Dozza

Cultura e Spettacoli 27 ottobre 2018

Lucarelli presenta «Peccato mortale» alla Rocca di Dozza per «Turno di notte»

Dopo un solo anno da Intrigo italiano Carlo Lucarelli ha riportato in libreria e nelle case dei suoi lettori il commissario De Luca: lo ha fatto con Peccato mortale, sempre edito da Einaudi, che, però, fa un salto narrativo all”indietro, piombando nel 1943, dieci anni e mezzo prima di dove lo avevamo lasciato. Si arricchisce così di un”altra storia la vicenda del commissario di polizia nato più di vent”anni con Carta bianca e le cui storie sono poi proseguite con L’estate torbida e Via delle Oche (Sellerio tutti e tre). Questo giallo che parte il 25 luglio 1943 mostra un commissario giovane, per certi versi ancora ingenuo, innamorato: un uomo diverso dal De Luca tormentato che è stato plasmato dalla vita (e dai successivi-precedenti romanzi). E comincia con un corpo ritrovato senza testa… per poi aggiungerci anche una testa senza corpo! Di tutto questo, ma anche di tanto altro, parlerà lo scrittore di Mordano sabato 27 ottobre alla Rocca di Dozza quando, a partire dalle 18, ci sarà anche la premiazione degli scrittori vincitori di «Turno di notte».

«Alla fine di Intrigo italiano, il commissario De Luca si definisce, trova una soluzione alla sua vita e ai guai che l”hanno accompagnato fino a quel momento, fa una scelta – spiega Lucarelli -. Ma, a quel punto, ha cominciato a girare in me la curiosità su come si era infilato nella serie di vicende che ho raccontato in quattro romanzi: non è un uomo d”azione, non è un fascista… come ha fatto a diventare quell”uomo inquieto e pieno di nevrosi che troviamo in Carta bianca? Ho così voluto raccontare com”era De Luca all”inizio, prima che gliene succedano di tutti i colori».

In effetti, in «Peccato mortale» è un uomo innamorato, fidanzato, anche un po” ingenuo tanto che quando gli dicono che Mussolini è caduto risponde «Si è fatto male?».

«Il 1943 è un anno cruciale, è un periodo di cambiamento totale: chi va a letto alle dieci di sera del 25 luglio va a letto durante il fascismo, chi va un”ora dopo lo fa in un”Italia in cui Mussolini è caduto… Inizia un”attesa enorme per il cambiamento: le persone si aspettano che smettano i bombardamenti, che il proprio padre o fratello torni dalla Russia… ma in realtà non succede nulla, addirittura vengono mantenute le leggi razziali, la polizia viene militarizzata e i bombardamenti continuano. È tutto più complesso e difficile di quel che ci si aspettava».

Per ricostruire il periodo hai fatto sicuramente ricerche storiche. Un lavoro di preparazione che ti piace?

«Moltissimo, ci sono dei momenti di ricerca che sono molto belli, poi negli anni ho accumulato materiale e informazioni. Di Bologna in quegli anni ci sono tanti documenti, tante pubblicazioni e soprattutto libri fotografici bellissimi. In più ho letto i giornali dove vedi gli articoli che interessavano alle persone: dove comprare le cipolle, per esempio, oppure le pubblicità».

A questo punto, dobbiamo aspettare altri vent”anni per la sua prossima storia?

«No, no, sono già al lavoro. Ricomincio da dove ho lasciato Peccato mortale, nell”inverno del ”44. Ci sono tante cose da raccontare, penso ad esempio a una foto che ho visto: Bologna è recintata dai soldati tedeschi, i partigiani sono alle porte e, in questa foto, c”è una ragazza che arriva in bicicletta e deve mostrare i documenti a un soldato, in un inverno gelido come non se ne vedevano da tanto. È un periodo da raccontare».

Sabato 27, alle 18, si terrà alla Rocca di Dozza la premiazione della decima edizione del concorso letterario «Turno di Notte»: sarà presente Carlo Lucarelli che, in seguito, presenterà il suo nuovo romanzo Peccato mortale. Un’indagine del commissario De Luca (Einaudi) intervistato dal giornalista di sabato sera Paolo Bernardi. Per l’occasione verrà pubblicata l’antologia con i racconti premiati nei dieci anni di «Turno di notte» che vede la prefazione di Carlo Lucarelli e la postfazione di Gianluca Morozzi (il libro è prenotabile alla redazione di sabato sera a Imola in viale Zappi 56/b-c, tel. 0542/31555). Durante la serata sarà anche proclamato il vincitore della sezione «Racconti inediti» di «GialloGarda», in un momento condotto da Luca Occhi e Sabrina Grementieri, con letture di Stefano Farolfi. Ingresso libero.

L”intervista completa a Carlo Lucarelli è sul «sabato sera» del 25 ottobre 2018

Nella foto Carlo Lucarelli

Lucarelli presenta «Peccato mortale» alla Rocca di Dozza per «Turno di notte»
Cultura e Spettacoli 25 ottobre 2018

CooperAttivaMente, domani alla Rocca di Dozza appuntamento con la rassegna «Seminar scrittori»

E” in programma domani, 26 ottobre, alle 18, alla Rocca di Dozza, il primo appuntamento della rassegna «Seminar scrittori. Incontri con gli autori del territorio», proposta dal consiglio di zona dei soci Coop Alleanza 3.0 in collaborazione con le Librerie Coop. 

L”iniziativa prevede la presentazione del cartellone e una chiacchierata con Sabrina Grementieri, Luca Occhi, Corrado Peli, Eugenio Saguatti e Paolo Sartiani, con la partecipazione di Veronica Messora (per Officine Wort).

Anche «Seminar scrittori» si inserisce nel ricco calendario di CooperAttivaMente, il progetto ideato dal consiglio di zona soci del Circondario imolese di Coop Alleanza 3.0 e dalla Cooperativa Bacchilega, in collaborazione con Librerie Coop, nel quale grandi e piccini possono partecipare a presentazioni di libri, laboratori e altri appuntamenti per promuovere la cooperazione, la legalità e corretti stili di vita e consumo.

L”entrata all”evento in Rocca è libera.

CooperAttivaMente, domani alla Rocca di Dozza appuntamento con la rassegna «Seminar scrittori»
Cronaca 24 ottobre 2018

Il Borgo dei Borghi, Dozza in lizza: ecco come si vota. La trasmissione dal 3 novembre in prima serata su Rai 3

Dozza ci crede e punta al titolo di «Borgo dei Borghi – autunno 2018». Per questo l”Amministrazione si è mobilitata per partecipare al concorso che darà innanzitutto una grande visibilità, grazie alla possibilità di partecipare al programma televisivo di Rai 3 che andrà in onda per quattro sabati (3, 10, 17 e la finalissima il 24), in prima serata, per tutto il mese di novembre.

Dozza è uno dei tre borghi selezionati per l”Emilia Romagna a concorrere all”ambito titolo (uno degli altri due è Brisighella, il terzo il reggiano Gualtieri). Uno solo di essi sarà ammesso alla finale, quindi sarà importante raccogliere più voti possibili via web, attraverso il sito della trasmissione. Da notare che non è necessario attendere la messa in onda per votare, è possibile già da ora e si potrà farlo fino alle 23.59 del 22 novembre. Le preferenze espresse, una sola al giorno previa registrazione, serviranno a determinare i borghi finalisti. In finale funzionerà invece il televoto in diretta, il cui esito concorrerà, insieme al verdetto di una giuria tecnica composta di tre persone, a decretare il borgo vincitore.

Essere tra i tre borghi selezionati per rappresentare l”Emilia Romagna, intanto, è una soddisfazione, che il sindaco di Dozza, Luca Albertazzi, non nasconde: «E” l”ennesima iniziativa di rilievo che vede Dozza in primo piano – esulta il primo cittadino -. E” ormai assodato che negli ultimi anni la nostra comunità sta assumendo una vocazione turistico-culturale di spessore nazionale. Forti delle eccellenze della nostra comunità, stiamo cogliendo i risultati di una politica innovativa, sinergica ed inclusiva».

Al sindaco si associa il suo vice, Giuseppe Moscatello, che ringrazia «tutti i cittadini, gli enti, le attività e i volontari che hanno partecipato alle riprese».

Per votare occorre collegarsi al sito http://www.rai.it/borgodeiborghi, cercare Dozza (gruppo A) e cliccare sul tasto «Vota».

Nella foto un”immagine tratta dal video di presentazione di Dozza pubblicato sul sito della Rai

Il Borgo dei Borghi, Dozza in lizza: ecco come si vota. La trasmissione dal 3 novembre in prima serata su Rai 3
Cultura e Spettacoli 12 ottobre 2018

Le Giornate del Fai a Dozza tra Rocca, Tana del Drago, muro dipinto e chiesa dell'Assunzione

Il Fai e l”autunno. Un binomio immancabile negli appuntamenti culturali. Il Fondo ambiente italiano, che dal 1975 si occupa di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano, organizza le Giornate Fai d”autunno per scoprire luoghi sconosciuti o mostrare «chicche» ignote di luoghi famosi. Quest”anno si tengono il 13 e 14 ottobre e, nel nostro territorio, coinvolgono in particolare Dozza dove le visite guidate saranno a cura del Gruppo Fai di Imola: il Comune di Dozza ha accolto la proposta del Gruppo Fai di Imola, concedendo il patrocinio all’iniziativa.

Quattro le iniziative previste. La prima riguarda la Tana del Drago cioè la sede del Centro Studi Tolkieniano, inaugurata il 21 settembre durante FantastikA. Il Centro Studi, sede dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani, ha trovato posto in via XX Settembre ed è arrivato nel borgo grazie ad una convenzione con l”amministrazione. L’ambizione è quella di creare un polo in cui organizzare mostre d’arte, convegni, presentazioni di libri, conferenze, proiezioni e giornate di studio, così da rendere Dozza e la provincia di Bologna il primo luogo da visitare in Italia pensando a J.R.R.Tolkien e alla letteratura fantasy. Sabato 13 e domenica 14 sarà visitabile dalle 10 alle 18, a cura del Fai.

Sarà poi possibile visitare la Rocca godendo di una visita guidata a cura degli apprendisti ciceroni del liceo linguistico di Imola (sabato ore 10-12.30 e 14.30-18.30, domenica 10-20). La visita sarà organizzata su tre percorsi: la Fortezza medievale e rinascimentale (secoli XII-XV), la Residenza rinascimentale (secoli XV-XVI), la Residenza settecentesca (secoli XVI- XVIII). La pregevole quadreria, gli arredi e gli oggetti storici dei Malvezzi-Campeggi animano le nove sale del piano nobile e la cucina storica. Il Museo comprende anche collezioni d’arte contemporanea raccolte nel Centro Studi e Documentazione del Muro Dipinto con una collezione di disegni e pitture legati alla celebre rassegna artistica, avviata nel 1960. Nelle cantine storiche ha sede l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna. Domenica alle ore 17 ci sarà un concerto al pianoforte di Si Wen Chen.

Sia sabato che domenica dalle 10 alle 20 si potrà partecipare ad un percorso lungo le opere del Muro Dipinto. A partire dal 1960 sono stati oltre duecento gli artisti che hanno preso parte alle Biennale, fra cui spiccano importanti maestri quali Matta, Saetti, Sassu, Licata, Borgonzoni, Sughi, Schweizer, Zancanaro, Mascellani, Zigaina, Frasnedi, Jori, Galliani e molti altri. A partire dal 2007 la Biennale si è inoltre aperta al writing e alle espressioni più contemporanee del wall painting, dando vita nella cittadina di Toscanella (lungo la via Emilia) a una serie di pitture e graffiti di artisti quali Hemo, Ericaeilcane, Tellas, Moneyless, Joys, Alberonero e altri. Il percorso sarà guidato dagli apprendisti ciceroni dell”Iis «F. Alberghetti», liceo delle scienze applicate.

Infine, sabato 13 dalle 10 alle 17 sarà possibile visitare la chiesa dell”Assunzione di Maria Vergine, in via XX Settembre 52. La chiesa dell”Assunzione di Maria Vergine di Dozza, detta in Piscina, è ricordata per la prima volta nel 1141. Nel 1350 viene data agli Umiliati che si ritirano prima della soppressione del loro ordine nel 1556, da allora è retta da sacerdoti secolari. Ha subito diverse modifiche, ma conserva ancora lineamenti architettonici del XIII secolo. Sopra la porta della facciata è scolpita la Beata Vergine Assunta. Sui muri laterali si vedono fregi romanici che indicano la costruzione primitiva e che dimostrano come la sua attuale larghezza corrisponde a quella originale. Dal 1942 subisce una ristrutturazione che riprende le forme quattrocentesche dell”edificio. Alle ore 17 di sabato 13 si terrà nella chiesa un concerto con Fulvio Fiorio al flauto e Luigi Moscatello all”organo in brani di Bach, Marcello, Telemann, Chédéville e Mascagni.

«È la prima volta che il Gruppo Fai di Imola sarà a Dozza per le Giornate d”autunno e siamo molto contenti – commenta la referente Paola Bizzi Bacchini -. Tra l”altro, siamo stati scelti tra i più belli su seicento borghi e Rai Tg24 manderà in onda un”intervista su quest”iniziativa che, come quelle che seguiamo, vuole valorizzare al meglio e far conoscere il patrimonio culturale italiano. I visitatori potranno partecipare alle visite alla Tana del Drago, alla Rocca e al percorso lungo il Muro Dipinto con un contributo di 5 euro, e accedere alla chiesa dell”Annunziata con altri 3 euro».

L”articolo completo è su «sabato sera» di giovedì 11 ottobre

Nella foto un”opera del Muro dipinto a Dozza

Le Giornate del Fai a Dozza tra Rocca, Tana del Drago, muro dipinto e chiesa dell'Assunzione
Sport 5 ottobre 2018

Ciclismo, un Coppolillo… mondiale ha pedalato fino a Innsbruck

Domenica scorsa a Innsbruck, in Austria, si è corso il Campionato del Mondo di ciclismo su strada che ha visto trionfare il 38enne spagnolo Alejandro Valverde (5° l”azzurro Gianni Moscon). A sostenere la nazionale del c.t Davide Cassani anche molti appassionati partiti dall”Italia in auto, moto, treno o camper per vedere dal vivo lo spettacolo unico della gara iridata, oltre che per tifare Nibali e compagni lungo i quasi 260 km del percorso.

Tra questi, qualcuno ha scelto un altro mezzo di trasporto per una vera e propria trasferta «cicloturistica»: è l’ex professionista Michele Coppolillo, che con un gruppo di amici (tra cui Mauro Calzoni, «collega» direttore sportivo all’Italia Nuova Borgo Panigale) ha pedalato da Verona, costeggiando il lago di Garda, fino ad Innsbruck per poter assistere alla rassegna iridata.

r.s.

Nella foto (Isolapress): Michele Coppolillo, Mauro Calzoni e altri amici dopo il ritorno da Innsbruck

Ciclismo, un Coppolillo… mondiale ha pedalato fino a Innsbruck
Cultura e Spettacoli 30 settembre 2018

FantastiKa '18, migliaia di visitatori hanno preso d'assalto Dozza per l'evento fantasy dell'anno. IL VIDEO

Strepitoso successo per FantastikA, l”evento dell’arte fantasy svolto il weekend scorso a Dozza. Migliaia di visitatori, infatti, hanno preso d”assalto il borgo medievale dove, per l”occasione, è stato anche inaugurato il Centro Studi Tolkieniani, unico nel suo genere in Europa.

Circa 20 le associazioni culturali coinvolte, molti i venditori ambulanti, gli ospiti, gli artisti giunti da tutta Italia per consacrare definitivamente una manifestazione che ha deliziato i presenti con conferenze, artist desk, mostre, incontri e laboratori, naturalmente tutti a tema fantastico. Non potevano certo mancare i robot che hanno fatto sognare intere generazioni come Jeeg, Mazinga e Goldrake.

r.c.

Nella foto: l”edizione 2018 di FantastikA

FantastiKa '18, migliaia di visitatori hanno preso d'assalto Dozza per l'evento fantasy dell'anno. IL VIDEO
Sport 28 settembre 2018

Wrestling, titolo europeo in palio a Forlì per Red Scorpion nella «Notte dei Campioni»

Ci sarà anche Red Scorpion, il lottatore di Toscanella di Dozza, alla «Notte dei Campioni» in programma domani sera (ore 21) al palasport «Villa Romiti» di Forlì. Si tratta del wrestling show più atteso in Italia nel 2018 e prevede una serie di incontri in cui si troveranno di fronte alcuni dei migliori wrestler europei e mondiali.

Il campione italiano Leon e il campione europeo in carica, che è proprio Red Scorpion, metteranno in palio i propri titoli. L’avversario di Red Scorpion sarà Robbie E, noto wrestler statunitense. Tra i lottatori che saliranno sul ring, anche Tom La Ruffa (ex star Wwe e Tna) e King Danza.

Maggiori informazioni sullo spettacolo, sui biglietti e sulle prevendite sono disponibili sul sito www.bolognawrestlingteam.com. Il format «La notte dei campioni» dovrebbe arrivare anche a Imola per una serata, ancora da confermare, all’inizio del 2019. 

r.s.

Nella foto: Red Scorpion

Wrestling, titolo europeo in palio a Forlì per Red Scorpion nella «Notte dei Campioni»
Cronaca 24 settembre 2018

Ruba una bicicletta ma viene subito scoperto e denunciato

Ladro di biciclette individuato dai carabinieri. E” successo ieri mattina a Toscanella di Dozza. Una donna residente nella frazione era uscita di casa per andare a lavoro ed aveva parcheggiato la sua bici in via Emilia. Dopo qualche minuto, l’amara sorpresa: la bicicletta era scomparsa. I carabinieri, chiamati dalla vittima del furto, dopo aver raccolto le prime testimonianze, hanno ipotizzato che l’autore potesse essere un 49enne di Dozza. Si sono recati nell”abitazione dell”uomo e hanno trovato la bici. Il 49enne è stato denunciato per furto aggravato, mentre la bicicletta è stata restituita alla legittima proprietaria.

Ruba una bicicletta ma viene subito scoperto e denunciato
Cultura e Spettacoli 21 settembre 2018

Dozza diventa «FantastikA» con due giorni di eventi dedicati al mondo fantasy

Dozza si colora di fantasia con la IV edizione di FantastikA, la biennale d’arte del fantastico che torna il 22 e 23 settembre dopo il successo degli scorsi anni e dopo aver visto anche la nascita del drago Fyrstan! E proprio lui, opera alta quasi 4 metri e lunga 9, sarà protagonista, a cominciare dal titolo della manifestazione, «Il risveglio del drago», per continuare con uno spettacolo che si terrà il sabato sera, con danze e giochi di luce. La novità più rilevante di quest”edizione 2018 è però il coinvolgimento del borgo intero: alla Rocca ci saranno mostre e artisti di prestigio internazionale, e tutte le vie e le piazze di Dozza accoglieranno stand gastronomici tipici, artigianato di qualità e banchi a tema fantastico. Rievocazioni e animazioni in costume intratterranno i visitatori nelle viuzze e nelle piazze, mentre saranno numerosi gli ospiti che interverranno per conferenze, artist desk, mostre, incontri e laboratori. Occhi puntati anche sul teatro comunale e sulla Tana del Drago, dove verrà inaugurato il Centro Studi Tolkieniani, primo nel suo genere in Italia e nel mondo. Mostre, laboratori, incontri e workshop si susseguiranno per i due giorni di FantastikA (acquistando un braccialetto a validità giornaliera si potrà accedere alla Rocca, al teatro e al centro Studi).

Tantissimi gli ospiti, illustratori e professionisti del settore: tra questi Michele Rubini, Edvige Faini, Dany Orizio, Angelo Montanini, Paolo Barbieri, Alberto Dal Lago, Maria Distefano, Emanuele Manfredi, Andrea Piparo, Fabio Porfidia, Livia de Simone, Riccardo Rullo, Andrea Gualandri, Davide Romanini, Lucio Parrillo, Valeria De Caterini, Stefano Bessoni, Arcangelo Ambrosi, Stefano Moroni, Jesper Ejsing, Karl Kopinski, Michele Giorgi, Antonello Venditti.Il Comitato organizzativo (composto da Roberto Arduini, Sabrina Bassi, Ivan Cavini, Giuseppe Moscatello, Marco Pellizzola, Enrica Piancastelli, Davide Romanini e Agnese Tonelli) ha lavorato a un ricco programma che avrà tematiche più vicine al filone horror, alle fiabe e ai robottoni giapponesi. Quest’anno infatti fanno la loro prima apparizione a FantastikA gli anime giapponesi, con i robot giganti che hanno accompagnato l’infanzia di un’intera generazione. Ma i robot di Andrea Gualandri non sono solo i giganti invincibili Jeeg, Mazinga e Goldrake: nella Pinacoteca della Rocca nascerà la sua mostra dei Trashformers, una nuova generazione di eroi piccoli e fragili, come il nostro pianeta che affoga nella plastica e chiede di essere salvato. (r.c.)

Come ogni anno sarà disponibile una navetta gratuita da Dozza a Toscanella.

Ingresso: adulti giornaliero 8 euro, adulti per due giorni 10 euro; ragazzi da 10 a 18 anni giornaliero 4 euro, ragazzi da 10 a 18 anni per due giorni 5 euro; bambini sotto i 9 anni, diversamente abili e Cosplayer ingresso gratuito. Info: www.fantastikadozza.com oppure www.fondazionedozza.it

L”articolo completo è sul «sabato sera» in edicola da giovedì 20 settembre

Nella foto il drago Fyrstan

Dozza diventa «FantastikA» con due giorni di eventi dedicati al mondo fantasy
Sport 15 settembre 2018

Ciclismo, domani a Dozza l'arrivo del 20° Memorial Luciano Pezzi

Vent’anni fa, nel 1998, moriva Luciano Pezzi, filo conduttore di cinquant’anni di storia del ciclismo mondiale. Da corridore fu un fidato gregario di Fausto Coppi, capace anche di vincere una tappa al Tour de France nel 1955; poi fu l’illuminato direttore sportivo di Felice Gimondi alla Salvarani negli anni Sessanta e proseguì la carriera da dirigente sportivo fino a quando, da presidente del team Mercatone Uno, contribuì insieme a Romano Cenni al rilancio di Marco Pantani. Quest’anno dunque ricorrono i vent’anni dalla sua scomparsa e arriva la 20ª edizione del Memorial Luciano Pezzi, gara ciclistica per Allievi (15-16 anni) che si svolgerà domani, domenica 16 settembre. Ad organizzarla sono la Ciclistica Santerno Fabbi Imola e la Fondazione Luciano Pezzi, presieduta dal figlio Fausto; al via anche numerose formazioni extra-regionali.

Partenza alle ore 14.55 da piazza della Libertà a Toscanella, poi il gruppo toccherà alcune località del circondario imolese, con un circuito pianeggiante da ripetere 5 volte tra Pontesanto e Casola Canina, prima di immettersi in via Emilia (dopo il traguardo volante di Pontesanto è previsto un altro sprint intermedio davanti alla Pasticceria Berti di Toscanella). Da lì in poi il percorso diventa decisamente impegnativo, salendo verso Monte del Re e immettendosi, alle 16.20 circa, nel circuito finale intorno e all’interno del borgo di Dozza. I corridori passeranno per due volte in pieno centro storico, prima del terzo e ultimo passaggio (arrivo) sul caratteristico pavé del centro alle ore 17 circa, dopo 78.5 km. «Siamo molto felici di ritrovarci a Dozza anche quest’anno per un traguardo importante come la 20ª edizione – commenta Fausto Pezzi, presidente della Fondazione -. E’ il modo migliore di ricordare la figura di Luciano, che ha sempre creduto molto nei giovani».

Per maggiori informazioni sul Memorial Luciano Pezzi e sull’attività della Ciclistica Santerno Fabbi, è possibile visitare il sito internet www. ciclisticasanterno.it. Per gli appassionati intenzionati a seguire il Memorial Pezzi sulle strade, i punti consigliati sono a Pontesanto dalle 15.10 circa fino alle 16, per 5 passaggi del gruppo impegnato nei traguardi volanti posti nei pressi della parrocchia (via Maria Zanotti 25) e a Dozza, all’interno del Borgo, dalle 16.20 circa per il primo dei 3 passaggi e per l’arrivo finale; accesso pedonale e parcheggi per il pubblico indicati in zona.

ma.ma.

L”articolo completo su «sabato sera» del 13 settembre.

Nella foto (di Massimo Fulgenzi): la scorsa edizione del Memorial Luciano Pezzi

Ciclismo, domani a Dozza l'arrivo del 20° Memorial Luciano Pezzi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast