Posts by tag: anp

Economia 7 Marzo 2022

La Cia di Imola conferma i vertici di Anp e Donne in campo

Continua il percorso elettivo della Cia di Imola che il prossimo 16 marzo rinnoverà il presidente e gli organi di rappresentanza a livello provinciale. Dopo gli incontri con i produttori a livello territoriale si è tenuta l’assemblea elettiva  dell’Anp-Associazione nazionale pensionati) e di Donne in campo, l’associazione che unisce le donne imprenditrici agricole del territorio, durante la quale è stata confermata per il secondo mandato, fino al 2026, una guida tutta al femminile: per Anp Marta Brunori, pensionata agricola di Imola, e per Donne in campo Adriana Cenni, titolare di un’importante azienda vitivinicola imolese.

«Le nostre battaglie per il diritto alla salute e redditi pensionistici più equi sono sempre più importanti alla luce della pandemia e dell’attuale situazione socio-economica, aggravata dagli equilibri internazionali – commenta Brunori –. Ci sono pensionati che “vivono”, se così si può dire, con assegni di 400- 500 euro mensili, quindi al di sotto della soglia di povertà. La nostra associazione sta rivendicando da diversi anni e a tutti i livelli un aumento della pensione minima e oggi chiediamo che raggiunga almeno i 780 euro mensili come le pensioni di cittadinanza». «Fino una decina di anni fa le donne in agricoltura erano perlopiù coadiuvanti di padri e mariti e il loro ruolo attivo e dirigenziale era molto limitato – osserva Cenni –. Oggi le imprenditrici sono titolari di aziende non più comprimarie e in questo contesto serve anche un’evoluzione della disciplina che regola il loro lavoro e le tuteli maggiormente. Penso, ad esempio, a un’indennità di maternità più consistente e più estesa (attualmente la cifra media è di 30 euro al giorno) e a una norma che definisca il lavoro agricolo come “a rischio” sul piano della salute e della sicurezza». (lu.ba.)

Nella fotografia della Cia, Brunori e Cenni

La Cia di Imola conferma i vertici di Anp e Donne in campo
Cronaca 9 Novembre 2020

Coronavirus, le associazioni Anp, Donne in Campo, Cia Imola e Agia chiedono maggiori controlli sugli assembramenti

Nei giorni scorsi, con una lettera aperta ai sindaci del circondario, le associazioni Anp (Associazione Nazionale Pensionati), Donne in Campo, e Agia (Associazione Giovani agricoltori), insieme a Cia-Agricoltori Italiani Imola, hanno voluto sollecitare maggiori controlli nelle zone a maggiore rischio assembramento, al fine di contenere l’epidemia da Covid- 19. «Le persone più deboli e fragili sono particolarmente a rischio – sottolineano le tre associazioni nel documento – e con l’aggravarsi della situazione sanitaria, aumenta il numero di coloro che ritardano la cura di patologie più o meno gravi, rinunciano e rimandano le visite di prevenzione, anche a causa dell’allungamento delle liste di attesa. Una drammatica realtà che abbiamo già vissuto in primavera e che rischia di ripetersi ora, con ulteriori pesanti conseguenze anche in termini di vite umane».

L’appello ai sindaci deriva dalla preoccupazione per regole di distanziamento e di utilizzo dei dispositivi di protezione che, fin troppo spesso, non vengono seguite dalla collettività. «Purtroppo constatiamo che non sono sufficienti gli inviti al senso civico – denunciano Anp, Donne in Campo e Agia-: occorre allora intensificare i controlli da parte delle autorità competenti, anche applicando con rigore i provvedimenti previsti dalla legge, affinché possa essere garantita la tutela generale dei cittadini. Particolare attenzione, inoltre, per aree che riteniamo maggiormente sensibili, dove vi è una maggiore predisposizione all’affollamento: aree esterne dei luoghi di aggregazione, centri commerciali, parchi pubblici e centri sociali, nonché all’interno dei trasporti pubblici. Solo attraverso una maggiore vigilanza sarà possibile uscire da questa pandemia al più presto, evitando il sovraffollamento delle strutture sanitarie per continuare a garantire una sanità gratuita e universalistica e salvaguardare le aziende del nostro territorio». (da.be.)

Nella foto (Isolapress): via Appia a Imola

Coronavirus, le associazioni Anp, Donne in Campo, Cia Imola e Agia chiedono maggiori controlli sugli assembramenti
Cronaca 25 Settembre 2020

Anp e Donne in Campo di Cia Imola donano sedie a rotelle alla residenza per anziani «Fiorella Baroncini»

Nei mesi più duri dell’emergenza Coronavirus la Residenza per anziani «Fiorella Baroncini» si è distinta per non aver avuto alcun contagio tra i suoi ospiti. Impegno e competenza che i pensionati del settore agricolo e le donne imprenditrici aderenti a Cia – Agricoltori Italiani Imola hanno deciso di ringraziare donando alla struttura quattro sedie a rotelle.

Presenti alla cerimonia di consegna, Renata Rossi Solferini, presidente Asp Circondario Imolese, Luana Tampieri, presidente di «Donne in Campo» Emilia-Romagna e imprenditrice agricola imolese e Marta Brunori, presidente dell’Anp Imola (Associazione Nazionale Pensionati). «È un dono bellissimo – ha commentato Renata Rossi Solferini – e molto apprezzato perché carrozzine nuove, due delle quali antiribaltamento, garantiscono sempre più il benessere e la sicurezza dei nostri ospiti. Credo che questo gesto possa diventare un esempio, perché se tutte le associazioni donassero lo stesso numero di carrozzine, riusciremmo a rinnovare tutti i presidi nelle strutture Asp. Inoltre ogni dono è gradito dopo un periodo così difficile, durante al quale abbiamo lavorato notte e giorno per salvaguardare gli anziani, tanto che nelle nostre residenze, una delle quali proprio a Medicina in piena “zona rossa” non abbiamo avuto contagi tra personale e ospiti».

Anche Marta Brunori, presidente di Anp, ha ribadito l’eccellenza della sanità imolese e il grande impegno di tutto il personale sanitario. «La nostra sanità prima, dopo e anche in questa fase post- emergenza si è contraddistinta per la qualità dei servizi e la tempestività degli interventi. Per questo abbiamo deciso di ringraziare, con un piccolo gesto, le strutture e le persone che si sono impegnate nei mesi scorsi per proteggere i più fragili» A chiusura della cerimonia è intervenuta anche Luana Tampieri. «La situazione pandemica ha riguardato e continua a riguardare tutti noi in prima persona e l’intera comunità. Spero che questo gesto sia un traino per altre donazioni, perché penso che solo con la solidarietà si possano superare insieme i momenti difficili». (da.be.)

Nella foto: la cerimonia di consegna delle sedie a rotelle

   

Anp e Donne in Campo di Cia Imola donano sedie a rotelle alla residenza per anziani «Fiorella Baroncini»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA