Castel San Pietro Terme

Cronaca 24 Settembre 2020

Ciclista si scontra contro un’auto, ferito 24enne

Incidente stradale oggi, intorno alle 10, in via Montecerere a Castel San Pietro.

Secondo la ricostruzione della polizia locale, un ciclista del ’96 di Bologna stava percorrendo la strada in discesa direzione valle quando in una semicurva, per cause ancora da accertare, si è scontrato contro un’autovettura, condotta da una 85enne di Castel San Pietro, che procedeva in direzione opposta. 

Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il giovane ferito al pronto soccorso di Imola. Dai rilievi eseguiti, poi, gli agenti hanno constatato come il ciclista avesse parzialmente invaso l’altra carraggiata affrontando il tratto di semicurva e per questo verrà sanzionato ai sensi del codice della strada. Durante le operazioni la circolazione non ha subito alcun tipo di rallentamento. (da.be.)

Foto d’archivio

Ciclista si scontra contro un’auto, ferito 24enne
Cronaca 24 Settembre 2020

Da Crif e Palazzo di Varignana due borse di studio per giovani di Varignana e Palesio

Due borse di studio per studenti e studentesse residenti a Varignana e Palesio che frequentano con particolare profitto licei o istituti tecnici oppure le facoltà di Economia, Agraria e Ingegneria. È questo l’impegno di Crif e Palazzo di Varignana per sostenere gli studi di giovani che risiedono dove la società colosso dei servizi informativi bancari ha realizzato il Campus e possiede un resort di lusso.

Ad aggiudicarsi i due riconoscimenti sono stati Lisa Monari, che ha ricevuto una borsa di studio del valore di 500 euro, mentre per il percorso universitario è stato premiato Samuele Garelli, con una borsa di 1.000 euro.

«Da diversi anni abbiamo programmi dedicati al supporto della formazione dei figli dei dipendenti – commenta Carlo Gherardi, amministratore delegato Crif -. Da quest’anno abbiamo deciso di aggiungere un programma ad hoc per il sostegno di un territorio che mi ha dato tanto come cittadino e imprenditore». (r.cr.)

Nella foto: la consegna delle borse di studio

Da Crif e Palazzo di Varignana due borse di studio per giovani di Varignana e Palesio
Cronaca 24 Settembre 2020

Onda Solare, Emilia si fa in… 5 per vincere il mondiale

Nell’anno del Covid sta nascendo qualcosa di nuovo nel settore delle auto ad energia solare: si tratta di Emilia 5, la nuova vettura dell’associazione e team castellano Onda Solare. Dopo la vittoria all’American Solar Challenge nel 2018 e il ritiro obbligato causato da problemi strutturali alla World Solar Challenge australiana lo scorso anno, entrambe con Emilia 4, ora l’associazione sta lavorando alla nuova vettura, «la migliore mai realizzata, con la quale vogliamo vincere la prossima World Solar Challenge» dice il castellano Mauro Sassatelli, segretario e già presidente dell’associazione, forte dell’entusiasmo e dell’impegno di tutto il team. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: da sinistra, Marco Giachi, Stefano Maglio e Davide Grandini mostrano un disegno della nuova Emilia 5

Onda Solare, Emilia si fa in… 5 per vincere il mondiale
Cronaca 21 Settembre 2020

Viaggiano nascosti nel cassone frigorifero di un camion, sei profughi afghani salvati dai carabinieri

Notizia che ha purtroppo dell’incredibile quella arrivata da Castel San Pietro. I carabinieri, infatti, hanno salvato sei profughi afghani che per entrare in Italia hanno viaggiato nascosti nel cassone frigorifero di un camion proveniente dal porto greco di Salonicco e diretto ad Ancona.

A fare la sconcertante scoperta i militari di Castel San Pietro aprendo il portellone di un autocarro destinato al trasporto di feta, il tradizionale formaggio greco, che si era fermato in un’area di servizio sugli Stradelli Guelfi per fare rifornimento. Sentendo che i militari stavano ispezionando il cassone frigo del veicolo, i profughi, magri, malati di scabbia e in evidente stato di shock provocato dall’ipotermia, hanno iniziato a urlare, chiedendo aiuto. Soccorsi dai sanitari del 118, i malcapitati sono stati trasportati d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Imola per ricevere le prime cure. Dopo molte ore, assistiti dall’Arma di Imola, dai sanitari e con l’interessamento del personale del reparto di Igiene e Sanità Pubblica e della Prefettura di Bologna, cinque profughi sono stati trasferiti in un «Centro Accoglienza Straordinaria», mentre il sesto, positivo al Covid-19, è stato sottoposto alla sorveglianza sanitaria, con isolamento fiduciario in un albergo di Imola.

L’autista dell’autocarro, un 62enne serbo, dipendente di un’azienda ungherese di trasporti su gomma, è risultato estraneo alla vicenda. L’Autorità giudiziaria è stata informata dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Imola he hanno avviato le indagini per far luce sulla vicenda. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Viaggiano nascosti nel cassone frigorifero di un camion, sei profughi afghani salvati dai carabinieri
Cronaca 19 Settembre 2020

Tampona un’auto al semaforo e si rifiuta di sottoporsi all’alcol test, 44enne denunciato

Incidente nella serata di ieri lungo a via Emilia, a Castel San Pietro. Secondo la ricostruzione della polizia locale, all’incrocio con via San Giorgio, un 44enne bolognese era alla guida di una Opel Corsa quando, per cause ancora da accertare, ha tamponato una Ford Mondeo, con al volante un 62enne castellano, ferma al semaforo. Ferite lievi per i due automobilisti.

Sul posto sono così intervenuti gli agenti della polizia locale per eseguire i rilievi e sanzionare l’uomo alla guida della Ford per omessa distanza di sicurezza. Il 44enne, però, sceso dalla vettura in evidente stato di ebbrezza, si è poi rifiutato più volte di sottoporsi all’alcol test. Per questo motivo è stato denunciato in base all”art.186 comma 7 del Codice della Strada, che prevede l”ammenda da 1.500 a 6.000 euro, l”arresto da sei mesi ad un anno, la decurtazione di 10 punti e il ritiro immediato della patente, oltre al sequestro dell”autovettura ai fini della confisca, arrivando così fino alla vendita all”asta del veicolo. (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Castel San Pietro

Tampona un’auto al semaforo e si rifiuta di sottoporsi all’alcol test, 44enne denunciato
Cronaca 18 Settembre 2020

Picchia l’ex fidanzata dopo una lite, denunciato 30enne

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri sono intervenuti in via Serotti, a Castel San Pietro, per una violenta lite scoppiata tra due ex fidanzati. Lui cameriere 30enne e lei 24enne al momento in cerca di una occupazione. Entrambi risiedono in città e sono già noti alle forze dell’ordine.

La lite, secondo la ricostruzione dei carabinieri sarebbe scaturita proprio a seguito della fine della loro relazione sentimentale avvenuta poche settimane prima. Dopo le parole grosse, i due sono passati alle mani. Ad avere la peggio la donna, trasportata dai sanitari del 118 all’ospedale di Imola. Per lei una prognosi di 15 giorni per «trauma contusivo multiplo facciale con ematomi». Dell’accaduto i carabinieri hanno informato immediatamente l’Autorità Giudiziaria. (da.be.)

Foto d’archivio

Picchia l’ex fidanzata dopo una lite, denunciato 30enne
Cultura e Spettacoli 18 Settembre 2020

Nel fine settimana Castel San Pietro profuma di miele

Castel San Pietro si profuma di… miele, con la 40^ edizione del concorso «Tre gocce d’oro. Grandi mieli d’Italia» in programma da oggi, venerdì 18 settembre, a domenica 20 settembre.

Venerdì 18 alle 16.30, in via Matteotti 79 si terrà un seminario dal titolo «Nuovi traguardi in materia di buone pratiche agricole a difesa dell’apicoltura» mentre alle 21 piazza XX Settembre ospiterà il Corpo bandistico cittadino in un concerto omaggio a Ennio Morricone. Sabato 19 si parte alle 9, sempre in piazza, con l’apertura della Fiera del miele, unitamente al «Borgo dei sapori, Fiera delle eccellenze enogastronomiche italiane». In serata evento condotto da Tessa Gelisio, con la premiazione del 1° concorso «Un piatto al miele». Si tratta di un concorso riservato ai ristoratori del territorio che vuole proporre la reinterpretazione dei piatti della Cultura Gastronomica Bolognese» così come probabilmente venivano preparati anticamente sia nelle tavole modeste così come in quelle dei ricchi, oppure liberando l’estro dello chef alla ricerca di nuovi abbinamenti. Tra i giurati Patrizio Roversi ((conduttore televisivo, esperto agroalimentare). Domenica 20 settembre, alle 10.30 in piazza Acquaderni, per «Tre Gocce d’Oro 2020, il 40°» ci sarà la presentazione della pubblicazione multimediale «I mieli italiani: un patrimonio unico di qualità e tipicità» con il resoconto sulla qualità dei mieli in concorso per l’edizione 2020, e la consegna dei riconoscimenti in un evento condotto da Patrizio Roversi. Ogni evento verrà realizzato nel rispetto delle norme per il contenimento
del Coronavirus.

Per informazioni clicca qui.

L’articolo completi su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto: Patrizio Roversi

Nel fine settimana Castel San Pietro profuma di miele
Cronaca 17 Settembre 2020

Acqua del rubinetto «dura» a Osteria Grande, i residenti si lamentano

A Osteria Grande la qualità dell’acqua non è delle migliori e a lamentarsene non sono in pochi. «Bianca, schiumosa, calcarea, dura e in certi casi non bevibile» così la descrivono i cittadini di Osteria Grande, Varignana, Palesio e zone limitrofe. L’acqua è quella distribuita dalla rete di Ozzano Emilia, cui le frazioni castellane sono collegate dal 2017, mentre prima la zona era fornita dall’impianto di superficie dei bacini di Bubano. Un cambiamento reso necessario dallo sviluppo delle frazioni, tanto abitativo quanto commerciale e terziario.

Trattandosi di acqua di falda, quella ozzanese è più dura, pur nei limiti di legge. Come spiega l’assessore all’Ambiente e vicesindaco Andrea Bondi che ha ereditato il problema dalla precedente Amministrazione, «si tratta di una durezza di 44 gradi francesi contro la precedente di 22, mentre il limite di legge è di 50 – spiega Bondi -. Da anni ci occupiamo della questione in contatto con il gestore delle rete, ossia Hera, e abbiamo chiesto un nuovo confronto e nuove analisi a inizio settembre. Purtroppo la soluzione del problema non dipende da altri se non da Hera, che deve decidere se e come operare per rendere migliore l’acqua che serve le nostre frazioni, secondo l’intenzione e costi alla mano».

Dal suo canto Hera fa sapere che «tutte le analisi svolte confermano l’assoluta pota- bilità dell’acqua» in quanto «tutti i parametri rientrano infatti nei limiti previsti dal- la normativa vigente. Siamo in contatto con il Comune e sempre a disposizione per confrontarci e fornire ogni informazione e approfondimento richiesti sulla qualità dell’acqua». (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 17 settembre.

Acqua del rubinetto «dura» a Osteria Grande, i residenti si lamentano
Cronaca 15 Settembre 2020

Trovata senza vita l’anziana scomparsa a Castel San Pietro

E’ deceduta la 78enne di Castel San Pietro di cui si erano perse le tracce domenica scorsa mentre si era allontanata alla guida della sua Fiat Punto grigio metallizzata. Nella ricerca erano impegnati carabinieri, protezione civile, polizia locale, vigili del fuoco e alpini, con il Comune castellano che sui social avevo divulgato anche il numero di targa della vettura per facilitare le operazioni.

Oggi pomeriggio, verso le 15, purtroppo, la triste notizia. L’auto della donna è stata avvistata da alcuni cittadini in un calanco lungo la via che porta a Monte Calderaro. A confermare la notizia della morte della 78enne i carabinieri e il Comune di Castel San Pietro con un post su Facebook. Ai militari ora il compito in queste ore ricostruire l’accaduto. (da.be.)

Foto d’archivio

Trovata senza vita l’anziana scomparsa a Castel San Pietro
Cronaca 14 Settembre 2020

Nuova vita per l’ex distributore Esso di Castel San Pietro, arrivano bar e noleggio mezzi elettrici

Da distributore di carburanti a bar con autostazione. È questo il futuro dell’ex Esso con annesso autolavaggio all’angolo tra via Roma e via Mazzini a Castel San Pietro, a ridosso del semaforo con la via Emilia. Il benzinaio, infatti, ha chiuso i battenti ormai cinque anni e fa e nel 2016 sono state dismesse le attrezzature e le strutture che componevano l’impianto. Da allora, la vecchia struttura dove c’erano gli uffici del distributore è rimasta vuota, inutilizzata e recintata. Non proprio un bel vedere in una zona di grande passaggio come quell’incrocio. «Via Roma è la porta d’ingresso della città e ritengo importante poter riqualificare quell’area» afferma il sindaco castellano, Fausto Tinti.

Un passo importante in questo senso è stato fatto nel corso del Consiglio comunale di giovedì 3 settembre, quando, all’unanimità, è stato approvato il nullaosta al rilascio del permesso di costruire in deroga. «Finora la destinazione d’uso principale era la distribuzione di carburanti – dettaglia Tinti –. Ora quella prevalente sarà esercizi pubblici e attività di ristorazione, con possibilità di realizzare come attività annesse esercizi commerciali di vicinato e attività di artigianato di servizio, all’interno delle quali si intende compresa anche l’attività di noleggio di piccoli mezzi elettrici. Oltre all’esercizio commerciale, nell’area verde retrostante che la proprietà ha acquistato direttamente dal Comune, verrà realizzata anche una pista ciclopedonale che collegherà via Roma con via Mazzini». (gi.gi.)

L’articolo completo e il rendering del nuovo bar su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto (da Google Maps): l’ex distributore Esso

Nuova vita per l’ex distributore Esso di Castel San Pietro, arrivano bar e noleggio mezzi elettrici

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast