Fontanelice

Cronaca 12 Luglio 2019

Assessori compagni di scuola e priorità per il sindaco di Fontanelice Meluzzi: «Sfalcio e Fiera Agricola sono importanti»

La prima esperienza politica è un po’ come il primo amore, non si scorda mai. Facile immaginare sarà così anche per Gabriele Meluzzi che, con la lista Insieme per Fontanelice, ha vinto le amministrative dello scorso 26 maggio ed è diventato sindaco con il 47,53%. Primo compito, ovviamente, la nomina della Giunta che lo accompagnerà, nei prossimi cinque anni, alla guida del piccolo paese della vallata.  La scelta è caduta su due assessori sui quali svela anche un curioso aneddoto: «Sono stati compagni di scuola sia alle elementari che alle medie».  Si tratta di Matteo Ronchini, trentottenne nato e cresciuto in paese. Perito metalmeccanico alla Mas di Imola, vive con la compagna, una figlia di sette anni e un figlio di un anno. Per lui, oltre alla carica di vicesindaco, ci sono le deleghe ad Agricoltura, Attività produttive e Attività venatoria, Tutela dell’ambiente, Sport e Tempo libero, Rapporti con le associazioni, Politiche per le frazioni. «Ho pensato a lui per questi incarichi, perché sono argomenti di suo interesse» spiega il sindaco. L’altro nome è quello di Alice Suzzi, anche lei trentottenne con un figlio di vent’anni e una figlia di sette. In vallata da sempre, gestisce il Bar Cacciatori a Fontanelice. Per lei deleghe a Sanità, Servizi sociali e assistenza, Politiche giovanili, Pari opportunità e Politiche per l’integrazione, Cultura e Servizi bibliotecari, Turismo e Promozione del territorio, Sicurezza.

Lo stesso primo cittadino ha tenuto per sé alcune deleghe «di peso» perché «non avrebbe avuto senso affidarle ad altri dal momento che io stesso devo prendere confidenza col funzionamento della “macchina comunale”». Si occuperà, quindi, di Pianificazione del territorio, Urbanistica ed Edilizia, Bilancio e Tributi, Personale e Organizzazione dei servizi comunali, Lavori pubblici, Verde pubblico ed Edilizia residenziale pubblica, Pubblica istruzione, Promozione e valorizzazione del Museo Mengoni, Rapporti con enti locali e Protezione civile. Un mese e mezzo di lavoro è troppo poco per fare un primo bilancio. Per il momento le attenzioni di Meluzzi si sono concentrate sul «prendere contatti con enti ed istituzioni e conoscere dirigenti e tecnici con cui dovrò confrontarmi negli anni a venire. Ne ho approfittato per cercare di affrontare fin da subito anche alcune questioni relative al personale – aggiunge -. Ad esempio, ho sensibilizzato i cantonieri comunali sull’importanza dello sfalcio dell’erba, soprattutto nelle aree gioco dei bambini». Giusto guardare al futuro, ma esistono anche priorità da ottemperare nel breve periodo come «la tradizionale Fiera Agricola, in programma per domenica 8 settembre. Entrambi gli assessori sono già al lavoro per l’organizzazione e stiamo pensando di anticipare la manifestazione aggiungendo anche il sabato sera. (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”11 luglio.

Nella foto: la nuova Giunta di Fontanelice. Da sinistra Matteo Ronchini. Gabriele Meluzzi e Alice Suzzi

Assessori compagni di scuola e priorità per il sindaco di Fontanelice Meluzzi: «Sfalcio e Fiera Agricola sono importanti»
Sport 8 Luglio 2019

Bella musica, stand gastronomici ed un… «Fiume diVino» a Fontanelice. IL VIDEO

Musica e tanto…vino per la diciottesima edizione di «Fiume diVino» che dal 28 al 29 giugno scorso ha portato molta gente nell”area fluviale di Fontanelice.

Quest”anno sul palco i Modena City Ramblers e gli Osaka Flu, ma a trionfare sono stati gli stand gastronomici e le selezioni di vini della Vallata del Santerno. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): l”edizione 2019 di «Fiume diVino» 

Bella musica, stand gastronomici ed un… «Fiume diVino» a Fontanelice. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 28 Giugno 2019

Torna “Fiume diVino' a Fontanelice con la musica di Osaka Flu e Modena City Ramblers

Nata dalla volontà e dall’intraprendenza di un gruppo di ragazzi di Fontanelice nel 2002, «Fiume diVino» arriva alla diciottesima edizione venerdì 28 e sabato 29 giugno. La festa, che ha ospitato negli anni artisti come i Meganoidi, Omar Pedrini o Marco Ligabue, quest’anno vedrà sul palco i Modena City Ramblers e gli Osaka Flu, continuando così una tradizione che dimostra «grande tenacia e amore per il territorio – commentano gli organizzatori -. Con il supporto dell’amministrazione comunale che ha sempre creduto nel progetto, di una rete di aziende e commercianti della zona e soprattutto grazie al lavoro e alla passione dei tanti volontari che ogni anno rendono possibile l’evento, che è sempre stato ad ingresso libero e gratuito».

Nell’area fluviale di Fontanelice, Fiume diVino dalle 19 proporrà stand gastronomici e selezioni di vini dalle cantine della Vallata del Santerno. Poi, spazio alla musica: venerdì con i Crimson Clovers e, alle 22, con gli Osaka Flu, band indipendente garage punk di Arezzo con quattro pubblicazioni all’attivo, segnalati nel 2018 tra i migliori dischi. A seguire, musica con dj Max Vasselli. Sabato ci saranno i Bequadro e, alle 22, i Modena City Ramblers con il loro combat folk: reduci dal progetto «Riaccolti», daranno vita ad un concerto trascinante, com’è nel loro stile. «Riaccolti» è la testimonianza «sonora e visiva di uno speciale concerto tenuto nel novembre 2018 all’interno dello storico Studio Esagono di Rubiera» si legge nel sito della band.

Per le due serate sarà attivo il servizio navetta gratuito con partenza da Imola e con varie fermate in vallata. Per informazioni: www.fiumedivino.it. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 27 giugno

Nella foto i Modena City Ramblers a Imola in Musica 2015

Torna “Fiume diVino' a Fontanelice con la musica di Osaka Flu e Modena City Ramblers
Cronaca 22 Giugno 2019

Ha riaperto a Fontanelice e funzionerà fino al 31 agosto la piscina Conca Verde, gestita dalla società De Akker

Dopo tre anni di inattività ha riaperto i battenti il 15 giugno la piscina Conca Verde. Un evento molto atteso non solo dai cittadini del paese e della vallata ma anche dei dintorni. Il nuovo gestore, la bolognese De Akker, che ha vinto il bando indetto all’inizio dell’anno dalla precedente Amministrazione Ponti, aveva annunciato che sarebbe riuscita ad aprire in tempo per la stagione estiva e così è stato. Fino al 31 agosto la piscina sarà a disposizione del pubblico.

Chi la frequentava prima della chiusura non troverà sorprese, il complesso è invariato con la sua invidiabile posizione immersa nel verde. Il neoeletto sindaco di Fontanelice, Gabriele Meluzzi, si dice molto soddisfatto anche perché «non sempre i bandi vengono vinti da persone con esperienza. Invece la società De Akker si occupa di altre piscine, quindi speriamo che la loro competenza sia un vero valore aggiunto». In effetti, la società sportiva dilettantistica bolognese, oltre ad avere propri atleti e una squadra di pallanuoto, è anche capofila nel consorzio che gestisce la piscina comunale «Carmen Longo» di Bologna, a fianco dello stadio Dall’Ara; la presidente è Natala Spanti.

Alberto Vecchi, che cura la parte organizzativa di De Akker, spiega: «Nasciamo come società di nuoto di alto livello, proprio quest’anno la nostra squadra di pallanuoto si è qualificata in serie B. Volevamo acquisire nuove gestioni e quando il nostro vicepresidente, Simone Carapia, ci ha segnalato questa occasione, l’abbiamo colta». La De Akker ha avuto appena un mesetto per pulire la Conca Verde e renderla riutilizzabile.

La Conca Verde è disponibile per un bagno rinfrescante dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 19, nel fine settimana dalle ore 9. Il costo per l’ingresso è di 7 euro nei giorni lavorativi (5 euro il ridotto per over 65, under 14 e altre categorie), durante il week-end si sale a 9 euro (7 euro il ridotto). E’ prevista la possibilità di un abbonamento trimestrale oppure una tessera a scalare. (re.co.)

L”articolo completo con altri approfondimenti è su «sabato sera» del 20 giugno

Nella foto Simone Carapia, Natala Spanti e il sindaco Gabriele Meluzzi

Ha riaperto a Fontanelice e funzionerà fino al 31 agosto la piscina Conca Verde, gestita dalla società De Akker
Cronaca 7 Maggio 2019

Nuova sede a Fontanelice per l'Auser che potrà contare sull'automezzo donato dall'associazione Sagra della Piè fritta

L’Auser, l’associazione di volontariato, ha una nuova sede a Fontanelice, in via Mengoni 20 (tel. 370/300943). La cerimonia di inaugurazione si è svolta lo scorso 14 aprile. La nuova sede è l’ultimo tassello dell’organizzazione Auser nella vallata del Santerno e va ad aggiungersi alle sedi di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio e Sassoleone.

«L’obiettivo di Auser – spiega il presidente, Giovanni Mascolo – è creare e mantenere una efficace rete di solidarietà a disposizione della comunità tutta. La nuova sede di Fontanelice è l’espressione tangibile di una fattiva collaborazione tra Auser, Cgil, Spi-Cgil, Amministrazione comunale e Sagra della Piè fritta di Fontanelice, legate tra loro da un unico intento: favorire e mantenere uno stretto rapporto con tutto il territorio, diventando il punto di riferimento stabile di una concreta solidarietà».

Durante l’inaugurazione è stato anche presentato il nuovo auto-mezzo che l’associazione Sagra della Piè fritta di Fontanelice ha donato all’Auser. (r.cr.)

Nella foto un momento dell”inaugurazione

Nuova sede a Fontanelice per l'Auser che potrà contare sull'automezzo donato dall'associazione Sagra della Piè fritta
Cronaca 3 Maggio 2019

Elezioni, a Fontanelice il centrodestra non riesce a convincere i civici

A Fontanelice sembra riproporsi la stessa situazione in area centrodestra già vista a Castel Guelfo, una divisione tra i tre partiti, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia e il civismo locale. Questo potrebbe avvantaggiare il centrosinistra che sulla carta si trova in posizione di debolezza: nelle politiche 2018 a Fontanelice il centrodestra a trazione leghista ha superato il Pd sia alla Camera che al Senato.

E’ vero che molte cose sono cambiate da allora, ma non a caso Morotti è il segretario del Carroccio in vallata. Nato nel ’63 a Castel del Rio, ora risiede a Imola con moglie e due figlie, artigiano commerciante, da un paio d’anni lavora come autista di autobus. Ora la sua lista si chiama Patto Civico-Voltiamo Pagina, ma dietro ci sono Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. «Il nostro obiettivo è riportare il paese ai fasti di un tempo quando era “la perla verde”». L’accusa tra le righe a Vecchio è quella di aver creato una lista civetta e la prova sarebbe la presenza di ex consiglieri del centrosinistra: «La nostra è l’unica lista riconosciuta dal centrodestra, quella di Vecchio è trasversale».

Vito Antonio Vecchio, 41 anni, sposato, due figli, imprenditore agricolo con due lauree in Scienze religiose e Scienze tecniche psicologiche, rispedisce al mittente e rilancia: «Nella nostra Lista civica per Fontanelice ci sono due persone che due anni fa si sono staccate dalla maggioranza di centrosinistra e sono passate nel gruppo autonomo. Il civismo vero è trasversale ed il nostro denominatore comune è solo il bene di Fontanelice. Nessuno di noi guarda a cosa vota l’altro a livello nazionale». Tra i punti cardine «la riapertura ed il rilancio di tutte le attività della Conca Verde, oltre a riportare sul territorio una banca o almeno uno sportello bancomat».

Infine, c’è Gabriele Meluzzi, 32 anni, laurea in architettura e master con esperienze lavorative tra Giappone e Stati Uniti. Sostegno del Pd e in squadra anche il sindaco uscente Ponti. «Raccolgo il suo testimone, consapevole di quanto è stato fatto negli anni passati per mantenere al massimo livello possibile i servizi e la qualità della vita. La nostra lista Insieme per Fontanelice è civica di centrosinistra, formata da tanti giovani e siamo convinti che sarà apprezzato lo sforzo messo in atto per rinnovare il capitale umano a disposizione del paese». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 2 maggio.

Nella foto: da sinistra Gabriele Meluzzi, Fabio Morotti e Vito Antonio Vecchio

Elezioni, a Fontanelice il centrodestra non riesce a convincere i civici
Cronaca 29 Aprile 2019

Alla bolognese De Akker Team la gestione della piscina Conca Verde, vicepresidente è il consigliere Simone Carapia

La società bolognese De Akker Team Ssd arl è il nuovo gestore della piscina Conca Verde di Fontanelice. Andrea Sampaoli, uno dei soci, è ottimista: «Il nostro obiettivo è aprire per la prossima stagione estiva». E’ lo stesso sindaco, Athos Ponti, a spiegare quali saranno i prossimi passi: «La commissione della Centrale unica di committenza del Circondario (che gestisce le gare d’appalto per i dieci Comuni), ha valutato le due società che avevano partecipato al bando e l’offerta più conveniente è stata quella della De Akker che ha proposto un rialzo dell’offerta economica del 50 per cento del canone annuo». Dato che la richiesta base era di 1.000 euro la società verserà quindi al Comune 1.500 euro annui. «In settimana verrà fatta la determina sancendo formalmente l’esito della gara e la piscina potrà essere affidata».

Secondo il bando la società vincitrice si impegna a investire anche 70 mila euro per interventi di manutenzione dovuti anche alla prolungata chiusura dell’impianto (dal 2016), per molti anni fiore all’occhiello dell’estate in vallata. I lavori non sono di grande entità ma da portare a termine prima dell’apertura: dalla pulizia e manutenzione delle vasche, alla sistemazione delle pavimentazioni interne e esterne, poi la revisione degli impianti elettrici e la messa a punto dei sistemi idraulici, sia quelli propri della piscina, come l’impianto di filtraggio, che quelli dei sanitari. I nuovi gestori potranno usufruire anche delle attrezzature presenti, lasciate dalla società imolese Geims al termine del contenzioso con l’Amministrazione, a conclusone della sua gestione.

La De Akker, società sportiva dilettantistica presieduta da Natala Spanti, oltre ad avere propri atleti e una squadra di pallanuoto, è capofila nel consorzio che gestisce la piscina comunale «Carmen Longo» di Bologna, a fianco dello stadio Dall’Ara. Vicepresidente è un fontanese, Simone Carapia, attualmente consigliere comunale della Lega a Imola.

Sampaoli, che si occupa della gestione degli impianti, spiega così la scelta di investire a Fontanelice: «Ci sono due tipologie di piscine, quelle all’aperto e quelle al chiuso, la nostra società ha competenze su entrambe. La Conca Verde è nella provincia di Bologna quindi rientra pienamente nella nostra area di interesse. Abbiamo visto delle potenzialità e deciso che si poteva trattare di un buon investimento, anzi ci siamo stupiti che un simile impianto sia stato chiuso tanto a lungo». Il bando decisamente appetibile, tentativo estremo dell’Amministrazione, li ha incentivati a partecipare.  «Il costo è in linea con le piscine estive della provincia di Bologna – continua Sampaoli -. Abbiamo fatto un sopralluogo per accertarci che gli investimenti fossero compatibili con le cifre previste. Le spese iniziali sembrano tante ma vanno rapportate agli anni di gestione». Il bando, infatti, prevede sei anni prolungabili per altri sei. «Non appena avremo le chiavi in mano cominceremo i lavori. Vogliamo rilanciare la piscina» conclude Sampaoli. (re.co.)

Alla bolognese De Akker Team la gestione della piscina Conca Verde, vicepresidente è il consigliere Simone Carapia
Cultura e Spettacoli 23 Aprile 2019

Sagra della Piè fritta a Fontanelice, le immagini più belle dell'edizione 2019. IL VIDEO

Come da tradizione, nel giorno di Pasquetta, a Fontanelice si è svolta la Sagra della Piè fritta, ormai giunta alla 63^ edizione. 

Formaggi, salumi, vino locale e l”immancabile pié fritta hanno soddisfatto i palati dei tanti presenti che hanno potuto anche vedere solo la caratteristica sfilata dei somari, visto che come noto da giorni, per problemi tecnici, non si è potuta tenere la tanto famosa corsa. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): un momento della Sagra

Sagra della Piè fritta a Fontanelice, le immagini più belle dell'edizione 2019. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 21 Aprile 2019

Sagra della piè fritta a Fontanelice. I somari sfilano, ma non corrono

Come ogni Lunedì dell’Angelo da sessantatré anni a Fontanelice si terrà la Sagra della Piè fritta. La sagra prenderà avvio, come di consueto, domani alle 9 di mattina con l’apertura del mercato e degli stand che distribuiranno piè fritta, formaggi e salumi e vino locale per tutta la giornata. Gli appassionati di fotografia potranno visitare la mostra fotografica «World Heritage» dell’Unesco, presso il Museo Mengoni che aprirà alle 9.30. Non mancherà la musica, prima in piazza Roma con i Due Vida poi con il corpo bandistico di Dozza che accompagnerà la sfilata dei somari.

L’unica variazione di quest’anno riguarda la tradizionale e amata corsa dei somari che non potrà tenersi per problemi tecnici, come spiega il sindaco Athos Ponti: «Per quest’anno purtroppo la corsa dei somari non potrà svolgersi normalmente. Questo perché il nostro impianto sportivo viene considerato un impianto al chiuso e per la commissione pubblici spettacoli deve rispettare certe norme per poter ospitare la corsa. Per questo ci siamo confrontati con il presidente della sagra, Stefano Bittini, e con gli altri membri del comitato e abbiamo deciso di sospendere la corsa, solo per quest’anno, per poter verificare tutti i requisiti». Spiega Ponti: «Ci sono stati altri anni in cui, per svariati motivi, la corsa non ha potuto avere luogo. I somari sfileranno comunque lungo le vie del paese arrivando fino in piazza Roma e tornando poi verso l’impianto sportivo». A parte questo, la sagra si svolgerà normalmente e il sindaco assicura che si tratta di una sospensione momentanea: «Sia il Comune che il comitato della Piè Fritta daranno un incarico ai tecnici per verificare che l’impianto e lo spettacolo rispettino tutte le norme, sono sicuro che già dall’anno prossimo tornerà la tradizionale corsa».

La sfilata, che partirà alle 14 dal Municipio permetterà comunque di vedere i somari e, come afferma il  sindaco «di entrare in contatto con un animale così importante per la storia del nostro territorio». Non subirà variazioni neanche la distribuzione di biglietti della lotteria all’entrata dell’asinodromo. I biglietti verranno estratti alle 16.45 e i vincitori riceveranno in premio dei salumi. Per i più piccoli presso via VII Dicembre sarà presente anche il luna park. Confidando nel tempo, nulla ostacolerà il lavoro degli ottanta volontari che nelle ultime edizioni sono arrivati a friggere fino a tredici quintali di piè in una sola giornata. (re.co.)

Nella foto, un’immagine del 2018 scattata da Isolapress

Sagra della piè fritta a Fontanelice. I somari sfilano, ma non corrono
Cronaca 17 Aprile 2019

Due candidati per la gestione della piscina Conca Verde a Fontanelice

Dopo lunghe vicissitudini sembra che per la piscina Conca Verde di Fontanelice, chiusa dal 2016, si veda la fine del tunnel. Il 15 aprile è scaduto il bando di gara, aperto sia a società che privati. Il Comune richiedeva un canone annuale di mille euro annui con la possibilità di usufruire delle attrezzature già presenti all’interno del complesso. Attrezzature lasciate da Geims, la società che per ultima aveva gestito la piscina, al termine del contenzioso con l’amministrazione. Il bando prevede una gestione di sei anni rinnovabili per altri sei.

Il sindaco di Fontanelice, Athos Ponti, per ora non si sbilancia: «Ci sono state due società che hanno partecipato al bando e fatto un’offerta al momento al vaglio della Centrale unica di committenza (il servizio associato del Circondario per la gestione delle gare d”appalto dei Comuni)». Sarà la Cuc ad occuparsi delle procedure di legge e a stabilire quale delle due aziende vincerà: «La commissione incaricata valuterà se le due società soddisfano i requisiti richiesti poi deciderà a quale delle due andrà la gestione».

I tempi dovrebbero essere piuttosto brevi: «Entro questa settimana spero di avere il nome della società vincitrice» conclude il sindaco. A quel punto la palla passerà nuovamente al Comune che con un atto assegnerà la piscina al nuovo gestore, sperando di mettere la parola fine al lungo periodo di inattività della Conca Verde.

Sarà la prossima amministrazione a dover decidere, invece, sul ristorante che si trova all’interno del parco, chiuso dal 2015 e sul quale grava un contezioso con la Città metropolitana per non aver rispettato i vincoli di un finanziamento da 187 mila euro. La sentenza in appello dovrebbe arrivare nel 2020. (re.co.)

Foto d”archivio della Conca Verde prima della chiusura (Isolapress)

Due candidati per la gestione della piscina Conca Verde a Fontanelice

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast