazzo.

A garantire la continuità con la precedente esperienza è ora Rete Sapere, realtà che unisce cinque cooperative del territorio fra le quali Il Mosaico, che già gestisce la libreria posta sulla piazza. «Ci siamo subito attivati per trovare le giuste modalità per consentire un proseguimento e una giusta transizione – spiega il presidente della Fondazione Crimola, Rodolfo Ortolani -. Abbiamo individuato nel Mosaico e in Rete Sapere coloro che potevano ridare vita a questo luogo».

La Fondazione ha quindi di fatto ceduto al Mosaico gli espositori e il fondo librario, con l’accordo secondo cui il ricavato della vendita dei libri ceduti verrà interamente devoluto a progetti sociali decisi da Rete Sapere, in collaborazione con la Fondazione.

Lo spazio sarà aperto le mattine di mercato, martedì, giovedì e sabato (ore 9-13) e in occasioni e serate particolari. (lo.mi.)

Nella foto: da sinistra, Raffaele Mazzanti, vicepresidente della Fondazione Crimola, Moreno Sindoni, ex gestore, ed Elvira Geraci di Rete Sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast