Posts by tag: ausl

Cronaca 26 Gennaio 2023

Incidente sul lavoro a Medicina, operaia travolta da alcuni pannelli di metallo

Un grave incidente sul lavoro è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Medicina. Secondo la ricostruzione dei carabinieri un’operaia di 56 anni residente a Mordano è stata travolta da alcuni pannelli di metallo caduti da un montacarichi. Trasportata in elisoccorso al Maggiore di Bologna, la donna al momento si trova ricoverata in prognosi riservata. Sul posto anche carabinieri, vigili del fuoco ed i tecnici della Medicina del lavoro dell’Ausl di Imola per stabilire se si è trattato di un incidente o se vi sia stato qualche guasto all’impianto. (r.cr.)

Foto dai vigili del fuoco

Incidente sul lavoro a Medicina, operaia travolta da alcuni pannelli di metallo
Cronaca 25 Gennaio 2023

Elisabetta Zucchini nuova direttrice della Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Ausl di Imola

La dottoressa Elisabetta Zucchini è la nuova direttrice della struttura complessa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dell’Azienda usl di Imola. Assumerà l’incarico ufficialmente a partire dall’1 febbraio. Zucchini, specializzata in Neuropsichiatria infantile, è risultata la più indicata al termine del concorso, ma già dall’inizio del 2020 ha ricoperto il ruolo ad interim per l’Ausl di Imola dopo il pensionamento suo predecessore.

La Neuropsichiatria infanzia e adolescenza opera a livello territoriale, assicurando attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei disturbi e deficit legati alla fascia neuropsichiatrica per i minori fino a 17 anni oppure i ragazzi con disabilità con più di 18 anni fino al completamento del percorso scolastico. Il servizio ha «visto un aumento considerevole del bisogno negli ultimi anni» ha sottolineato il direttore sanitario Andrea Neri. Gli ultimi dati, del 2020, dicono che erano oltre 2000 i minori in carico sulle quattro sedi di Imola, Castel San Pietro, Medicina e Borgo Tossignano. (r.cr.)

Nella foto: la dottoressa Elisabetta Zucchini

Elisabetta Zucchini nuova direttrice della Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Ausl di Imola
Cronaca 13 Gennaio 2023

Dalla Fondazione Crimola un robot «chirurgo» per l’Ausl di Imola

La chirurgia robotica, frontiera più avanzata della chirurgia mini-invasiva, da oggi è a disposizione della comunità grazie alla donazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Imola che ha deciso di sostenere la proposta della direzione dell’Ausl di Imola, finanziando il noleggio operativo triennale del sistema Da Vinci XI.

Si tratta della piattaforma robotica più evoluta e diffusa nel mondo. Il robot, installato all’ospedale di Imola, è stato utilizzato dal 9 gennaio scorso dal dottor Michele Masetti, direttore della Chirurgia generale, per alcuni interventi di chirurgia oncologica. Incisioni minime, diminuzione di dolore, perdite di sangue e complicanze, migliori risultati estetici e funzionali, tempi di recupero, ospedalizzazione e ritorno alla normalità molto più brevi, sono solo alcuni dei vantaggi per i pazienti. (r.cr.)

Foto Isolapress

Dalla Fondazione Crimola un robot «chirurgo» per l’Ausl di Imola
Cronaca 6 Gennaio 2023

Cup chiuso domani all’ospedale di Imola e nelle Case della salute. A Medicina apertura straordinaria dell’ambulatorio pediatrico

Cambio di orari di apertura al pubblico all’Ausl di Imola in occasione del ponte dell’Epifania. Domani, sabato 7 gennaio, anche allo scopo di contenere i costi energetici sui servizi non sanitari, resteranno chiusi gli sportelli unici distrettuali (Cup, Cassa e Anagrafe Assistiti) su tutte le sedi aziendali (ospedale vecchio, ospedale nuovo, Case della salute di Castel San Pietro, Medicina e Vallata del Santerno) e lo sportello Accettazione ricoveri dell’Ospedale Santa Maria della Scaletta. Le prenotazioni possono essere effettuate presso le farmacie del territorio o chiamando il numero verde 800 040 606 dalle 8.30 alle 12.30, o tramite Cup web e Fascicolo sanitario elettronico. Intanto, durante il lungo ponte festivo, sono invece potenziati i servizi di continuità assistenziale sul territorio. Sia per gli adulti che per i bambini, negli orari notturni, così come nei prefestivi e festivi, è sempre possibile rivolgersi ai medici di continuità assistenziale (ex guardia medica). Per consigli telefonici o richieste di visita domiciliare: dalle 20 alle 8 (orario notturno) e nei prefestivi e festivi diurni dalle 8 alle 20, chiamando il numero verde gratuito 800 040 050.

Ad accesso diretto nei prefestivi e festivi agli ambulatori di continuità assistenziale a Imola (via Caterina Sforza 3 – palazzina di fronte al centro prelievi): prefestivi 12-20 (dalle ore 8 alle ore 12 è attivo l’ambulatorio di nucleo gestito dai medici di famiglia) e festivi 8-20; a Medicina (Casa della Salute via Saffi, 1 c/o Nucleo Cure Primarie) prefestivi 12-20 (dalle ore 8 alle ore 12 è attivo l’ambulatorio di nucleo gestito dai medici di famiglia)e festivi 8-20; a Castel San Pietro (Casa della Salute Viale Oriani 1): prefestivi 12-20 (dalle ore 8 alle ore 12 è attivo l’ambulatorio di nucleo gestito dai medici di famiglia) e festivi 8-20; a Borgo Tossignano (Casa della Salute Vallata, via XIII Centenario, 4): prefestivi 10-20 e festivi 8-20.

Per quanto riguarda i pediatri di libera scelta, si ricorda che grazie alla collaborazione di alcuni pediatri di libera scelta, sono state organizzate aperture straordinarie di ambulatori aperti a tutti i piccoli assistiti del territorio durante i ponti festivi e nei mesi a maggiore incidenza dell’epidemia influenzale. Specificamente, domani, 7 gennaio, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 sarà disponibile l’ambulatorio dei pediatri di libera scelta della Casa della Salute di Medicina (Via Saffi, 1). (r.cr.)

Nella foto: l’ospedale vecchio di Imola

Cup chiuso domani all’ospedale di Imola e nelle Case della salute. A Medicina apertura straordinaria dell’ambulatorio pediatrico
Cronaca 3 Gennaio 2023

Monossido di carbonio, attenzione al killer d’inverno. Le raccomandazioni dell’Ausl di Imola

Come ogni anno, arrivato l’inverno, una delle cose a cui bisogna prestare maggiore attenzione in casa è il monossido di carbonio, un gas inodore e incolore potenzialmente mortale. In pratica, un prodotto di combustione emesso dai motori a benzina, fornelli, stufe, generatori, lampade a gas, carbone o legno, il cui accumulo in spazi completamente o parzialmente chiusi può provocare la morte per avvelenamento di persone e animali. 

Nel nostro territorio, nelle ultime settimane del 2022, sono stati due gli episodi di intossicazione da monossido di carbonio che hanno coinvolto quattro persone.  «Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto dalla nostra équipe – ha affermato Andrea Neri, direttore sanitario dell’Ausl di Imola– hanno lavorato in sinergia dimostrando ottime capacità professionali. Un plauso per come hanno gestito la situazione e al grande lavoro che svolgono quotidianamente».

Per questo è fondamentale allertare i cittadini sui rischi di queste intossicazioni, tipiche del periodo invernale, soprattutto in questo periodo di rincari energetici e soluzioni alternative fai da te, e spesso dovute all’inadeguato funzionamento dei sistemi di riscaldamento o alla troppa leggerezza con cui si accendono bracieri in luoghi non sufficientemente areati.

«Assolutamente da evitare il “fai da te” – spiega Gabriele Peroni, responsabile del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl di Imola -. Le soluzioni artigianali improvvisate sono spesso la causa degli incidenti. In presenza, ad esempio, di un caminetto, è bene far controllare da un tecnico abilitato la sua efficienza e quella della canna fumaria prima dell’inizio della stagione fredda o dopo un lungo periodo di inutilizzo. I primi sintomi di intossicazione da monossido sono generici e non facili da riconoscere: un leggero mal di testa, un po’ di affanno, sensazione di vertigini, uno stato confusionale mentale, generici disturbi della vista, nausea, vomito. In seguito sopravviene la perdita di coscienza e di lì a poco la morte. In tal caso il soccorso rapido è essenziale. Le azioni da mettere immediatamente in atto sono: areare l’ambiente, allontanare subito la persona colpita, facendo attenzione al contempo a non compromettere la propria incolumità e chiamare il 118».

Ma come evitare quindi questi pericolosi incidenti? «I fattori principali da tenere sotto controllo – prosegue il dottore – sono l’efficienza del sistema di evacuazione dei fumi (canale da fumo, canna fumaria, comignolo), la corretta ventilazione dei locali, la cubatura ed idoneità dei locali in cui è installato il generatore di calore, lo stato di manutenzione dell’impianto e l’utilizzo di mezzi di riscaldamento non a norma. La parola d’ordine di questo inverno è calore piacevole ma con sicurezza. Evitiamo l’utilizzo di bracieri e fiamme libere in ambienti non ventilati, e affidiamoci per il controllo dei nostri mezzi di riscaldamento  a un esperto  che conosca le normative tecniche e di sicurezza in vigore, i Regolamenti edilizi e di Igiene locali». (r.cr.)

Foto d’archivio

Monossido di carbonio, attenzione al killer d’inverno. Le raccomandazioni dell’Ausl di Imola
Cronaca 2 Gennaio 2023

Ausl di Imola: «Nel 2022 registrati 751 nuovi nati», numeri in calo rispetto ad un anno fa

Come ogni 1° gennaio l’Ausl di Imola fornisce i dati suoi nuovi nati dell’anno appena concluso. Nel 2022 infatti sono stati 751 i neonati venuti alla luce all’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia, guidata dal direttore facente funzione dottor Vito Ventura. In calo rispetto al 2020 quando furono 826, di cui 401 femmine e 425 maschietti.

Nel 2022 le femminucce sono state 380, numero di poco superiore a quello dei maschietti che sono 371. I figli di almeno un genitore extracomunitario invece sono stati 183, mentre i figli di stranieri comunitari 48. Il totale dei parti nel 2022 è di 749 (2 quelli gemellari), di cui 556 spontanei e 193 cesarei. I parti svolti in analgesia epidurale invece sono stati 117. (r.cr.)

Foto d’archivio

Ausl di Imola: «Nel 2022 registrati 751 nuovi nati», numeri in calo rispetto ad un anno fa
Cronaca 21 Dicembre 2022

«No Sprechi» e Coop Alleanza 3.0 insieme per donare tre televisori all’Ausl di Imola

La solidarietà, soprattutto per Natale, non va in vacanza. L’ associazione «No Sprechi» ha donato tre dei televisori ricevuti nei giorni scorsi da Alleanza Coop 3.0. Alla cerimonia di consegna era presente il direttore generale Andrea Rossi che ha ringraziato per questo circuito di solidarietà che terminerà con l’installazione degli apparecchi in alcune delle sale dedicate agli incontri con i cittadini alle Case della Salute di Castel San Pietro e Medicina e alla camera delle mamme della Pediatria e Nido.  Ai ringraziamenti della direzione aziendale si sono uniti quelli della direttrice di Pediatria e Nido Laura Serra e della responsabile delle Case della Salute Sabrina Gabri. (r.cr.)

Nella foto: la consegna dei televisori

«No Sprechi» e Coop Alleanza 3.0 insieme per donare tre televisori all’Ausl di Imola
Cronaca 8 Dicembre 2022

Allarme dei sindacati: continua a mancare personale all’Azienda usl di Imola, ferie a rischio


Manca personale all’Ausl di Imola, per questo i sindacati di categoria ribattono la necessità di «intervenire tempestivamente con un piano di assunzioni». Funzione pubblica Cgil Imola, Cisl Fp Area metropolitana e Uil Fpl, a seguito delle segnalazioni di criticità che giungono dai lavoratori della Ausl, chiedono con forza «una conferma in merito alla copertura del turnover e delle dimissioni a oggi previste dalla Ausl di Imola, in quanto fondamentale alla luce del confronto svolto in questi mesi sulle piante organiche e gestione delle assenze». Le segnalazioni che le organizzazioni sindacali ricevono riguardano, infatti, richieste di doppi turni e di salti dei riposi e la non garanzia delle ferie già programmate per l’imminente periodo natalizio.

«Ribadiamo quanto già esposto alla Ausl negli innumerevoli tavoli tecnici sull’orario di lavoro – ribattono le sigle sindacali – dove abbiamo più volte sottolineato la perplessità in merito alla tenuta a lungo termine degli organici di base e integrativi del personale dell’Ausl di Imola, in quanto non riteniamo possibile riscontrare continuamente situazioni di emergenza di personale». Per questo «la direzione deve garantire le risorse che necessitano i reparti e i servizi per mettere nelle condizioni i coordinatori di gestire le criticità organizzative e di copertura dei turni. Chiediamo quindi – aggiungono – un impegno concreto e urgente per l’assunzione del personale per copertura del turnover in primis e di ulteriore personale per la salvaguardia psicofisica del personale e per non mettere a rischio la salute dei lavoratori e dei cittadini che richiedono assistenza sanitaria».

Intanto è stato richiesto da Fp Cgil – Cisl Fp – Uil FPL a livello regionale un incontro urgente in merito all’ennesimo blocco delle assunzioni fino al 31 dicembre in tutte le aziende ed enti del Sistema sanitario regionale. «Anche a livello territoriale – chiudono i sindacati – chiediamo di prendere provvedimenti concreti ed urgenti al fine di salvaguardare i dipendenti e i cittadini che afferiscono all’Ausl di Imola». (r.cr.)

Nella foto di archivio l’ospedale di Imola

Allarme dei sindacati: continua a mancare personale all’Azienda usl di Imola, ferie a rischio
Cronaca 27 Ottobre 2022

Dalla Regione in arrivo 120 mila euro all’Ausl di Imola per potenziare il servizio del 118

Arrivano 120mila euro dalla Regione per il servizio di 118 dell’Azienda usl di Imola. Ampliando a tutta l’Emilia Romagna si parla di un imponente finanziamento 45 milioni in tutto, di cui 6 milioni stanziati dal “Decreto rilancio” del governo del 2020, per il servizio sperimentato per la prima volta a Bologna nel 1990.

La Regione ha approvato nella ripartizione delle risorse anche gli ambiti di intervento che saranno finanziati, dalle tecnologie al servizio della Centrale operativa all’elisoccorso. Nello specifico di Imola le risorse saranno utilizzate per sostenere il costo del personale 118 si tratta della conferma del finanziamento per due autisti e due infermieri.

«Le donne e gli uomini del servizio 118 – sottolinea l’assessore regonjale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini- svolgono ormai da trent’anni un lavoro di straordinaria importanza, decisivo per salvare vite umane. La Regione è impegnata nell’assicurare un’assistenza in emergenza sempre più innovativa e qualificata, e per questo abbiamo stanziato oltre 45 milioni di euro, comprese le risorse statali del Decreto Rilancio 2020 per contrastare la pandemia, che serviranno a rendere il nostro 118 sempre più all’avanguardia. Anche perché, ricordo con un pizzico d’orgoglio – chiude Donini- che il servizio è nato proprio qui, in Emilia-Romagna, dove da Bologna, insieme a Udine, partì la prima sperimentazione a livello nazionale».

Altri ambiti finanziati nei presidi sanitari regionali riguardano il potenziamento della rete radio, tecnologie al servizio della centrale operativa e per il suo sistema gestionale, per la gestione dei servizi cartografici, Telepass, personale della Centrale operativa e altri ambiti localizzati nei singoli territori di pertinenza delle Ausl coinvolte. (r.cr)

Nella foto d’archivio servizio di 118 a Imola

Dalla Regione in arrivo 120 mila euro all’Ausl di Imola per potenziare il servizio del 118
Politica 8 Ottobre 2022

Prevenire infarto e ictus, domani a Imola check-up gratuiti in piazza

Ritorna «Tieni in forma il tuo cuore», la campagna regionale per prevenire le malattie cardiovascolari e promuovere uno stile di vita sano. Domani, domenica 9 ottobre, farà tappa in piazza Matteotti a Imola, dalle ore 10 alle ore 18 dopo il successo dello scorso anno.

Saranno a disposizione due ambulatori, in cui i medici e gli infermieri dell’équipe della Cardiologia dell’Ausl di Imola, guidata da Paolo Ortolani, eseguiranno un check-up gratuito attraverso test ematici capillari (pick al dito) per la determinazione del colesterolo, rilevazione dei principali parametri vitali come pressione arteriosa ed indice di massa corporea (Bmi) e calcolo del livello di rischio cardiovascolare, fornendo consigli personalizzati. Per accedere al check cardiologico sarà necessario iscriversi a partire dalle ore 9 presso lo stand dedicato presente in piazza; nell’arco della giornata saranno disponibili circa 100 screening per la valutazione del rischio cardio-vascolare. (r.cr.)

Foto dell’edizione 2021 di «Tieni in forma il tuo cuore»

Prevenire infarto e ictus, domani a Imola check-up gratuiti in piazza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA