Cronaca

Caldo con temperature fino a 37 gradi, l'allerta dell'Arpae, i consigli per la salute dell'Ausl

Caldo con temperature fino a 37 gradi, l'allerta dell'Arpae, i consigli per la salute dell'Ausl

Le previsioni dell”Arpae prevedono per oggi condizioni di disagio bioclimatico in pianura e nelle zone urbane dell”area metropolitana bolognese con temperature massime in aumento, comprese tra i 31/34 gradi della costa e 35/37 gradi delle aree di pianura.Per domani è prevista un lieve miglioramento delle condizioni bioclimatiche che pasano a “debole disagio”.

Giornate complicate quindi per il caldo. Con un miglioramento atteso per la giornata di dopodomani, mercoledì.Per questo l”Ausl invita a invita a rispettare le precauzioni da tenere quando temperatura e umidità dell”aria aumentano e le capacità dell”organismo di raffreddarsi diminuiscono considerevolmente. “Aumentando traspirazione e sudorazione – meccanismo fondamentale che il nostro corpo mette in atto per disperdere calore – si incorre nel pericolo maggiore: la disidratazione, che colpisce soprattutto i iù fragili, anziani e bambini”.

Non fa male ricordare anche i consigli base: bere molto e spesso, almeno 2 litri di acqua (8 grandi bicchieri) al giorno, anche quando non si ha sete, evitando bibite gassate, zuccherate e ghiacciate; mangiare molta frutta e verdura, preferibilmente cruda e di stagione, anche frullata o centrifugata; vietati i cibi pesanti; aumentare la frequenza dei bagni o delle docce; vestire abiti leggeri, chiari e non aderenti; in fibre naturali (cotone, lino, ecc..) che favoriscono la traspirazione, indossare cappello ed occhiali da sole quando si esce; uscire di casa solo al mattino presto e dopo il tramonto, evitare tra le 11 e le 17, in queste ore sole, calore, umidità ed ozono rendono pericolosa qualsiasi attività all”aperto.

Aprire le finestre al mattino presto, alla sera e alla notte, chiudere finestre, tapparelle e tende (molto utili quelle esterne) nelle ore più calde, rinfrescare gli ambienti con condizionatori, ma facendo attenzione che la temperatura dentro casa non sia mai più bassa di 6-7 gradi rispetto all”esterno, per evitare sbalzi termici pericolosi.

Lingua e mucose orali secche, occhi infossati, aumento della temperatura corporea, nausea, aumento del battito cardiaco (tachicardia), abbassamento della pressione, aumento della respirazione, confusione mentale, torpore e debolezza, sono alcuni tra i sintomi provocati dalla disidratazione e presenti nel colpo di calore, in tal caso è bene chiamare subito il proprio medico (o la continuità assistenziale nei prefestivi e festivi e la notte 800 040 050) e nel frattempo stendersi con le gambe sollevate, posandosi una pezzuola bagnata o una borsa del ghiaccio sulla fronte, bere acqua. (r.cr.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook