Risultati di ricerca per “rifiuti dozza”

Cronaca 31 Ottobre 2021

Dozza premiata ad Ecomondo per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata dei rifiuti

Importante riconoscimento per il Comune di Dozza che ieri, a Rimini, nel corso di un convegno organizzato nell’ambito di «Ecomondo» (evento internazionale dedicato all’economia circolare e sostenibile) è stato premiato, insieme ad altri cinque comuni dell’Associazione nazionale  «I Borghi più Belli d’Italia», «per i brillanti risultati raggiunti nella gestione della raccolta differenziata e per la tempestiva introduzione della tariffa corrispettiva puntuale» si legge nella motivazione.

«Per la nostra comunità – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi – questo premio costituisce l’ennesima soddisfazione e testimonia il buon lavoro che stiamo facendo per favorire la sostenibilità ambientale, mettendo in campo tutte le azioni possibili attraverso il coinvolgimento della popolazione in un percorso serio e concreto». (r.cr.)

Nella foto: la premiazione a Rimini durante «Ecomondo»

Dozza premiata ad Ecomondo per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata dei rifiuti
Cronaca 4 Giugno 2021

Per la Giornata mondiale dell'ambiente raccolte straordinarie di rifiuti a Imola, Dozza, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice

Sabato 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente. Nel circondario sono in programma diverse iniziative di pulizia di parchi e strade dai rifiuti. A Imola sono previste 12 aree di raccolta a Zolino (ritrovo al centro sociale), Pontesanto (lavatoio), Cappuccini (parchetto di fronte al centro commerciale Leonardo), zona industriale (pasticceria La Rocca), Marconi (centro sociale Giovannini, Pedagna (centro sociale Tozzona), Osservanza (parcheggio Rodari), Campanella (parchetto centro sociale), Ponticelli (scuola primaria), Zello (campo sportivo «David Cappelletti»), San Prospero (centro sociale) e Sesto Imolese (centro sociale Tarozzi); in tutti il ritrovo è alle ore 10.

Nel pomeriggio, invece, la raccolta sarà realizzata esclusivamente dalle ragazze e dai ragazzi della Consulta del Comune di Imola. L’attività di pulizia delle aree verdi della città rientra tra quelle proposte dai ragazzi stessi fra i propri obiettivi di mandato. Alle ore 16, poi, i quattro gruppi si ritroveranno in piazza Matteotti, dove avverrà la pesatura dei sacchi di mozziconi raccolti. Il pomeriggio culminerà al teatro Stignani dove, dalle 17 alle 19, è previsto un incontro tra il Consiglio comunalee la Consulta delle ragazze e dei ragazzi. L’iniziativa vuole essere l’occasione per i ragazzi e le ragazze che compongono la Consulta di esporre, a conclusione del proprio mandato biennale, i progetti e le attività sui quali si sono impegnati in questi due anni. I cittadini potranno seguire i lavori del Consiglio in diretta streaming sul canale web https://imola.civicam.it. Referenti: per la zona della Pedagna Maria Lorena Trotta; zona industriale la referente sarà Mirella Pagliardini; Ponticelli la referente sarà Anna De Veredicis.

Tornando alla raccolta rifiuti, a Dozza i ritrovi sono in piazza della Loggia a Toscanella (ore 9) e all’ex bocciodromo (ore 15). A Mordano alle 9.30 si parte dal municipio e dal parco Europa di Bubano. In vallata ci si trova alle ore 9 a Casalfiumanese (parcheggio di via Di Vittorio), a Borgo Tossignano (presso il guado a valle dell’abitato) e a Fontanelice (presso la riva dei Cavalli) per poi riunirsi alle ore 12 alla Casa del fiume per il recupero dal Santerno dei retini per la raccolta delle microplastiche. (r.cr.)

Per la Giornata mondiale dell'ambiente raccolte straordinarie di rifiuti a Imola, Dozza, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice
Cronaca 25 Maggio 2021

Successo per «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto ben 180 chili di rifiuti

Si è concluso il percorso della campagna per la tutela dell”ambiente «PuliAmo Dozza», con la collaborazione del Cgam (Corpo guardie ambientali metropolitane). Nei quattro appuntamenti (26 febbraio, 17 aprile, 24 aprile e 8 maggio) che hanno coinvolto cittadini volontari sono stati raccolti ben 180 chili di rifiuti nelle strade e nei fossi del territorio comunale di Dozza.

Nuovi appuntamenti di questa iniziativa si terranno a fine settembre.

Nella foto: alcuni volontari impegnati nella raccolta dei rifiuti

Successo per «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto ben 180 chili di rifiuti
Cronaca 23 Aprile 2021

Dozza premiato tra i comuni virtuosi sotto il muro dei 100 chili di rifiuti pro capite

C’è anche Dozza tra i comuni premiati nella settima edizione di «Sotto il muro dei 100 kg: Comuni verso rifiuti zero» promosso dalla Rete Rifiuti Zero e dai Comuni Rifiuti Zero dell’Emilia Romagna. La premiazione si terrà on line sabato 24 aprile. Nel corso del convegno il Comune di Dozza riceverà un attestato poiché risulta che ha una produzione di rifiuti non riciclati sotto i 150 chili procapite per cittadino, ossia la soglia definita dalle direttive regionali e dell’Unione europea.

La media dei rifiuti non riciclati a livello regionale è di 251 chili pro capite, mentre Dozza ne produce 136 chili per cittadino. I chili di rifiuti indifferenziati prodotti pro capite sono notevolmente diminuiti: 416 chili nel 2013, 361 chili nel 2017 (anno in cui è stato modificato il sistema di raccolta) e 71 chili ad oggi (da notare che nel 2018 è stata introdotta la tariffa puntuale). Il dato dei 136 chili pro capite si raggiunge sommando ai 71 chili gli scarti della raccolta differenziata che non possono essere riciclati e i quei rifiuti che vanno comunque inceneriti.  

«Sulla qualità dello scarto prodotto c’è ancora molto da fare – commenta il sindaco, Luca Albertazzi -. Occorre stimolare ulteriormente il processo culturale già in atto nella nostra comunità, ma ottenere questo premio è una gratificazione importante, che ci rende molto orgogliosi e ci aiuta ad instaurare una sempre maggiore e fertile collaborazione con i cittadini e le imprese». (gi.gi.)

Dozza premiato tra i comuni virtuosi sotto il muro dei 100 chili di rifiuti pro capite
Cronaca 22 Febbraio 2021

Successo per il primo appuntamento con «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto 40 chili di rifiuti a Toscanella

Sabato 20 febbraio si è svolto il primo appuntamento di «PuliAmo Dozza», l’iniziativa di sensibilizzazione sui temi della limitazione della dispersione dei rifiuti e della salvaguardia dell’ambiente lanciata dall’Amministrazione guidata dal sindaco Luca Albertazzi.

Quaranta i chili di immondizia raccolti dai volontari iscritti nell’albo comunale e del Cgam (Corpo guardie ambientali metropolitane), che si sono concentrati sulle vie Bagnarola, Emilia, Galimberti, Marconi, Marmane, Santi e Ruggi a Toscanella. (lu.ba.)

Nella foto: alcuni dei volontari impegnati nella pulizia a Toscanella

Successo per il primo appuntamento con «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto 40 chili di rifiuti a Toscanella
Cronaca 13 Febbraio 2021

«PuliAmo Dozza», quattro giornate sulla salvaguardia dell‘ambiente e la lotta all’abbandono di rifiuti

Prenderà il via sabato 20 febbraio l’iniziativa «PuliAmo Dozza», organizzata dal Comune di Dozza con la collaborazione del CGam (Corpo Guardie Ambientali Metropolitane), con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della salvaguardia dell’ambiente e della limitazione della dispersione dei rifiuti. L’evento prevede anche altre tre giornate (sabato 27 febbraio, sabato 13 e sabato 20 marzo) durante le quali volontari provvederanno alla pulizia da rifiuti abbandonati di fossi, strade anche di campagna, parchi ed eventualmente piazze del territorio. «Siamo molto contenti di questa iniziativa – commenta il sindaco Luca Albertazzi – che ben si colloca nelle politiche ambientale già assunte dall’Amministrazione Comunale. E’ infatti nostra intenzione trattare questa tematica a tutto tondo, considerando ogni aspetto che impatta appunto sull’ambiente. L’apporto dei volontari, dei cittadini e del Corpo delle Gambe è fondamentale per avviare iniziative come questa. La nostra Comunità ha dimostrato di essere virtuosa e sensibile sulle tematiche ambientali e vogliamo lavorare ancora di più questo aspetto per ottenere benefici per tutti»

L’attività di pulizia verrà effettuata dai volontari iscritti nell’Albo Comunale che daranno disponibilità, dai volontari del Cgam ma è aperta a tutti i cittadini che vogliono partecipare. «PuliAmo Dozza» si inserisce a pieno titolo nelle iniziative assunte a livello locale nell’ambito della tutela ambientale e la speranza degli organizzatori è che non sia un evento estemporaneo ma diventi permanente tutti gli anni, coinvolgendo anche le scuole. 

Per aderire occorre contattare il coordinatore Loris Salmi (347-7418116). Se maggiorenni e non iscritti all’albo, per motivi assicurativi, è necessario aver effettuato, prima delle giornate indicate, l’iscrizione, per la quale si può fare riferimento all’ufficio segreteria del Comune. Il Comune provvederà alla fornitura di strumenti e mezzi per effettuare la pulizia. (da.be.)

«PuliAmo Dozza», quattro giornate sulla salvaguardia dell‘ambiente e la lotta all’abbandono di rifiuti
Cronaca 20 Agosto 2018

Rifiuti, a Dozza boom nella raccolta differenziata, superata a giugno e luglio la percentuale dell'85%

Dozza leader nella raccolta differenziata nel circondario imolese, con una percentuale complessiva che supera l’85%. La notizia è comunicata direttamente dal sindaco, Luca Albertazzi, che sottolinea le performance mettendo in risalto i meriti delle cittadine e dei cittadini, ma anche le modalità di raccolta introdotte dal Comune in collaborazione con Hera.

I numeri forniti sono più che eloquenti: oltre alla raccolta complessiva, che nei mesi di giugno e luglio 2018 ha segnato addirittura 30 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, particolarmente significativi sono sia il dato dei rifiuti indifferenziati, quasi dimezzato nel bimestre considerato rispetto al mese di maggio e con un calo del 61% nei confronti di giugno e luglio 2017, sia quello di alcune categorie di rifiuti, da sfalci e potature (quintuplicate) alla carta (triplicata), al quantitativo di vetro, plastica e lattine, aumentato di oltre il 70%.

“Il risultato che stiamo realizzando a Dozza con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti ci rende particolarmente fieri – commenta il Sindaco Luca Albertazzi -. I miei complimenti e un particolare ringraziamento vanno ai cittadini e alle imprese del nostro Comune che stanno dimostrando grande senso di responsabilità e sensibilità per la tutela dell’ambiente e delle generazioni future. I numeri collocano Dozza ai primissimi posti dell’intera Città Metropolitana di Bologna e al vertice del Circondario imolese. Dobbiamo continuare così, si tratta di un ottimo trend da mantenere anche in vista dell’introduzione della tariffa puntuale a partire da gennaio 2019”.

Esaminando i numeri in modo ancora più dettagliato, il sistema costituito da 65 isole ecologiche di base, accessibili con la Carta Smeraldo, la stazione ecologica, i servizi di raccolta presso le attività e i servizi a domicilio gratuiti ha consentito, già nel mese di maggio 2018 (il primo riorganizzato), di superare il 70% di raccolta differenziata, per compiere poi a giugno e luglio il balzo oltre l’85%. Nel trimestre maggio-luglio sono state 1.183 le tonnellate di rifiuti differenziati raccolti, contro le 744 del trimestre maggio-luglio 2017 (+59%).

Nettissimo, di contro, il calo dei rifiuti indifferenziati, che tocca il 61% nel confronto tra il bimestre giugno-luglio del 2017 e quello dell’anno in corso. Guardando le quantità raccolte nel trimestre maggio-luglio si è passati dalle 578 del 2017 alle 226 del 2018.Per quanto riguarda le tipologie di rifiuti, la performance migliore è quella del verde e delle potature, aumentate da 25 a 143 tonnellate, seguita dalla carta, passata da 16 a 46 tonnellate e da vetro, plastica e lattine, da 57 a 98. L’introduzione della raccolta dell’organico, inoltre, ha permesso di sottrarre all’indifferenziato 133 tonnellate di materiale. A completare il quadro, i dati positivi registrati anche alla stazione ecologica Hera di via Volta a Toscanella, dove si confermano in crescita tutte le raccolte differenziate, probabilmente anche per via dell’aumento degli sconti che sono praticati dal 1° giugno 2018 per alcuni tipi di rifiuti conferiti. 

Il sistema, insomma, pare essere stato ben assimilato tanto dai cittadini quanto dalle imprese e mette Dozza in ottima posizione per il raggiungimento su base annua di quel 79% di raccolta differenziata che è l’obiettivo fissato dalla Regione Emilia-Romagna per i comuni di pianura entro il 2020.

Tra l’altro, a potenziare ulteriormente il servizio, ora i cittadini dozzesi possono contare anche sulla raccolta stradale degli oli alimentari. In questi giorni Hera infatti ha collocato i nuovi contenitori in via Marmane 2, piazza Togliatti e piazza Costa, che si aggiungono alla raccolta già praticata alla stazione ecologica. In queste nuove postazioni si possono conferire gli oli usati (olio da cucina, strutto, olio da frittura, da sott’oli o da conservazione cibi) all’interno del contenitore in bottiglie di plastica ben chiuse e dal diametro massimo di 18 centimetri. Si tratta di una raccolta importante, perché se conferito correttamente l’olio si può rigenerare e riutilizzare per varie produzioni industriali, senza dimenticare che sono recuperabili anche le bottiglie di plastica.   

“Un particolare ringraziamento – conclude il sindaco – va ai miei collaboratori, ai dipendenti comunali, ad Hera e alle guardie ecologiche per il prezioso lavoro che stiamo svolgendo insieme, mirato anche alla mitigazione dei disagi e dei problemi che possono sorgere trattandosi dell’introduzione di metodi e abitudini nuove. L’impegno di tutti gli attori coinvolti e dell’Amministrazione è e resterà massimo”.

Rifiuti, a Dozza boom nella raccolta differenziata, superata a giugno e luglio la percentuale dell'85%
Cronaca 18 Luglio 2018

Raccolta rifiuti, riscontri positivi a Dozza sulla nuova differenziata. Aumentati gli sconti alla stazione ecologica

Anche nel territorio di Dozza è partita la riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani, promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Hera che ha come scopo quello di raggiungere il 79% di raccolta differenziata entro il 2020, come stabilito dalla Regione Emilia-Romagna. I primi riscontri, intanto, sono assolutamente positivi visto che dopo il primo mese con le nuove isole ecologiche di base la percentuale di raccolta differenziata ha superato il 70%, a fronte del 56% raggiunto nel 2017. 

In media l’indifferenziato è calato di quasi la metà mentre è aumentata del 19% la quantità di carta e cartone raccolta e del 15% quella di vetro, plastica e lattine. Con l’introduzione della raccolta dell’organico, sono state raccolte oltre 5 tonnellate di rifiuti mentre il verde e le potature sono raddoppiate, passando da 62 a 128 tonnellate. E questo grazie alle complessive 3.300 utenze coinvolte, di cui circa 350 non domestiche, che si stanno impegnando per aumentare la raccolta differenziata.

Intanto, a partire dal 1 giugno scorso, alla stazione ecologica di via Volta, a Toscanella, sono aumentati gli sconti per carta, cartone, vetro, plastica e lattine, batterie auto/moto e oli vegetali e minerali, passati da 0,15 a 0,165 euro per ogni kg conferito, così come è cresciuto da 5,16 a 6 euro/anno per ciascun componente del nucleo famigliare lo sconto per l’utilizzo della compostiera fornita in uso gratuito da Hera a chi ne fa richiesta avendo un’area verde di proprietà o per la pratica del compostaggio in fossa. Sempre dal 1 giugno è stato introdotto anche un nuovo sconto per il conferimento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Grazie, infatti, alla consegna di apparecchiature elettriche ed elettroniche non più utilizzabili (es. lavatrici, tv/monitor, frigoriferi/condizionatori/congelatori, lavatrici/lavastoviglie/asciugatrici) si avrà diritto a uno sconto di 4 euro per ogni conferimento (indipendentemente dal numero degli oggetti), fino a un massimo di 12 euro l’anno.

r.c.

Nella foto: il Comune di Dozza

Raccolta rifiuti, riscontri positivi a Dozza sulla nuova differenziata. Aumentati gli sconti alla stazione ecologica
Cronaca 20 Marzo 2018

Raccolta rifiuti, a Dozza arrivano gli informatori ambientali di Hera

Dopo Imola, la vallata del Santerno e Castel San Pietro, anche a Dozza è in arrivo la nuova raccolta differenziata, che complessivamente interesserà oltre tremila utenze, per lo più famiglie.

Dopo gli incontri pubblici, cui hanno partecipato oltre 800 cittadini, da domani inizia il lavoro degli informatori ambientali di Hera che consegneranno porta a porta le tessere e i materiali utili per l”utilizzo dei nuovi servizi.

Informatori ambientali: chi sono e cosa consegnano. Si tratta di sette ragazzi e ragazze formati dai tecnici di Hera che lavoreranno per la multiutility per quattro settimane, porta a porta, per spiegare le nuove modalità del servizio di raccolta e consegnare un opuscolo informativo, la carta smeraldo, la pattumiera per l”organico con i sacchi compostabili e un rotolo di sacchetti da trenta litri per l”indifferenziato. In vista del passaggio alla tariffa puntuale previsto per il prossimo primo gennaio, le carte smeraldo possono essere consegnate solo al titolare del contratto Tari. E” possibile delegare una persona di fiducia compilando l”apposito modulo ricevuto per posta e messo a disposizione durante le assemblee informative. Gli informatori indossano pettorina gialla con la dicitura “assistente smeraldo” e cartellino di riconoscimento. Non sono tenuti ad entrare in casa e in nessun caso possono accettare denaro. E” possibile chiedere conferma della loro identità chiamando il servizio clienti Hera. Inoltre su “sabato sera” in edicola giovedì trovate tutti i volti dei sette infomatori ambientali, uno per uno.

La nuova raccolta. Gli attuali contenitori per la raccolta dei rifiuti saranno sostituiti da nuovi cassonetti per l’indifferenziato con calotta, cassonetti per plastica e lattine, carta e cartone, sfalci e potature, organico e, infine, una campana per il vetro. I cassonetti verranno poi raggruppati in isole ecologiche di base che, complessivamente, saranno 65 contro le attuali 121 postazioni. I nuovi contenitori arriveranno a Dozza a partire da fine aprile, mentre la tessera sarà obbligatoria solo dal 12 giungo.

r.c.

Nella foto: gli informatori ambientali di Hera per Dozza

Raccolta rifiuti, a Dozza arrivano gli informatori ambientali di Hera
Sport 12 Marzo 2018

Raccolta rifiuti, a Dozza quattro incontri pubblici sulla differenziata e nuovi cassonetti in aprile

Dopo Imola, la vallata del Santerno e Castel San Pietro, anche a Dozza è in arrivo la nuova raccolta differenziata. Il nuovo sistema di raccolta toccherà 3.300 utenze, di cui 2.950 sono famiglie. In questi giorni è iniziata la distribuzione di una lettera ai cittadini con l’invito a partecipare ai quattro incontri pubblici nei quali verranno illustrate le nuove modalità di raccolta. A Toscanella sono in programma martedì 13 marzo (alle ore 18 e alle 20.30) presso la Bocciofila di viale Amendola 1, mentre nel Borgo antico si svolgeranno giovedì 15 marzo (alle ore 18 e alle 20.30) presso la sala parrocchiale in via XX Settembre 46.

La nuova raccolta partirà in contemporanea su tutto il territorio di Dozza e Toscanella, zone industriali comprese. «Le attività potranno scegliere se utilizzare i cassonetti stradali con calotta, oppure richiedere ulteriori contenitori personali di volumetria maggiore, ossia un bidone da 360 litri oppure un cassonetto da 1.700 litri – precisa l’assessore all’Economia circolare e Raccolta differenziata, Barbara Pezzi -. Le attività interessate saranno comunque contattate dai tecnici di Hera». Gli attuali contenitori saranno sostituiti da cassonetti per
l’indifferenziato con calotta, cassonetti per plastica e lattine, carta e cartone, sfalci e
potature, organico e, infine,
una campana per il vetro. I nuovi cassonetti verranno raggruppati in
isole ecologiche di base che, complessivamente, saranno 65 contro le
attuali 121 postazioni. Per contro, il numero dei contenitori passerà da
177 a 391, anche se quelli dell’indifferenziato scenderanno da 146 a
68. I nuovi contenitori saranno posizionati a partire da fine aprile, ma utilizzare la tessera per aprirli diventerà obbligatorio soltanto dal 12 giugno.
«Sin dall’inizio ci sarà massimo rigore da parte nostra per controllare
il corretto conferimento dei rifiuti – assicura il sindaco, Luca
Albertazzi –. Abbiamo già in essere una convenzione con le Cgam (guardie
ambientali metropolitane), che impiegheremo anche a questo scopo».

Naturalmente, l’introduzione dei cassonetti per la nuova raccolta differenziata ha dei costi per il Comune. «Per noi si tratta di 175 mila euro in più all’anno rispetto a quanto paghiamo ora per il servizio, a cui si aggiungono altri 22 mila euro annui per l’avvio per i prossimi cinque anni – dettaglia la Pezzi –. Ovviamente, ci aspettiamo una riduzione del conferimento dei rifiuti indifferenziati che coprirà l’aumento dei costi. Per questo motivo, l’obiettivo per quest’anno è mantenere invariata la Tari o, al massimo, avere un aumento del 2-3%». Nel 2019, invece, si passerà alla tariffa puntuale e i conteggi cambieranno.

Infine, da gennaio 2019, Dozza sarà il primo comune del circondario imolese nel quale verrà introdotta la tariffa puntuale, ovvero il sistema attraverso il quale si paga anche in base ai rifiuti (indifferenziati) effettivamente prodotti. «Questo progetto era necessario per raggiungere entro il 2020 l’obiettivo del 79% di raccolta differenziata fissato dalla legge regionale – ha dichiarato l’assessore all’Economia circolare e Raccolta differenziata, Barbara Pezzi –. Aderiamo con convinzione, introducendo migliorie sia tecniche che dal punto di vista della tariffazione».

gi.gi.

L”articolo completo su “sabato sera” dell”8 marzo.

Nella foto (foto d”archivio): un nuovo cassonetto per i rifiuti indifferenziati

Raccolta rifiuti, a Dozza quattro incontri pubblici sulla differenziata e nuovi cassonetti in aprile

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast