Casalfiumanese

Cronaca 28 Ottobre 2019

Agevolazioni sull’Irap nei comuni della Vallata

A partire da quest’anno e per il prossimo triennio la Regione Emilia-Romagna ha disposto l’abbattimento dell’Imposta regionale sulle attività produttive (Irap) per aziende, commercianti, artigiani, professionisti e lavoratori autonomi delle zone montane.
Il provvedimento, frutto di una delibera di Giunta del 16 settembre, è volto a sostenere chi fa impresa o esercita una attività nelle aree dell’Appennino emiliano romagnolo e riguarda circa 12 mila potenziali soggetti in 100 comuni, tra i quali anche Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice e Castel del Rio.

La misura è operativa da subito e strutturale, grazie a uno stanziamento di 12 milioni di euro all’anno per il triennio 2019- 2021, per un totale di 36 milioni.
Per richiedere i contributi regionali occorre partecipare all’apposito bando. Le domande devono essere presentate, pena la non ammissibilità delle stesse, entro le ore 13 del 2 dicembre 2019.
La domanda di contributo dovrà essere compilata, validata e inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicativo web Sfinge 2020 accessibile dal sito https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/fesr2020.

Ecco cosa prevede il provvedimento della Regione: a chi deve versare una Irap fino a 1.000 euro spetta un rimborso parial 100% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017; se l’Irap è compresa tra i 1.000 e 5 mila euro, il rimborso è pari al 50% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017; per le nuove imprese, insediate a partire dal 1° gennaio 2018, c’è l’esenzione totale, fino ad un massimo di 3 mila euro l’anno di imposta dovuta, per tre anni. (r.cr.)

Agevolazioni sull’Irap nei comuni della Vallata
Sport 25 Ottobre 2019

Motori, Valter Bartolini prosegue e pensa ad una Gpm con gomme italiane e francesi

Ha 55 anni Valter Bartolini, ma non ha ancora intenzione di smontare dalla moto. Dopo avere vinto il Trofeo Mes nella Classe Open con la sua Gpm, aspettando le classiche premiazioni, ha già deciso di riprovarci anche il prossimo anno, sempre con la stessa moto, toccando così i 10 anni di «matrimonio». A questo proposito, ha fatto alcuni test sul tracciato lombardo di Franciacorta: una comparativa sulle gomme, non escludendo di optare per una gomma italiana sull’anteriore e una francese dietro. Al suo ritorno a Imola, ha festeggiato con il suo trainer Vanni Pedrini, della palestra Young Line. (r.s.)

Nella foto: Valter Bartolini e Vanni Pedrini

Motori, Valter Bartolini prosegue e pensa ad una Gpm con gomme italiane e francesi
Cronaca 11 Ottobre 2019

Sparava in giorni e luoghi vietati, denunciato cacciatore a Casalfiumanese

Cacciava in giorni e luoghi vietati e con modalità pericolose, sfregiandosi di ogni tipo di regola venatoria. Per questo motivo, a seguito di lunghe indagini, gli agenti imolesi della polizia locale della Città metropolitana di Bologna (ex polizia provinciale) hanno sorpreso e denunciato un uomo a Casalfiumanese. 

Il cacciatore è stato, infatti, «pizzicato» in una zona rurale con il fucile ancora caldo e due fagiani maschi da poco abbattuti, proprio in una giornata dove l”attività venatoria era vietata. Oltre alla denuncia, quindi, gli sono stati sequestrati sia l”arma che la selvaggina e gli sono state anche ritirate in via cautelativa altre armi e munizioni in suo possesso. (d.b.)

Foto concessa dalla Città metropolitana di Bologna

Sparava in giorni e luoghi vietati, denunciato cacciatore a Casalfiumanese
Sport 22 Settembre 2019

Motori, Valter Bartolini si è aggiudicato il titolo «1000 Open»

Sono bastati due secondi posti a Valter Bartolini per riprendersi il titolo della «1000 Open», nel Trofeo Motoestate che ha visto la sua conclusione a Varano de’ Melegari. Le vittorie di giornata sono andate al carpigiano Luca Pini (in realtà una wild-card fuori classifica), che nella prima sfida ha recuperato a suon di giri veloci il distacco da Bartolini, portandosi al comando a quattro giri dal termine; terzo Cristini, grande rivale di Valter per tutta la stagione. «Evidentemente a 55 anni valgo ancora qualcosa come pilota…». (r.s.)

Nella foto: Valter Bartolini sul podio (il primo da sinistra)

Motori, Valter Bartolini si è aggiudicato il titolo «1000 Open»
Sport 4 Settembre 2019

Il compleanno «speciale» di Valter Bartolini tra cross e gli amici Dovizioso, Petrucci, Savadori e Salvini

E’ stato un agosto senza un attimo di tregua quello di Valter Bartolini, impegnato su diversi sterrati per proseguire nei test delle piccole moto Yamaha, prevalentemente la 85 e la 125. All’interno di questo tour de force, tra Ottobiano, Castel San Pietro, Dorno e Ferrara, Bartolini ha avuto tempo anche per confezionarsi un bel regalo, alla vigilia del suo 55° compleanno coinciso col Ferragosto.

Presso il crossodromo «Francesco Baracca » di Lugo, ha trascorso una giornata con gli amici velocisti Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci, Lorenzo Savadori, il campione di enduro di Monterenzio Alex Salvini e tutto il gruppo del «Te’n Bota», legato al campione MotoGp di Forlì. Il tutto alla vigilia delle ultime due gare del Trofeo Mes, con la sua Gpm nella classe Open, che si disputeranno a Varano e che potrebbero consegnargli il titolo a metà settembre.

Nella foto: il compleanno «speciale» di Valter Bartolini

Il compleanno «speciale» di Valter Bartolini tra cross e gli amici Dovizioso, Petrucci, Savadori e Salvini
Sport 30 Agosto 2019

«Silenzio, passa il cinghiale», passeggiata da Casalfiumanese con la guida Schiassi

Domani, sabato 31 agosto, la guida Stefano Schiassi organizza l’escursione denominata: «Silenzio, passa messer cinghiale». Passeggiata serale alla ricerca della fauna selvatica lungo il sentiero Luca Ghini, per avvistamento, rilevamento tracce e riconoscimento reperti alla luce della luna e delle lampade frontali.

Il ritrovo è alle ore 19 a Casalfiumanese, con rientro alle ore 22.30, viene richiesta una lampada frontale. Il costo è di 10 euro per gli adulti e di 6 euro per i ragazzi fino ai 14 anni.

Per informazioni e prenotazioni, tel. 328-7414401, mail: stefano@liberamentenatura. com

«Silenzio, passa il cinghiale», passeggiata da Casalfiumanese con la guida Schiassi
Cronaca 16 Agosto 2019

A Sassoleone una nuova pala d’altare dedicata a san Rocco

Dopo 75 anni si è in procinto di ripristinare un angolo dedicato a san Rocco all’interno della chiesa di Sassoleone.

Era l’alba del 24 settembre del 1944, quando arrivò a Sassoleone un commando nazifascista per vendicare un attentato partigiano avvenuto alla tenuta “I Coscellini” il giorno antecedente.
In paese erano rimasti soprattutto anziani e bambini, che non avevano le forze di fuggire o che avevano ritenuto di non volere abbandonare i compaesani, molti dei quali si erano raccolti in chiesa sotto la protezione di don Settimio Patuelli.
I nazisti ne rastrellarono ben 24, li fucilarono e gli fecero esplodere il campanile sopra; poi minarono anche le case lungo la strada fino al borgo di Sassoleone e le fecero esplodere, demolendo anche il portico che a Sassoleone era prospiciente quello che una volta era stato il palazzo di San Rocco.

Quel giorno, fra le vittime, ci furono anche i genitori del partigiano Tonni, e anche Luigi Gambetti, uomo pio che animava la Compagnia del Santissimo Sacramento, che aveva a lungo sostenuto l’oratorio di San Rocco in piazza del Leone.

Nel successivo intervento di aerei inglesi, anche l’edificio della chiesa, che risaliva al 1772, crollò sotto i bombardamenti, con dentro le sue opere d’arte che andarono perdute.
Vi era documentato un antico altare dedicato a san Rocco, con una pala d’altare che raffigurava i santi della peste, san Rocco e san Sebastiano.

A distanza di 75 anni dalla rappresaglia, presso la chiesa di Sassoleone, oggi, alle ore 18, si inaugurerà una nuova pala d’altare dedicata a san Rocco, con un quadro dell’imolese Giancarlo Bonzi raffigurante il giovane santo biondo, con il cane, mentre è in soccorso di un ammalato. (r. cr.)

Fotografia da Google Maps

A Sassoleone una nuova pala d’altare dedicata a san Rocco
Cronaca 15 Agosto 2019

A San Martino in Pedriolo apre un negozio di alimentari

Taglio del nastro di un negozio di alimentari a San Martino in Pedriolo, frazione di Casalfiumanese, lunedì scorso, grazie alla volontà della titolare Loretta di fornire un importante servizio alla propria comunità.

«L’apertura di queste due attività (la prima è stata quella a Sassoleone, ndr) è un piccolo passo verso la rinascita delle nostre due frazioni – commenta Filippo Vega, assessore alle Attività produttive –. Le titolari si sono mostrate subito coraggiose ed entusiaste verso questa nuova opportunità. Come Amministrazione crediamo sia fondamentale valorizzare le nostre piccole ma importanti realtà commerciali e ci piacerebbe insieme a loro creare una rete di incontri che promuova le nostre botteghe, anche in vista delle prossime festività».

«Con gioia dopo poche settimane dalla riapertura di Sassoleone andiamo ad inaugurare una nuova attività nell’altra frazione del nostro comune – aggiunge Beatrice Poli, prima cittadina –. Anche fa Frazione di San Martino ora può vantare un servizio così importante. Per delle piccole comunità queste aperture sono vitali. È rilevante che avvengano per volontà di giovani donne che decidono di investire nei territorio in cui vivono e in cui hanno scelto di costruire il proprio futuro». (r.cr.)

Fotografia dal Comune di Casalfiumanese

A San Martino in Pedriolo apre un negozio di alimentari
Sport 14 Agosto 2019

Motocross, vent'anni fa il titolo iridato firmato da Andrea Bartolini

Era il 1999. L’anno del telefilm fantascientifico che ricordava lo spazio. L’anno dell’ematocrito sballato di Pantani, l’anno della nascita dell’euro. Nelle moto le classi avevano ancora denominazioni semplici ma autorevoli, 125, 250, 500. L’essenziale. Con la capacità di una bottiglietta di plastica da concerto si sognava. E lo stesso fascino, la cinquecento, lo aveva sia in velocità sia nel motocross. Era, appunto, il 1999 e Andrea Bartolini divenne campione del mondo di motocross, regalando alla Yamaha il titolo costruttori della classe 500 che mancava dal 1978. Sembra ieri, ma non c’entra niente la percezione del tempo. sembra ieri perché quel Mondiale è stato importantissimo in quanto ha rappresentato di fatto lo slancio del motocross dai 2 tempi ai 4 tempi moderni.

Sì, perché Andrea Bartolini da Casalfiumanese, a quasi 31 anni e tantissime stagioni di Mondiale ormai passate in sella, vinse con la Yamaha YZ 426 F, una delle moto più belle mai viste nel motocross e mamma di tutte quelle che vedrete nel week-end di Imola. Forse una moto così, a dire il vero, non si è più vista. Una creatura che nelle varie versioni più o meno di serie (ma anche nelle evoluzioni dei mezzi ufficiali) non si è mai avvicinata al fascino di quella originale. Cosa avesse in pancia, nel telaio e nelle sospensioni quella moto, forse nessuno lo saprà mai, se non l’affiatato staff di tecnici giapponesi, comandati dall’ingegner Shioara, che si erano letteralmente innamorati della dedizione e delle qualità di collaudatore di Andrea Bartolini, tanto che nell’inverno del 1998, quando il pilota di Casale era ancora convalescente da in incidente, gli spedivano mail tutti i giorni per sapere come stava. Da molti, quel Mondiale è stato definito come uno dei più belli di sempre ed il motivo c’è. (m.r.)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”8 agosto.

Nella foto: Andrea Bartolini

Motocross, vent'anni fa il titolo iridato firmato da Andrea Bartolini
Cronaca 11 Agosto 2019

Riaperto a Sassoleone il negozio di generi alimentari grazie al coraggio di Monica e Valentina

Nella frazione di Sassoleone, comune di Casalfiumanese, ha riaperto il negozio di alimentari, grazie alla volontà di Monica e Valentina di dare nuovamente un importante servizio alla comunità. L’inaugurazione è avvenuta lo scorso 27 luglio, in piazza Pace.

«La giornata ha rappresentato per la comunità di Sassoleone un momento di grande rilevanza – ha affermato la sindaca Beatrice Poli -. Non riapre solo una piccola bottega di montagna, ma si ricrea un luogo di aggregazione per l’intera comunità. Grazie al coraggio di Valentina e Monica, in un momento in cui tante botteghe chiudono, possiamo vantare la continuità di un servizio essenziale. A nome di tutta la comunità vogliamo ringraziare Quinto Ugolini, l’ex gestore, per il servizio che in questi anni ha svolto per la nostra frazione, con l’augurio di passare insieme altri importanti momenti». (r.cr.)

Nella foto un momento dell”inaugurazione del negozio con la sindaca di Casalfiumanese Beatrice Poli

Riaperto a Sassoleone il negozio di generi alimentari grazie al coraggio di Monica e Valentina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast