Sport

Imolese mai pericolosa, ma c’è un bel punto a Carrara in 10 contro 11

Imolese mai pericolosa, ma c’è un bel punto a Carrara in 10 contro 11

Un bel punto, nulla da dire. Sarebbe stato un grandissimo 0-0 se la classifica fosse stata migliore, ma ora c’è maledettamente bisogno di scalare posizioni, perché le partite diminuiscono e l’Imolese deve ancora giocare con tutte le prime della classe. Una partita che la Carrarese ha dimostrato di voler vincere solo negli ultimi minuti, trovandosi però di fronte un Santopadre da applausi. Il bicchiere mezzo pieno è quello di un gruppo che non si è sfaldato dopo l’espulsione di Rinaldi, quello mezzo vuoto è diviso in due: l’infortunio a Rossi e neanche una palla gol creata in Toscana. Domenica contro l’Olbia (ore 13.30) la vittoria è praticamente obbligatoria, se la speranza di salvarsi è ancora viva.

Il punto. E via con l’ennesima nuova formazione per mister Fontana. Esordio assoluto per Romano, che ha scontato le 3 giornate di squalifica rimediate prima di approdare all’Imolese. Prima volta in panchina per il motorino instancabile Benedetti. Prima volta da titolare per De Feo. Torna la difesa coi 3 centrali Angeli, Rinaldi e Vona, ai quali si allineano i due terzini di spinta Cerretti e Liviero sulle fasce. Mediana con D’Alena in regia, assieme a Lombardone e Romano. Attacco coi due mancini Padovan e De Feo, visto che bomber De Sarlo è ancora out per infortunio.

La cronaca. La partita è vivace, nelle prime battute. Galoppate e tentativi di qua e di là, perfino con due ammoniti nei primi minuti (D’Alena da record al 2’). Ma la prima occasione di rilievo arriva solo al 23’, con un contropiede ficcante dei toscani che culmina con un tiro di Bramante, parato da Rossi. Nella ricaduta però il portierone rossoblù si fa male (polpaccio?) ed è costretto a lasciare il posto a Santopadre. Una tegola frantumata in un tetto già pericolante. Proprio Santopadre, appena entrato, deve allungarsi per smanacciare fuori dai pali un colpo di testa di Energe. Attorno al 40’ c’è un rapido uno-due, con la cornata di Rinaldi (fuori) che precede di pochi secondi il tiro di Infantino (parato). Mentre al 42’ c’è la seconda ammonizione per Rinaldi, che lascia il campo e i suoi compagni al loro destino. Viene da pensare che sia una fortuna il fatto che il cameraman di Carrara tenga spesso la partita fuori fuoco.

La ripresa. Entra Benedetti al posto di D’Alena, con la squadra messa all’incirca con un 4-3-2, vista l’espulsione di Rinaldi. Al 3’ c’è un contatto su De Feo in area, ma gli viene fischiato un fallo contro. La Carrarese prova a sfondare, ma fino a metà tempo l’Imolese riesce a tenere botta sullo 0-0, con Boscolo Chio entrato al posto di De Feo. La spinta forte dei gialli di casa tocca il suo culmine col tiro di D’Auria al 36’, che costringe Santopadre ad una grande parata sotto la traversa. A quel punto Fontana prova a rinfrescare l’energia del reparto avanzato, inserendo Lombardino e Belloni al posto di Lombardone e Padovan. Ma al 45’ è ancora D’Auria a provarci, trovando sempre il portiere rossoblù sulla sua strada. Adesso sembra di giocare contro una locomotiva lanciata alla massima velocità: paratissima di Santopadre su Doumbia e su Petrelli al 46’. Si torna a casa con tanta paura ma anche con un bel punto, guadagnato in 10 contro 11. (r.s.)

Carrarese – Imolese 0-0

Imolese (5-3-2): Rossi (26’ p.t. Santopadre); Cerretti, Angeli, Rinaldi, Vona, Liviero; Lombardi A. (39’ s.t. Lombardi L.), D’Alena (1’ s.t. Benedetti), Romano; Padovan (39’ s.t. Belloni), De Feo (16’ s.t. Boscolo Chio).

Espulso: Rinaldi (I) al 42’ p.t. per doppia ammonizione.

Nella foto: il portiere Alessandro Santopadre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RERSaltaSu

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook