Castel Guelfo

Cronaca 30 Novembre 2022

Mordano e Castel Guelfo ritornano nella Polizia locale del Circondario di Imola. Obiettivo più agenti sulle strade, telecamere in rete e più fondi

È in corso di approvazione in questi giorni dai Consigli comunali il rinnovo della convenzione per la gestione associata della Polizia locale del Circondario imolese. Per sette Comuni su nove si tratta di un rinnovo (Imola. Medicina, Dozza, Borgo Tossignano, Castel del Rio, Fontanelice e Casalfiumanese) mentre per Castel Guelfo e Mordano si tratta di una nuova approvazione attraverso la quale i due Comuni rientreranno nella gestione associata, a livello circondariale.

A questo punto solo Castel San Pietro, tra i Comuni del Circondario, ha deciso di rimanere autonomo e non associare la sua Polizia locale.

Secondo il Circondario, avere una gestione associata a 9 invece che a 7 porterà più fondi e più agenti sulle strade. Permetterà di accedere a circa 60 mila euro di contributi annuali in più da parte della Regione e un Accordo per l’acquisto di nuove attrezzature. Accentrare le funzioni amministrative nel Comando centrale di Imola, libererà personale (in tutto sono 74 di cui 4 messi) sul territorio (e ci sono in arrivo 2 agenti e 2 ispettori dal concorso insieme all’Unione della Romagna Faentina). La titolarità delle entrate delle sanzioni al Circondario ripartirà la differenza fra spese e entrate tra i Comuni sulla base della popolazione con un correttivo per i due più grandi, Imola e Medicina. Infine, alla Centrale operativa faranno capo autovelox e telecamere della videosorveglianza.

Marco Panieri, sindaco di Imola e presidente del Circondario commenta: “Mordano e Castel Guelfo rientrano dopo la loro uscita nel 2019/20. La loro scelta è frutto di un percorso di condivisione, durato un anno, nel quale abbiamo impostato la nuova organizzazione della Polizia locale prevedendo una forte attenzione al territorio. Come Sindaci – aggiunge – vogliamo investire sempre di più su un servizio ritenuto strategico e sul quale occorre lavorare in maniera omogenea sul territorio nel rispetto delle specificità ed esigenze di ciascun Comune”.

Claudio Franceschi, Sindaco di Castel Guelfo precisa: “L’aspetto più qualificante è senza dubbio l’organizzazione del Corpo per presidi. Questo consentirà ai sei agenti, attualmente in servizio a Castel Guelfo e Mordano, di concentrare le loro attività sui servizi esterni potendo avvalersi delle professionalità presenti nel Comando centrale sia sulle attività amministrative sia per il supporto su ambiti specialistici come la polizia giudiziaria, commercio ed edilizia.  Con questa organizzazione – conclude -, ci saranno sempre due pattuglie durante il giorno in giro per i nostri due Comuni (Castel Guelfo e Mordano), ci sarà la possibilità di prevedere turni serali ed i cittadini potranno per ogni emergenza contattare la Polizia locale dalle 7 di mattina all’1 di notte sette giorni su sette grazie al numero verde 800446611 attivo presso il Corpo unico”.

Nicola Tassinari, sindaco di Mordano sottolinea: “Uno degli aspetti qualificanti della convenzione riguarda la gestione degli apparati automatici di rilevazione della velocità e della video-sorveglianza. Come Comune di Mordano abbiamo fatto importanti investimenti in questi ultimi anni (photored, autovelox, targa system e video-trappole) che, inseriti all’interno della gestione circondariale, ci consentiranno di metterli in rete aumentando il livello di sicurezza reale e percepita dei cittadini.” (r.cr.)

Mordano e Castel Guelfo ritornano nella Polizia locale del Circondario di Imola. Obiettivo più agenti sulle strade, telecamere in rete e più fondi
Castel Guelfo 30 Novembre 2022

Caro bollette: Mordano stanzia 50 mila euro, Castel guelfo 70 mila e Dozza 60 mila per aiutare le famiglie

«Un ottimo risultato». Il commento della segretaria della Cgil, Mirella Collina, sintetizza la soddisfazione anche dei colleghi di Cisl e Uil per l’accordo siglato ieri con il Comune di Mordano in merito all’assegnazione di contributi alle famiglie per abbattere i costi del caro bollette. “Ottimo accordo” dice Giuseppe Rago della Uil. Una soddisfazione che vale anche per l’analogo risultato ottenuto oggi dai sindacati con Castel Guelfo e Dozza.

Nel dettaglio, Mordano mette a disposizione «50 mila euro che sono tantissimi per un piccolo Comune». Al bando per accedere al contributo potranno partecipare i nuclei familiari con Isee fino a 28 mila euro presentando documentazione sui rincari 2021 e 2022. Ai nuclei fino a 20 mila euro di Isee verrà erogato un contributo pari all’80% delle bollette di energia elettrica o gas pagate nel 2022 fino ad un massimo di 600 euro, mentre per l’Isee da 20 a 28 mila euro il contributo sarà pari al 50% delle bollette sempre con un tetto di 600 euro. Inoltre «aggiungono 10 mila euro al fondo di 7.600, che avevano già erogato a settembre, per le famiglie fragili in carico all’Asp che non possono partecipare a questo bando» sottolinea sempre Collina.

Fondi record anche da parte di Castel Guelfo che stanza 70 mila euro. In questo caso al bando per accedere al contributo, gestito sempre dall’Asp, potranno partecipare i nuclei familiari con Isee fino a 26 mila euro presentando documentazione sui rincari gennaio-ottobre 2021 e 2022 con priorità ai redditi più bassi. Ai nuclei fino a 20 mila euro di Isee verrà erogato un contributo massimo di 500 euro, mentre per l’Isee da 20 a 26 mila euro il contributo sarà pari al 50% verrà erogato il contributo solo dopo aver soddisfatto lo scaglio precedente e se ci saranno ancora risorse. Ma va ricordato che anche Castel Guelfo ha stanziato fondi per ridurre le bollette alle famiglie più fragili in carico all’Asp per 15 mila euro, dei quali ne rimangono ancora ben 13 mila.

Infine anche Dozza stanzia una cifra importante: 60 mila euro di residui dell’ente. In questo caso al bando per accedere al contributo, gestito sempre dall’Asp, potranno partecipare i nuclei familiari con Isee fino a 28 mila euro presentando documentazione sui rincari maggio-ottobre 2022 rispetto al 2021. Ai nuclei fino a 20 mila euro di Isee verrà erogato un contributo pari all’80% delle bollette di energia elettrica o gas pagate nel 2022 fino ad un massimo di 500 euro, mentre per l’Isee da 20 a 28 mila euro verrà erogato un contributo di pari misura se posisbile, in alternativa le risorse vrranno proporzionalmente parametrate al fine di soddisfare tutte le domande aventi diritto con un tetto masismo di 500 euro. (l.a.)

Caro bollette: Mordano stanzia 50 mila euro, Castel guelfo 70 mila e Dozza 60 mila per aiutare le famiglie
Cronaca 8 Novembre 2022

Furto all’Outlet di Castel Guelfo, quattro persone nei guai

I carabinieri hanno denunciato quattro persone, una maggiorenne e tre minorenni, per furto aggravato in concorso. È successo alle 17.40 del 6 novembre scorso, quando i militari sono stati informati che all’Outlet di Castel Guelfo erano stati rubati dei capi di abbigliamento e gli autori del furto erano fuggiti.

All’arrivo dei carabinieri, due 17enni e un 18enne si trovavano però ancora nei pressi del centro commerciale, dove erano stati raggiunti da un addetto alla sicurezza che li aveva inseguiti, mentre il quattro soggetto è stato rintracciato dai militari alla stazione ferroviaria di Castel San Pietro. Quest’ultimo, identificato in un 14enne, è lo stesso ragazzo che una decina di giorni fa era finito nei guai per un fatto analogo accaduto nello stesso centro commerciale, ma in quell’occasione, era stato denunciato per tentato furto in concorso. Questa volta, invece, il furto è stato consumato, ma gli autori non sono riusciti a farla franca.

La refurtiva, capi di abbigliamento sportivo del valore di 500 euro, è stata restituita al legittimo proprietario. (r.cr.)

Foto dai carabinieri

Furto all’Outlet di Castel Guelfo, quattro persone nei guai
Sport 6 Novembre 2022

Pattinaggio, argento per Alessandro Liberatore ai Mondiali di Buenos Aires

Argento per il guelfese Alessandro Liberatore ai Mondiali di pattinaggio artistico a rotelle andati in scena in questi giorni a Buenos Aires, in Argentina.

Il classe ’99, tesserato per la Polisportiva Pontevecchio di Bologna, dopo il programma corto occupava la quarta posizione con un punteggio di 77.52, ma è grazie ai 168,55 punti ottenuti nel programma lungo pattinando sulle note della Tosca che è riuscito a conquistare il secondo posto nella classifica generale (246,07 punti) dietro allo spagnolo Pau Garcia. (r.s.)

Nella foto: Alessandro Liberatore

Pattinaggio, argento per Alessandro Liberatore ai Mondiali di Buenos Aires
Sport 1 Novembre 2022

Giulia Maroni alla «vera» Dakar: «Sarà un’auto con un equipaggio tutto al femminile»

“Proprio questa edizione della Dakar doveva essere una delle più dure di sempre?”. Se lo chiede Giulia Maroni, nativa di Castel San Pietro che abita a Castel Guelfo (36 anni lo scorso 31 ottobre, auguri!) e che a fine anno riprenderà l’aereo con destinazione Arabia Saudita, dove per la prima volta parteciperà al «vero» rally, quello più famoso del pianeta, totalmente rinnovato come percorso e che si svilupperà da Sea Camp fino a Dammam. Sarà co-pilota in un equipaggio tutto al femminile.

Non più un anello come lo scorso anno, ma un tracciato che attraversa il Paese dal Mar Rosso verso est, fino al Golfo Persico, per oltre 5 mila km di prove speciali divise in 14 tappe dal 31 dicembre fino al 15 gennaio. (p.z.)

L’intervista su «sabato sera» del 27 ottobre.

Nella foto: Giulia Maroni

Giulia Maroni alla «vera» Dakar: «Sarà un’auto con un equipaggio tutto al femminile»
Castel Guelfo 29 Settembre 2022

A Castel Guelfo attivo da oggi l’ufficio postale nel prefabbricato in Largo XXV Aprile

A distanza di tre mesi e mezzo dall’assalto da parte di ignoti con conseguente incendio e danni strutturali, lo sportello Postamat di piazzale Alighieri a Castel Guelfo ha una nuova «casa». Da oggi, giovedì 29 settembre, è infatti attivo un ufficio postale mobile, presente all’interno di un prefabbricato in Largo XXV Aprile, per garantire ai cittadini il regolare svolgimento delle operazioni postali e finanziarie. L’ufficio postale mobile fornirà tutti i servizi dal lunedì al venerdì dalle ore 8.20 alle 13.45 e il sabato fino alle 12.45. (r.cr.)

L’ufficio postale mobile a Castel Guelfo

A Castel Guelfo attivo da oggi l’ufficio postale nel prefabbricato in Largo XXV Aprile
Cronaca 23 Agosto 2022

Potatura alberi e manutenzione fossi a Castel Guelfo, obblighi per chi confina con le strade provinciali

Considerato che i proprietari dei fondi privati confinanti con le strade pubbliche sono tenuti a mantenere i propri terreni in modo tale da evitare situazioni di pericolo per la sicurezza stradale, il settore Strade e sicurezza della Città metropolitana ha disposto anche per i cittadini di Castel Guelfo, a tempo indeterminato, che mettano in sicurezza alberi, arbusti e siepi che costituiscano pericolo per la pubblica incolumità e per la sicurezza della circolazione; provvedano alla manutenzione e conservazione di fabbricati, muri e opere di sostegno di qualsiasi genere in modo; puliscano ripe e scarpate stradali, in modo tale da impedire frane o cedimenti e, infine, garantiscano la corretta regimentazione delle acque attraverso la costante manutenzione e pulizia dei fossi presenti all’interno dei terreni agricoli privati, sia coltivati che incolti. (r.cr.)

Potatura alberi e manutenzione fossi a Castel Guelfo, obblighi per chi confina con le strade provinciali
Cronaca 15 Luglio 2022

A Castel Guelfo «nuovo» ufficio postale nel prefabbricato di Largo XXV Aprile

Una sede provvisoria in un prefabbricato in Largo XXV Aprile, da aprire nel più breve tempo possibile. É questa la soluzione a cui il Comune di Castel Guelfo e Poste italiane stanno lavorando per ripristinare l’ufficio postale territoriale, dopo l’assalto da parte di ignoti allo sportello Postamat di piazzale Alighieri nella notte fra l’11 e il 12 giugno scorso e il conseguente incendio, scaturito dalla carica esplosiva artigianale utilizzata dai malviventi poi scappati con il bottino prima dell’arrivo dei carabinieri, che ha danneggiato profondamente il palazzo che ospitava il servizio nella paura generale degli inquilini.

«La disponibilità da parte dell’Amministrazione è stata totale – spiega Claudio Franceschi, primo cittadino -. Abbiamo già trasmesso al Poste italiane tutta la documentazione necessaria per la richiesta di occupazione del suolo pubblico. Poste italiane ha parlato di una possibile riapertura a distanza di un mese e mezzo/due mesi dall’evento. Ci auguriamo che possa avvenire il più velocemente possibile». (lu.ba.)

Nella foto: l”ufficio postale danneggiato di piazzale Alighieri

A Castel Guelfo «nuovo» ufficio postale nel prefabbricato di Largo XXV Aprile
Sport 5 Luglio 2022

Pattinaggio artistico: Alessandro Liberatore titolo tricolore, il guelfese incanta il pubblico a Ponte di Legno

Incantevole. Difficile definire in altro modo la prova di Alessandro Liberaratore, 22enne di Castel Guelfo, che ha letteralmente deliziato il pubblico presente agli ultimi Campionati Italiani di pattinaggio artistico disputati a Ponte di Legno, all’interno della maxi rassegna Italian Roller Games.

Magistrale la sequenza che gli ha concesso di volare in zona 176.98 (116.46, 60.52) per 269.26. Un balzo in avanti oltremodo significativo, se confrontato alle passate stagioni. (r.s.)

Nella foto: Alessandro Liberatore

Pattinaggio artistico: Alessandro Liberatore titolo tricolore, il guelfese incanta il pubblico a Ponte di Legno
Cronaca 13 Giugno 2022

Incendio dopo l’assalto al Postamat, paura per gli inquilini dell’edificio

Paura nella notte, tra sabato e domenica scorsa, in centro a Castel Guelfo. Ignoti hanno infatti assaltato il Postamat in piazzale Alighieri, intorno alle 2.30, per poi darsi alla fuga con il bottino.

La carica esplosiva artigianale utilizzata, però, ha fatto divampare un incendio che ha interessato i locali delle Poste. Per questo gli inquilini dell’edificio sovrastante sono scesi in strada in attesa che i vigili del fuoco spegnessero le fiamme e verificassero eventuali danni strutturali alle abitazioni. L’appartamento sopra l’ufficio postale, comunque disabitato, è stato considerato inagibile.

Ancora da quantificare l’esatta somma portata via dai malviventi sui cui proseguono le indagini dei carabinieri. (r.cr.)

Foto d’archivio

Incendio dopo l’assalto al Postamat, paura per gli inquilini dell’edificio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA