Risultati di ricerca per “maltempo”

Cronaca 4 Dicembre 2020

Maltempo, allerta meteo per temporali e piene dei fiumi

Oggi, la protezione civile, ha emanato un’allerta meteo arancione per temporali e piene dei fiumi che interesserà anche il nostro territorio. Il provvedimento è valido fino alla mezzanotte di domenica 6 dicembre. E anche le previsioni dei prossimi gironi non promettono nulla di buono…

Per ulteriori dettagli cliccare qui. (da.be.)

Maltempo, allerta meteo per temporali e piene dei fiumi
Cronaca 2 Agosto 2020

Maltempo, domani attenzione all’allerta meteo arancione per temporali

Nuova allerta meteo emessa dalla Protezione civile e valida per tutta la giornata di domani, lunedì 3 agosto.

Nello specifico, allerta arancione sul nostro territorio per temporali e gialla per piene dei fiumi. Nella giornata del 3 agosto, infatti, si prevedono rovesci e temporali organizzati su tutto il territorio regionale che avranno particolare persistenza e intensità nel settore occidentale della regione e in tutta la fascia di pianura. (r.cr.)

Maltempo, domani attenzione all’allerta meteo arancione per temporali
Cronaca 24 Luglio 2020

Maltempo, a Imola e nel circondario allagamenti, alberi abbattuti e grandine

Come da allerta meteo, maltempo doveva essere e così è stato. Oggi, infatti, fin dalla tarda mattinata i vigili del fuoco sono entrati in azione a causa del nubifragio che ha colpito Imola e il circondario. Una ventina le chiamate al 115 a causa di pioggia, vento forte e grandine che si è abbattuta violentemente soprattutto su Imola, Medicina, Dozza e Castel San Pietro, provocando problemi ad autovetture, strade, magazzini e scantinati. «Interventi che sono tuttora in corso in diverse zone» fanno sapere i caschi rossi.

A Imola allagamenti al sottopasso di via Selice dove i pompieri hanno dovuto liberare un’ambulanza rimasta bloccata ed aiutare alcuni automobilisti in difficoltà. Allagato anche il magazzino di una fonderia in via Massarenti e alcune zone della frazione di Casola Canina. A San Prospero, invece, un grosso albero si è abbattuto sui cavi della corrente elettrica, mentre in via Lughese un albero è caduto sulla strada che è rimasta chiusa al traffico per tutta la durata delle operazioni di soccorso e bonifica. Sempre a Imola pali della luce pericolanti in via Sabbioni e rami divelti in via Togliatti. A Dozza, in via Primo Maggio, acqua nel parcheggio di un supermercato. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): il sottopasso allagato di via Selice

Maltempo, a Imola e nel circondario allagamenti, alberi abbattuti e grandine
Cronaca 11 Luglio 2020

Il maltempo non risparmia il circondario imolese e Ozzano: nel pomeriggio grandine, vento forte e alberi caduti

Pomeriggio di forte maltempo quello che ha colpito oggi il circondario imolese fino ad Ozzano e che in poche ore ha provocato un calo drastico delle temperature. Tanti, infatti, gli interventi dei vigili del fuoco, a partire dalle 17.30 e supportati anche dalle forze dell’ordine, a causa del forte vento, la grandine (con chicchi di medie dimensioni) e gli alberi pericolanti e caduti su gran parte del territorio. Tra le zone più colpite, Ozzano e Castel San Pietro, ma anche le frazioni di Varignana e Osteria Grande 

Arbusti che si sono abbattuti sulle strade e su alcuni autoveicoli, come successo ad Osteria Grande, e anche su diversi cavi elettrici. Ad Ozzano problemi per un albero caduto sulla SS9 in località Molino del Grillo. A Castel San Pietro, invece, in località Montecalderaro, due grossi alberi caduti hanno ostruito il passaggio sulla carreggiata, mentre sulla SS9, all’altezza di via San Giorgio, caschi rossi al lavoro per ripristinare un semaforo divelto dal vento. Sempre nella città termale, in piazza Dante, un cedro di 15 metri è caduto su un edificio con alcuni negozi.

Lavoro dei vigili del fuoco che è proseguito per ore. Fortunatamente pare non si siano registrati feriti, ma danni che non hanno risparmiato nemmeno l’agricoltura, le linee telefoniche e la rete dell’illuminazione pubblica. (da.be.)

Nella foto (concessa dai vigili del fuoco): il cedro caduto a Castel San Pietro in piazza Dante

Il maltempo non risparmia il circondario imolese e Ozzano: nel pomeriggio grandine, vento forte e alberi caduti
Cronaca 23 Dicembre 2019

Maltempo, numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. A Castello un albero è caduto sui cavi della luce

Una domenica di lavoro per i vigili del fuoco, chiamati per far fronte al maltempo che ha colpito ieri il nostro territorio, con pioggia e forti raffiche di vento.

Numerose, infatti, le chiamate da Imola fino ad Ozzano e in tutto il Circondario, anche se per fortuna non si sono registrati danni ingenti o feriti. A Castel San Pietro, in via Stanzano, un albero è caduto su dei cavi della luce e i vigili del fuoco del distaccamento di Medicina sono dovuti intervenire con un”auto pompa serbatoio e un”autoscala per tagliare l”arbusto e liberare i cavi.

La pioggia, infine, ha un pò ingrossato i corsi d”acqua, ma i livelli raggiunti non hanno destato alcun tipo di preoccupazione. (r.s.)

Nella foto: l”intervento del 115 a Castel San Pietro

 

Maltempo, numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. A Castello un albero è caduto sui cavi della luce
Cronaca 14 Dicembre 2019

Maltempo, neve e ghiaccio, incidenti a Imola e Medicina

Dito puntato contro il maltempo e le temperature rigide della notte per almeno un paio di incidenti avvenuti sulle strade del circondario imolese.

Ieri sera a Imola, intorno alle 23.30, un uomo ha chiamato il pronto intervento del 113 segnalando che le figlie, 20 e 16 anni, erano fuori con l”auto e non erano ancora rientrate a casa. La volante della polizia, percorrendo le strade che avrebbero dovuto seguire le ragazze, ha scoperto che erano finite in una scarpata in via Ghiandolino a causa dell”asfalto viscido. L”auto era scivolata per una quindicina di metri, fermandosi, poi, per fortuna contro un albero. Gli agenti hanno raggiunto le due malcapitate e le hanno aiutate ad uscire e consegnate ai sanitari del 118. Per fortuna nessuna ferita grave per le ragazze che hanno detto di non aver bisogno di cure mediche.

Più gravi le conseguenze dell”incidente avvenuto questa mattina in via Sillaro a Medicina. La strada che dalla città del Barbarossa si dirige verso Castel Guelfo. Alle 8.30 la Renault Twingo di una medicinese di 63 anni si è scontrata frontalmente con l”Alfa Romeo Mito di un ragazzo 21 anni di Imola che viaggiava insieme ad una ragazza anch”essa imolese di 18 anni. Sul posto sono intervenuti sia i carabinieri, sia la municipale che i vigili del fuoco di Medicina e Budrio e il 118. I pompieri hanno dovuto tagliare portiere e guardrail per liberare gli occupanti della Mito finta nel fossato a lato della strada. Ambulanza ed elisoccorso hanno poi trasportato le tre persone coinvolte all”ospedale Maggiore di Bologna, a tutte è stato assegnato un codice 2, media gravità. (l.a.)

Nella foto l”incidente di via Sillaro a Medicina (foto vigili del fuoco Bologna)

Maltempo, neve e ghiaccio, incidenti a Imola e Medicina
Cronaca 14 Dicembre 2019

Maltempo, neve da Imola ad Ozzano. A Medicina crolla un albero, camion incastrato tra le case a Giugnola

Dopo i primi fiocchi caduti nella mattinata di giovedì, anche ieri la neve ha interessato Imola e tutto il Circondario fino ad Ozzano, con precipitazioni più intense che hanno imbiancato, con qualche centimetro di coltre bianca, strade e campi.

Il Comune di Imola, come si legge sul proprio sito, nel pomeriggio ha attivato il codice arancione del Piano Neve, facendo entrare in azione i mezzi spazzaneve in diverse zone della città, in particolare nelle colline e nella parte verso Bologna. Situazione meteo che poi è migliorata in serata, facendo scendere il livello di allerta a giallo. Nella notte, comunque, per evitare la formazione del ghiaccio lungo le strade è stata predisposta la salatura dei punti più critici. Operazioni che hanno interessato anche gli altri Comuni del Circondario fino ad Ozzano Emilia.

Per fortuna, però, la nevicata non ha creato troppi disagi e problemi. A Medicina, intorno alle 16.45, un grosso albero è caduto in via Salvador Allende, invadendo completamente la strada senza, però, causare danni e feriti. Sul posto sono intervenuti i vigli del fuoco del distaccamento volontario di Medicina con un”autopompa e un”autoscala. Per ripristare la viabilità ci sono volute diverse ore. Sempre nel pomeriggio, invece, in località Giugnola, frazione di Castel del Rio al confine con la Toscana, un mezzo pesante è rimasto incastrato tra le case, lungo la SP21, senza riuscire più a procedere nè avanti nè indietro anche a causa del ghiaccio. A dirigere le operazioni i vigili del fuoco e i carabinieri, ma per spostare l”autocarro sono servite un camion gru ed alcune ore di lavoro. (r.cr.)

Nella foto: l”albero caduto a Medicina

Maltempo, neve da Imola ad Ozzano. A Medicina crolla un albero, camion incastrato tra le case a Giugnola
Cronaca 2 Dicembre 2019

Maltempo, Santerno e Sillaro sorvegliati speciali. Attesa in queste ore la piena dell'Idice a Budrio

Un lunedì all”insegna del maltempo, quello che sta interessando il nostro territorio, così come annunciato dall”allerta meteo emessa dalla Protezione civile dell”Emilia-Romagna per la giornata odierna e prolungata fino a domani (per saperne di più). Le forti piogge che, fin da questa notte, stanno cadendo copiose hanno alzato i livelli dei corsi d”acqua senza, però, al momento creare danni o disagi. A Imola l”Amministazione comunale ha comunque attivato, in queste ore, il Centro operativo comunale (Coc), pre-allertando i volontari locali che stanno monitorando la situazione del fiume Santerno, soprattutto nelle zone più critiche. Finora non si registrano interventi dei vigili del fuoco. Piogge che, però, hanno provocato alcune infiltrazioni in due punti del tetto della scuola primaria «Rubri» di Zolino, già soggetto a lavori in questi giorni. Per questo motivo da domani mattina gli alunni della classe 3 C saranno trasferiti nell’aula di informatica per lo svolgimento della normale attività didattica. 

A Castel San Pietro, invece, gli occhi sono puntati sul Sillaro. Secondo quanto riferito dalla polizia municipale, la situazione al momento è sotto controllo e non ci sono state chiamate o segnalazioni d”emergenza. Stesso discorso, fanno sapere dal Comune, anche a Medicina dove è ancora viva negli occhi della gente l”esondazione del torrente Quaderna nella giornata di domenica 17 novembre (leggi qui). A Budrio, con un post sulla pagina Facebook del Comune, il sindaco ha comunicato come «a causa dell”abbondante pioggia il livello dell”Idice si sta alzando. Siamo in attesa del colmo di piena che dovrebbe arrivare verso le ore 18.30. Chiediamo a tutti i cittadini di prestare la massima attenzione. Appena avremo novità vi aggiorneremo». Idice che risulta essere «sorvegliato da vicino anche ad Ozzano. Per fortuna per ora non ci sono problemi» ha commentato il sindaco Lelli. (r.cr.)

Nella foto (scattata da Giuseppe Di Gioia): la piena del Santerno oggi pomeriggio in via Tiro a Segno

Maltempo, Santerno e Sillaro sorvegliati speciali. Attesa in queste ore la piena dell'Idice a Budrio
Cronaca 23 Novembre 2019

Maltempo, scatta l'allerta meteo arancione per piene dei fiumi e frane

Dopo il maltempo che ha sferzato il nostro territorio lo scorso weekend, la Protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo, valida per tutta la giornata di domani, domenica 24 novembre.

Nello specifico, allerta arancione per le piene dei fiumi e per frane e piene dei corsi minori. Previsti anche venti forti sul crinale appenninico (65-70 km/h e raffiche prossime ai 90km/h) e venti sostenuti sulla pianura occidentale (50-60km/h e raffiche prossime ai 70 km/h). Previste precipitazioni persistenti, a tratti intense, su Appennino centro-occidentale con valori medi areali di 40-50 mm nelle 24h ma con valori locali sul crinale fino a 80-100 mm, che potranno generare piene moderate sui corsi d”acqua. (r.s.)

Nella foto: la mappa dell”allerta emessa dalla Protezione civile

Maltempo, scatta l'allerta meteo arancione per piene dei fiumi e frane
Cronaca 20 Novembre 2019

Maltempo, chiusa nella notte la falla sull'argine dell'Idice a Budrio. Cessata l'allerta rossa

Dopo ore e ore di lavoro da parte dei volontari della Protezione civile, militari dell”esercito e tecnici della Regione, nella notte è stata chiusa la breccia nell”argine dell”Idice che ha causato allagamenti nel territorio del Comune di Budrio. Ora, nonostante l’acqua non esca più, rimane aperto il cantiere per la messa in sicurezza definitiva della zona.

Nel frattempo anche il maltempo ha concesso una tregua, con un miglioramento delle condizioni meteo. Nelle prossime ore, infatti, è previsto uno stop delle precipitazioni. Cessata, infatti, l’allerta rossa nella bassa modenese, bolognese e nel ravennate. Per la giornata di domani, giovedì, sono previste solo deboli piogge, localmente anche a carattere di rovescio, sull’Appennino centro-occidentale. L’allerta rimane, comunque, arancione per la pianura nelle province emiliane, da Parma a Ferrara, e lungo la costa ferrarese. Allerta gialla, invece, nel piacentino e nell’Appenino, dal parmense al ravennate. Allerta verde in Romagna.

Prosegue, comunque, il monitoraggio arginale su tutti i principali corsi d’acqua del bolognese, modenese e ferrarese grazie all’opera del volontariato di Protezione civile e al supporto garantito dall’esercito. (r.cr.)

Nella foto:

Maltempo, chiusa nella notte la falla sull'argine dell'Idice a Budrio. Cessata l'allerta rossa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast