Castel Guelfo

Cronaca 9 Novembre 2020

Si schianta con la moto in via Medesano, 59enne medicinese perde la vita

Incidente mortale nel pomeriggio di sabato scorso, poco dopo le 16, in via Medesano, a Castel Guelfo. Una strada molto pericolosa e già in passato teatro di tragedie simili. A perdere la vita, Paolo Buscaroli, 59enne medicinese di professione giardiniere, persona molto conosciuta in paese.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, l’uomo era in sella alla sua moto quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo e si è schiantato in prossimità dell’incrocio con via Larga. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo per le gravi ferite riportate. (da.be.)

Foto d’archivio

Si schianta con la moto in via Medesano, 59enne medicinese perde la vita
Cronaca 28 Ottobre 2020

Premiati i vincitori della Borsa di studio «Roberto Nuti» e presentato il tema per la seconda edizione

La Borsa di studio «Roberto Nuti», istituita dal Roberto Nuti Group, con sede nel circondario imolese e attivo nel settore dei ricambi per veicoli industriali, è stata consegnata venerdì 23 ottobre scorso a Castel Guelfo. La Borsa di studio consiste in un plafond in denaro, suddiviso in quote destinate alle scuole e agli studenti autori del miglior elaborato di una delle due categorie: intervista scritta e intervista video.

Questa prima edizione della Borsa di studio Roberto Nuti, lanciata a livello nazionale, ha registrato un’ottima risposta da parte delle scuole, pur nelle difficoltà determinate dalla pandemia; gli studenti delle scuole medie dovevano presentare un elaborato sul tema La mia vita di autista, consistente in un’intervista a persone che svolgono, in Italia, la professione di conducente di mezzi pesanti per il trasporto di merci su strada oppure di mezzi pesanti dedicati al trasporto di persone su strada. La seconda edizione della Borsa di stu- dio, aperta a tutti gli studenti delle scuole medie (classi 1a e 2a) a livello nazionale è in fase di lancio, e ha come tema La mia esperienza di conducente ai tempi del Coronavirus; il regolamento è on-line. (r.cr.)

Foto della premiazione

Premiati i vincitori della Borsa di studio «Roberto Nuti» e presentato il tema per la seconda edizione
Sport 12 Ottobre 2020

Castel Guelfo festeggia la campionessa italiana di beach volley Giada Benazzi

Sabato 10 ottobre il sindaco di Castel Guelfo Claudio Franceschi e l’assessore allo sport Gianluigi Tozzoli, alle 11 presso il palazzo comunale, hanno voluto, a nome di tutta la cittadinanza omaggiare la concittadina Giada Benazzi, pallavolista professionista, che poco più di un mese fa a Caorle, insieme alla sua compagna di squadra Sara Breidebach, si è laureata campionessa italiana di beach volley. «Sono partita da casa che ero una ragazzina e allora la cosa che più mi mancava erano le mie amicizie poi, se vuoi fare questa vita, capisci che devi convivere con l’idea di essere fondamentalmente sola. L’unico affetto che non mi è mai mancato è quello della mia famiglia che invece mi ha seguito sempre. Tuttora è mio papà che spesso mi accompagna ogni settimana visto che vivo a Cesenatico e gioco a Porto San Giorgio e faccio su e giù ogni settimana. Questa vittoria la dedico anche a loro».

Complimenti arrivati anche dal sindaco Franceschi. «E’ un grande onore per me oggi essere qui per festeggiare l’impresa di questa ragazza che ho visto crescere. Quando ho appreso la notizia della sua vittoria insieme alla giunta ci siamo detti che avremmo voluto fare qualcosa di speciale ed unico come la sua impresa per rendere omaggio a questa nostra concittadina. E’ nata così l’idea di far realizzare una spilla fatta appositamente per questo evento». (da.be.)

Foto dell’evento

Castel Guelfo festeggia la campionessa italiana di beach volley Giada Benazzi
Cronaca 10 Ottobre 2020

A Castel Guelfo la prima tappa del festival itinerante «A ruota libera»

Al via oggi da Castel Guelfo la prima tappa del festival itinerante «A ruota libera», ideato da “Libera” in collaborazione con i Comuni del Circondario Imolese. L’idea nasce per trovare un modo giocoso per coinvolgere e sensibilizzare giovani e adolescenti ad una cultura della legalità e stimolare uno spirito critico soprattutto nelle nuove generazioni e nella cittadinanza in generale rispetto al tema del gioco d’azzardo.

Quattro le squadre che hanno partecipato all’evento che si è snodato per le vie del centro occando i punti sensibili del territorio quali le associazioni sportive (Polisportiva Gito e Amaranto Calcio) che da sempre si dedicano ai giovani e li aiutano e guidano in un percorso di crescita volto a valorizzare gli aspetti migliori dello sport. Le atre tappe della sfida hanno toccato il Centro Giovanile sito in Via Gramsci, al piano terra dello stabile che ospita la biblioteca e la sede di Radio Immaginaria, un”altra apprezzatissima realtà guelfese in cui i ragazzi sono protagonisti. Il tutto è concluso con l’ultima tappa all’interno del Palazzo Comunale dove oltre alla premiazione delle squadre, grazie alla generosità degli esercenti guelfesi si è svolta l’assegnazione di una nuova vetrofania “Slot free” alla Pasticceria San Carlo di Poggio e alla testimonianza di alcune delle attività che negli anni scorsi avevano già aderito all’iniziativa. «L’iniziativa è stato un successo e non era certo scontato – ha commentato L’assessore Venturini con delega alla Legalità –. Questa volta è stato un grande lavoro di squadra. Insieme alla mia collega assessore Carbonari, che ha invece la delega alle politiche giovanili, e insieme a Libera e a Radio Immaginaria siamo riusciti nonostante tutti i limiti del momento a focalizzare l’attenzione su di un tema sul quale qui a Castel Guelfo stiamo lavorando da anni». (da.be.)

Foto dell‘evento

A Castel Guelfo la prima tappa del festival itinerante «A ruota libera»
Economia 28 Settembre 2020

A Castel Guelfo inaugurato il terzo capannone della Nuova C Plastica

Non c’è due senza tre, verrebbe da dire, per l’azienda guelfese Nuova C Plastica, che il 21 settembre ha inaugurato in via Poggio il terzo stabilimento, a pochi metri in linea d’aria dai primi due, ai civici 2 e 8 di via Dell’Artigianato.

Al taglio del nastro hanno partecipato, oltre al sindaco Claudio Franceschi, anche l’ex ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti, e l’assessore regionale all’Ambiente, Irene Priolo. Nel nuovo capannone, di circa 2 mila metri quadri e frutto di un investimento da 1 milione e mezzo di euro, sarà trasferito il magazzino dei prodotti finiti, spostamento che consentirà di aumentare lo spazio per le linee di stampaggio plastica all’interno del primo immobile, quello in cui nell’ormai lontano 1983 l’azienda si è trasferita da Villanova di Castenaso. (lo.mi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: l’inaugurazione dello stabilimento di Nuova C Plastica in via Poggio

A Castel Guelfo inaugurato il terzo capannone della Nuova C Plastica
Cronaca 18 Settembre 2020

Incendio in un’abitazione a Castel Guelfo, quattro persone in salvo

Questa notte, intorno alle tre, i vigili del fuoco sono intervenuti per un incendio in via Madonna di Poggio a Castel Guelfo. Ad andare in fiamme un locale adibito a deposito di materiali vari e comunicante con un’abitazione.

Le fiamme hanno aggiunto anche la casa, costringendo così le quattro persone all”interno ad uscire in strada e a chiamare i soccorsi. Sul posto tre squadre di pompieri con diversi mezzi di appoggio per cercare di estinguere il rogo che ormai aveva già danneggiato seriamente l’abitazione.

Una volta spento l’incendio e messo in sicurezza lo scenario, i vigili del fuoco hanno aiutato gli inquilini a recuperare alcuni beni personali. Non si registrano feriti, ma la casa è inagibile. Presenti anche i carabinieri insieme, in via precauzionale, ai sanitari del 118. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Incendio in un’abitazione a Castel Guelfo, quattro persone in salvo
Cronaca 8 Settembre 2020

Perde il controllo dell’auto e si ribalta in un campo, 35enne perde la vita a Castel Guelfo

Tragedia nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle 18.30, a Castel Guelfo. A perdere la vita Saimir Hoxha, 35enne pizzaiolo di origine albanese residente in provincia di Pisa.

L’uomo si trovava al volante della sua Toyota Yaris lungo via Medesano quando, per cause ancora da accertare, poco dopo l’incrocio con via Modoni mentre percorreva una curva ha perso il controllo della vettura, finendo fuori strada e ribaltandosi più volte nel campo a bordo carreggiata. 

Sul posto anche i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Ferito, invece, un 36enne che si trovava nell’auto con lui. Trasportato al Maggiore di Bologna con codice di media gravità non risulta in pericolo di vita. Dai primi accertamenti dei carabinieri pare che il giovane abbia fatto tutto da solo, ma spetterà ai militari stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. Tra le possibili cause l’alta velocità o un ostacolo improvviso. Sul corpo del 35enne non è stata disposta l’autopsia e la salma è stata già affidata alla famiglia. (da.be.) 

Foto d’archivio

Perde il controllo dell’auto e si ribalta in un campo, 35enne perde la vita a Castel Guelfo
Sport 3 Settembre 2020

Beach volley, sulla spiaggia di Caorle tricolore per la guelfese Giada Benazzi

Colpo grosso per Giada Benazzi che, in coppia con Sara Breidenbach, ha vinto il titolo italiano di beach volley sulla spiaggia di Caorle. La quasi 28enne di Castel Guelfo ha trionfato in una finale rocambolesca in cui ha recuperato da 11-13 al tie-break e chiuso 16-14. Anche in semifinale le neocampionesse avevano rimontato, visto che avevano perso il primo parziale.

Un risultato in parte inaspettato (erano favorite le azzurre Menegatti-Orsi Toth, uscite in semifinale) che la beacher ha raggiunto grazie alla maturità acquisita e le pressioni minori rispetto al passato. Fra l’altro c’è riuscita con una nuova compagna (non avevano mai giocato insieme) e soprattutto adesso in cui non è più una professionista. Si allena infatti soprattutto a Cesenatico dopo il lavoro. Ricordiamo che la Benazzi si è messa in luce a Ozzano con Casadio quando aveva 15 anni. (c.a.t.)

Nella foto: a sinistra Giada Benazzi

Beach volley, sulla spiaggia di Caorle tricolore per la guelfese Giada Benazzi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast