Ozzano dell’Emilia

Cultura e Spettacoli 10 Luglio 2020

Magia, musica e giocoleria ad Ozzano per l’«ArtInCirco Festival»

Comicità musicale, ma- gia, bolle di sapone, danza, giocoleria, teatro. C’è tutto questo dentro «ArtInCirco Festival», il Festival di circo contemporaneo in corso ad Ozzano fino al 12 luglio. «Doveva tenersi come di consueto tra i primi fine settimana di maggio» fanno sapere dall’organizzazione, «ma le restrizioni dettate dall’emergenza Coronavirus inizialmente avevano fatto propendere gli organizzatori a far slittare la manifestazione direttamente al 2021. Invece, grazie al sostegno economico dell’amministrazione comu- nale di Ozzano, della Pro Loco, e all’impegno personale dell’assessore alla cultura Ele- na Valerio, l’edizione 2020 del Festival… eccola qua!».

L’associazione ArtInCirco, organizzatrice del Festival, ha allestito un programma di eventi che ha preso il via il 7 luglio e terrà compagnia agli spettatori fino al 12 luglio nell’area verde dietro la biblioteca di Ozzano (piazza Allende). «Dobbiamo ringraziare l’amministrazione comunale che, individuando un luogo unico, sicuro e conforme alle norme contro il Coronavirus per tutti gli spettacoli all’aperto, ha fat- to sì che quest’estate possiamo regalare alla cittadinanza tantissimi spettacoli gratuiti – sottolinea Federico Cibin, presidente dell’associazione che organizza il Festival -. È importante ricordare al pub- blico che l’area verde dedicata agli spettacoli del Festival è quella dietro la biblioteca di Ozzano (piazza Allende): una platea da trecento posti che ospiterà non solo il Festival di circo contemporaneo, ma anche il Festival La Torre e la Luna organizzato dal gruppo Ote, il cinema all’aperto, letture e incontri con autori e concerti».

La prenotazione è obbligatoria allo 051-791337 oppure 051-791315 fino a venerdì 10 luglio dalle 9 alle 12.30 o tramite email all’indirizzo cultura@comune.ozzano.bo.it. Sono previsti anche laboratori di giocoleria gratuiti da 10 anni in su con prenotazione al 342-7736730: l’11 luglio dalle 16.30 alle 18.30, il 12 luglio dalle 15 alle 16 nell’area verde davanti al Comune di Ozzano.(r.c.)

Il programma sul sito dell’evento e su «sabato sera» del 9 luglio. 

Nella foto: Nando e Maila in un’immagine dello spettacolo «Kalinka»

Magia, musica e giocoleria ad Ozzano per l’«ArtInCirco Festival»
Cronaca 6 Luglio 2020

Il triatleta ozzanese David Colgan al fianco di Iret e Ramazzini per promuovere i test sierologici

Il triatleta ozzanese David Colgan ha deciso di scendere in campo a fianco della fondazione Iret e dell’istituto Ramazzini per la promozione dei test sierologici. E venerdì scorso si è sottoposto di persona al prelievo per la ricerca del Covid-19, risultato negativo.

«Per la mia attività sportiva ho girato il mondo e probabilmente la larga e repentina diffusione del Covid-19 è stata causata anche da persone “giramondo” proprio come sono io – osserva David –. Ritengo sia doveroso, da parte di tutti i cittadini, aiutare il nostro servizio sanitario ad individuare il più alto numero possibile di asintomatici e per fare questo dobbiamo sottoporci tutti ai test sierologici. Per noi stessi e per evitare di infettare le persone a noi care. Per questo, quando sono venuto a conoscenza della possibilità offerta dal progetto portato avanti in maniera congiunta dall”Istituto Ramazzini (dove si può effettuare il prelievo) e dalla Fondazione Iret (dove le provette vengono analizzate in tempi brevissimi), ne ho approfittato subito. L”alta professionalità e la gentilezza che ho trovato qui a Ozzano mi spingono sicuramente a consigliare a tutti di fare il test sierologico». (r.cr.)

Nella foto: il triatleta David Colgan

Il triatleta ozzanese David Colgan al fianco di Iret e Ramazzini per promuovere i test sierologici
Cronaca 2 Luglio 2020

La comunità di Ozzano piange la scomparsa di Monsignor Giuseppe Lanzoni

Lutto per tutta la comunità di Ozzano Emilia. E”, infatti, venuto a mancare nella notte, Monsignor Giuseppe Lanzoni, parroco di Ozzano per oltre 30 anni e che si trovava ricoverato a villa Toniolo dove era ricoverato.

Nel 2013 l”Amministrazione comunale lo omaggiò con una targa a ricordo proprio dei 30 anni di reggenza delle parrocchie di Ozzano, di San Cristoforo prima a cui si e” aggiunta, negli anni, quella di Sant”Ambrogio. Nel marzo 2016 gli fu assegnato il premio “La Torre”, onorificenza che l”Amministrazione comunale riconosce a chi si e” particolarmente distinto a livello locale o nazionale. Il premio gli fu consegnato proprio per l”attaccamento e la dedizione che da sempre aveva dimostrato nei confronti della nostra comunità. Dagli inizi del 2016 era andato in pensione e si era ritirato a Pieve di Cento, suo paese natale, accanto ai suoi familiari.

L”Amministrazione comunale e la comunità ozzanese ha voluto così stringersi alla famiglia Lanzoni in questo momento di tristezza e di grande vuoto. «Perdiamo un uomo di grandi principi e un parroco di grande valore, sempre disponibile e attento alle esigenze dei suoi parrocchiani» ha detto il sindaco Lelli. Il funerale si svolgerà domani sera, alle 19, in piazza Allende. A seguire la salma verrà tumulata nel cimitero del suo paese natale, Pieve di Cento. (da.be.)

Nella foto (concessa dal Comune di Ozzano): Monsignor Giuseppe Lanzoni 

La comunità di Ozzano piange la scomparsa di Monsignor Giuseppe Lanzoni
Cronaca 1 Luglio 2020

A Ozzano una quercia di proposte tra ciclabili, bici e parchi

Doveva essere un’iniziativa rivolta ai più giovani, specie ai bambini, invece hanno risposto persone di tutte le età. L’idea è dell’associazione di promozione sociale ozzanese «Idee in Campo», presente con questo nome da un paio d’anni, ma che prima si chiamava Amici della Terra.
«Attraverso Facebook, WhatsApp e mailing list – racconta Sandra Degiuli, vicepresidente di Idee in Campo – abbiamo lanciato una locandina con l’iniziativa “Come sogno Ozzano e il futuro del nostro pianeta A”, perché non c’è un pianeta B».
Le proposte, possibilmente con un disegno, dovevano pervenire dal 3 al 7 giugno sotto la grande quercia di via Sandro Pertini, in una zona abbastanza isolata ai piedi delle colline.

«Qualcuno deve aver preso sul serio l’iniziativa al punto da richiedere servizi di cui in paese si avverte la forte necessità» afferma Degiuli. Ad esempio, «studenti della vicina facoltà di Veterinaria hanno richiesto che venisse realizzato un attraversamento pedonale sulla via Emilia, all’altezza della pista ciclabile che collega Ozzano con la stazione ferroviaria». Ora infatti chi si sposta in bici o a piedi deve attraversare la via Emilia in un unico punto, il semaforo all’incrocio con via Marconi, per poi fare un bel pezzo prima di accedere al rettilineo che porta alla stazione.
«La maggior parte dei disegni riguarda comunque la viabilità – prosegue Degiuli –. Richieste di piste ciclabili, biciclette a noleggio, ma anche più polmoni verdi, cioè più alberi, e anche un incremento del servizio pedibus per accompagnare i bimbi a scuola a piedi, che già facciamo come associazione».
Le proposte saranno poi selezionate e consegnate al sindaco e agli assessori competenti. (t.f.)

A Ozzano una quercia di proposte tra ciclabili, bici e parchi
Cultura e Spettacoli 30 Giugno 2020

Il Comune di Ozzano lancia la rassegna estiva in biblioteca

Si intitola R-estate a Ozzano la rassegna che racchiude iniziative, film, eventi e spettacoli che andranno ad animare le calde serate ozzanesi dal 6 luglio al 31 agosto, per chi trascorrerà l’estate in città.
Nel rispetto delle prescrizioni previste per gli eventi all”aperto, l”accesso all”arena spettacoli nell’area verde della biblioteca comunale sarà limitato e si potrà accedere solo dietro prenotazione da effettuarsi contattando preventivamente l”ufficio cultura del Comune (051/791315, cultura@comune.ozzano.bo.it).

«In un” estate dove molti cittadini passeranno le vacanze a casa, la volontà dell”Amministrazione comunale è stata quella di trovare una stretta sinergia con la Proloco locale e le associazioni presenti nella consulta della cultura – spiega Elena Valeria, assessore alla Cultura – e, insieme, di collaborare e impegnarsi per organizzare alcune iniziative culturali nel rispetto delle prescrizioni previste per il contenimento della diffusione della pandemia».
«Il cartellone non è ancora interamente completato e vi sono ancora alcune serate libere – spiega Luca Lelli, primo cittadino –, per cui invitiamo tutte le associazioni del territorio che avessero interesse ad organizzare degli eventi a prendere contatti con l”ufficio cultura del Comune oppure con Proloco. Penso tuttavia che sia già un cartellone molto ricco che potrà sicuramente allietare le serate estive degli ozzanesi». (r.cr.)

Il Comune di Ozzano lancia la rassegna estiva in biblioteca
Economia 25 Giugno 2020

Il Comune di Ozzano sostiene il commercio con 80.000 euro di contributi per protezioni e sanificazione

80.000 euro prelevati dall”avanzo di amministrazione per sostenere le attività commerciali nell’acquisto dei dispositivi di sicurezza individuali e nelle operazioni di sanificazione dei locali.
Il Comune di Ozzano ha aperto un bando per contributi a fondo perduto fino a 1.000 euro riservato al commercio al minuto in sede fissa di vicinato con superficie di vendita pari o inferiore a 250 mq., pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande ed artigianato di servizio (parrucchieri, estetisti), per cui sara possibile presentare domanda fino all’11 luglio.

«Finito il periodo emergenziale della pandemia da COVID-19 bisogna cercare di ripartire per recuperare o limitare al minimo i danni causati dalle misure previste per il contenimento dalla pandemia, in particolare verso quelle attività commerciali costrette alla chiusura nel periodo di lockdown – commenta Luca Lelli, primo cittadino di Ozzano –. Mi preme precisare, continua il primo cittadino, che non sono fra coloro che contestano le misure prese dal Governo, anzi ritengo che fossero necessarie ed inevitabili per la tutela della salute pubblica, ma è innegabile che queste misure hanno colpito duro, in particolare alcuni settori commerciali come ristoranti, bar, parrucchieri, negozi di abbigliamento costretti alla chiusura completa per mesi». (r.cr.)

Il Comune di Ozzano sostiene il commercio con 80.000 euro di contributi per protezioni e sanificazione
Cronaca 22 Giugno 2020

La Tgr di Ozzano diversifica la produzione con un occhio al sociale

La Tgr di Ozzano ha festeggiato quarant’anni di attività nel 2018. Dopo un periodo di chiusura e cassa integrazione dei dipendenti a seguito del lockdown, ha riaperto l”attività cercando di diversificare la propria offerta.
Oltre ai diversi modelli di montascale, ne stanno realizzando uno in collaborazione con la Comunità europea. Seguendo le linee guida comunitarie, il progetto prevede il rifacimento di uno dei primi modelli di montascale realizzato dal padre della signora Patrizia nei primi anni di avvio dell”azienda.
Un altro campo sul quale la Tgr si sta specializzando è la commercializzazione di macchinari di sanificazione.

«Abbiamo acquisito la licenza per la commercializzazione di un macchinario di produzione americana, che sanifica l”aria – spiega Patrizia, attuale proprietaria dell’azienda –. L”abbiamo personalmente visto all”opera e testato e devo dire che i risultati ci hanno convinto a spendere il nome Tgr, conosciuto e stimato da anni nel nostro settore, nella commercializzazione di questo prodotto».
Diversificare la produzione «è anche un modo per sopravvivere in un”ottica di mercato globale come quello in cui oggi, le aziende, si devono per forza confrontare – aggiunge –. E soprattutto in un periodo come questo dove la pandemia da Covid-19 obbliga tutti noi ad avere un occhio particolare all”igiene e alla sanificazione di aria, prodotti e superfici, ci e” parso, conclude Patrizia, un campo da esplorare. Anche per garantire continuità ai nostri dipendenti che ormai consideriamo parte della famiglia Tgr». (r.cr.)

Nella fotografia, la visita dell”Amministrazione in azienda

La Tgr di Ozzano diversifica la produzione con un occhio al sociale
Sport 18 Giugno 2020

Basket, la Sinermatic Ozzano si iscrive alla serie B e si rifà il look nell’organizzazione societaria

La Sinermatic Ozzano non ha deluso le attese dei suoi tifosi e, seppur tra mille difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria ed economica, ha annunciato che il prossimo anno parteciperà ancora al campionato di serie B in una stagione che celebrerà i 40 anni di storia dei Flying.

In questi ultimi due mesi la società ha lavorato senza sosta per creare le condizioni necessarie a garantire la continuità del progetto. Il presidente Cuzzani e i soci, però, hanno sentito l’esigenza di allargare lo sguardo e di dare una struttura organizzativa più agile e moderna alla loro creatura, per mantenere inalterata l’essenza orientando ed ottimizzando le energie e le risorse presenti. La SInermatic avrà così una struttura organizzativa che distribuirà con chiarezza i compiti e le competenze, suddivisi in settori che riporteranno costantemente al Consiglio direttivo e al presidente.

La nuova squadra è così formata da: Paolo Cuzzani (presidente), Flavio Coronelli (General Manager – Direzione Operativa), Luciano Fiordalisi e Emiliano Lolli (Direzione Finanziaria – Controllo di gestione), Alessandro Cascio (Responsabile Marketing e Nuove Progettualità), Gabriele Torreggiani (vice presidente – rapporti istituzionali e pianificazione attività: Matteo Candini (direttore sportivo) e Marco Rivola (Area comunicazione). (da.be.)

Nella foto: la dirigenza della Sinermatic

Basket, la Sinermatic Ozzano si iscrive alla serie B e si rifà il look nell’organizzazione societaria
Cronaca 13 Giugno 2020

Coronavirus, da oggi riaperti i giochi nei parchi di Ozzano Emilia

Giochi riaperti nei parchi? Da oggi, sabato 13 giugno, a Ozzano Emilia si può. Dopo il lungo stop dovuto alle restrizioni per la pandemia da Covid-19, infatti, da questa mattina anche i più piccoli potranno di nuovo usufruire a pieno delle aree verdi cittadine e dei giochi nei parchi. «Ovviamente chiediamo la collaborazione dei genitori che saranno chiamati a vigilare sul corretto utilizzo dei giochi da parte dei propri figli – commenta il sindaco Lelli -, ma e” giusto, dopo tutte le riaperture che ci sono state in questi ultimi giorni, che anche i giochi nei parchi fossero di nuovo messi a disposizione dei bambini. Rimangono ovviamente alcune attenzioni sull”utilizzo delle strutture quali l”igienizzazione delle mani dei bambini, l”utilizzo della mascherina per i bambini di eta” superiore ai 6 anni e non più di due bambini per volta sullo stesso gioco per il rispetto delle quali chiediamo appunto la collaborazione dei genitori».

Le aree giochi interessate dal provvedimento sono: parco della Resistenza, parco Villa Maccaferri, parco Federica Barbieri e le aree verdi in località Noce e nelle frazioni di Mercatale, Osteria Nuova, Maggio e Ponte Rizzoli. Per quanto riguarda le regole da seguire per l”accesso ai giochi: igienizzare le mani dei bambini. Nelle aree giochi riaperte verrà posizionato, da parte dell”Amministrazione comunale, un prodotto igienizzante. Per i bambini di età superiore ai 6 anni e per tutti gli adulti accompagnatori è fatto obbligo dell”utilizzo di una mascherina che copra naso e bocca. E’ vietato formare assembramenti ed è consigliabile mantenere il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro. I giochi possono essere utilizzati da un numero massimo di due bambini per volta e comunque solo nel caso sia possibile mantenere il distanziamento di 1 metro. (da.be.)

Foto presa dal sito web del Comune di Ozzano

Coronavirus, da oggi riaperti i giochi nei parchi di Ozzano Emilia
Cronaca 12 Giugno 2020

Domani ad Ozzano i funerali di Riccardo Zuwa Brown, il 17enne annegato nel torrente Idice

Si terranno domani mattina ad Ozzano i funerali di Riccardo Zuwa Brown, il 17enne annegato nel torrente Idice lo scorso 21 maggio, mentre era in compagnia di alcuni amici. «La gioiosità, l”allegria e l”empatia di Riccardo, molto conosciuto in paese  dove aveva veramente molti amici, avrebbe sicuramente meritato un funerale aperto a tutti coloro che l”avevano conosciuto e apprezzato e che desideravano porgergli un ultimo saluto – commenta il sindaco Luca Lelli – ma, purtroppo, gli accorgimenti che ancora dobbiamo rispettare per il contenimento della pandemia da Covid-19, ci impongono alcune limitazioni».

Per  permettere una partecipazione la piu” ampia possibile, anche nel rispetto della confessione religiosa della famiglia di origine angolana che prevede la partecipazione alle cerimonie funebri dei rappresentanti delle varie comunità angolane presenti in Italia, e” stata concessa la disponibilità del campo da calcio di via dello Sport dove la cerimonia avrà inizio alle 9.30. L”Amministrazione comunale fa presente che, nel rispetto di quanto contenuto nell”allegato 1 del Dpcm del 17.05.2020, la capienza massima di persone ammesse ad entrare nello stadio sarà di 200. Considerato quindi che si prevede una folta partecipazione, si consiglia, per contingentare i numeri, di limitare la presenza (una persona per famiglia) e di arrivare al campo da calcio con largo anticipo in quanto all”entrata saranno presenti le forze dell”ordine ed un gruppo di volontari che fanno capo all”Amministrazione  comunale che avranno il compito di controllare il corretto utilizzo della mascherina obbligatoria per entrare e proveranno la temperatura (accesso non consentito a chi avra” una temperatura pari o superiore a 37.5° come da disposizione governative). All”interno dello stadio, sia per chi siederà sugli spalti della tribuna, sia per chi si posizionerà sul campo o sulla pista di atletica sara” obbligatorio il mantenimento del distanziamento sociale di almeno 1 metro fra una persona e l”altra.

Al termine della cerimonia, il feretro proseguirà  per il locale cimitero di San Cristoforo e l”accesso sara” consentito solo alla cerchia dei familiari stretti. «La famiglia Brown abita ad Ozzano da molti anni ed e” ben inserita nella nostra comunità – conclude il sindaco – , per cui come Amministrazione comunale ci sentiamo di dare informazione dell”iniziativa promossa da alcune famiglie ozzanesi, di raccolta fondi in favore della famiglia Brown. Per chi volesse contribuire il versamento si puo” fare sul c/c messo gentilmente a disposizione dal circolo ARCI UISP OZZANO – IBAN  IT64U0888336990010000004163 con la causale “Insieme per Riccardo”». (da.be.)

Nella foto: Riccardo Zuwa Brown e il luogo della tragedia

Domani ad Ozzano i funerali di Riccardo Zuwa Brown, il 17enne annegato nel torrente Idice

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast