Posts by tag: Antonio rossi

Cronaca 11 Novembre 2020

Benemerenza per il carabiniere Antonio Rossi, storico comandante della stazione di Castel San Pietro

Domenica 1° novembre, nel giorno del suo sessantacinquesimo compleanno e dopo oltre 40 anni nell’Arma, il luogotenente Antonio Rossi è andato in pensione. Nell’occasione, sabato 31 ottobre, il Comune di Castel San Pietro, nel quale il militare ha comandato la stazione di via Tanari per ben 21 anni, gli ha conferito la benemerenza, «per l’attività svolta in questi anni per la città. È sempre stato un punto di riferimento straordinario, non solo per la sicurezza e l’ordine pubblico, si è conquistato l’affetto e la stima di tutti» commenta il sindaco, Fausto Tinti, che al termine della cerimonia gli ha consegnato una targa e una scultura in terracotta del Cassero, opera dell’artista castellano Gianni Buonfiglioli.

Un riconoscimento arrivato un anno dopo il «Premio Annuale» riservato ai comandanti che si sono particolarmente distinti, consegnato dall’allora ministra della Difesa Elisabetta Trenta e dal comandante generale dell’Arma Giovanni Nistri, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. «Nel periodo pressante dei primi giorni di lockdown, una sera di marzo mi trovavo a ispezionare i servizi sulla via Emilia alle 2.30 di notte, con una temperatura di -5°, e ho visto il comandante Rossi in piedi con il mitra a tracolla. Lui, un uomo della classe 1955, pronto alla tutela dei cittadini, e a dare l’esempio ai suoi uomini e ai superiori» ricorda il capitano Andrea Oxilia, comandante della Compagnia di Imola.

Prima del comando sul Sillaro, però, la carriera del luogotenente Rossi è stata decisamente varia e a tratti pericolosa, «ma non rimpiango niente» afferma deciso. «Mio padre era un carabiniere e la mia infanzia è stata al suo seguito – racconta -. Sono nato in provincia di Benevento, poi ci siamo trasferiti a Zogno, nel bergamasco, e successivamente in Calabria ad Amantea. Le persone faticano a capire la mia provenienza dal mio accento». Finito il liceo Scientifico, Rossi si iscrive a Giurisprudenza, «ma ho lasciato dopo due anni. Mio padre era morto e ho dovuto aiutare la mia famiglia». (gi.gi.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 5 novembre.

Nella foto: la cerimonia per la benemerenza con la famiglia e la Giunta (da sinistra, l’assessora Mezzetti, il sindaco Tinti, il figlio Vincenzo, la moglie Maria Antonietta, Antonio Rossi, gli assessori Bondi e Giordani)

Benemerenza per il carabiniere Antonio Rossi, storico comandante della stazione di Castel San Pietro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast