Sport

Un punto per Palinì, Anastasi apprezza l’atteggiamento

Un punto per Palinì, Anastasi apprezza l’atteggiamento

Con 300 spettatori, compresa una cinquantina di pesaresi e tanta pochezza. L’imolese ha giochicchiato decorosamente per 15 minuti a cavallo dei due tempi, troppo poco per provare a ritrovare la vittoria. Finisce così 0-0 con la Vis Pesaro, un punticino che almeno interrompe la striscia delle 5 sconfitte consecutive. E un punto anche per ricordare Ettore Costa, detto Palinì, scomparso in settimana, al quale è stato dedicato un doveroso minuto di raccoglimento.

Dice Anastasi: «Una partita difficile, una battaglia, a causa della posta in palio. È stato importante non aver preso gol e mi è piaciuto l’atteggiamento, sia a Rimini che oggi».

Il punto. Avanti col 4-4-2, pagando l’assenza di Zagnoni, che sconta la squalifica per avere raggiunto il quinto cartellino giallo a Rimini. Davanti a Rossi ci sono dunque i terzini Cerretti ed Eguelfi e i centrali Serpe e De Vito. A centrocampo Faggi, Bensaja, Zanini e Agyemang. In attacco De Feo e Stijepovic.

La partita. La Vis in maglia bianca, che ha appena esonerato mister Sassarini, attacca verso il Tamburello e inizia con una buona verve. Andando anche vicina al gol su punizione al 14’, con Di Paola che dalla sinistra colpisce il palo pieno. Dopo tanti minuti di nulla almeno arriva un tiro verso la porta ospite: l’autore è Cerretti, che però sbaglia la mira verso le nuvole. L’Imolese comunque è in crescita, con iniziative che nascono soprattutto sulla destra, con la catena Cerretti – Faggi. L’occasione più grossa arriva al 41’, con Zanini (servito da Faggi) che da distanza ravvicinata sfiora il palo alla destra di Farroni. Ancora assedio rossoblù al 44’ con un’azione fin troppo manovrata che si chiude con un tiro di De Feo, ancora una volta impreciso.

La ripresa. Sembra che si ricominci con lo stesso canovaccio visto a fine primo tempo, cioè con una Imolese più vispa rispetto al brutto inizio. Ecco allora che al 3’ Zanini ci prova da fuori, con un tiro insidioso che fa tremare le ginocchia del portiere marchigiano. Altra azione degna di nota al 6’ tra De Feo e Agyemang, che entra in area e spara, trovando un dedalo di gambe. Non sta a guardare la Vis, che al 7’ bombarda su punizione centrale con Di Paola: Rossi devia in corner. Tempo di cambi, con Anastasi che dopo 16 minuti inserisce due punte giovani come Selleri e Rocchi, togliendo Agye-mang e Stijepovic. Altro doppio cambio al 31’ con gli ingressi di Annan e  Zanon per Bensaja e Faggi. Ultimo ad entrare è Pagliuca al 36’ per De Feo. La partita si è spenta, con i marchigiani che si chiudono bene e provano a sfruttare qualche varco, come il colpo di testa di Bakayoko al 40’, bloccato bene da Rossi. Finisce così 0-0, con l’arbitro che dà solo 3’ di recupero. Evidentemente era stanco pure lui di tanta pochezza. (p.z.)

Imolese – Vis Pesaro 0-0

Imolese (4-4-2): Rossi; Cerretti, Serpe, De Vito, Eguelfi; Faggi (76’ Zanon), Bensaja (76’ Annan), Zanini, Agyemang (51’ Rocchi); De Feo (81’ Pagliuca), Stijepovic (51’ Selleri). All. Anastasi.

Ammoniti Imolese: Cerretti, Faggi.

Nella foto di Isolapress: il minuto di silenzio per ricordare Palinì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook