Posts by tag: Basket

Sport 7 Ottobre 2018

Basket serie B, quanto è dolce Crema per la Sinermatic Ozzano

Prima partita storica per la Sinermatic Ozzano in serie B e prima vittoria per i ragazzi di coach Grandi che espugnano Crema 70-62, trascinati soprattutto da Agusto e Dordei.

I biancorossi partono subito forte chiudendo il primo quarto avanti e aumentando il vantaggio anche all”intervallo lungo. Nel terzo parziale Crema fa la voce grossa rientrando in partita fino al 47-47 di fine periodo. Nell”ultimo quarto il match si sposta sul punto a punto e la maggior precisione dei Flying ai liberi e dall”arco sposta l”equilibrio dalla parte degli ospiti. Il successo ozzanese è marchiato a fuoco nel finale grazie alle due triple di Corcelli che regalano alla Sinermatic i primi due punti in campionato.

Nel prossimo turno, in programma sabato 13 (ore 20.30), la Sinermatic affronterà al palaReggiani Lugo.

d.b.

Tabellino

Crema-Sinermatic 62-70 (13-19, 25-37, 47-47)

Crema: Sorrentino 5, Norcino 6, Montanari 12, Legnini 11, Toniato 1, Enihe 4, Gianninoni 4, Pedrazzani 16, Benzi ne, Nicoletti ne, Biordi 3, Bissi ne. All. Lepore.

Ozzano: Dordei 14, Agusto 15, Corcelli 9, Morara 1, Masrè 2, Mastrangelo 3, Klyuchnyk 6, Chiusolo 6, Folli 9, Ranocchi 5, Salvardi ne, Giannasi ne. All. Grandi.  

Nella foto: il roster della Sinermatic Ozzano

Basket serie B, quanto è dolce Crema per la Sinermatic Ozzano
Sport 7 Ottobre 2018

Basket A2, Le Naturelle vince la prima contro il passato Cavina

Una vittoria apre la nuova stagione e soprattutto chiude i conti con un recente passato positivo ma che va superato in fretta. Questo è forse il valore aggiunto più grande per l”Andrea Costa che batte Udine 78-71, ma se si legge il risultato come la vittoria del nuovo coach Di Paolantonio il coach della scorsa stagione Cavina. Il calendario ha confezionato questo rompicapo che La Naturelle ha risolto grazie ad un terzo quarto importante dopo aver patito nella prima metà di partita. Le zampate di Simioni e Rossi sono state gli appoggi che hanno dato a Imola la possibilità di rimanere in scia a Udine che giocava più ordinata i primi 20”. Il primo vantaggio di Imola arriva al 23” con Fultz che per due volte consecutive rimette avanti La Naturelle. E” l”inizio di un crescendo che vede nelle bombe di Magrini e Montanari il carburante giusto per far decollare Imola che si ritrova a +10 grazie anche a Bowers. Gli Usa di Imola si ritrovano e anche Bj Raymond ritrova il giusto ritmo per firmare il +12 (76-64) a 2 minuti dalla fine. Udine non demorde ma serve a poco l”ultima fiammata friulana. Il campionato di Di Paolantonio è cominciato scacciando il fantasma del suo predecessore Cavina.

Le Naturelle Imola – Udine 78-71 (16-21, 21-19, 24-13, 17-18)

Imola: Raymond 18 (5/7, 2/6), Rossi 14 (6/8), Simioni 11 (5/7, 0/1), Magrini 10 (2/3 da tre), Bowers 9 (4/9, 0/2), Fultz 8 (1/3, 2/4), Crow 4 (1/4, 0/5), Montanari 4 (0/1, 1/2). N.e. Calabrese, Ndaw, Wiltshire. All. Di Paolantonio.

Tiri liberi: 13 / 20 – Rimbalzi: 32 3 + 29 (B.j. Raymond 8) – Assist: 14 (Robert Fultz 6)

Udine: Mortellaro 17 (7/7), Powell 14 (2/5, 2/3), Simpson 13 (6/11, 0/4), Cortese 9 (3/5, 1/6), Penna 7 (2/6, 1/4), Nikolic 7 (2/2, 1/1), Spanghero 3 (1/4 da tre), Pellegrino 1 (0/3, 0/1), Pinton (0/2 da tre). N.e. Genovese. All. Cavina

Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Trevis Simpson 9) – Assist: 15 (Marshawn Powell 4)

Nella foto: Bowers (Isolapress)

Basket A2, Le Naturelle vince la prima contro il passato Cavina
Sport 7 Ottobre 2018

Basket A2, Le Naturelle-Udine e il ritorno a Imola subito da avversario per Demis Cavina

Il 23 luglio 2018, quando vennero divulgati i calendari di A2, l’occhio (non solo il nostro…) andò subito a cercare il giorno del ritorno a Imola di Demis Cavina con la sua Udine. Non ci volle molto per trovarlo, proprio alla prima giornata, all’esordio in campionato del 7 ottobre. Così, oltre che per l’inizio di un nuovo torneo, la partita di oggi (palla a due alle 18.30) avrà un fascino particolare anche per il ritorno a casa di un tecnico che in tre sole stagioni all’Andrea Costa ha disegnato due tra le annate più significative e appaganti degli ultimi tre lustri.

Demis, dove giochi oggi?

«Mah, mi sembra vicino alla piscina di Imola. A parte gli scherzi, questa partita (per me la più importante a livello affettivo) arriva troppo presto. Iniziare il campionato al Ruggi sarà una emozione particolare».

Come vivrai il ritorno a Imola?

«Sono entusiasta della passata stagione e dell’affetto che la gente mi ha sempre tributato, anche dopo che ho scelto di andare via. Sono certo che questo calore mi porterà a un prepartita denso di emozioni».

Entriamo in campo: ti piace l’Andrea Costa?

«Non è la squadra che più si addice alle mie caratteristiche di allenatore, ma di sicuro soffrirà poco per salvarsi. E’ un gruppo con tanto talento, consapevole di cosa dovrà fare per vincere. Ha giocato partite di qualità, avendo ben chiari i ruoli offensivi, perché è lì che vincerà i match».

Dove stanno i pericoli del match che si giocherà tra qualche ora?

«In attacco Imola ha la capacità di fare break con le triple. Questo, oltre al talento dei giocatori, nelle prime giornate può incidere più degli aspetti tattici. Per cercare di vincere, prima di tutto, dovremo tenere basso il punteggio. Stiamo lavorando intensamente sulla retroguardia, che dobbiamo ancora migliorare, ma anche se abbiamo qualità, solo con la difesa possiamo fare il salto di qualità».

Finalmente si fa sul serio.

«Le amichevoli danno solo sensazioni, i reali valori si vedono in campionato. Queste sono le partite che definiscono qualità e obiettivi di una squadra, specie quelle più esperte. Nel precampionato abbiamo lavorato bene, con grande entusiasmo. C’è il problema fisico di Cortese da valutare (più spavento che danni) ma a Udine c’è grande euforia e la squadra lo ha percepito. Attualmente ho una squadra che può ambire ai primi quattro posti, insieme a Fortitudo, Treviso, Verona e Forlì». 

Imola si salva?

«Sicuramente. Lo penso e mi auguro anche agevolmente, perché la squadra è stata pensata bene, con tanta esperienza nei ruoli chiave».

Fossi il coach di Imola, quanto ti avrebbero infastidito le notizie giudiziarie uscite negli ultimi giorni?

«Non sono una novità: già un anno fa Domenicali ci aveva messo al corrente della vicenda e non ho letto niente di nuovo. Dispiace che tutto questo clamore sia arrivato prima del campionato, ma l’Andrea Costa da anni sta vivendo un lungo periodo di riassetto economico. Vorrei che, come realtà tra le più alte della zona, catalizzasse positivamente energie e risorse, piuttosto che scatenare guerriglie da pollaio che non aiutano».

p.p.

L”articolo completo su «sabato sera» del 4 ottobre.

Nella foto (Isolapress): Demis Cavina

Basket A2, Le Naturelle-Udine e il ritorno a Imola subito da avversario per Demis Cavina
Sport 6 Ottobre 2018

Basket C Gold, esordio vincente per Castel Guelfo a Bertinoro

Vittoria importante per Castel Guelfo che, all”esordio in campionato, ha superato in trasferta Bertinoro per 74-69.

Match equilibrato fin dalla palla a due con Bertinoro che forte del suo predominio a rimbalzo prende il largo nel primo quarto. Nel secondo parziale i ragazzi di Serio rientrano in partita guidati dai fratelli Govi e da Baccarini, chiudendo avanti all”intervallo lungo. Nel terzo quarto i forlivesi mantengono il match punto a punto, prima di mettere il naso avanti nell”ultimo parziale. Ad un minuto alla sirena Bertinoro è sul +1, ma il finale è tutto di Musolesi che firma 4 punti (tutti ai liberi) e regala la vittoria ai gialloblù.

Nel prossimo turno Castel Guelfo osserverà il primo dei due turni di riposo in programma nel girone d”andata viste le defezioni dei Crabs Rimini e di Fidenza.

d.b.

Tabellino

Bertinoro-Prosic 69-74 (22-18, 32-38, 57-57)

Bertinoro: Frigoli 12, S. Ravaioli 13, Bravi 8, Ricci 10, Bracci 8, Cristofani, M. Ravaioli ne, Chiarini ne, Em. Solfrizzi 9, En. Solfrizzi 9. All. Tumidei.

Castel Guelfo: Grillini 10, Musolesi 6, Saccà 5, Pieri 1, G. Govi 10, Nembrini ne, Baccarini 13, Bergami 5, Lugli 6, Santini 5, F. Govi 13, Bonazzi ne. All. Serio. 

Basket C Gold, esordio vincente per Castel Guelfo a Bertinoro
Sport 5 Ottobre 2018

Basket A2, Le Naturelle Imola corre veloce con Easy Car. Di.Tv televisione ufficiale dei biancorossi

La Easy Car concessionaria Ford-Mazda, con sedi a Imola, Faenza e Castel San Pietro, affiancherà gli altri sponsor di maglia de Le Naturelle Imola Basket per questa stagione sportiva che partirà ufficialmente domenica 7 al palaRuggi contro Udine.

Di.Tv., intanto, è anche quest”anno televisione ufficiale del club di via Valeriani, con le partite dei biancorossi che saranno trasmesse in differita sul canale 90 (lunedì ore 22.10) e sul 92/Tele1 (martedì ore 14). Per le partite infrasettimanali, i match andranno in onda il giorno successivo nel primo orario utile.

r.s.

Nella foto: il roster biancorosso

Basket A2, Le Naturelle Imola corre veloce con Easy Car. Di.Tv televisione ufficiale dei biancorossi
Sport 2 Ottobre 2018

Basket A2, il brand «Tekk» di Mt Distribution entra nella famiglia de Le Naturelle Imola

Non solo basket giocato per Le Naturelle Imola che, in vista dell”esordio in campionato, rafforza la propria partnership con la MT Distribution Srl, azienda di Calderara di Reno nata con un focus nel mondo dell”entertainment.

La conferma dell”impegno per la stagione in corso è testimoniata dall”ingresso appunto del brand Tekk, leader in Italia della pedalata assistita, che sarà presente sulla divisa da gara della società biancorossa.

r.s.

Nella foto: il capitano Patricio Prato

Basket A2, il brand «Tekk» di Mt Distribution entra nella famiglia de Le Naturelle Imola
Sport 28 Settembre 2018

Basket A2, Le Naturelle Imola è sempre più… Informatica

Dopo il recente accordo con Curti Spa (leggi qui) Le Naturelle Imola Basket ha rinnovato anche per la stagione 2018/2019 la partnership con lo sponsor Imola Informatica, azienda di consulenza e stil transfer rivolta al mondo dell”Informazione & Communication Technology capace di portare in Italia e all’estero il nome della città da più di trent’anni. Imola Informatica sarà così sponsor nel settore giovanile e partner di maglia della prima squadra.

r.s.

Nella foto: il coach biancorosso Di Paolantonio

Basket A2, Le Naturelle Imola è sempre più… Informatica
Sport 26 Settembre 2018

Basket A2, Curti Spa sarà il co-sponsor de Le Naturelle Imola

Novità «commerciale» in casa Le Naturelle Imola Basket. L”azienda Curti Spa, infatti, sarà il co-sponsor biancorosso per la stagione sportiva 2018/2019 e darà ulteriore prestigio al club imolese.

La Curti Spa oggi si articola in cinque divisioni, basata sul core business della «macchina di precisione». Negli stabilimenti del gruppo vengono progettate e prodotte macchine e moduli che spaziano nei diversi settori, dal meccanotessile alla robotica, dall”automotive al confezionamento dei liquidi alimentari, dal packaging sino alla componentistica aeronautica.

L”azienda continuerà a far parte del pool degli sponsor principali, incrementandolo anche con il brand «Zefhir».

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook del club biancorosso): Tim Bowers

Basket A2, Curti Spa sarà il co-sponsor de Le Naturelle Imola
Cronaca 25 Settembre 2018

Giro di fatture gonfiate, Domenicali (Andrea Costa): “Stupito di trovarmi coinvolto con persone e società a me sconosciute'

Per prima cosa rassicurare tutti, tifosi e sponsor dell’Andrea Costa. Far capire che la vicenda giudiziaria che vede coinvolto l’amministratore unico Gianpiero Domenicali non toccherà la squadra di basket (il campionato di serie A2 comincerà il prossimo 7 ottobre). Questa la priorità leggendo il comunicato con cui gli avvocati Guido Magnisi ed Edore Campagnoli oggi hanno commentato la vicenda che vede indagato Domenicali insieme ad altre quindici persone per un giro di fatture false o gonfiate per sponsorizzazioni sportive. «La Procura di Bologna non ha elevato alcuna accusa di responsabilità amministrativa a carico della società – scrivono i due legali -. Pertanto risulta totalmente estranea e come potenziale danneggiata valuterà nel prosieguo anche un’eventuale costituzione di  parte civile nei confronti di chiunque verrà ritenuto responsabile. L’assoluto non coinvolgimento dell’Andrea Costa nel processo penale – aggiungono – consentirà alla stessa di svolgere serenamente il campionato alle porte». Una dichiarazione di tutela e di prassi che oltre alla forma indica la sostanza: la società sportiva non è coinvolta dal punto di vista penale ma solo il legale rappresentante.

Ma questo non è tutto. «Vogliamo aggiungere – continuano i legali – per quanto riguarda il nostro assistito (cioè Domenicali, ndr) il suo grande stupore nel trovarsi coinvolto con persone e società a lui del tutto sconosciute». Gli avvocati non hanno dubbi: «Domenicali è del tutto estraneo al presunto sodalizio criminale». Tra l’altro, rispetto al giro di fatture ipotizzato (75 milioni pari a 25 milioni di tributi evasi contestati), la cifra imputata a Domenicali sarebbe decisamente modesta: al più superiore del 20 per cento a 250 mila euro, effettivo importo contrattuale della sponsorizzazione indicata. Inoltre, «le sponsorizzazioni dell’Andrea Costa sono tutte reali, ed è affidata a più agenzie la diffusione dell’immagine della società  stessa».  

Gianpiero Domenicali è uno dei volti noti di Imola, sia per il suo passato politico (di area socialista, è stato vicesindaco e assessore negli anni ‘90) ma soprattutto per l”impegno sportivo: a vario titolo è al vertice dell’Andrea Costa basket da circa trent’anni. (l.a.)

Nella foto Gianpiero Domenicali

Giro di fatture gonfiate, Domenicali (Andrea Costa): “Stupito di trovarmi coinvolto con persone e società a me sconosciute'
Sport 23 Settembre 2018

Basket A2, Le Naturelle Imola oggi impegnata nel Trofeo Andrea Costa

Prima Cento, poi Ravenna, quindi Forlì e Ferrara e ancora Cento. Il precampionato de Le Naturelle Imola Basket ora andrà avanti col «48° Trofeo Andrea Costa» che, oggi alle 18.30, metterà di fronte i biancorossi di coach Di Paolantonio e la Tezenis Verona di Luca Dalmonte, una delle squadre più accreditate della A2 orientale.

Patricio Prato potrebbe essere nuovamente a disposizione, dopo che gli ultimi controlli al polpaccio hanno dato responsi positivi e da questa settimana il capitano biancorosso ha ripreso ad allenarsi coi compagni. Contro i veronesi, che nei pronostici della vigilia stanno dietro al solo trio Treviso, Fortitudo e Udine, l’Andrea Costa (specie se si presentasse al completo) sarà chiamata a dare alcune risposte. «Il calo, più che altro mentale, c’è stato – ammette il tecnico abruzzese – ma non è dovuto ad atteggiamenti sbagliati. Purtroppo, quando le gambe non rispondono (e in questa fase di duro lavoro è normale) dovremmo fidarci l’uno dell’altro ed eseguire le cose che prepariamo in allenamento. Non ci resta che lavorare ancora, perché dobbiamo assolutamente serrare i ranghi e fare un passo avanti. Già con Verona, una squadra forte che costituirà un buon test per capire dove siamo e magari per durare più di 15 minuti».

Purtroppo questa è una squadra dove giocano bene o male sempre gli stessi. Però se a «toppare» è qualcuno dei titolari, la squadra ne patisce in modo clamoroso, mentre se qualcuno tra le seconde linee fa anche più del proprio dovere, non se ne accorge quasi nessuno. Passano le settimane, ma cresce la sensazione che l’Andrea Costa sia ancora lontana dall’essere una squadra e che solo le imprese dei singoli, per ora quelli del «quintetto over» la tengano in carreggiata nelle varie amichevoli. La lunga assenza di Prato ha fatto comprendere ancor più chiaramente la sua importanza e il fatto che probabilmente in questa stagione il capitano sarà costretto a stare in campo ben più del previsto, proprio per colpa del retrobottega. Che già si pensava non fosse attrezzato al massimo, ma che ogni amichevole che passa dimostra un gap evidente sia al confronto col resto della squadra, ma soprattutto con quasi tutte le panchine della categoria.

Passi per Ndaw, quarto lungo che, con l’organico completo, non si alzerà mai dalla panchina. Anche Montanari continua a dimostrare incredibili difficoltà nel vestire i panni del regista di scorta, mentre Magrini comincia a preoccupare per la difficoltà (a parte il grande impegno) di muoversi in una categoria che ancora gli sta troppo stretta. Il problema più grosso per il tecnico abruzzese ha però il nome di Alessandro Simioni, che anche nel ruolo di vice Rossi (e non doveva andare così) sta dimostrando difficoltà ancor più evidenti di quelle esibite nella passata stagione. Senza la sua crescita, Imola rischia parecchio, perché si troverà con sei soli uomini veramente affidabili e forse coi tre Under meno utili della categoria. «In questa squadra – ha concluso il coach biancorosso – tutti devono essere importanti e Simioni deve darci sempre un contributo come con Forlì. Lui e Montanari sono ragazzi del ’98, soggetti ad alti e bassi, ma se abbiamo scelto Rossi per affiancarlo al padovano, l’abbiamo fatto per tutelarlo. I due si completano».

p.p.

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 settembre.

Nella foto (Isolapress): Robert Fultz contro Cento

Basket A2, Le Naturelle Imola oggi impegnata nel Trofeo Andrea Costa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast