Cultura e Spettacoli

Cultura e Spettacoli 30 Luglio 2021

Carlo Lucarelli dal premio Robinson di Repubblica al «Fuori Sipario» di Bubano

È Carlo Lucarelli con il suo L’inverno più nero, lo scrittore del giallo più bello del 2020 secondo la giuria di Robinson, premio letterario organizzato annualmente dall’inserto del quotidiano la Repubblica, nato con l’idea di far concorrere autori esordienti ed affermati, lontani dalle logiche dei concorsi nazionali più famosi. Erano 128 i titoli in gara per la categoria gialli, suddivisi in tre fasi di selezione. 

Lo stesso scrittore mordanese sarà ospite d’onore stasera a «Fuori Sipario 2021», la rassegna culturale organizzata nel prato del Torrione sforzesco di Bubano. Nella serata intitolata «Non c’è bisogno di essere eroi», Lucarelli racconterà vicende di uomini e donne che hanno lottato contro la mafia, impegnandosi nel proprio lavoro, diffondendo con umiltà e senso civico i valori della trasparenza e dell’onestà per fronteggiare la dura lotta al sistema mafioso. (r.c.)

Nella foto: Carlo Lucarelli e la copertina del giallo «L’inverno più nero» vincitore del premio letterario Robinson di Repubblica

Carlo Lucarelli dal premio Robinson di Repubblica al «Fuori Sipario» di Bubano
Cultura e Spettacoli 29 Luglio 2021

«Gocce di musica», domani sera l’ultima semifinale allo Shangri-la

Uscirà dalla serata in programma domani sera, venerdì 30 luglio, allo Shangri-la di Castel del Rio (via Ponte Alidosi 4), l’ultimo finalista di «Gocce di musica», il contest di Avis Imola e sabato sera riservato alle band del territorio.

A giocarsi la vittoria, e la qualificazione alla finalissima in programma il 5 settembre in piazza Gramsci durante «Imola in Musica» insieme a Light this night e I Congiunti, saranno, a partire dalle 21.30, i cantautori Romano Cirino (pop italiano) e Iven Cagnolati («progressive»). Terzo gruppo in gara, i Diasporas en la menor, duo acustico latino americano formato da John Johnson (chitarra e voce) e Lucia Chacon Palacios (voce). (r.cr.)

Nella foto: dall’alto Iven Cagnolati, Romano Cirino ed i Diasporas en la menor

«Gocce di musica», domani sera l’ultima semifinale allo Shangri-la
Cultura e Spettacoli 26 Luglio 2021

«Imola in Musica», presentata la venticinquesima edizione

Il «Green pass» cambia volto a «Imola in Musica», nell’anno in cui la manifestazione festeggia il quarto di secolo. E non solamente perché per assistere a uno qualsiasi dei 111 appuntamenti in cartellone, dal 29 agosto al 5 settembre, al momento sarà obbligatorio avere con sé e presentare all’ingresso la certificazione verde. «Non ci saranno i musicisti di strada – spiega Luca Rebeggiani, responsabile del servizio Teatri e Attività musicali del Comune –. Piazza Matteotti verrà transennata e si potrà accedere attraverso tre varchi. I posti a sedere oscilleranno fra i 1.300 e i 1.500 e potranno essere prenotati gratuitamente attraverso il sito internet di Vivaticket, su cui verrà resa disponibile la pianta, dalle 10 di domenica 22 agosto».

L’invito è quello di tenere d’occhio i siti internet e i canali social di «Imola in Musica» e del Comune, su cui verranno pubblicati tutti gli aggiornamenti che riguardano le normative di sicurezza e le relative ripercussioni sull’organizzazione e la logistica. Ma è in evoluzione anche il calendario degli eventi, reso noto lunedì 26 luglio per esigenze legate alla promozione della manifestazione. «Imola in Musica non si vuole fermare – commentano il sindaco Marco Panieri e l”assessore alla Cultura Giacomo Gambi –. Vogliamo vedere la venticinquesima edizione realizzata. La musica e la cultura non si devono fermare». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 29 luglio.

Nella foto: il sindaco Marco Panieri, l”assessore alla Cultura Giacomo Gambi e Luca Rebeggiani, responsabile del servizio Teatri e Attività musicali del Comune

«Imola in Musica», presentata la venticinquesima edizione
Cultura e Spettacoli 26 Luglio 2021

Summer Festival dell’Accademia, parla Angela Maria Gidaro: «Da Morricone a Muti, è l’anno dell’entusiasmo»

Il pianoforte, lo strumento che ha reso la fondazione Accademia internazionale di Imola «Incontri con il maestro» celebre in tutto il mondo, sarà protagonista nei prossimi appuntamenti concertistici della decima edizione dell’Imola Summer Music Academy and Festival, che aspetta di accogliere il maestro Riccardo Muti il 1° settembre. «Veniamo da un periodo difficile, quindi anche già la sola organizzazione di un evento del genere è stata piuttosto complessa – commenta Angela Maria Gidaro, sovrintendente della fondazione -. Ma è saltata fuori una manifestazione ancor più grande, sia per numeri che per qualità, rispetto a quanto ci eravamo dati come obiettivo. C’è moltissimo entusiasmo».

Fra i prossimi eventi, l’omaggio a Ennio Morricone e il concerto di Riccardo Muti.

«Il concerto Ricordando Ennio Morricone è organizzato in rete con il festival Da Back a Bartok. Sono alcuni anni che i due festival, in modo virtuoso, hanno deciso di mettersi in rete e ogni anno in calendario ospitiamo concerti organizzati da loro. E a conclusione del festival spicca il concerto diretto dal maestro Muti. Il fatto che il maestro Muti abbia accettato di chiudere gli eventi estivi dell’Accademia è un segnale di vicinanza e quindi di stima nei confronti della nostra istituzione, di al- tissima formazione musicale prima che di spettacolo e di concerti». (lu.ba.)

L’intervista su «sabato sera» del 22 luglio.

Nella foto: Angela Maria Gidaro

Summer Festival dell’Accademia, parla Angela Maria Gidaro: «Da Morricone a Muti, è l’anno dell’entusiasmo»
Cronaca 26 Luglio 2021

Il presidente della Regione Bonaccini a Castello, appunti e idee per «Il Paese che vogliamo»

«Qui c’è tutto ciò che conta, ciò che siamo e ciò che vorremo essere. Vale per l’Emilia Romagna, vale per l’Italia». Stefano Bonaccini ha raccolto i suoi appunti di viaggio nel libro «Il Paese che vogliamo» (Piemme) uscito ad inizio luglio che verrà presentato oggi, lunedì 26 luglio, alle ore 21 in piazza XX Settembre a Castel San Pietro in compagnia del sindaco Fausto Tinti e con un saluto della segretaria del Pd territoriale Francesca Marchetti. È consigliata la prenotazione che è possibile effettuare scrivendo una e- mail a pdcastelsanpietroterme@gmail.com.

Il viaggio di cui questo libro è diario, è quello di un presidente di Regione che guarda oltre i suoi confini. «Ho il privilegio di essere nato e di vivere in una bellissima regione, insieme all’orgoglio di amministrarla da più di sei anni – è il pensiero del presidente Bonaccini -. Ma quel che serve è per l’Italia, l’Emilia Romagna non basta a se stessa. I problemi che affrontiamo non sono poi così dissimili nel resto della penisola. Soprattutto quelli che riguardano il nostro futuro, il cambiamento necessario, gli obiettivi per realizzare il Paese che vogliamo». (r.cr.)

Nelle foto: Stefano Bonaccini

Il presidente della Regione Bonaccini a Castello, appunti e idee per «Il Paese che vogliamo»
Cultura e Spettacoli 24 Luglio 2021

«Gocce di musica», I Congiunti volano in finale

Nella seconda semifinale di «Gocce di musica 2021», il contest di Avis Imola e sabato sera riservato alle band del territorio, andata in scena ieri sera, al Centro giovani Flood di Mordano, a trionfare sono stati I Congiunti, gruppo pop mordanese composti da Eleonora Gasparri (voce e tastiera), Francesco Baldisseri (voce e chitarra) ed Emanuele Sabatani (batteria e percussioni). Battuti Goodbye Neverland e Bloodraulics.

La band, oltre a ricevere un buono di 200 euro da spendere in materiale musicale, accedono alla finalissima del 5 settembre in piazza Gramsci durante «Imola in musica» dove raggiungeranno i già qualificati Light this Night. «Gocce di musica» tornerà, per l’ultima semifinale, venerdì 30 luglio allo Shangri-la di Castel del Rio. Dalle 21.45 si esibiranno i cantautori Romano Cirino e Iven Cagnolati ed il duo dei Diasporas en la menor. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): I Congiunti sul palco del Flood di Mordano

«Gocce di musica», I Congiunti volano in finale
Cultura e Spettacoli 23 Luglio 2021

Il Festival internazionale del folclore compie trent’anni e festeggia in… Rocca

La 30a edizione del Festival internazionale del folclore si svolge quest’anno in unica serata domani, sabato 24 luglio, alla Rocca Sforzesca, con inizio alle ore 21.30.

Sarà un’edizione particolare ed innovativa che vedrà fondersi palcoscenico e digitale. La proiezione del filmato sulla «Storia dei 30 anni del Festival» con brevi registrazioni delle esibizioni di gruppi provenienti dai cinque continenti che nel corso degli anni hanno portato a Imola le diverse culture del mondo. Al filmato si alterneranno esibizioni sul palco dei Canterini e Danzerini romagnoli «Turibio Baruzzi» e il racconto di storie e folclore dei gruppi arrivati dal mondo nel nostro territorio con spettacoli ed esibizione di altissimo valore artistico e culturale. Nella Rocca potranno essere ospitati 250 posti (già prenotati), poi è prevista la diretta Fb sul profilo dei Canterini e Danzerini. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 22 luglio. 

Il nuovo direttivo della «Turibio»

Il Festival internazionale del folclore compie trent’anni e festeggia in… Rocca
Cultura e Spettacoli 22 Luglio 2021

«Gocce di musica», la sfida tra band continua a Mordano

Dopo la vittoria dei Light this Night nella prima semifinale al Parco dell’Osservanza, «Gocce di musica», il contest di Avis Imola e sabato sera, torna domani (venerdì 23 luglio) con la seconda serata al Centro giovani Flood di Mordano (via Roma, 22). 

Dalle 21.45 risuonerà sul palco l’aggrotech dei Bloodraulics, con Martina Pelosi (voce), Marco Zuppiroli (basso) e Diego Chillo (sequencer), il pop punk dei Goodbye Neverland, composti da Dario Marchesi (voce e chitarra), Andrea Carnevali (chitarra), Nicolas Biasi (voce e basso) ed Enrico Morini (batteria) ed il pop de I Congiunti di cui fanno parte Eleonora Gasparri (voce e tastiera), Francesco Baldisseri (voce e chitarra) ed Emanuele Sabatani (batteria e percussioni). (c.gam.)

Nella foto: le tre band in gara nella seconda semifinale. Dall’alto Goodbye Neverland, Bloodraulics ed I Congiunti

«Gocce di musica», la sfida tra band continua a Mordano
Cultura e Spettacoli 18 Luglio 2021

«Gocce di musica 2021», i Light This Night vincono la prima semifinale all’Osservanza

Davanti ad una bella cornice di pubblico, nella splendida location del Parco dell’Osservanza di Imola, ieri sera si è conclusa la prima serata di «Gocce di musica 2021», il contest di Avis Imola e sabato sera riservato alle band del territorio.

Ad aggiudicarsi la prima semifinale il gruppo Light This Night, che ha convinto la giuria oltre che per il suo ritmo rock ed il testo del brano inedito «Come back», anche per originalità, esecuzione tecnica e performance. Molto bravi anche gli Alter Ego, apprezzati e applauditi dal pubblico con pezzi del loro repertorio e la canzone «Non parlare», scritta appositamente per la manifestazione. Come terza band in gara, invece, avrebbero dovuto salire sul palco i Pocopop ma purtroppo, a causa di un imprevisto che ha colpito il bassista del gruppo, si sono dovuti ritirare all”ultimo momento dal concorso.

I Light This Night, formati da Lorenzo Montanari (voce), Dimos Kafousis (batteria), Federico Trotta (basso) e Andrea Pratella (chitarra), si sono così qualificati per la finalissima del 5 settembre in piazza Gramsci, in occasione di «Imola in musica».

Nel frattempo, «Gocce di musica» tornerà venerdì 23 luglio, per la seconda semifinale, al Centro giovani Flood di Mordano. Dalle 21.45 si esibiranno i Bloodraulics, i Goodbye Neverland ed I Congiunti. (c.gam.)

Nella foto: i Light This Night sul palco all’Osservanza

«Gocce di musica 2021», i Light This Night vincono la prima semifinale all’Osservanza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast