Posts by tag: ausl

Cronaca 25 Settembre 2020

Rappresentanti dell’Ausl di Imola premiano i ciclisti sul podio Mondiale

Dopo la serata organizzata ieri dal Comune di Castel San Pietro per ringraziare gli operatori sanitari per l”impegno nella lotta al Coronavirus, oggi anche lo sport mondiale ha voluto porgere un riconoscimento a medici ed infermieri del nostro territorio invitando alcuni rappresentanti dell’Ausl di Imola alle cerimonie di premiazione dei Campionati del Mondo di ciclismo di Imola.

Il dottor Igor Bacchilega, direttore del Dipartimento di Emergenza Accettazione, ha infatti presenziato oggi alla cronometro uomini, mentre l’infermiera del reparto Covid Stefania Bevignani premierà domani, sabato 26, le prime tre classificate della prova in linea femminile. Domenica 27, invece, sarà Jessica Franco, infermiera del pronto soccorso, a partecipare alla cerimonia di premiazione della gara in linea maschile che chiuderà la rassegna iridata. (da.be.)

Nella foto (dalla pagina Facebook dell’Uci): il podio della cronometro maschile

Rappresentanti dell’Ausl di Imola premiano i ciclisti sul podio Mondiale
Cronaca 20 Settembre 2020

Artigianato creativo alla Vivanderia per aiutare l’Ausl di Imola

Oggi, domenica 20 settembre, dalle 17 alle 22, nel giardino del locale «Vivanderia Note e Aromi» si terrà l’edizione unica di «Artigianato alla Vivanderia» a cura dell’associazione Artigiamano Handmade Lab d’Imola. L’iniziativa nasce dalla voglia di sfruttare la creatività per unire due elementi: la ripartenza del vero artigianato e la condivisione vista come aiuto concreto agli operatori socio-sanitari impegnati in prima linea nell’affrontare l’emergenza sanitaria causata dal covid-19.
 
Un «market creativo» pensato per la famiglia, in cui si troveranno una decina di espositori tra artigiani, creativi, designers e operatori del settore che promuovono oggetti unici frutto di ingegno e creatività. Nel periodo del lockdown l’associazione Artigiamano Handmade Lab ha organizzato due aste a scopo benefico, mettendo in vendita articoli fatti a mano, donati da oltre 20 artigiani e devolvendo l’intero incasso all’Ausl di Imola. Sulla scia di questo successo, le socie dell’associazione hanno iniziato a produrre mascherine.
 
L’iniziativa è aperta al pubblico ad ingresso gratuito. Per accedervi è obbligatorio indossare la mascherina. Per informazioni: 333-2003414/333-4608133 – artigiamano@gmail.com

Artigianato creativo alla Vivanderia per aiutare l’Ausl di Imola
Cronaca 28 Agosto 2020

Coronavirus, nuova modalità di prenotazione dei tamponi per chi rientra dall’estero e dei test seriologici per il personale scolastico

Novità per quanto riguarda le prenotazione dei tamponi per chi rientra dall’estero o comunità a rischio. Da oggi, infatti, è disponibile sul sito dell’Ausl di Imola, un modulo online per dare la possibilità di richiedere la prenotazione del tampone obbligatorio, a tutti coloro che rientrano da Croazia, Grecia, Malta, Spagna o che hanno appunto frequentato comunità a rischio. Dalla home page del sito, entrare nella pagina «Raccomandazioni ed indicazioni», poi selezionare nella casella della tabella che appare, o nella pagina dedicata, la voce «modulo online».

Per il personale scolastico, invece, nel caso in cui il medico non esegua il test oppure nel caso di personale che non ha un medico nella nostra Azienda Usl, oltre alla possibilità di prenotare il test sierologico tramite gli sportelli territoriali del Cup, adesso si può effettuare la prenotazione anche tramite le farmacie del territorio e le parafarmacie di Castel San Pietro e Toscanella.  Il test è gratuito, e non è necessaria la richiesta del Medico di Medicina Generale, ma occorre l”autocertificazione (disponibile nel sito aziendale) con cui l”utente dichiara di essere dipendente di un Istituto scolastico. (da.be.)

Coronavirus, nuova modalità di prenotazione dei tamponi per chi rientra dall’estero e dei test seriologici per il personale scolastico
Cronaca 23 Agosto 2020

Coronavirus, allarme focolaio alla discoteca «Le Indie» di Cervia. L’Ausl invita a fare il tampone a chi era presente alla festa di Ferragosto

Come riportato dall’Ansa c”è un nuovo allarme per un possibile focolaio in discoteca.  Negli ultimi giorni, infatti, è stato riscontrato un certo numero di positività in persone che presentavano sintomi da Covid che hanno partecipato alla serata del 15 agosto alla discoteca «Le Indie» di Cervia.

Anche se l”indagine epidemiologica non consente di affermare con assoluta certezza che la circostanza in cui si sono verificati i contagi sia proprio quella serata, l”Ausl Romagna invita le persone che erano presenti a quella serata, a fare un tampone gratuito, per capire meglio la circostanza. 

Per farlo, le persone possono seguire le seguenti modalità: se residenti nel territorio dell’Ausl Romagna (province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini), inviare a seconda del territorio di riferimento, una mail ai seguenti indirizzi riportando i propri dati anagrafici, il codice fiscale ed un numero di telefono al quale essere ricontattati; per informazioni sono disponibili anche i seguenti numeri di telefono, sempre suddivisi per territorio. Ravenna (mail profilassi.ra@auslromagna.it oppure profilassi.ra@auslromagna.it; telefono 335-7355317 dalle ore 8:30 alle ore 18. Rimini: (mail dipsan.rn@auslromagna.it oppure dipsan.rn@auslromagna.it; telefono 335-6424263 dalle ore 8:30 alle 18. Per l’area del Forlivese (mail profilassi.fo@auslromagna.it oppure profilassi.fo@auslromagna.it; telefono 338-3045543 dalle ore 8:30 alle 18). Per l’area del Cesenate: mail: prevenzione.ce@auslromagna.i oppure prevenzione.ce@auslromagna.it; telefono 338-3542508 dalle ore 8:30 alle ore 18.

Chi non risiede nel territorio di riferimento dell’Ausl Romagna può contattare la propria azienda di residenza. (da.be.)

Coronavirus, allarme focolaio alla discoteca «Le Indie» di Cervia. L’Ausl invita a fare il tampone a chi era presente alla festa di Ferragosto
Politica 10 Agosto 2020

Ausl di Imola, orari ridotti e chiusura dei servizi nella settimana di Ferragosto

Nella settimana di Ferragosto, come da consuetudine, alcuni servizi dell’Ausl di Imola effettueranno riduzioni orarie o chiusure. Da oggi, 10 agosto, al 16 resta chiuso il Consultorio Familiare di Imola, lo Staff Formazione, Area Vaccinale Pediatrica, Medicina Legale. Il Centro Disturbi Cognitivi dell’Ospedale Vecchio di Imola resterà invece chiuso da oggi al 22 agosto compresi. Il punto di distribuzione diretta dei farmaci dell’ospedale S. Maria della Scaletta, invece, rimarrà chiuso da oggi al 15 agosto. Il servizio in dimissione sarà comunque garantito nei giorni feriali dal Servizio di distribuzione medicinali c/o l’Ospedale Vecchio (Pad. 4 ex-Lolli) dalle 8.30 alle 15.30.

Gli Sportelli Unici Distrettuali (Cup, Casse, Anagrafi assistiti) del territorio, compreso l’Ufficio accettazione Ricoveri, resteranno chiusi giovedì 13, venerdì 14 e sabato 15 agosto. Il servizio di Cup telefonico per prenotazione visite ed esami in regime istituzionale (Numero Verde 800-040606) e in regime libero professionale (Numero Verde 800-131919) fino al 14 agosto è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 ed il sabato dalle 8.30 alle 12.30. Entrambi i servizi telefonici resteranno inoltre chiusi nella giornata del 13 agosto, San Cassiano patrono della città. Sospesa, inoltre, l’attività di ricezione telefonica dello sportello Spid (Servizio Pubblico di Identità Digitale) da oggi 10 al 22 agosto. In questo periodo verrà garantito esclusivamente il contatto tramite mail dedicata spid@ausl.imola.bo.it. Chiusi dal 13 al 16 l’accettazione ricoveri, il Centro Ausili, Medicina Riabilitativa, Segreteria del Centro salute Mentale, il Centro Raccolta Sangue, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico e l’Ufficio Stampa. Chiusi l’11 agosto l’ambulatorio di Castel San Pietro e il 13 agosto l’ambulatorio della Casa della Salute di Medicina.

Gli studi di medici e pediatri di famiglia resteranno chiusi dal 13 al 16 agosto compresi, ma l’assistenza sanitaria di base sarà garantita dal Servizio di Continuità assistenziale. In particolare per consulenze mediche telefoniche o richieste di eventuali visite domiciliari è attivo ogni notte dalle 20 alle 8, i prefestivi e festivi dalle 8 alle 20 il Numero Verde 800 040 050. Si precisa che mercoledì 12 agosto non è da considerarsi prefestivo e pertanto restano attivi gli ambulatori dei medici di famiglia secondo gli orari definiti e l’ambulatorio di continuità feriale diurna di via Sforza dalle 12 alle 17. Per quanto riguarda, infine, l’accesso diretto (senza appuntamento) e gratuito agli ambulatori di Continuità Assistenziale territoriale nelle giornate prefestive e festive, gli orari sono: dalle 8 alle 20 da giovedì 13 a domenica 16 agosto compresi a Imola, Via Caterina Sforza, 3 (di fronte al centro prelievi dell’Ospedale Vecchio) per assistiti di Imola e Mordano; a Castel San Pietro Terme, Casa della Salute, primo piano viale Oriani n. 1, per assistiti di Castel San Pietro e Dozza; a Medicina, Casa della Salute, piano terra Via Saffi, 1. per gli assistiti di Medicina e Castel Guelfo di Bologna; a Borgo Tossignano, Casa della Salute, Via dell’8° Centenario, 4 per gli assistiti della Vallata del Santerno. (r.cr.)

Nella foto: l’ospedale di Imola

Ausl di Imola, orari ridotti e chiusura dei servizi nella settimana di Ferragosto
Cronaca 11 Luglio 2020

La birra speciale del birrificio Hopinion per aiutare l’Ausl di Imola

Il birrificio imolese Hopinion ha messo in commercio 600 bottiglie speciali di blanche (riconoscibile dalla chiusura in ceralacca e da una etichetta ad hoc) per tutti gli intenditori e non che vogliono deliziare il palato e nello stesso tempo fare una buona azione. L’intero ricavato (4 euro a bottiglia) sarà infatti devoluto all’Ausl di Imola. E’ possibile acquistare la birra nella sede di Hopinion, in via Pasquala 1/A (il venerdì vengono effettuate degustazioni su prenotazione) e da alcuni rivenditori specializzati sul territorio. “«Volevamo ringraziare medici, infermieri ed operatori socio-sanitari che si sono impegnati nella cura e nell”assistenza dei malati di covid – spiegano Giorgio Tommasi e Andrea Sangiorgi, due dei titolari – e lavorano costantemente anche in questo periodo nel campo della prevenzione e dell’assistenza. Per questo motivo abbiamo pensato di creare una produzione speciale e donare l’intero incasso. Fino ad oggi abbiamo venduto quasi 300 bottiglie per un ricavato che si aggira intorno ai 1.200 euro. Siamo a metà percorso e pensiamo di raggiungere l’obiettivo in breve tempo. L’augurio è che possiamo festeggiare al più presto la fine di questo brutto sogno».

Anche Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl di Imolal, ha voluto ringraziare i due mastri birrai. «Un grazie sincero da parte di tutti gli operatori dell’azienda sanitaria. Il sostegno che abbiamo ricevuto dai cittadini ci ha dato ancora più forza nel reagire e combattere questa emergenza. Gli striscioni, gli attestati di fiducia, le donazioni ci dimostrano come la solidarietà sia parte integrante e caratterizzante di tutto il nostro territorio. E siamo molto contenti quando aziende come questa ci dimostrano il loro affetto e la loro gratitudine». (da.be.)

Nella foto: da sinistra i mastri birrai Andrea Sangiorgi e Giorgio Tommasi, insieme al direttore generala dell’Ausl di Imola Andrea Rossi

La birra speciale del birrificio Hopinion per aiutare l’Ausl di Imola
Cronaca 26 Giugno 2020

Consegnati all’Ausl di Imola i pannelli fotografici con le immagini vincitrici del concorso #iorestoacasa di Marco Isola

Sono state consegnate oggi, alla tenda di pre-triage del pronto soccorso, quale luogo simbolo dell”ospedale di Imola in emergenza Coronavirus, i 15 pannelli fotografici con le immagini vincitrici del concorso #iorestoacasa, lanciato dal fotoreporter imolese Marco Isola ad inizio lockdown.

Le immagini, selezionate da una giuria di fotoreporter e giornalisti locali, sulle 142 foto che hanno concorso, sono state riprodotte in pannelli che saranno affissi nelle strutture sanitarie del nostro territorio, a memoria di un momento drammatico della vita della comunità, che oggipossiamo finalmente lasciarci alle spalle, ma che è bene sia ricordato per evitare comportamenti che mettano tutti nuovamente a rischio. «A Marco Isola e a tutti i suoi collaboratori il ringraziamento per questo dono e per la bella iniziativa che ne è stata l”origine» fanno sapere dall’Ausl di Imola. (da.be.)

Nella foto: le immagini della consegna

Consegnati all’Ausl di Imola i pannelli fotografici con le immagini vincitrici del concorso #iorestoacasa di Marco Isola
Cronaca 22 Giugno 2020

La cooperativa agricola C.a.c. dona 15mila euro all'Azienda usl di Imola

Anche l’Azienda usl di Imola è tra le Aziende sanitarie territoriali che la cooperativa agricola C.A.C. ha voluto sostenere con una donazione di 15mila euro tra i 100mila donati a tutte le strutture sanitarie delle proprie regioni di appartenenza.

«Fra le varie delibere assunte per la destinazione dei fondi residuali del bilancio, il C.d.A. ha deliberato di non distribuire il dividendo a remunerazione del capitale sociale – spiega l’azienda – destinandolo a supporto delle strutture sanitarie delle regioni di appartenenza dei soci della cooperativa (Emilia-Romagna, Marche, Molise e Umbria)».
«Una donazione importante, che sarà utilizzata per affrontare le necessità della terza fase dell’emergenza e della ripartenza – dichiara Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl cittadina –. Una donazione inaspettata ma particolarmente rilevante perché espressione della responsabilità sociale diffusa e solidale di questa cooperativa». (r.cr.)

La cooperativa agricola C.a.c. dona 15mila euro all'Azienda usl di Imola
Cronaca 30 Maggio 2020

Lotta alle zanzare, Gaiani (Ausl Imola) tra consigli e fake news su prevenzione e trattamenti

«In Italia abbiamo oltre 70 specie di zanzare. Nel nostro territorio si trovano prevalentemente la tigre, che si è diffusa negli ultimi quindici anni, e quella definita comune (culex pipiens). Quest’ultima, prima viveva negli stagni e nelle acque libere, ora le basta meno acqua e si è spostata anche nei tombini. E punge senza far rumore, senza emettere il classico ronzio fastidioso». Massimo Gaiani, tecnico della prevenzione del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Imola, racconta così l’evoluzione di questo fastidioso insetto e ammette che quella contro le zanzare «è una battaglia difficile», che parte dai trattamenti e include accorgimenti quando si esce di casa e l’utilizzo di repellenti idonei.

Esistono trattamenti sia per le larve, sia per le zanzare adulte. Come farli e quando è opportuno fare l’uno anziché l’altro?

«I trattamenti adulticidi andrebbero evitati in questo periodo perché fanno strage anche di insetti utili, a partire dalle api, che in questo momento stanno svolgendo un ruolo importante per l’impollinazione e la lotta naturale ad altre infestanti dei nostri giardini. Nel 2019 la Regione aveva emanato un’ordinanza per vietarli fino a luglio, quest’anno non c’è questo vincolo, ma noi li sconsigliamo fino a luglio perché in questi primi mesi non sono necessari se si esegue una buona lotta larvicida».

Su internet e sui social girano molte fake news. Facciamo chiarezza, le zanzare possono trasmettere il Coronavirus?

«La risposta è stata riportata anche sul sito regionale il Covid-19 non può essere trasmesso con le punture delle zanzare. Anche l’Oms ha creato una sezione per sfatare alcuni falsi miti e conferma: ad oggi non ci sono informazioni o prove che suggeriscano che il Co- ronavirus, che si diffonde principalmente attraverso goccioline generate da naso e bocca, possa essere trasmesso dalle zanzare. Le zanzare, invece, possono trasmettere malattie quali Chikungunya e Dengue (la tigre) o West Nile (la comune). Per tenere lontane le zanzare, semplicemente, negli orari in cui ce ne sono di più, al mattino presto o verso le 17-19, non bisognerebbe uscire di casa. Quando non è possibile, è consigliabile indossare pantaloni lunghi e abiti chiari e usare prodotti repellenti. Per i bambini sotto ai 3 anni, invece, è meglio limitarsi, quando possibile, all’uso di una zanzariera (ad esempio legata a carrozzina o passeggino, ndr) con maglie da due millimetri, che va bene anche per i pappataci». (gi.gi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 28 maggio.

Nella foto: la campagna regionale per difendersi da zanzare e altri insetti

Lotta alle zanzare, Gaiani (Ausl Imola) tra consigli e fake news su prevenzione e trattamenti
Cronaca 29 Maggio 2020

Coronavirus, la Tenuta Ca' Lunga dona 600 bottiglie di vino agli operatori sanitari dei reparti Covid di Imola

Paolo Cassetta, titolare della Tenuta Ca” Lunga, ha voluto donare 600 bottiglie di vino doc a tutti gli operatori sanitari dell’Ausl di Imola che in questi mesi sono stati al fronte contro il Coronavirus. Le bottiglie, portate ieri all”Ospedale S. Maria della Scaletta, saranno distribuite nei prossimi giorni anche per festeggiare così la fine dell”emergenza ospedaliera. «Ci tenevamo davvero molto a poter fare questo dono a medici, infermieri ed operatori socio-sanitari impegnati per tante settimane nella cura e nell”assistenza dei malati di Covid,  per ringraziare ognuno di loro per quanto fatto per la nostra comunità – ha detto Paolo Cassetta consegnando le bottiglie, del valore di 3.000 euro, al direttore generale Andrea Rossi, al Direttore del Dipartimento Medico Oncologico Antonio Maestri e al direttore del reparto Medicina B (reparto Covid) Stefano Pasquali -. Con l’augurio che queste bottiglie possano donare un po’ di spensieratezza a tutti gli eroi che sono stati in prima linea in questo periodo, quando alla sera tornano a casa dalle loro famiglie».

Parole di ringraziamento anche per il direttore generale Andrea Rossi. « Grazie per questo pensiero dedicato ad ogni operatore e all”Azienda nel suo complesso, una vicinanza che ancora una volta ci dimostra la vicinanza della nostra comunità, un vero capitale sociale del territorio». E per Rossi anche un omaggio speciale: una magnum completamente dipinta a mano. »La porteremo in direzione e la stapperemo quando potremo davvero segnare la fine della pandemia» ha concluso. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): la consegna delle bottiglie

Coronavirus, la Tenuta Ca' Lunga dona 600 bottiglie di vino agli operatori sanitari dei reparti Covid di Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast