Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 24 Giugno 2019

Ubriaco al volante del furgone aziendale, coinvolto in un incidente

Un livello di alcol nel sangue pari a 3,35 grammi litro contro il valore limite di 0,5. Questo è quanto presentava un 27enne coinvolto qualche giorno fa in un incidente mentre si trovava al volante di un furgone aziendale a Medicina poco dopo l”ora di pranzo. L”uomo è apparso già visibilmente ubriaco ai carabinieri, intervenuti sul posto, all”incrocio tra via Melega e via Licurgo Fava, a pochi passi proprio dalla caserma dell”Arma. Nel sinistro è stata interessata anche un”altra auto, una Fiat Punto condotta da un 70enne.

Per fortuna non vi sono stati feriti ma, come appurato con l”alcoltest, il giovane presentava dei valori prossimi a quelli oltre il quale si rischia il coma etilico. E” stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza, non gli è stata ritirata immediatamente la patente dal momento che non l’aveva con sé, ma i carabinieri stanno completando gli accertamenti poi procederanno con ritiro e relative “salate” sanzioni. Il furgone non è stato sequestrato non essendo di proprietà del giovane, ma è stato riconsegnato alla ditta. (r.cr.)

Foto d”archivio fornita dai carabinieri

Ubriaco al volante del furgone aziendale, coinvolto in un incidente
Cronaca 24 Giugno 2019

Dopo la rielezione a pieni voti il sindaco di Dozza Luca Albertazzi parla dei progetti al via nel secondo mandato

Gli elettori non hanno avuto dubbi sul nome del sindaco: il settanta per cento di coloro che si sono presentati alle urne delle amministrative di fine maggio ha scelto di confermare il sindaco uscente, Luca Albertazzi. E’ stato il sindaco più votato del circondario. «Siamo molto felici ed orgogliosi di un risultato che è storico nelle proporzioni», ha dichiarato a caldo. Poi c’è stata la scelta a tempo di record della Giunta: ha impiegato appena quattro giorni per confermare Giuseppe Moscatello e Barbara Pezzi e scegliere i due volti nuovi, Sandra Esposito e Davide Strazzari.

«Il treno non si ferma, siamo già al lavoro per i prossimi cinque anni», ha aggiunto confermando l’intenzione di continuare quanto fatto nel precedente mancato. Senza dimenticare di togliersi un paio di sassolini dalla scarpa al termine di una campagna elettorale partita in sordina ma, in realtà, molto accesa in quel di Dozza. «Questo secondo giro sarà diverso perché cinque anni fa abbiamo preso il comando di un treno fermo, una città con pochi progetti e alcuni problemi di bilancio. Oggi il treno è nel pieno della sua corsa. Ci sono diversi progetti pronti a partire, come la ristrutturazione della palestra delle scuole medie di Toscanella il cui cantiere è stato “consegnato” mercoledì 12 giungo alla ditta vincitrice, la Pignataro. All’inizio del prossimo anno, invece, è prevista la riqualificazione della bocciofila di Toscanella, punto di ritrovo per la frazione che grazie a questo corposo intervento vedrà una nuova vita».

Al momento, va ricordato, la bocciofila è chiusa dopo i guai dell’associazione che l’aveva in gestione, un tema che ha tenuto banco non poco proprio durante i mesi della campagna elettorale; un nuovo gruppo di volontari si sta organizzando proprio in queste settimane per costituire una nuova associazione e cercare di riaprire il locale. (mi.mo.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 20 giugno

Nella foto da sinistra: Davide Strazzari, Sandra Esposito, Luca Albertazzi, Barbara Pezzi e Giuseppe Moscatello

Dopo la rielezione a pieni voti il sindaco di Dozza Luca Albertazzi parla dei progetti al via nel secondo mandato
Economia 24 Giugno 2019

Best managed companies, la Clai premiata a Milano dalla multinazionale Deloitte per il secondo anno consecutivo

Per il secondo anno consecutivo Clai, la Cooperativa lavoratori agricoli imolesi, ha vinto il premio conferito da Deloitte, multinazionale dei servizi professionali alle imprese, alle «Best managed companies». Si tratta di un riconoscimento attribuito quest’anno a 46 aziende italiane che si sono distinte per strategia, competenze, impegno verso le persone e performance.

La cooperativa di Imola è stata premiata il 28 maggio al palazzo della Borsa italiana a Milano da un giuria indipendente, formata da autorevoli esponenti del panorama imprenditoriale, accademico e istituzionale italiano. «Qualità, innovazione e rispetto per l’ambiente, ma anche una strategia occupazionale per i giovani. Negli ultimi anni – spiega il direttore generale Pietro D’Angeli – oltre ad aumentare il fatturato, Clai ha attuato una politica aziendale basata sui valori che da sempre fanno parte dell’identità della cooperativa. I valori fondamentali dell’azienda risiedono nell’esperienza degli uomini Clai che, con dedizione e anni di lavoro, hanno reso concreto e vissuto il patto intergenerazionale, vero fondamento di questa impresa».

L’iniziativa Deloitte è nata nel 1993 in Canada. A oggi sono state riconosciute più di 1.200 Best managed companies e il programma è attivo in 13 Paesi. L’edizione italiana, che conta sulla partnership di Confindustria, Elite (Borsa italiana) e Università Cattolica, ha l’obiettivo di premiare l’impegno e le capacità di quelle società che si distinguono, diventando protagoniste del mercato e che perseguono l’eccellenza in tutti gli aspetti della gestione aziendale. (r.cr.)

Nella foto il direttore generale di Coop Clai Pietro D”Angeli

Best managed companies, la Clai premiata a Milano dalla multinazionale Deloitte per il secondo anno consecutivo
Sport 24 Giugno 2019

L'economista imolese Alberto Forchielli e l'amore per la bicicletta: «Pedalavo con Prodi, mi è tornata la passione»

«Oh ragazzi, se ’sta roba arriva nelle mani di Maurizio Crozza, la prossima volta che fa la mia imitazione si veste da ciclista!». Alberto Forchielli, infatti, recentemente ha ricominciato a pedalare. «Si ritorna sempre ai vecchi amori… E quello per la bici, oltre ad essere vecchio, è anche un grande amore!». Ha scritto così sul suo profilo Facebook venerdì 14 giugno il famoso imolese che può essere definito in tanti modi: imprenditore, giornalista, esperto di economia, opinionista, oppure come lo definirebbe il comico genovese: «Il nuovo profeta dei talk-show, un incrocio tra Bill Gates, Nostradamus e un salumiere romagnolo». Tra l’Asia e Boston, dove è spesso impegnato per lavoro, Forchielli non disdegna qualche sosta a Imola, la città delle sue origini. Ed è qui che lo si può incontrare pedalando in questi giorni.

Sembra proprio avere preso alla lettera il suo precedente scritto: «Muovete il culo!».

«E’ proprio vero, ho ricominciato a pedalare dopo tanto tempo. Quando andavo in bicicletta con Romano Prodi avevo comprato anche l’Atala (non una sola bici, l’intera azienda…, nda), poi sono rimasto inattivo per più di 10 anni».

Com’è rinato l’amore?

«Volevo una bici da usare a Boston in estate, allora ho comprato una gravel della Pinarello, adatta per pedalare anche su terreni non asfaltati. Quando l’ho provata me ne sono innamorato all’istante, quindi ne ho comprata subito un’altra, così ne tengo una in America e una a Imola». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: Alberto Forchielli nella sua casa di Imola in sella della nuovissima Pinarello «gravel»

L'economista imolese Alberto Forchielli e l'amore per la bicicletta: «Pedalavo con Prodi, mi è tornata la passione»
Cronaca 24 Giugno 2019

Il 25 giugno all'hotel Donatello di Imola la presentazione del libro di Alberto Forchielli “Fuoco e fiamme'

Come sarà il mondo da qui a trent’anni? Come cambierà la nostra vita grazie, o a causa, di tecnologie sempre più pervasive e invasive? E come dobbiamo prepararci noi e i nostri figli per saper intercettare al meglio i cambiamenti già in atto, ma che da noi, in Italia, arrivano sempre in ritardo? Dopo il caustico pamphlet “Muovete il culo!”, col nuovo libro “Fuoco e fiamme” (Baldini+Castoldi) l’imolese Alberto Forchielli (imprenditore, giornalista esperto di economia, pirotecnico opinionista magistralmente imitato da Crozza) torna a scuotere le coscienze degli italiani per prepararli al mondo di domani. E lo fa con un viaggio pirotecnico nei luoghi ove il futuro non si aspetta ma si costruisce.

Un viaggio attraverso le città più innovative del mondo, passando per il Mit di Boston – dove Forchielli con il suo fondo di private equity Mandarin capital è membro del Mit Ilp (Industrial liaison program) e sostenitore del Deshpande center for technological innovation -, poi in California, tra Stanford e la Singularity university, e la Cina, con la sua potenza economica e tecnologica debordante. Un viaggio che sembra tratto dal film Blade Runner, ma che, per certi aspetti, è già realtà: in cui il Dna servirà non solo a riparare i corpi ma come hard disk millenario; in cui l’intelligenza artificiale controllerà case, città e il modo di fare banca; in cui la stampa 3D ci permetterà di avere il vestito desiderato fatto al momento in negozio; o in cui potremo agire a distanza pilotando un nostro avatar-robot. Un viaggio, infine, in cui non solo la geopolitica sarà diversa, col mondo ribaltato rispetto all’oggi, ma l’uomo stesso non sarà più un semplice uomo, bensì grazie a interfacce neurali potrà aumentare le facoltà della sua mente, o in cui i nanorobot cureranno ogni malattia a livello cellulare e potenzieranno i nostri organi.

Tutto ciò è la realtà che già si sta preparando nei migliori centri di ricerca del mondo e che Forchielli anticipa in “Fuoco e Fiamme”, libro che verrà presentato martedì 25 giugno, alle ore 20.45, presso l’hotel Donatello (sala Grand prix 2), in via Rossini 25. L’autore, nell’occasione, sarà intervistato dal direttore del settimanale sabato sera, Fulvio Andalò, e dal direttore del settimanale diocesano il nuovo Diario Messaggero, Andrea Ferri. L’iniziativa è organizzata da Centro studi Alcide De Gasperi, dall’associazione Imprese e professioni, dal Centro studi Luigi Einaudi e dall’associazione Codronchi Argeli, in collaborazione con Università Aperta. (r.cr.)

Nella foto la copertina del libro che sarà presentato domani 25 giugno

Il 25 giugno all'hotel Donatello di Imola la presentazione del libro di Alberto Forchielli “Fuoco e fiamme'
Cronaca 24 Giugno 2019

Riorganizzazione estiva in ospedale, riduzioni di posti letto e ristrutturazioni in corso

Come di consueto, con l’arrivo dell’estate, l’Azienda Usl di Imola ha programmato una serie di riduzioni delle attività negli ospedali di Imola e Castel San Pietro. «Riduzioni – precisa la direzione aziendale – molto limitate», ma necessarie per garantire al personale il godimento delle ferie e previste approfittando del concomitante «calo fisiologico dei cittadini che accedono ai servizi ospedalieri».

Nel dettaglio, in via Montericco la piattaforma medica del terzo piano (Geriatria) perde 14 posti letto complessivi dal 10 giugno al 29 settembre. La Pediatria scende da 15 a 11 posti letto dal 17 giugno al 29 settembre, con chiusura in agosto del day hospital pediatrico. Il day hospital dell’ambulatorio di Gastroenterologia, invece, chiuderà dal 22 luglio all’1 settembre (verrà garantita comunque una sala endoscopica per le urgenze). Post acuti e Lungodegenza vedono i posti ridotti da 22 a 18 dall’11 giugno al 29 settembre. Nel Dipartimento chirurgico, al pari dell’anno scorso, le riduzioni riguardano l’Otorinolaringoiatria, che chiuderà dal 29 luglio al 2 settembre, e l’Oculistica, che opera a Castel San Pietro, e chiuderà dal 22 luglio al 2 settembre, ma le cui urgenze verranno comunque accolte presso i reparti di Ortopedia e Ginecologia, i cui posti resteranno invariati. Urologia riduce 4 posti, Chirurgia generale 6 e la Breast unit (chirurgia senologica) 2.

Rimarranno invariati i posti letto di Medicina A, Nefrologia, Medicina B, Oncologia, Gastroenterologia, Day service internistico, Day service oncologico, Ortopedia, Ostetricia e Ginecologia, Area degenze e Area critica Dea, Servizio diagnosi e cura e Residenza trattamenti intensivi.

A Castel San Pietro, com’è consuetudine, la Day surgery polispecialistica sospenderà le attività dal 22 luglio al 2 settembre, mentre l’ospedale garantisce dal 7 giugno al 8 settembre 21 posti letto al primo piano, di cui 14 di Cure intermedie e 7 di Hospice.

Nel frattempo a Imola prosegue anche la revisione del Pronto soccorso e durante l’estate si procederà all’avvio dei lavori di ristrutturazione del quinto piano (degenza post Inoltre, dal 15 al 29 luglio la Centrale di sterilizzazione verrà completamente sostituita con un rinnovo totale della struttura e delle attrezzature. (r.cr.)

Riorganizzazione estiva in ospedale, riduzioni di posti letto e ristrutturazioni in corso
Cronaca 24 Giugno 2019

Tempo d'esami, orari più ampi per la sala studio autogestita dai giovani a Castello

Orari più ampi nelle prossime settimane per l’aula studio autogestita castellana. L’obiettivo è rendere disponibile lo spazio nel periodo in cui si concentrano molti esami universitari, e nel contempo la biblioteca comunale passa all’orario estivo, riducendo l’apertura.

La sala studio, quindi, che rispetto alla biblioteca di via Marconi ha un ingresso autonomo in via Scania 50, sarà fruibile anche nei quattro pomeriggi di lunedì, venerdì, sabato e domenica in cui la biblioteca è chiusa, dalle ore 15 alle 19, mentre negli altri pomeriggi di martedì, mercoledì e giovedì osserverà gli stessi orari della biblioteca dalle ore 14 alle 18.15. L’aula studio chiuderà per ferie da lunedì 22 luglio a giovedì 22 agosto compresi, e riaprirà venerdì 23 agosto, proseguendo fino a domenica 15 settembre i quattro pomeriggi aggiuntivi.Come sempre a garantire l’apertura saranno dei giovani volontari.

«Aperta da oltre tre anni, l’aula studio è molto apprezzata dai giovani del nostro territorio» afferma l’assessore alle Politiche Giovanili Fabrizio Dondi che ne ha promosso la nascita nel precedente mandato, realizzando un progetto chiesto dalla Commissione giovani. In questi anni si sono resi disponibili 32 ragazzi che, a rotazione, hanno garantito in tutto ben 433 giornate di apertura.

«Nel gruppo c’è un naturale turn-over – spiega Dondi – perché i ragazzi terminano l’università, partono per l’Erasmus o per altre esperienze all’estero, trovano lavoro. Per questo è importante avere sempre nuove leve che si offrano di mantenere aperta l’aula studio, a turno e in orari concordati, secondo le proprie disponibilità. E’ un servizio di volontariato di grande valore che questi giovani prestano per la propria comunità».Per fare parte del gruppo dei volontari basta iscriversi all’albo comunale rivolgendosi all’ufficio Solidarietà e Politiche giovanili: tel. 051 6954198-124 – mail francesca.marchetti@comune.castelsanpietroterme.bo.it. L’iscrizione garantisce la copertura assicurativa. (r.cr)

Nella foto ragazzi nella sala studio di Castello

Tempo d'esami, orari più ampi per la sala studio autogestita dai giovani a  Castello
Sport 24 Giugno 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Parco Tozzoni»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 24 giugno, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Parco Tozzoni».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Parco Tozzoni»
Sport 24 Giugno 2019

Cicloturismo, la guida ed i percorsi di «If» per ammirare pedalando le bellezze di Imola e Faenza

In bicicletta alla scoperta delle attrazioni del territorio di Imola e Faenza, su e giù per le valli del Santerno, del Sillaro, del Senio e del Lamone. Sono 11 i percorsi suggeriti dalla guida «If Cycling Road & Gravel», realizzata da If Imola Faenza Tourism Company e presentata martedì 11 giugno al Mic, cioè il Museo internazionale delle Ceramiche di Faenza. Gli itinerari, partendo dall’immancabile autodromo «Enzo e Dino Ferrari», si snodano attraverso cinque fili conduttori che ricalcano le aree di attività sulle quali If concentra la propria attività di promozione del territorio. (r.s.) 

Su «sabato sera» del 20 giugno la mappa dettagliata e tutti i percorsi.

Nella foto: ciclisti sulle strade della Romagna

Cicloturismo, la guida ed i percorsi di «If»  per ammirare pedalando le bellezze di Imola e Faenza
Sport 23 Giugno 2019

Atletica Sacmi Avis retrocessa in Bronzo ai campionati di società, le parole del presidente Massimo Cavini

Centinaia di persone  hanno preso posto, dal 15 al 16 giugno scorso, sugli spalti del Romeo Galli per assistere alla Finale nazionale Argento dei campionati Assoluti di società, evento di prestigio organizzato dalla Sacmi Avis. Ventiquattro società partecipanti, tra uomini e donne, venti gare in calendario per ogni sesso, circa cinquanta giudici per giornata e più di venti volontari: numeri alla mano, circa 500 persone che hanno così riempito gli alberghi imolesi in questi due giorni di gare. «Tutte le squadre sono venute a farci i complimenti – ha confermato il presidente Massimo Cavini -, affermando che un’organizzazione simile non l’avevano mai trovata nemmeno ad eventi più importanti. Peccato per il piazzamento finale non ottimale».

Il 9° posto nella classifica maschile della Sacmi Avis, infatti, significa retrocessione in Bronzo.

«In realtà abbiamo ottime probabilità di rifare la finale Argento il prossimo anno. Nel 2020 ci sarà nuovamente la fase regionale e, se saremo bravi a superare un certo punteggio, potremmo anche essere ripescati».

Successi però sono arrivati da Conti negli 800 e dalla 4×400.

«Francesco è andato fortissimo,  nonostante non fosse il favorito. La staffetta, invece, di cui anche Conti faceva parte, ha centrato il minimo per gli italiani assoluti, oltre a frantumare il record imolese». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: Francesco Conti impegnato al Galli negli 800

Atletica Sacmi Avis retrocessa in Bronzo ai campionati di società, le parole del presidente Massimo Cavini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast