Medicina

Cronaca 22 Settembre 2020

Grosso guasto alla rete idrica di Medicina, tecnici di Hera al lavoro in via Battisti

Guasto alle rete idrica di Medicina che ha lasciato diverse famiglie senz”acqua. La segnalazione, fanno sapere da Hera, «è arrivata questa notte. I reperibili del pronto interventosi sono recati sul posto e hanno iniziato tutte le verifiche per individuare il punto preciso della rottura e poter procedere così il più celermente possibile alla sua riparazione. Il punto di rottura è stato individuato in via Battisti, angolo via Resistenza, e stiamo già procedendo alla riparazione che, salvo inconvenienti, terminerà entro la giornata di oggi».

Molti medicinesi si sono lamentati dell”assenza di acqua dai rubinetti. «Grazie all”interconnessione delle reti, l”alimentazione alle utenze è comunque garantita da altre condotte. Ci può essere però un problema di bassa pressione che, a macchia di leopardo, e soprattutto in caso di piani alti ma non solo, potrebbe dare origine a un servizio limitato o assente». (gi.gi.)

Foto d’archivio

Grosso guasto alla rete idrica di Medicina, tecnici di Hera al lavoro in via Battisti
Cronaca 15 Settembre 2020

Al Medicivitas riapre il bar ma per ora solo al pomeriggio

A piccoli passi verso la normalità. Dopo oltre sei mesi, mercoledì 16 settembre riaprirà il bar del Medicivitas di via Oberdan a Medicina. Si tratta del centro sociale duramente colpito dal Coronavirus, che ha fatto diverse vittime anche tra volontari e clienti. Il bar gestito da volontari, per stessa volontà del comitato direttivo, era stato chiuso a inizio marzo. Poi, con il normalizzarsi della situazione, la riapertura per gradi. In luglio con le celebri crescentine, prima solo d’asporto e poi anche al tavolo, che saranno preparate tutti i mercoledì fino a fine settembre. «Ora riapriremo anche il bar, tutti i giorni tranne il martedì, al pomeriggio dalle 13 alle 18, ma non alla sera – aggiorna Simona Santoli del direttivo del Medicivitas -. Abbiamo una decina di volontari e non riusciremmo a garantire tutti i turni. Anzi, se qualcuno avesse piacere di unirsi a noi può scriverci un’email a csbocciofila@gmail.com oppure un messaggio sulla pagina Facebook Medicivitas».

Ovviamente, per accedere al bar valgono le ormai note regole. «Igienizzazione delle mani e mascherina, anche nel dehor all’esterno – dettaglia la Santoli -. Apriremo anche i tavoli da gioco per le carte e i biliardi, che abbiamo dimezzato come numero, ma l’accesso sarà possibile soltanto ai giocatori e non al pubblico». (gi.gi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: il Medicivitas di Medicina

Al Medicivitas riapre il bar ma per ora solo al pomeriggio
Cronaca 8 Settembre 2020

L’associazione Primo Binario dona al Comune di Medicina 50 kit scolastici per le famiglie più bisognose al Comune di Medicina

Nella giornata di oggi il Comune di Medicina ha ricevuto dall’associazione Primo Binario 50 kit con materiale scolastico da consegnare alle famiglie più in difficoltà, individuate da Asp. Presenti alla consegna il vicesindaco e Assessore alle Politiche sociali Dilva Fava, il consigliere comunale con delega alle nuove cittadinanze Michele Cattani, alcuni volontari dell’associazione e un rappresentante di Asp. «Abbiamo molte famiglie in difficoltà e fortunatamente abbiamo anche una società ricca di volontariato. – dichiara l’Assessore alle Politiche sociali Dilva Fava -. Come Amministrazione comunale ci teniamo a ringraziare per questo gesto di solidarietà che sostiene con materiale scolastico chi ha maggiori fragilità».

Raggiante anche Hilaly Karim, presidente dell’associazione Primo Binario e presente in rappresentanza della comunità musulmana di Medicina. «Pensiamo che questo sia un passo importante per un integrazione e partecipazione a tutti i livelli in futuro, e che siamo un valore aggiunto, pieno di potenziale e voglia di fare, che va sfruttato e usato in maniera positiva e concreta. Un ringraziamento speciale all”Assessore Dilva Fava, al consigliere Michele Cattani e a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento». (da.be.) 

Nella foto: la consegna del materiale scolastico

L’associazione Primo Binario dona al Comune di Medicina  50 kit scolastici per le famiglie più bisognose al Comune di Medicina
Cronaca 8 Settembre 2020

Ponte di via Guazzaloca, Comune di Medicina e Bonifica progettano demolizione e ricostruzione

Entro la fine del 2021 il nuovo ponte sarà ultimato e percorribile». È questa la promessa che il sindaco di Medicina, Matteo Montanari, fa ai residenti e agli agricol- tori che dallo scorso autunno stanno subendo dei disagi, da quando cioè è stato chiuso al traffico il ponte lungo via Guazzaloca che passa sopra lo scolo allacciante Garda.

Chiariamoci, si tratta di una strada in aperta campagna, tra il capoluogo e la frazione di Buda, con poche abitazioni. Tuttavia, la chiusura del ponticello, decisa dopo un sopralluogo dei tecnici comunali nell’ottobre del 2019, ha spostato il traffico, in particolare mezzi agricoli, su via Canale e via Buda. «La chiusura si è resa necessaria perché la spalla, l’imposta e parte dell’intradosso dell’arcata del ponte hanno subito danni piuttosto consistenti a causa di un cedimento della fondazione – spiega Montanari –. Stiamo realizzando il progetto con il Consorzio della Bonifica Renana, che è competente essendo il ponte sopra un canale».

In sostanza, la Bonifica darà una mano al Comune per la progettazione dell’opera (si ipotizza un nuovo ponte in ferro da posizionare già montato), mentre l’ente locale si impegnerà a finanziarla. A questo proposito, «con una delibera di Giunta abbiamo inserito l’intervento nel piano triennale delle opere» aggiunge il sindaco. Lo studio di fattibilità tecnica ed economica ipotizza infatti un costo di 292 mila euro tra progettazione, demolizione e ricostruzione. Tra l’altro, essendo un manufatto realizzato oltre settant’anni fa, è stato necessario interfacciarsi con la Soprintendenza. «Abbiamo provveduto in via preliminare a una verifica di storicità del ponte, ma non è vincolato» conclude Montanari. (gi.gi.)

Nella foto: il ponte lungo via Guazzaloca

Ponte di via Guazzaloca, Comune di Medicina e Bonifica progettano demolizione e ricostruzione
Cronaca 3 Settembre 2020

Trasversale a Medicina, Montanari: «È una priorità per Bologna». Intanto controlli sui camion e un semaforo programmabile

Matteo Montanari, sindaco di Medicina e presidente del Circondario di Imola, non ha dubbi: «Il completamento della Trasversale è un’opera che Medicina aspetta da 50 anni ed è fondamentale per motivi di sicurezza, il tratto rimasto (via Olmo) è molto molto trafficato. Dobbiamo trovare una soluzione in questo mandato. È una priorità per Bologna».

Montanari ha incontrato nei giorni scorsi l’assessore regionale alle Infrastrutture Andrea Corsini insieme a Marco Monesi, consigliere delegato della Città metropolitana per Pianificazione, Mobilità sostenibile e Viabilità. A fine 2019 proprio la Città metropolitana ha consegnato lo studio di fattibilità finanziato dalla Regione che prevede un paio di opzioni; i costi vanno dai 20 ai 25 milioni (è previsto anche uno svincolo per il futuro collegamento con la zona industriale di Fossatone). «Sarà la Regione a decidere il progetto definitivo-esecutivo con l’ente realizzatore, probabilmente Anas» precisa Montanari.

La nuova viabilità sta creando code e malumori. «Capisco il disagio, ma è stato deciso per motivi di sicurezza – ricorda Montanari -. Dubito che la situazione si risolverà in fretta». E nel frattempo? «Faremo in modo che i nostri vigili facciano delle multe ai mezzi pesanti che continuano a passare, tutelando però i nostri agricoltori che devono arrivare ai campi. Inoltre chiederemo una soluzione più stabile del semaforo da cantiere, a cui si scarica la batteria e non è programmabile, invece il traffico al mattino è più intenso in direzione di Bologna e al contrario la sera». (l.a.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 3 settembre.

Nella foto: Matteo Montanari con l’assessore Corsini a Imola

Trasversale a Medicina, Montanari: «È una priorità per Bologna». Intanto controlli sui camion e un semaforo programmabile
Cronaca 30 Agosto 2020

Camper in fiamme sulla Trasversale di Pianura a Medicina

Incendio ieri sera, alle 23.30, sulla Trasversale di pianura (Sp3) nel Comune di Medicina. A prendere fuoco un camper.

I vigili del fuoco, intervenuti sul posto con una squadra e una autobotte, hanno provveduto allo spegnimento del mezzo e alla messa in sicurezza dello scenario. Con l”ausilio della termocamera è stata verificata anche la presenza di eventuali focolai residui. Sul luogo dell’incendio anche i carabinieri e i sanitari del 118. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Camper in fiamme sulla Trasversale di Pianura a Medicina
Cronaca 28 Agosto 2020

«Un salto in edicola» scopre i «10 Covidamenti» del titolare dell’attività di via Libertà a Medicina

«Durante il Barbarossa mi diverto a mettere in prosa brani tratti dagli Harmony e decantarli al pubblico astante». Si sa che durante il Barbarossa la goliardia la fa da padrona, ma quando si ha a che fare con Paolo Giuggioli, titolare dell’omonima edicola di via Libertà, via centralissima nel cuore di Medicina, bisogna mettere in conto una certa dose di eccentricità innata. Da sette anni il quarantunenne Paolo, medicinese doc, gestisce l’edicola tabacchi nel centro storico della città, ma la sua carriera lavorativa non era certo indirizzata verso questi traguardi. «Mi sono laureato in Scienze statistiche, poi ho fatto tirocinio al Cup, nella sede centrale di Bologna, dove ho lavorato per tre anni con un contratto a tempo determinato. Quando poi mi hanno assunto con un contratto a tempo indeterminato mi sono licenziato… dopo dieci giorni».

Come sta Medicina che, a dispetto del suo nome, ha dovuto affrontare un momento tragico della sua storia, con la «zona rossa» e la chiusura della città a causa del Covid?

«Abbiamo avuto una grandissima paura. Io sono sempre stato aperto perché servizio essenziale, ma avevo tanta paura. Un giorno ho cominciato a scrivere gli strilloni fuori dall’edicola. Era un modo per esorcizzare il momento, la città fantasma, i morti, i malati. Scrivevo cose tipo “Oggi c’è il sole”, che servivano più che altro a me, ma poi i clienti hanno cominciato a chiedermi di scriverle se non lo facevo, così tutti i giorni mi inventavo qualcosa da mettere sullo strillone, cavolate in rima o in prosa. Ci facevano bene però. Come i “10 Covidamenti”, che sono riusciti a strappare un sorriso a tanti. (m.o.)

L’articolo completo e i «10 Covidamenti» su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto: Paolo Giuggioli nella sua edicola

«Un salto in edicola» scopre i «10 Covidamenti» del titolare dell’attività di via Libertà a Medicina
Cronaca 27 Agosto 2020

Coronavirus, indagine sierologica a Medicina: dal 7 settembre test gratuiti per tutti e senza prescrizione medica

Attenzione cittadini di Medicina! A partire dal 7 settembre sarà possibile, per tutti i cittadini del comune del Barbarossa, partecipare ad un’indagine di sieroprevalenza dell’infezione da Coronavirus, per studiare e comprendere la diffusione del virus analizzando il numero delle persone che hanno sviluppato gli anticorpi, anche in assenza di sintomi.

Il test è gratuito, senza prescrizione medica, e deve essere prenotato a partire dall”1 settembre dai cittadini residenti del comune di Medicina, esclusivamente presso il Cup della Casa della Salute di Medicina, il Cup telefonico 800 04 06 06 (al lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 fino alle 12.30) e le quattro Farmacie presenti nel territorio del Comune. Gli appuntamenti si possono prenotare a partire dal primo settembre, mentre i test come detto saranno eseguiti dal 7 settembre in poi. (da.be.)

  

Coronavirus, indagine sierologica a Medicina: dal 7 settembre test gratuiti per tutti e senza prescrizione medica
Cronaca 27 Agosto 2020

A Medicina sulla Trasversale divieto di transito ai mezzi sopra le 7,5 tonnellate e senso unico alternato con semaforo sul ponte del torrente Gaiana

Da sabato 8 agosto è stata modificata la viabilità per migliorare la sicurezza di via dell’Olmo, ossia della Trasversale di Pianura (Sp3) nel tratto medicinese. In direzione Medicina-Budrio, infatti, è stato vietato il transito ai mezzi con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate (ad esclusione dei mezzi di soccorso e di trasporto pubblico) nel tratto fra l’incrocio con via San Carlo (Sp19) e via San Salvatore. Inoltre, è stato istituito il senso unico alternato regolato da semaforo sul ponte del torrente Gaiana (che sta creando code), dove in precedenza vigeva il divieto di transito per i mezzi con peso superiore alle 15 tonnellate «per deterioramento della struttura».

Inoltre, limite massimo di velocità a 30 chilometri orari e divieto di sorpasso in corrispondenza dei ponti sul torrente Quaderna e sul canale di bonifica Fossatone. Nonostante le modifiche apportate, più persone hanno evidenziato come il divieto di transito ai mezzi pesanti non venga ancora rispettato e siano necessari più controlli o, ancor meglio, completare finalmente la Trasversale tra la frazione medicinese di Villa Fontana e la località Olmo nel Comune di Budrio. (r.cr.)

Nella foto: traffico sulla Trasversale di Pianura a Medicina

A Medicina sulla Trasversale divieto di transito ai mezzi sopra le 7,5 tonnellate e senso unico alternato con semaforo sul ponte del torrente Gaiana
Cronaca 25 Agosto 2020

Il decreto Agosto riconosce la cassa integrazione anche ai lavoratori di Medicina ex zona rossa

Il decreto Agosto, che sta proseguendo in Senato il suo iter per la conversione in legge, riconosce una copertura previdenziale ed economica per i lavoratori delle ex zone rosse, tra cui Medicina, e per i quali finora non hanno trovato applicazione le tutele previste dalle disposizioni per l’emergenza Covid 19.

A presentare le domande di accesso ai trattamenti di cassa integrazione ordinaria o di assegno ordinario o di cassa integrazione in deroga dovranno essere i datori di lavoro, per la durata delle misure previste dai provvedimenti della pubblica autorità, fino a un massimo di quattro settimane. «Le domande – informa la Cgil di Imola, in attesa della circolare Inps con le istruzioni operative dettagliate – vanno trasmesse esclusivamente all’Inps, a pena di decadenza, entro il 15 ottobre 2020, allegando copia del provvedimento restrittivo della pubblica autorità. Le domande saranno accolte dall’Inps fino al raggiungimento del limite di risorse previste, pari a 59,3 milioni di euro per il 2020». (lo.mi.)

Il decreto Agosto riconosce la cassa integrazione anche ai lavoratori di Medicina ex zona rossa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast