Castel San Pietro Terme

Cronaca 5 Aprile 2020

A fuoco 1.500 mq di arbusti, tra le ceneri i vigili del fuoco trovano un cane carbonizzato

Intervento dei vigili del fuoco ieri, poco dopo le 15.30, a Castel San Pietro Terme per un incendio di vegetazione in via Madonnina 24, nei pressi della SS9.

A bruciare circa 1.500 mq di arbusti. Tra essi erano presenti alcuni capanni realizzati con materiale vario per ricoverare utensili e legna da ardere. Tra le ceneri, alla fine delle operazioni di spegnimento, i pompieri hanno rinvenuto la carcassa di un cane di media taglia carbonizzato.

I caschi rossi, presenti sul posto con una squadra, hanno immediatamente allertato i carabinieri per i rilevamenti del caso. (da.be.)

Foto d’archivio

A fuoco 1.500 mq di arbusti, tra le ceneri i vigili del fuoco trovano un cane carbonizzato
Cronaca 4 Aprile 2020

La creativa castellana Emanuela Tonioni e l’arte delle mascherine in Tokyo Style

Mascherine contro il freddo, contro lo smog, ma non contro il Coronavirus. «Non è possibile realizzare a casa qualcosa che protegga effettivamente dal Covid-19 – precisa subito Emanuela Tonioni – ma una mascherina in tessuto è comunque un presidio per la protezione personale e altrui utile quando è necessario uscire di casa oggi che siamo chiamati ad essere responsabili durante l’emergenza sanitaria in corso. E forse anche dopo».

Emanuela Tonioni è una creativa castellana dedita all’arte del cucito e del fai-da-te. Nota ai più per la sua lunga partecipazione al programma Rai «Detto Fatto», oggi la Tonioni ha superato il milione di visualizzazioni sui social con il tutorial per realizzare a casa mascherine in tessuto riutilizzabili. «L’idea mi è venuta da una moda giapponese – racconta la Tonioni, che oggi lavora come responsabile della comunicazione per l’azienda Necchi e conduce un programma tutto suo sulla rete modenese TvQui (canale 19 del digitale terrestre) -. Nel Paese del Sol Levante i ragazzi sono soliti indossare mascherine personalizzate in tessuto contro lo smog o i malanni di stagione. Ho pensato che potesse essere un consiglio utile anche per i nostri giovani, oggi, così ho realizzato il mio tutorial che alla fine ha avuto successo non solo fra i giovani».

Per saperne di più visitate la pagina Facebook Angeli di Pezza di Emanuela Tonioni e guardate la diretta dove spiega come realizzare le mascherine Tokyo Style, oltre al video sulle mascherine monouso in Tnt. E per finire non perdetevi il video divenuto ormai virale su TikTok. (mi.mo.)

Nella foto: Emanuela Tonioni con un modello della sue mascherine in Tokyo Style

La creativa castellana Emanuela Tonioni e l’arte delle mascherine in Tokyo Style
Cronaca 3 Aprile 2020

L'azienda vinicola Dalfiume Nobilvini a fianco della Regione nella raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus

Un euro per ogni bottiglia di vino a marchio “Villa Poggiolo” venduta andrà a sostegno della raccolta fondi della Regione e della Protezione civile dell”Emilia Romagna per migliorare l”organizzazione sanitaria in tempo di Coronavirus. E” l”iniziativa lanciata in questi giorni dalla cantina Dalfiume Nobilvini di Castel San Pietro. “Villa Poggiolo” rappresenta il marchio top dell”azienda castellana e per questo è stato scelto come protagonista del progetto “Bere non ha mai fatto così bene!”, nato come gesto concreto di vicinanza al territorio, alla salute e al benessere sociale.

«Con questo progetto, pubblicizzato anche all’estero, vogliamo esprimere l’orgoglio di essere parte di un territorio, l’Emilia-Romagna, che guarda avanti con determinazione e coraggio nel rispetto di quella qualità e di quella tradizione che hanno reso grande e ineguagliabile il nostro Made in Italy», dichiara Davide Dalfiume, ceo della cantina. Gli ordini si possono effettuare tramite la chat della pagina Facebook di Villa Poggiolo (https://www.facebook.com/villa.poggiolo) oppure tramite la pagina di contatto del sito www.villapoggiolo.it/it/contatti. A disposizione anche il numero di telefono 051 941618 e la mail info@dalfiumenobilvini.it. L”azienda effettua consegne in tutta Italia e all’estero, nelle zone in cui la consegna è consentita dalle limitazioni da emergenza Covid-19. (r.cr.)

La foto è tratta dal sito dell”azienda

L'azienda vinicola Dalfiume Nobilvini a fianco della Regione nella raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus
Cronaca 2 Aprile 2020

Francesca Marchetti eletta presidente di Commissione in Regione: «Lavoro e scuola per tutti le sfide che affrontiamo»

Venerdì scorso la consigliera castellana Francesca Marchetti è stata eletta presidente della V Commissione permanente della Regione Emilia-Romagna in materia di Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità. La commissione si occuperà nello specifico, tra le altre cose, di politiche giovanili, promozione e organizzazione delle attività culturali, politiche culturali ed educative associazioni, fondazioni ed enti culturali, beni culturali e patrimonio culturale regionale, musei, biblioteche, archivi storici teatro, musica, cinema, spettacolo istruzione, formazione professionale e mercato del lavoro, diritto allo studio scolastico ed universitario, scuole e strutture per l”infanzia, edilizia scolastica e rapporti con le Università cooperazione allo sviluppo. Francesca Marchetti, eletta nell’Assemblea legislativa alle ultime elezioni della Regione nella lista del Pd, nella scorsa legislatura è stata capogruppo del Pd nella stessa commissione ed è stata intervistata nel numero di «sabato sera» in edicola dal 2 aprile. 

Quali sono le competenze e come può incidere l’Assemblea legislativa, attraverso le commissioni, nelle politiche della Regione?

«Le commissioni svolgono principalmente una funzione preparatoria sugli atti per poi riferire in aula. Inoltre analizza e vota i progetti di legge e gli atti amministrativi e può convocare udienze conoscitive e audizioni coinvolgendo la società civile, gli enti e le associazioni. Le commissioni possono quindi incidere concretamente sulle politiche regionali perché sono una parte fondamentale nella formazione dei provvedimenti». (l.a.)

L’articolo completo «sabato sera» del 2 aprile.

Nella foto: Francesca Marchetti

Francesca Marchetti eletta presidente di Commissione in Regione: «Lavoro e scuola per tutti le sfide che affrontiamo»
Cronaca 1 Aprile 2020

Giornata mondiale dell’autismo, domani la torre del Cassero di Castello si illuminerà di blu

Domani, giovedì 2 aprile, ricorre la 13^ Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo e, come da tradizione, la torre del Cassero di Castel San Pietro si illuminerà di blu.

Una consuetudine ormai consolidata per l’amministrazione comunale, da sempre particolarmente sensibile a questo tema. «Purtroppo a causa dell’emergenza Covid-19 quest’anno non si potrà dare corso al ricco programma che nelle precedenti edizioni caratterizzava questa ricorrenza – sottolineano l’assessora al Welfare Giulia Naldi e l”assessore alla Cultura Fabrizio Dondi -. Con la manifestazione “Castel San Pietro Terme in Blu” veniva programmata un’intera settimana di sensibilizzazione per una corretta cultura e conoscenza dell”autismo, con l’organizzazione di incontri formativi e di approfondimento, momenti di sport e di spettacolo, mostre, concerti, e altro ancora. Vogliamo comunque dare un segnale di attenzione e di vicinanza alle famiglie e alle associazioni del nostro territorio in attesa di tempi migliori».

L’accensione della luce blu sul Cassero sarà quindi, per il momento, l”unica suggestiva iniziativa di quest’anno, realizzata come sempre con la collaborazione di Solaris, la società pubblica che gestisce l’illuminazione pubblica e altri servizi per conto del Comune di Castel San Pietro Terme. (da.be.)

Nella foto: la torre del Cassero illuminata di blu

Giornata mondiale dell’autismo, domani la torre del Cassero di Castello si illuminerà di blu
Cronaca 31 Marzo 2020

Coronavirus, sanzionato un cacciatore uscito per andare ad addestrare i cani

Proseguono come ogni giorno i controlli delle forze dell”ordine per chi non rispetta il divieto di uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Anche la polizia locale della Città metropolitana (ex provinciale), sebbene quella dei controlli non sia l”attività principale, dà una mano sulle strade periferiche. ieri, nella zona pedecollinare di Castel San Pietro, gli agenti hanno multato con 533,33 euro un cacciatore che aveva percorso 15 chilometri in macchina per andare ad addestrare i cani in un prato.

Dalla polizia locale del circondario imolese arriva, invece, una buona notizia: nessuna tra le 100 attività ed esercizi commerciali controllati ieri aveva violato le norme. Per contro, su 14 persone controllate, due circolavano in auto senza avere un giustificato motivo, una nel quartiere Zolino e l’altra in zona stazione. Per entrambi è così scattata la sanzione di 533,33 euro (sanzione base di 400 euro aumentata di un terzo perché il mancato rispetto delle misure è avvenuto mediante l”utilizzo di un veicolo). (gi.gi.)

Coronavirus, sanzionato un cacciatore uscito per andare ad addestrare i cani
Cronaca 28 Marzo 2020

Colto da malore in centro storico, 69enne salvato dall’intervento della polizia locale

Solo la tempestività di una pattuglia della polizia locale di Castel San Pietro ha permesso di salvare la vita a una persona colpita da un improvviso scompenso cardiaco. L’intervento è avvenuto nel pomeriggio di ieri, venerdì 27 marzo, nel corso di una normale perlustrazione nel centro storico della città per il controllo del rispetto delle disposizioni per contrastare la diffusione dell’epidemia da Covid-19.

I due agenti avevano notato una Fiat Cinquecento parcheggiata al centro di piazza XX Settembre, di fronte al Municipio, in area pedonale. Dopo aver atteso dieci minuti il ritorno del proprietario e visto che l’auto era aperta, hanno controllato i documenti all’interno del veicolo, risultato appartenere a un uomo di 69 anni residente in un Comune limitrofo, trovando anche un certificato rilasciato da un dentista il cui studio è a pochi metri di distanza.

Proseguendo le indagini con l’aiuto del dentista, che aveva curato l’uomo una ventina di minuti prima per un’emergenza odontoiatrica, sono quindi riusciti a rintracciarlo poco distante, in via Cavour, in evidente stato confusionale. Allertato immediatamente il 118, dagli accertamenti sanitari è stato verificato come l’uomo soffrisse di un grave scompenso cardiaco tanto da essere trasportato al pronto soccorso di Imola.  «I medici del 118 hanno affermato che la tempestività dell”intervento della polizia locale, e quindi dei soccorsi da noi allertati, hanno salvato la vita a questa persona – sottolinea l’Ispettore Capo Leonardo Marocchi –. Ieri sera ha chiamato anche il figlio per ringraziarci». (da.be.)

Foto concessa dalla polizia locale di Castel San Pietro

Colto da malore in centro storico, 69enne salvato dall’intervento della polizia locale
Cronaca 28 Marzo 2020

Coronavirus, controlli della polizia stradale in A14. Sanzionati 12 automobilisti

Giornata quotidiana di controlli, anche quella di ieri, per gli uomini della polizia stradale, impegnati a Castel San Pietro lungo l’autostrada A14 per far rispettare i divieti imposti durante l’emergenza Coronavirus.

Nello specifico, gli agenti nel tratto in direzione sud convogliavano il traffico, attraverso la predisposizione di un’uscita obbligatoria, nell’area di servizio «Sillaro Ovest» per poi procedere con i dovuti accertamenti. Nel corso del servizio sono state controllate 262 persone a bordo delle proprie autovetture e 12 sono state sanzionate ai sensi dell’art. 4 D.L. 25.03.2020 n. 19. (da.be.)

Foto concessa dalla polizia di Stato

Coronavirus, controlli della polizia stradale in A14. Sanzionati 12 automobilisti
Cronaca 28 Marzo 2020

Sosta libera per i residenti di Castello con tesserino giallo negli stalli a pagamento fino al termine dell'emergenza Covid-19

Sosta consentita in tutti i parcheggi del centro storico di Castel San Pietro ai cittadini residenti fino alla fine dell”emergenza Covid-19. Lo ha deciso la Giunta comunale, autrice di un provvedimento che dà ai cittadini muniti di tesserino giallo la possibilità di parcheggiare l”auto liberamente non solo negli stalli gialli, ad essi riservati, ma anche in quelli blu, destinati alla sosta a pagamento su strada, oltre che di sostare senza limitazione temporale nel parcheggio di via Oberdan. 

In vigore da giovedì 26 marzo, il provvedimento prevede anche la sospensione delle relative multe. La ragione della sua emissione è così spiegata dal vicesindaco Andrea Bondi: «Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e per favorire la rapidità degli spostamenti consentiti all”interno del comune, abbiamo deciso di autorizzare, fino alla fine dell”emergenza Covid-19, la sosta dei residenti, dotati di tesserino giallo, oltre che sui posti riservati anche su qualunque altro stallo presente in centro storico all”interno del piano sosta». (r.cr.)

Nella foto il parcheggio di via Oberdan

Sosta libera per i residenti di Castello con tesserino giallo negli stalli a pagamento fino al termine dell'emergenza Covid-19
Cronaca 27 Marzo 2020

Coronavirus, il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti rassicura: «Il dottor Parenti è in via di guarigione»

E” in via di guarigione il dottor Mario Parenti, noto medico di base di Castel San Pietro finito nei giorni scorsi nell”elenco dei contagiati dal Covid-19 in riva al Sillaro. Lo ha fatto sapere in un comunicato il sindaco Fausto Tinti, che ha raccontato: «Ho sentito Mario al telefono, sta molto meglio, non ha più la febbre da diversi giorni. La storia della sua positività al virus è stata ben definita fin dal principio e sono state subito identificate e messe in quarantena le poche persone coinvolte. Mario Parenti era il medico curante della prima paziente castellana deceduta per Coronavirus. Due giorni prima che si sapesse della positività al virus della signora, Mario era andata a trovarla e l’aveva abbracciata, come abitualmente fa con i suoi pazienti. In seguito il dottor Parenti ha sempre lavorato utilizzando i dispositivi sanitari di sicurezza».

Nella nota inviata dall”Amministrazione comunale castellana si precisa che in questi giorni, per ulteriore sicurezza, l’Ausl di Imola ha fatto sanificare tutti gli ambulatori dei medici di medicina generale e le sale d’attesa nella Casa della Salute castellana, struttura nella quale lavora il dottor Parenti. Per questo il sindaco rassicura i suoi concittadini: «Possiamo continuare a rivolgerci con fiducia ai nostri medici e colgo l’occasione per ringraziarli per il prezioso lavoro quotidiano che svolgono nella gestione di questa emergenza. In questa dura battaglia che ci coinvolge tutti, loro sono al fronte in prima linea. Per questo dobbiamo dimostrare rispetto per il loro lavoro, osservando sempre le misure sanitarie, le distanze di sicurezza e soprattutto restando a casa».

Tinti termina con l”appello a «mantenere la calma e ad attenervi scrupolosamente alle prescrizioni contenute nell”ultimo decreto emanato dal presidente del Consiglio dei Ministri. Solo seguendo le indicazioni dell”Istituto Superiore della Sanità sull”igiene delle mani, restando a casa e rispettando le distanze di sicurezza qualora si esca per le motivazioni indifferibili che già conoscete (lavoro, ragioni di salute e approvvigionamento alimentare) possiamo tutelare noi stessi, chi ci sta vicino e l”intera comunità». (r.cr.)

Nel «sabato sera» del 26 marzo è pubblicata un”intervista al dottor Mario Parenti

Il dottor Mario Parenti e il sindaco Fausto Tinti insieme nella foto

Coronavirus, il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti rassicura: «Il dottor Parenti è in via di guarigione»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast