Fontanelice

Cronaca 3 Maggio 2022

Ritrovata la piastrina del soldato tedesco
 rinvenuto a Fontanelice: «Ora è possibile dargli un nome»

É stata ritrovata la piastrina del soldato tedesco rinvenuto, il 13 novembre scorso, a Fontanelice sul Monte Cappello, in località Cà del Grillo, morto probilmente a causa dello scoppio di una bomba tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre del 1944. A riportarla alla luce dal terreno, grazie al suo metal detector, ci ha pensato Davide Lanzoni, appassionato di storia e reperti bellici. «Le piastrine tedesche non hanno nome – commenta Valerio Calderoni, vicedirettore del Museo della guerra di Castel del Rio -, ma solo reparto (3° battaglione del Jager Regiment), numero di matricola (183) e gruppo sanguigno (Zero). Risalire all’identità del soldato però è possibile».

Una ricerca durata mesi, da quando appunto il 22enne di Mordano Mattia Palombo, socio del Museo della guerra e della Linea Gotica di Castel del Rio trovò resti umani, oltre a due tipi di bottoni, alcuni a quattro fori da camicia ed altri più grandi da giubba, alcune  falangi  ossee di una mano, insieme a frammenti di scapole, costole e vertebre. Ossa prima consegnate ai carabinieri, e poi trasferite al cimitero germanico della Futa di Firenzuola, mentre i bottoni sono entrati a far parte della collezione permanente alidosiana. (r.cr.)

Nella foto: Davide Lanzoni e Valerio Calderoni

Ritrovata la piastrina del soldato tedesco
 rinvenuto a Fontanelice: «Ora è possibile dargli un nome»
Cultura e Spettacoli 17 Aprile 2022

A Fontanelice il profumo di Pasquetta è quello della Piè Fritta

È un appuntamento tradizionale, il profumo di Pasquetta in Vallata. E, dopo due anni di pausa per via della pandemia, quest’anno ritorna: la Sagra della Piè Fritta animerà Fontanelice domani, lunedì 18 aprile, con la sua 64a edizione. Si potrà così gustare il cibo tipico che i volontari dell’Associazione Sagra Piè Fritta – Fontanelice, organizzatori dell’evento, distribuiranno per tutta la giornata, affiancati dallo stand gastronomico di Fiume diVino.

Si comincia quindi con l’apertura dello stand e la distribuzione della piè fritta alle 9 in piazza Roma, per continuare alle 9.30 con l’apertura dell’Archivio Mengoni per visitare la Torre Civica e due mostre: una con la collezione dei piatti della Sagra della Piè Fritta dal 1957 al 2019 donati al Comune da Lora Pirazzoli, e una con una breve rassegna etnografica sul ruolo dell’arco nella storia, a cura della Society of Archer- Antiquaries.

Dalle 13.30 la musica sarà itinerante per le strade del paese con I Musicanti di San Crispino, e alle 14 si avrà l’apertura del campo sportivo per assistere alla corsa dei somari che prenderà il via alle 15. Per i più piccoli, alle 16 si terrà uno spettacolo con i burattini di Mattia Zecchi. Non mancheranno le giostre ed il mercato per le vie del paese. (r.c.)

Foto della Sagra prima della pandemia

A Fontanelice il profumo di Pasquetta è quello della Piè Fritta
Cronaca 14 Novembre 2021

Il corpo di un soldato tedesco rinvenuto a Valmaggiore

I resti di un soldato tedesco risalenti, con molta probabilità, alla Seconda guerra mondiale, sono stati ritrovati a Valmaggiore. La scoperta è stata fatta da un 22enne, socio volontario del Museo della Guerra Linea Gotica di Castel del Rio, che stava scansionando col suo metal detector il terreno di un privato, con regolare autorizzazione. Durante le operazioni di ricerca, il giovane ha trovato a una profondità di circa 40 centimetri alcuni oggetti piatti e tondeggianti, verosimilmente i bottoni metallici dell’uniforme.

Accanto ai reperti, però, c’erano anche dei resti umani e a quel punto il 22enne ha chiamato subito i Carabinieri della stazione di Fontanelice, che lo hanno raggiunto per eseguire un sopralluogo e informare l’Autorità giudiziaria. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, le ossa rinvenute saranno trattate in via amministrativa e potranno riposare in pace nel Cimitero militare germanico della Futa. (lo.mi.) 

Foto d’archivio

Il corpo di un soldato tedesco rinvenuto a Valmaggiore
Cronaca 8 Novembre 2021

Rogo in una palazzina a Fontanelice, evacuate cinque famiglie

Notte di paura, poco prima della mezzanotte di sabato scorso, a Fontanelice a causa di un incendio che ha interessato un appartamento di una palazzina del centro storico vicino a piazza Roma.

Sul posto i vigili del fuoco di volontari di Fontanelice, insieme ai colleghi di Medicina e Imola, che hanno messo in sicurezza la zona e tratto in salvo le cinque famiglie residenti. Una donna incinta ed un anziano sono stati trasportati per accertamenti al pronto soccorso, ma le loro condizioni non destano preoccupazioni.   

Concluse le operazioni di spegnimento, fino intorno alle 3, l’edificio è stato dichiarato inagibile. Sulle cause dell’incendio indagano i carabinieri. (r.cr.)

Foto d’archivio

Rogo in una palazzina a Fontanelice, evacuate cinque famiglie
Cronaca 27 Settembre 2021

Cambio nella Giunta di Fontanelice, Denis Morigi al posto dell’assessora Alice Suzzi

Cambio all’interno della Giunta del Comune di Fontanelice. Denis Morigi prende il posto dell’assessora a Sanità, Servizi Sociali, Cultura e Turismo Alice Suzzi, mantenendo comunque le stesse deleghe della sua predecessora. Classe 1954, pensionata, imolese di nascita ma fontanese d’adozione, Morigi ha lavorato al Comune di Imola nei servizi per l’infanzia ed è conosciuta sul territorio anche per il suo impegno nel sociale, grazie all’attività nell’associazione PerLeDonne Imola. (r.cr.)

Nella foto: Denis Morigi

Cambio nella Giunta di Fontanelice, Denis Morigi al posto dell’assessora Alice Suzzi
Cronaca 4 Settembre 2021

Commemorazione di Monte Battaglia, un giorno tra ricordo e riconciliazione

Monte Battaglia, altura posta fra Casola Valsenio e Fontanelice, è l’ultimo baluardo naturale prima dello sbocco nella valle Padana. Nella fase cruciale della campagna d’Italia ha quindi rivestito un ruolo strategico molto importante e per il suo possesso ha avuto luogo una delle più cruenti battaglie combattute nel periodo che va dal luglio 1943 (sbarco in Sicilia) al maggio 1945 (la resa del corpo di occupazione tedesco). Battaglia alla quale presero parte con successo anche i partigiani imolesi.

Per iniziativa dell’associazione Nazionale Partigiani d’Italia domani, domenica 5 settembre, si svolge la cerimonia commemorativa degli avvenimenti bellici dell’autunno 1944: alle ore 9.30 posa di corone di alloro ai cippi del ponte del Cantone, Sant’Apollinare e San Ruffillo; alle 10.30 intrattenimento con musiche del Corpo bandistico «Venturi» di Casola Valsenio; alle 11 cerimonia commemorativa, coi saluti del sindaco di Casola Valsenio, Giorgio Sagrini, e dell’Amministrazione comunale di Fontanelice e l’intervento della vicepresidente della Regione Emilia Romagna, Elly Schlein. Previsto un punto di ristoro con piadina farcita e bevande. (r.cr.)

Nella foto: monte Battaglia

Commemorazione di Monte Battaglia, un giorno tra ricordo e riconciliazione
Cronaca 23 Agosto 2021

Morte di Gino Strada, il ricordo del medico di Fontanelice Giorgio Monti

La scomparsa di Gino Strada, avvenuta venerdì 13 agosto, ha suscitato enorme dolore e commozione. Migliaia i post a ricordarlo sui social, anche di chi non lo conosceva personalmente, ma ha avuto in questi anni modo di ammirare e apprezzare l’operato del fondatore di Emergency. Nel circondario imolese c’è qualcuno però che non lo conosceva solo di fama. Giorgio Monti, medico di Fontanelice che lavora al Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, ha preso parte a diverse missioni sotto le insegne di Emergency e di Gino Strada era amico da diversi anni. In questi giorni è andato a Milano per l’ultimo saluto al celebre medico degli ultimi nella camera ardente allestita nella sede di Emergency

«E’ un grande vuoto per me – ammette Monti -. Ho perso non solo un amico, ma un punto di riferimento». Da raccontare il retroscena della foto in cui i due medici sono ritratti con un cartello che reca la scritta “Grazie”. «Era un regalo per Davide, un bambino di Fontanelice che, in occasione della sua prima comunione, chiese alla mamma di sostituire le classiche bomboniere con una donazione a Emergency», svela Monti.  Dopo il saluto a Strada, oggi l’imperativo è portare avanti la sua opera, a maggior ragione guardando alla tragedia in atto in Afghanistan. «Per 20 anni Gino ha parlato di guerra inutile».  (mi.ta.)

Il ricordo su «sabato sera» del 26 agosto dove saranno presenti anche due pagine dedicate alla delicata situazione in Afghanistan.

Nella foto: Gino Strada insieme al medico di Fontanelice Giorgio Monti

Morte di Gino Strada, il ricordo del medico di Fontanelice Giorgio Monti
Economia 20 Agosto 2021

Efficienza energetica, la Effeti di Fontanelice si illumina a led grazie ai fondi regionali

La Effeti Costruzioni meccaniche di Fontanelice ha inaugurato i nuovi impianti di illuminazione dell’intero stabilimento (palazzina uffici e 10 mila metri quadri di capannoni di produzione), con oltre 320 punti luce a led, realizzati grazie al finanziamento concesso dalla Regione Emilia Romagna alle aziende che investono in efficienza energetica (Por Fesr 2014-2020).

Insieme alla faentina Esco solution, l’azienda guidata da Walter Ragazzini ha iniziato un processo virtuoso di efficientamento, per procedere verso la sostenibilità energetica e ambientale. «Questi investimenti – ha commentato la consigliera regionale Francesca Marchetti, in visita all’azienda il 28 luglio scorso assieme al sindaco Gabriele Meluzzi  – sono il frutto della sinergia tra aziende, territori e Regione, grazie al Fondo regionale Energia, lo strumento di finanza agevolata a sostegno dell’efficienza energetica delle aziende emiliano romagnole». (lo.mi.) 

Nella foto (Isolapress): la visita della consigliera regionale Francesca Marchetti alla Effeti di Fontanelice

Efficienza energetica, la Effeti di Fontanelice si illumina a led grazie ai fondi regionali
Cronaca 22 Marzo 2021

Hera, al via rinnovo e potenziamento della rete idrica di via dei Colli a Fontanelice

Sono iniziati in questi giorni i lavori di Hera per il rinnovo della rete idrica di Fontanelice. In particolare, sarà posata una nuova tubazione in sostituzione dell’attuale in via dei Colli, per l’intera lunghezza della strada, circa 400 metri, da via Montanara ponente a via della Cima .Il tratto interessato fa parte della rete di distribuzione che alimenta gli allacci alle singole utenze dell’intero comune e verrà sostituito interamente da Hera per incrementare l’efficienza dell’intero sistema e l’affidabilità delle reti a beneficio della continuità del servizio. Il lavoro infatti è utile per risolvere in maniera strutturale i problemi derivanti da alcuni episodi di rotture che si sono verificati nel tempo.

La nuova condotta, inoltre, avrà un diametro maggiore della precedente e potrà quindi garantire anche una maggiore portata. Il lavoro comprenderà anche il rifacimento dei relativi allacciamenti di tutti gli utenti. In queste occasioni potranno verificarsi delle brevi interruzioni del servizio, di cui verrà data apposita comunicazione agli interessati con volantini affissi ai portoni delle abitazioni e con l’invio di sms ai clienti che hanno aderito al servizio gratuito di avviso via sms per le interruzioni idriche programmate, come in questo caso.Per attivare il servizio sms o cambiare i propri riferimenti, si può accedere al sito di Hera.

L’intervento, pianificato da Hera, comporta un investimento di circa 35 mila euro che rientra nel piano generale condiviso e approvato da Atersir, l’ente regionale di regolazione per i servizi idrici e i rifiuti, e terminerà entro il mese di marzo. Per svolgere il cantiere in sicurezza è previsto il restringimento della carreggiata, con possibile senso unico alternato. (r.cr.)

Foto concessa da Hera

Hera, al via rinnovo e potenziamento della rete idrica di via dei Colli a Fontanelice
Cronaca 1 Marzo 2021

I progetti green di Fontanelice: scuola, energia e salute degli alberi

Sono quattro i progetti più corposi che la Giunta di Fontanelice ha inserito nel suo piano investimenti, che sarà approvato, se tutto andrà come previsto, entro il 31 marzo, insieme al bilancio di previsione 2021. Due di questi erano già previsti nel 2020 e altri due sono nuovi. «I due progetti del 2020 riguardano l’efficientamento energetico del Capanò, l’edificio utilizzato per le feste, per il quale si useranno fondi appositi stanziati allo scopo da Stato e Regione e delle scuole medie, per un impor- to complessivo di oltre 400 mila euro», spiega il sindaco, Gabriele Meluzzi.

La possibilità poi, certificata il 30 novembre scorso, di utilizzare parte dei 380 mila euro di avanzo libero, ha permesso di mettere avanti altri due interventi importanti: il completamento del cimitero comunale e la riqualificazione dei giardini delle scuole elementari e medie del paese. Altri 180 mila euro di avanzo sono stati invece stanziati per le scuole. «Gli spazi esterni alle due scuole non sono mai stati adeguatamente curati – spiega Meluzzi – per questo abbiamo deciso di riqualificarli». L’intervento è legato anche a un ragionamento sulla sistemazione del verde e alla manutenzione e conservazione del patrimonio arboreo del Comune. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 febbraio.

Nella foto (Isolapress): veduta aerea di Fontanelice

I progetti green di Fontanelice: scuola, energia e salute degli alberi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast