Cultura e Spettacoli

Cultura e Spettacoli 6 Maggio 2021

Il carabiniere-poeta Andrea Oxilia che compone versi in cimbro. IL VIDEO

Andrea Oxilia, il capitano della Compagnia dei cara- binieri di Imola, 41 anni appena compiuti, coltiva una forte passione per la poesia, che scrive in cimbro, una lingua minoritaria di origine germanica. Con il suo componimento Vingasi (Incontrarsi) ha vinto il secondo premio nel concorso di poesia organizzato nell’ambito della Giornata nazionale del Fiocchetto lilla dalla Fanep, associazione che offre sostegno e cure a minori affetti da patologie neuro-psichiatriche, quali il Dna (disturbo della nutrizione e dell’alimentazione). Ma il capitano non è nuovo ai concorsi di poesia, in particolare quelli dedicati alle lingue minoritarie, nei quali ha ottenuto ottimi piazzamenti.

Perché la scelta della lingua cimbra?

«La mia origine familiare, in parte veronese (a Verona ho svolto gli studi dall’infanzia al liceo) e in parte dell’altopiano di Folgaria in Trentino, mi ha portato ad essere a contatto con i territori nei quali si parla questa lingua: la Lessinia veronese, l’altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna. Lì questa lingua è ancora molto sentita, tant’è che nel comune di Luserna, in provincia di Trento, è parlata da tutti e 200 i residenti e riconosciuta ufficialmente come seconda lingua». (e.g.)

L’intervista su «sabato sera» del 6 maggio. All’interno anche un approfondimento sul dialetto romagnolo, per capire l’importanza delle tradizioni popolari rievocate tra poesia, corsi e dialoghi da appassionati e specialisti in materia.

Nella foto: il capitano della Compagnia carabinieri di Imola, Andrea Oxilia 

Il carabiniere-poeta Andrea Oxilia che compone versi in cimbro. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

Torna Il Gallo Team, è «Moher» il nuovo singolo della band imolese

La pandemia non ha scalfito minimamente la grinta del Gallo Team. Tutt’altro. Il supergruppo capitanato da Claudio «Gallo» Golinelli, storico bassista di Vasco Rossi, e composto da Cristian «Cicci» Bagnoli, voce e chitarra, da Fabrizio Foschini, tastierista degli Stadio, e da Adriano Molinari, batterista di Zucchero, ha annunciato sulla propria pagina Facebook l’uscita del terzo singolo «Moher».

Dopo una lunga attesa scatenata da un post pubblicato già il 1° marzo, il successore di «Per noi», uscito nella primavera del 2013, e di «Notte da paura», datato gennaio dell’anno successivo, sarà disponibile sulle piattaforme a pagamento come Amazon, iTunes e Spotify da giovedì 6 maggio. «Dopo un momento compli- cato, Moher rappresenta una rinascita di vita e musicale – spiega «Cicci» Bagnoli -, la dimostrazione che è possibile andare avanti. Non sto pensando esclusivamente al periodo che tutti stiamo attraversando, ma anche a quello particolare che ha vissuto il Gallo. La copertina e il titolo richiamano le Cliffs of Moher, le scogliere di Moher, in Irlanda. Me le ha fatte conoscere il Gallo, ci siamo andati in molte occasioni, e un pezzo del nostro cuore è rimasto là». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 29 aprile.

Nella foto: il Gallo Team sul palco 

Torna Il Gallo Team, è «Moher» il nuovo singolo della band imolese
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

Open day virtuale della sede di Imola dell’Università di Imola, oggi la presentazione dei corsi di laurea

Appuntamento oggi, alle 15, con l’Open day virtuale della sede di Imola dell’Università di Bologna. 

Per ciascun corso di laurea presentato sono previste illustrazioni dettagliate delle attività specifiche del corso, a cura di docenti, tutor, studenti e laureati. Gli studenti potranno accedere alle aule virtuali dei corsi di laurea di proprio interesse e potranno “parlare in diretta” con docenti, tutor, ecc. Sono previsti anche tour virtuali ai laboratori. L’evento si svolgerà interamente online attraverso la piattaforma Microsoft Teams. 

Per iscriversi all’evento e per informazioni sulle modalità di partecipazione online.

Nella foto: Palazzo Vespignani

Open day virtuale della sede di Imola dell’Università di Imola, oggi la presentazione dei corsi di laurea
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

Lo Stignani riapre e fa un regalo ai giovani, prova generale di «Mistero Buffo» gratis per gli under 20

Il teatro Stignani riaprirà il prossimo 19 maggio e lo fa con un regalo ai più giovani. «I produttori di Mistero Buffo e il protagonista Matthias Martelli, che riallestirà lo spettacolo a Imola, per la regia di Eugenio Allegri, hanno infatti accettato la nostra richiesta di aprire la prova generale prevista per il 18 maggio alle ore 18 ai giovani under 20, a ingresso gratuito» fa sapere l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi -. Dopo tanti mesi di chiusura dei teatri a causa del Covid, abbiamo pensato che fosse giusto riservare ai più giovani il primo spettacolo alla presenza di pubblico. Aprire il sipario ad una platea di soli giovani under 20 sarà un’emozione anche per l”attore, che si è infatti detto entusiasta della nostra iniziativa».

La prova generale si svolgerà martedì 18 maggio, alle ore 18 (atto unico di 90 minuti). L’apertura delle porte avverrà alle ore 17. Per accedere ai 234 posti disponibili è obbligatoria la prenotazione telefonica al numero 0542 602610, dal lunedì al venerdì dalle ore 13 alle ore 15.30, fino ad esaurimento dei posti disponibili per emergenza Covid. Si possono prenotare al massimo due posti a testa. Il ritiro del biglietto di ingresso dovrà avvenire alla biglietteria del teatro (via Verdi n. 1/3) nei seguenti giorni ed orari: sabato 15 maggio dalle ore 16 alle ore 19; lunedì 17 maggio dalle ore 13 alle ore  17; martedì 18 maggio dalle ore 10 alle ore 17. Qualora possibile, per evitare assembramenti si consiglia di delegare una persona sola al ritiro di più biglietti.

Nella foto (di Andrea Macchia): Matthias Martelli

Lo Stignani riapre e fa un regalo ai giovani, prova generale di «Mistero Buffo» gratis per gli under 20
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

Open day virtuale dell’Università di Bologna (sede di Imola), oggi la presentazione dei corsi di laurea

Appuntamento oggi, alle 15, con l’Open day virtuale della sede di Imola dell’Università di Bologna. 

Per ciascun corso di laurea presentato sono previste illustrazioni dettagliate delle attività specifiche del corso, a cura di docenti, tutor, studenti e laureati. Gli studenti potranno accedere alle aule virtuali dei corsi di laurea di proprio interesse e potranno “parlare in diretta” con docenti, tutor, ecc. Sono previsti anche tour virtuali ai laboratori. L’evento si svolgerà interamente online attraverso la piattaforma Microsoft Teams. 

Per iscriversi all’evento e per informazioni sulle modalità di partecipazione online.

Nella foto: Palazzo Vespignani

Open day virtuale dell’Università di Bologna (sede di Imola), oggi la presentazione dei corsi di laurea
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

«John Malkovich's Inferno», cancellata la data alla Rocca di Imola

A causa del protrarsi della pandemia, la Swiss Global Art Management – Gart, l’agenzia di management di John Malkovich, ha deciso di cancellare e riprogrammare «John Malkovich’s Inferno» e con esso le tappe europee previste per l’estate del 2021, compresa quella di Imola in programma il prossimo 24 giugno. «Alla luce delle restrizioni legate alla diffusione del Covid-19 – dichiara Gart – quali l”avviso del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che ha inserito l”Italia nell”elenco dei Paesi di ”Level 4” verso i quali è sconsigliato viaggiare, le regole diverse in ogni location coinvolta nel tour, il coprifuoco, il possibile cambio di colore tra le regioni italiane senza grande preavviso, siamo molto dispiaciuti di annunciare che il tour John Malkovich’s Inferno dovrà essere riprogrammato attendendo il migliorare della situazione pandemica».

Emilia Romagna Festival con il management dell”artista e la Only Stage, insieme co-produttori dell”evento, sono al lavoro per riprogrammare le date della tournée. Ulteriori dettagli sulla verranno diffusi appena possibile.

  

«John Malkovich's Inferno», cancellata la data alla Rocca di Imola
Cultura e Spettacoli 4 Maggio 2021

Allo Stignani si riapre il sipario con «Mistero buffo» di Dario Fo e Franca Rame

Finalmente dopo mesi il teatro comunale «Ebe Stignani» riapre il sipario. E lo farà, dal 19 al 27 maggio, con lo spettacolo «Mistero buffo» di Dario Fo e Franca Rame, con Matthias Martelli, per la regia di Eugenio Allegri. Questo titolo viene proposto agli spettatori in sostituzione dello spettacolo Che disastro di Peter Pan, che è stato annullato. «Il giorno stesso in cui abbiamo avuto notizia ufficiale della riapertura dei luoghi della cultura abbiamo messo in calendario questa recita. I nostri cittadini sentono il bisogno di ricominciare a fruire collettivamente di luoghi, servizi ed opportunità culturali e noi abbiamo risposto immediatamente» sottolinea Giacomo Gambi, assessore alla Cultura.

Il miglioramento della situazione sanitaria quindi consente di riprendere le attività del teatro comunale e di andare a recuperare gli spettacoli sospesi a causa della pandemia. Naturalmente il tutto nel pieno rispetto delle misure per il distanziamento sociale, che applicate al teatro ne dimezzano la capienza, passando dai 468 posti normalmente utilizzabili a 234 posti. Questo significa che moltissime sedute della sala non potranno essere utilizzate, come già avvenuto per il recupero dello spettacolo Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. «Per non penalizzare nessun abbonato e per offrire a tutti la possibilità di recuperare gli spettacoli sospesi, il teatro Stignani ha deciso di aumentare il numero delle recite anche per il prossimo spettacolo, in modo da poter distribuire gli abbonati in un numero maggiore di repliche, garantendo la sicurezza del pubblico e il rispetto dei protocolli sanitari. Ricollocare quasi duemila spettatori non è stato semplice» spiega il direttore  dello Stignani, Luca Rebeggiani.

Le recite, infatti, passano dalle 6 di una stagione normale alle attuali 11, di cui 10 riservate agli abbonati ed una per la vendita dei biglietti fuori abbonamento. Le recite serali dello spettacolo Mistero buffo inizieranno alle ore 20, in modo da consentire il rispetto del coprifuoco. Le porte del teatro si apriranno alle ore 19 per consentire l’accesso in piena sicurezza ai locali del teatro. Per le recite pomeridiane gli spettacoli inizieranno alle ore 15 con apertura porte alle ore 14. (r.c.)

ABBONATI E VENDITA BIGLIETTI

NORME DA OSSERVARE PER L’ACCESSO AL TEATRO

Nella foto (di Andrea Macchia): Matthias Martelli in scena

Allo Stignani si riapre il sipario con «Mistero buffo» di Dario Fo e Franca Rame
Cultura e Spettacoli 4 Maggio 2021

L’albo illustrato «Io sono foglia» di Bacchilega Junior tra i migliori libri 0-6 anni secondo la prestigiosa rivista Andersen

L’albo illustrato «Io sono foglia» di Angelo Mozzillo e Marianna Balducci pubblicato da Bacchilega Junior nel 2020 è uno dei tre migliori libri 0-6 anni secondo la prestigiosa rivista Andersen. Il libro, infatti, è tra i finalisti del premio svelati ieri. Secondo la giuria, composta da esperti del mondo della letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, il libro è un «invito a scoprire e a ordinare il mondo, scoprendo al contempo se stessi; opera preziosa di due autori italiani, invita il lettore a riflettere, con non comune delicatezza, sugli stati d’animo, spesso confusi e contrastanti che i piccoli attraversano e lo fa coniugando trepida grazia e lieve ironia. Raffinate e briose le singolari illustrazioni della riminese Balducci».

A contendersi il premio insieme a «Io sono foglia» ci sono i titoli «Insieme» di Taro Miura (Fatatrac) e «Jip e Janneke, amici per sempre» di Annie Schmidt e Fiep Westendorp (LupoGuido). L’annuncio dei vincitori sarà trasmesso online venerdì 25 giugno.

Fra le numerose categorie del premio (i migliori libri per fasce d’età 0/6 anni, 6/9 anni, 9/12 anni, oltre i 12 anni, oltre i 15 anni; il miglior albo illustrato; il miglior libro di divulgazione; il miglior libro fatto ad arte; il miglior libro senza parole; il miglior libro a fumetti; il miglior libro mai premiato) sono in finale anche altre autrici e illustratrici del catalogo Bacchilega Junior: Barbara Ferraro («Blu di barba», «A colori»), Sarah Zambello («Le mani di Anna»), Sonia MariaLuce Possentini («A colori»,  «L’estate delle cicale», «Noi») e Susy Zanella («Una storia su due piedi»). 

Nella foto: la copertina del libro

L’albo illustrato «Io sono foglia» di Bacchilega Junior tra i migliori libri 0-6 anni secondo la prestigiosa rivista Andersen
Cultura e Spettacoli 1 Maggio 2021

Il Cantamaggio di Medicina torna oggi con una rinnovata versione online

Il Cantamaggio di Medicina arriva online con l’evento «Canto d’arte, canto d’assenza». Appuntamento oggi, alle 16, sulla pagina Facebook di Medicinateatro con i partecipanti delle scorse edizioni.

Una rinnovata versione online, quindi, per il laboratorio teatrale residenziale organizzato da La Baracca – Testoni Ragazzi che dal 1998 ha radunato ogni anno al Magazzino Verde di Medicina 100 giovani tra i 14 e i 30 anni. Le ragazze e i ragazzi, provenienti da diverse parti d’Italia e dall’estero, hanno condiviso ogni anno tre giornate di creazione artistica collettiva, riflettendo con gli strumenti del teatro su un tema di rilevanza sociale, fino alla restituzione di una performance pubblica, a ingresso gratuito, al parco delle Mondine di Medicina.

Dopo l’edizione 2020, cancellata per la pandemia, Cantamaggio per il 2021 ha scelto di trasformarsi in una diretta online che coinvolgerà i partecipanti alle scorse edizioni. Il tema al centro di quest’anno è la chiusura dei luoghi dello spettacolo e il diritto alla cultura.  Attraverso una call tra gli ex partecipanti sono stati raccolti interventi e contributi a una drammaturgia condivisa. (r.c.)

Nella foto: una passata edizione del Cantamaggio al parco delle Mondine di Medicina

Il Cantamaggio di Medicina torna oggi con una rinnovata versione online
Cultura e Spettacoli 29 Aprile 2021

«Mente Locale Young», al via il concorso di produzione audiovisiva per le scuole. In gara anche il film del liceo Rambaldi Valeriani

Tutto pronto, dal 3 al 9 maggio, per la prima la prima edizione di «Mente Locale Young – Le scuole italiane raccontano il territorio», il concorso nazionale organizzato da Carta|Bianca Aps e finanziato da Mic e Miur che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata dalle scuole italiane in tema di racconto del territorio. L’evento sarà visibile in streaming gratuito sul sito di Docacasa. Tra i 14 film finalisti (sui 141 presentati) anche quello realizzato dal Liceo Rambaldi-Valeriani di Imola, dal titolo «In medio stat Imola». «Esiste davvero un confine tra Emilia e Romagna? Muovendo da una domanda che può apparire banale, il documentario esplora concetti più ampi, indagando l’origine dei confini, la loro labilità e la ricchezza culturale delle zone di frontiera e di passaggio» si legge nella presentazione del film.

Circa 700 studenti di istituti secondari di primo e secondo grado provenienti da tutta Italia, invece, comporranno la giuria «Young» che nei mesi di marzo e aprile hanno seguito il percorso didattico online, previsto dal festival, sul tema del linguaggio audiovisivo e della critica cinematografica e che assegneranno un premio di 500 euro al miglior film. Al loro fianco la giuria professionale «Senior» formata dal  critico cinematografico e professore universitario Roy Menarini, dalla regista, sceneggiatrice e produttrice Enza Negroni e dal filmaker, saggista e docente Riccardo Palladino. Questa giuria assegnerà tre premi, tutti e tre del valore di 500 euro: uno alla miglior opera in concorso, uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle medie ed uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle superiori.

Grazie alla collaborazione con Cefa Onlus ci sarà anche una terza giuria composta da giovani tunisini di età compresa tra gli undici e diciassette anni, coinvolti nei progetti di formazione cinematografica delle associazioni partner Cefa ArtRue e Sentiers-Massarib, che ha seguito lo stesso percorso didattico delle altre giurie «Young», in lingua francese. La valutazione delle opere da parte degli studenti tunisini si sommerà a quello delle giurie Young degli studenti italiani. Anche la giuria Cefa concorrerà al premio per la miglior recensione, insieme alle giurie formate dagli studenti delle scuole medie.

La premiazione si svolgerà sabato 8 maggio alle ore 11, sempre in streaming, su Docacasa.it nella sezione «eventi live» della piattaforma. (r.cr.)

Nella foto: studenti del liceo Rambaldi-Valeriani durante le riprese del film 

«Mente Locale Young», al via il concorso di produzione audiovisiva per le scuole. In gara anche il film del liceo Rambaldi Valeriani

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast