Ozzano dell’Emilia

Sport 17 Novembre 2019

Basket serie B, dopo il digiuno la Sinermatic riassapora il gusto della vittoria

Torna al successo la Sinermatic che espugna 92-86 il parquet di Faenza ed interrompe così un digiuno lungo quattro giornate.

Ozzano domina il primo quarto, trascinato dalla gran serata di Montanari, Iattoni e Morara. Faenza, però, non demorde e prima dell”intervallo lungo ristabilisce le gerarchie e chiude avanti di una sola lunghezza. Dopo l”intervallo lungo i biancorossi, a differenza di altre occasioni, non si sciolgono come neve al sole rimangono agganciati al match, trovando anche in Crespi l”uomo in più. La squadra di coach Grandi arriva all”ultimo riposo in vantaggio e nell”ultimo parziale non si lascia intimorire dal ritorno dei romagnoli. Dopo il pareggio faentino, i liberi di Montanari e la tripla di Morara lanciano definitivamente Ozzano a due minuti dalla sirena. CI pensa poi Iattoni nel finale a sigillare la vittoria.

Nel prossimo turno, in programma sabato 23 (ore 20.30), la Sinermatic affronterà in casa Cento. (r.s.)

Nella foto: Luca Montanari

Tabellino

Faenza-Sinermatic 86-92 (19-31, 49-48,  62-69)

Faenza: Anumba 7, Oboe 10, Bruni 18, Sgobba 19, Rubbini 10, Marabini ne, A. Tiberti 8, Calabrese ne, Klyuchnyk 8, Wang ne, E. Tiberti 6, Zampa. All. Friso.

Ozzano: Morara 18, Montanari 24, Iattoni 19, Chiusolo 7, Corcelli 6, Folli 2, Mastrangelo 2, Favali ne, Lolli ne, Crespi 14, Bisi ne. All. Grandi.

Basket serie B, dopo il digiuno la Sinermatic riassapora il gusto della vittoria
Cronaca 14 Novembre 2019

Tecnologia 5G, l'Istituto Ramazzini raccomanda precauzione: «Prima di usarla, studiamone gli effetti»

Tra l’Istituto Ramazzini e la Città metropolitana di Bologna il confronto sul 5G è aperto. Le nuove antenne possono avere effetti cancerogeni? Domanda «grossa», a cui il Ramazzini, che ha una delle sue sedi proprio a Ozzano, tenta di rispondere evidenziando studi svolti in precedenza su tecnologie dall’impatto inferiore. Ma andiamo per ordine. Un anno fa il Ramazzini aveva fornito i dati di ricerche svolte su topi esposti ai campi elettromagnetici emessi dai telefonini. Risultato: in due esperimenti distinti, svolti in Italia e negli Usa, si ammalavano dello stesso tipo di tumore. Si trattava di studi su una tecnologia a minore intensità rispetto al 5G: per gli studiosi, un monito che non tranquillizza sugli scenari futuri dove l’esposizione aumenterà.

A febbraio, i ricercatori dell’Istituto fondato da Cesare Maltoni avevano esposto i dati a Montecitorio, in commissione parlamentare, mostrando che i livelli di radiofrequenza 5G saranno perfino più alti rispetto a quelli studiati su 3G e 4G. A fine ottobre l’ufficio di presidenza della Città metropolitana di Bologna presieduto dal sindaco Virginio Merola ha dichiarato:«Non c’è nessun allarme 5G. Gli allarmi li certifica l’Istituto superiore di sanità, l’Iss, non i sindaci dei vari comuni. E l’Iss ha confermato, studi alla mano, che non è necessario modificare gli standard internazionali di prevenzione». Inoltre, si era dato vita a un Tavolo permanente sul 5G, con Ausl, Arpae, comitati cittadini, compagnie telefoniche e lo stesso Ramazzini. Merola aveva poi ammonito a non agire in «ordine sparso», dove ogni riferimento alla sindaca di San Lazzaro, Isabella Conti, rea di aver chiuso all’istallazione di antenne 5G, era chiaro come il sole.

Nel merito interviene Fiorella Belpoggi, direttrice dell’area Ricerca dell’Istituto Ramazzini, che risponde al «sabato sera» da Lione, dove sarà impegnata in convegno fino a metà novembre.

Dottoressa Belpoggi, questo giornale si occupò un anno fa dei primi risultati sull’esposizione alle radiofrequenze. Da allora sono emerse nuove evidenze sulla pericolosità del 5G?
«Non esistono studi adeguati per stabilirne la pericolosità, ma neppure per escluderla. Sulla base delle conoscenze acquisite sul 3G in studi epidemiologici e sperimentali, che hanno osservato un aumento dei tumori delle cellule nervose nell’uomo e nelle cavie, sarebbe doveroso adottare un principio precauzionale, rallentando l’installazione del 5G in attesa di una definizione dei potenziali rischi».

Così però si blocca lo sviluppo…
«Servono solo più tempo e altre ricerche. Poiché nello studio sulle frequenze 3G sono stati evidenziati biomarker correlati ai tumori e rotture del Dna (genotossicità), con uno studio della durata di un anno si potrebbe avere un primo orientamento sugli effetti del 5G». (ti.fu.)

L”intervista completa e altri approfondimenti sono su «sabato sera» del 14 novembre

Nella foto Fiorella Belpoggi, direttrice area ricerca dell”Istituto Ramazzini

Tecnologia 5G, l'Istituto Ramazzini raccomanda precauzione: «Prima di usarla, studiamone gli effetti»
Cronaca 12 Novembre 2019

Il Comune di Ozzano si prepara ad assumere sette persone

Il Comune di Ozzano si prepara ad assumere sette dipendenti con un contratto a tempo indeterminato. Un numero davvero cospicuo per una cittadina da poco meno di 14 mila abitanti.
«Per noi è una boccata d’ossigeno importante, che in un colpo solo farà crescere di circa il 10% il personale comunale (attualmente composto da un’ottantina di dipendenti, ndr)». Gongola il sindaco Luca Lelli all’indomani della pubblicazione dei relativi bandi sul sito dell’Unione dei comuni Savena-Idice. Una buona notizia anche per chi è alla ricerca di un posto di lavoro «sicuro».

Nel dettaglio, le selezioni riguardano tre posti di categoria D, quindi riservati a chi è in possesso della laurea, e quattro posti di categoria C, quindi per diplomati, tutti in scadenza tra lunedì 18 e mercoledì 20 novembre (i bandi sono su https://uvsi.it/categoria/bandi-e-concorsi).
Le prove scritte sono previste in dicembre e gli orali a gennaio, ma dipenderà anche da quanti si presenteranno attirati dalla prospettiva del posto fisso.

Per quanto riguarda i posti da istruttore direttivo, «due saranno destinati all’ufficio ragioneria e uno all’ufficio tecnico» dice Lelli.
Tra i quattro da assumere in categoria C, invece, «tre sono amministrativi e lavoreranno negli uffici Urp, scuola e tecnico, mentre il quarto è un tecnico geometra».

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 7 novembre

Fotografia tratta dalla pagina Facebook del Comune di Ozzano

Il Comune di Ozzano si prepara ad assumere sette persone
Cronaca 12 Novembre 2019

“Agosto con noi' da record, 64 mila euro donati al Ramazzini

Edizione dei record per «Agosto con noi». La manifestazione organizzata dai soci e dalle socie dell’Istituto Ramazzini e che si tiene nel piazzale antistante il palazzetto dello sport in viale Due Giugno, si è svolta dal 3 al 16 agosto scorsi ed è giunta ormai alla trentatreesima edizione.
Giovedì 24 ottobre la coordinatrice della sezione, Loretta Masotti, ha consegnato nelle mani del presidente dell’Istituto Ramazzini, Simone Gamberini, un assegno da 64 mila euro, ben 15 mila euro in più rispetto al 2018.

Il Ramazzini, fondato dal professor Cesare Maltoni, da oltre trent’anni è impegnato nella ricerca per la lotta al cancro e alle malattie ambientali. Proprio a Maltoni, è dedicato il documentario Vivere, che rischio.

Durante le 14 serate di «Agosto con noi», nello stand ristorante, che ha raggiunto 700 coperti ogni sera, sono stati serviti 6.060 primi piatti, tra cui 1.707 piatti di tagliatelle e 2.110 porzioni di polenta. Inoltre, ai tavoli sono arrivati 1.819 piatti di ranocchi, 878 cosce di pollo e 2.060 porzioni di patatine. Piatto forte della festa le crescentine: ne sono state servite 13.439, utilizzando circa 90 chili di impasto ogni sera. Infine, durante la festa sono stati serviti 1.827 gelati e 3.254 caffè.

All’arena spettacoli, inoltre, si è registrato il sold out tutte le sere: sul palco, diretto da Umberta Conti, sono saliti quasi 200 artisti. (r.cr.)

“Agosto con noi' da record, 64 mila euro donati al Ramazzini
Sport 9 Novembre 2019

Basket serie B, sconfitta in volata per la Sinermatic Ozzano

Quarta volta consecutiva senza referto rosa per la Sinermatic Ozzano che, in casa, perde 76-72 contro Montegranaro. Tra i biancorossi assente per squalifica Dordei.

Primo quarto di marca ozzanese con Iattoni grande protagonista, poi gli ospiti vengono fuori alla distanza e con una tripla allo scadere chiudono avanti di una lunghezza il primo quarto. Nel terzo parziale l”equilibrio è il comune denominatore, con entrambe le squadre che segnano con il contagocce. Nel decisivo e ultimo quarto, però, Montegranaro scappa e ci pensa Corcelli, con una «bomba» a riportare la parità a meno di quattro minuti dal termine. Sulle ali dell”entusiamo Ozzano mette il naso avanti grazie alla tripla di Montanari quando alla sirena manca poco più di un minuto. Gli ospiti, però, non crollano anzi reagiscono subito e la ribaltano dall”arco e con i liberi della sicurezza.

Nel prossimo turno, in programma domenica 17 (ore 18), la Sinermatic farà visita alla Rekico Faenza. (r.s.)

Nella foto: coach Grandi

Tabellino

Sinermatic-Montegranaro 72-76 (28-22, 45-46, 55-58)

Ozzano: Mastrangelo 5, Chiusolo 9, Iattoni 16, Corcelli 13, Montanari 14, Bisi ne, Galassi 2, Lolli ne, Morara 8, Folli, Favali, Crespi 5. All. Grandi. 

Montegranaro: Caverni 22, Jovovic 4, Villa 8, Ciarpella 11, Panzieri 5, Ragusa 6, Di Angilla 2, Tremolada 3, Polonara 6, Lupetti 9. All. Ciarpella.

Basket serie B, sconfitta in volata per la Sinermatic Ozzano
Sport 8 Novembre 2019

Pattinaggio, Ozzano è sempre Magic: «Tricolore, un prestigio»

Il bis è servito. Per il secondo anno consecutivo la Magic Roller di Ozzano dell’Emilia si è laureata società vincitrice del Campionato Italiano Fisr di pattinaggio artistico su rotelle. Un risultato davvero prestigioso, se si considera che sul territorio nazionale c’era un totale di 542 società iscritte. «Questo successo rappresenta un’enorme soddisfazione per la società – spiega la presidente della società ozzanese, Maria Cristina Blanzieri -. Per noi è un grande onore e un grande prestigio mantenere nella nostra divisa la coccarda della bandiera tricolore, per il secondo anno consecutivo».

Oltre ad essersi laureati vincitori come società italiana del campionato «Bonacossa» (risultato ottenuto dalla sommatoria di tutti i podi e i piazzamenti realizzati a partire dalle gare provinciali, regionali e italiani), la Magic Roller ha ottenuto anche il titolo di campione d’Italia 2019, vittoria conquistata dagli atleti singolaristi e coppie, grazie a tutte le medaglie e piazzamenti ottenuti durante le gare finali del campionato di Federazione. (an.cas.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 novembre.

Nella foto: atleti della Magic Roller Ozzano

Pattinaggio, Ozzano è sempre Magic: «Tricolore, un prestigio»
Sport 2 Novembre 2019

Basket serie B, che tonfo per la Sinermatic Ozzano a Piacenza

Tonfo pesante per la Sinermatic Ozzano che è uscita sconfitta 86-54 dal campo di Piacenza.

Biancorossi senza Montanari, ma con un Galassi in più nel motore, che reggono i ritmi dei padroni di casa fin all”intervallo lungo. Crespi ed il giovane Favali sono i migliori in campo per Ozzano, ma nel secondo tempo Piacenza spazza letteralmente dal campo la squadra di Grandi con un attacco super. Ultimo quarto decisamente utile solo per le statistiche.

Nel prossimo turno, in programma sabato 9 novembre (ore 20.30), la Sinermatic sarà impegnata in casa contro Montegranaro. (r.s.)

Nella foto: time-out ozzanese

Tabellino

Piacenza-Sinermatic 86-54 (15-15, 38-31, 70-40)

Piacenza: De Zardo 7, Orlandi ne, Pedroni 2, Udom 12, Bracchi ne, Maggio 17, Artioli 11, Bruno 14, Birindelli 9, Cena 14. All. Campanella

Sinermatic: Galassi 2, Iattoni, Chiusolo 5, Morara 7, Mastrangelo 2, Corcelli 8, Favali 10, Folli 5, Crespi 15, Lolli, Dordei. All. Grandi.

Basket serie B, che tonfo per la Sinermatic Ozzano a Piacenza
Cronaca 31 Ottobre 2019

Inaugurata ad Ozzano la nuova sede dell'Associazione Nazionale Carabinieri

E” stata inaugurata sabato scorso ad Ozzano la nuova sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri. La cerimonia ha avuto inizio con la celebrazione della Santa Messa officiata dal Cappellano militare ed e” proseguita con la deposizione di una corona al monumento ai Caduti per ricordare tutti i caduti sia civili che militari.

Alla cerimonia erano presenti anche, oltre al sindaco Luca Lelli, accompagnato da assessori e consiglieri sia di maggioranza che di minoranza, l”assessore alla sicurezza del Comune di Castenaso Elisabetta Scalambra, il Presidente della locale Associazione Nazionale Carabinieri avvocato Alessandro Schiaretti, il Generale Rosignoli, il Comandante della Compagnia carabinieri di San Lazzaro Maggiore Giulio Presutti ed il Comandante della stazione carabinieri di Ozzano, Giuseppe Diana. «Fino a poco tempo fa la sede dell”Associazione era presso il centro civico di Ponte Rizzoli, locali sicuramente ben curati ed adeguati, ma decentrati per quanto riguarda il centro del Paese – ha detto il sindaco Luca Lelli -. Ora finalmente siamo riusciti a dare loro la disponibilita” di un ufficio e di una saletta riunioni situate nella palazzina comunale a fianco del Municipio che, anche in paese, viene ormai identificata come la “palazzina della sicurezza”, in quanto già sede della Stazione Carabinieri di Ozzano al 1° piano e degli uffici della Polizia municipale a piano terra. Quasi tutti gli aderenti all”Associazione sono anche assistenti civici e collaborano, sia con l”Amministrazione comunale che con le locali Forze dell”Ordine, nel mantenimento dell”ordine pubblico in occasione di manifestazioni all”aperto e nel controllo del territorio anche in orario serale e notturno. Vista  quindi la stretta collaborazione che hanno con le forze dell”ordine ci e” parsa ottimale e perfettamente funzionale per i loro servizi, la collocazione della loro nuova sede là dove già sono presenti sia i carabinieri che la polizia municipale». (r.c.)

Nella foto: il taglio del nastro

Inaugurata ad Ozzano la nuova sede dell'Associazione Nazionale Carabinieri
Sport 26 Ottobre 2019

Basket serie B, la Sinermatic Ozzano perde l'imbattibilità casalinga contro Rimini

Dopo la sconfitta di Fabriano, la Sinermatic Ozzano cade anche in casa 81-72 contro Rimini.

La squadra di Grand, però, parte meglio e con i 13 punti di Morara nel solo primo quarto mette subito la freccia. Rimini non ci sta e nel secondo parziale si fa sotto, trascinata da Bedetti. Dopo l”intervallo lungo è Ozzano a fare la partita, con i suoi interpreti migliori come Dordei e Chiusolo, ma Rimini ha sette vite e rimane sempre a contatto. Fatale per i biancorossi l”ultimo quarto: l”attacco stenta, la difesa non regge e a festeggiare sono gli ospiti.

Nel prossimo turno, in programma sabato 2 novembre (ore 21), la Sinermatic sarà impegnata sul campo di Piacenza. (da.be.)

Nella foto: Morara

Tabellino

Sinermatic-Rimini 72-81 (22-13, 38-36, 62-48)

Sinermatic: Montanari 5, Iattoni 5, Chiusolo 15, Morara 17, Mastrangelo 6, Corcelli 3, Favalli, Folli 9, Crespi 2, Lolli ne, Dordei 10. All. Grandi.

Rimini: Moffa 11, F. Bedetti 19, L. Bedetti 7, Broglia 7, Pesaresi 15, Ambrosin 8, Vandi ne, Chiari ne, Ramilli ne, Rivali 11, Bianchi ne, Rinaldi 3. All. Bernardi. 

Basket serie B, la Sinermatic Ozzano perde l'imbattibilità casalinga contro Rimini
Cronaca 26 Ottobre 2019

Furto con spaccata in pasticceria ad Ozzano

Spaccata, poco dopo la mezzanotte di ieri, venerdì 25 ottobre, alla pasticceria Dolci Momenti di Ozzano. Un uomo alla guida di una Punto, poi risultata rubata, ha sfondato in retromarcia l”ingresso laterale e le vetrine del locale in viale 2 giugno. A sentire il rumore di vetri infranti alcuni residenti ed il proprietario dell”attività che abita nella palazzina al piano superiore. 

Il malvivente, dopo aver razziato una sessantina di euro dal registratore di cassa è poi scappato facendo perdere le sue tracce. Sull’accaduto indagano i carabinieri. «Il forte rumore ha fatto tremare le pareti del palazzo – ha ammesso il titolare della pasticceria Giovanni Foti -. Il danno è stato ingente, ma è ancora presto per quantificarlo. Un furto del genere, comunue, non l’avevamo mai subito. L”attività però continua e già ieri mattina, infatti, abbiamo aperto regolarmente». (da.be.)

Foto d”archivio

Furto con spaccata in pasticceria ad Ozzano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast