Sport

Imolese: un gol divorato e un rigore negato a Gubbio prima di crollare nel finale

Imolese: un gol divorato e un rigore negato a Gubbio prima di crollare nel finale

Una punizione forse troppo dura per l’Imolese che, dopo aver meritato il vantaggio nel primo tempo, si becca 3 gol del Gubbio dal 73’ al 94. Troppo dura, ma è anche vero che dopo i 5 cambi i rossoblù non sono parsi all’altezza della squadra iniziale. Il cammino comunque prosegue senza drammi e domenica 30 ottobre si viaggia ancora verso sud con destinazione Fermo (ore 17.30).

Il punto. Senza De Feo, che si è beccato 3 giornate, Antonioli schiera un possibile 3-4-2-1, con Pagliuca e Annan dietro la punta Fonseca. Difesa con Zagnoni, Serpe ed Eguelfi. Centrocampo con Cerretti e Agyemang ai due estremi, Bensaja e Zanini centrali.

La partita. L’Imolese in tenuta bianca inizia soffrendo col Gubbio che parte forte, quasi assatanato, sfruttando molto le due fasce e i cross dal fondo. Ma la prima occasione grossa capita al 10’ sui piedi di Fonseca, che sbaglia da posizione favorevolissima, tirando fuori dopo il servizio di Annan. Dai e dai, al 37’ il Gubbio riesce a dare il primo tiro in porta, con Bontà che trova Rossi prontissimo a terra. Al 39’ c’è un episodio grosso come una casa: Fonseca serve Pagliuca, che dribbla il portiere, viene toccato e cade a terra. A noi sembra rigore netto, invece l’arbitro sceglie il cartellino giallo per simulazione. Si va al riposo sullo 0-0, assai stretto per l’Imolese.

La ripresa. Braglia, allenatore del Gubbio, ne cambia addirittura 4 all’intervallo. L’Imolese è vivissima e spaventa i padroni di casa con Pagliuca. Ma al 57’ Antonioli lo toglie, come toglie Annan, per inserire Stijepovic e Zanon. Al 62’ ancora Imolese a tirare verso la porta, con Bensaja che dal limite dell’area lascia partire un esterno destro preciso ma troppo debole. Al 66’ un altro cambio, con Faggi che fa riposare un acciaccato Agyemang. Paura al 72’, con Arena che si contorce in  volo e colpisce di testa la traversa, ma lo stesso Arena calcia da fuori area un minuto dopo e trafigge Rossi con un rasoterra precisissimo. C’è la sensazione forte che i cambi abbiano indebolito l’Imolese, ma forse Antonioli non poteva farne a meno. Continua a macinare il Gubbio, ritrovando la carica emotiva che aveva ad inizio partita. Ultime modifiche alla formazione al 77’ con l’esordio assoluto dell’attaccante Rocchi (al posto di Bensaja) e l’ingresso di De Vito per Eguelfi. Al 79’ occasionissima del Gubbio, con Rossi che fa un mezzo miracolo su un tiro ravvicinato di Mbakogu. Giù il sipario al 90’, con Toscano che lascia partire un fendente da applausi e sigla il 2-0. Addirittura 3-0 al 94’ in contropiede, con Arena che serve un cioccolatino a Spina.

Gubbio – Imolese 3-0 (0-0)

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Zagnoni, Serpe, Eguelfi (57’ De Vito); Cerret-ti, Bensaja (77’ Rocchi), Zanini, Agyemang (66’ Faggi); Annan (57’ Zanon), Pagliuca (57’ Stijepovic); Fonseca. All. Antonioli.

Gol: 73’ Arena (G), 90’ Toscano (G), 94’ Spina (G).

Ammoniti Imolese: Zanini, Annan, Pagliuca, Bensaja.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook