Sport

L’Imolese cresce dopo i cambi, ma non riesce a pareggiare

L’Imolese cresce dopo i cambi, ma non riesce a pareggiare

Dopo un’ora di gioco l’impressione era che il Pontedera avesse trovato il massimo risultato col minimo sforzo. Neanche 10 minuti per passare in vantaggio in entrambi i tempi (il secondo era davvero entrato? Sembrava di no) e poi gestione della partita, lasciando anche più libertà d’azione all’Imolese, che infatti si è mossa bene in campo, almeno fino ai pressi dell’area, senza però mai pungere davvero. Ma dopo i cambi rossoblù la situazione è mutata, col pareggio che sarebbe stato meritato e con l’altra impressione che stavolta Antonioli non avesse schierato la formazione migliore nei primi 11 (soprattutto davanti). Entrati Annan e Fonseca, le occasioni sono fioccate e Siano si è dovuto superare per evitare il 2-2.

Era dunque meglio stare sul divano per Francia – Danimarca? Lo suggerisce il numero degli spettatori al Galli, 265, tra freddo e classifica sempre più deficitari. Tra l’altro Antonioli non schiera punte vere e la curiosità, per una squadra che ha segnato 8 gol in 14 partite, è capire chi potrà segnare. C’è Pagliuca in attacco con De Feo, subito dietro Faggi e un centrocampo rinfoltito da Cerretti, Zanon, Zanini e Agyemang. Nella difesa a tre Zagnoni, Fort e De Vito.

La partita. Cvd si diceva ai tempi della scuola dopo un teorema risolto. Cioè come volevasi dimostrare. Bastano 9 minuti per il vantaggio del Pontedera, che dalla sinistra va in vantaggio con Aurelio, un ex che non perdona. Al 13’ rischiano i toscani, con una svirgolata di un difensore che Siano (un altro ex) è costretto a togliere da sotto la traversa. Ancora Imolese al 17’, con un bel tiro di Faggi da fuori che sorvola di poco la porta. Si addormenta un po’ il Pontedera, forte del vantaggio, e l’Imolese continua ad attaccare con una bella iniziativa di Zanini, che spara fuori di poco al 23’. Un’altra azione in velocità degna di nota arriva al 39’, ma finisce in nulla, con troppi passaggi laterali che fanno recuperare la difesa e non portano nemmeno ad una conclusione. Allo scadere c’è un contrasto tra il portiere Siano e Cerretti, ma l’arbitro considera fallo del giocatore di movimento.

La ripresa. Ormai si è capito. Occhio alle partenze e il Pontedera va vicinis-sima al gol dopo 20 secondi dal fischio d’inizio. Stavolta però c’è Rossi a sventare il gol. Minuto 8, un altro rischio grosso, con Aurelio che batte Rossi ma trova Fort sulla linea di porta a salvare il raddoppio. Basta un paio di giri di lancette e al 10’ l’Imolese capitola, con un altro mezzo salvataggio, stavolta di Zagnoni, ma viene assegnata la rete di Perretta (il sospetto è che non fosse gol). Entrano Annan e Fonseca per De Vito e Zanon. Annan è subito protagonista al 17’, con un gran tiro da fuori che mette in grossa difficoltà Siano, costretto ad un’opera d’arte per deviare in corner. La rete dell’Imolese arriva al 22’ su punizione centrale di De Feo (guadagnata da Pagliuca), che stavolta trova Siano impreparato. Mancano 9’ alla fine ed entrano Eguelfi e Attys. L’Imolese ci prova ad attaccare: De Feo colpisce di testa e costringe Siano ad un altro miracolo al 39’. Come un altro «bambino» arriva al 40’ su Zanini, quasi in contemporanea all’ingresso di Rocchi. Ma alla fine è un’altra sconfitta, la nona in 15 partite, la quarta di fila. (p.z.)

Imolese – Pontedera 1-2 (0-1)

Imolese (3-4-1-2): Rossi; Zagnoni, Fort, De Vito(15’ s.t. Annan); Cerretti, Zanon (15’ s.t. Fonseca), Zanini, Agyemang(36’ s.t. Eguelfi); Faggi(36’ s.t. Attys); De Feo, Pagliuca(40’ s.t. Rocchi). All. Antonioli.

Gol: 9’ Aurelio (P), 55’ Perretta (P), 67’ De Feo (I).

Ammoniti Imolese: Zanon, Fort, Cerretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook