Posts by tag: Calcio

Sport 28 Novembre 2022

Imolese, il nuovo mister Anastasi si presenta: «Contento dell’opportunità, cercherò di ripagare la fiducia»

All’indomani dell’esonero di Antonioli, confermate le voci anticipate ieri sul nuovo mister dell’Imolese. Si tratta di Giuseppe Anastasi, 49enne catanese ex giocatore rossoblù nella stagione 2001/2002. Alla prima esperienza in serie C, in carriera ha vinto l’Eccellenza col Palazzolo e col Siracusa, mentre lo scorso anno era sulla panchina dell’Akragas del patron Deni.

Anastasi sarà già regolarmente in panchina domani. nel turno infrasettimanale contro il Rimini. «Sono contento di questa importante opportunità – ha commentato -. Ringrazio il patron Deni, il presidente Coppa ed il vicepresidente Cutrufo con i quali ho avuto già modo di lavorare in passato e il direttore Conte. Cercherò di ripagare la fiducia del direttore tecnico Cammarata e del responsabile dell’area tecnica Righi raggiungendo l’obiettivo che ci siamo prefissati». (r.s.)

Nella foto (dalla pagina Facebook dell’Imolese): da sinistra il direttore generale Conte e il nuovo tecnico Anastasi

Imolese, il nuovo mister Anastasi si presenta: «Contento dell’opportunità, cercherò di ripagare la fiducia»
Sport 20 Novembre 2022

Imolese come il Qatar ai Mondiali, con il Montevarchi non basta super Rossi

Imolese – Montevarchi sta alla Serie C come Qatar – Ecuador ai Mondiali: il livello è nella parte bassa della competizione. La differenza nel primo tempo la fa solo Rossi, che para il rigore, mentre Al Sheeb prende gol. Nella ripresa tutto torna a posto e come allo stadio Al Bayt vince la squadra in trasferta per 2 a 0. Meritamente. L’Imolese non ha tirato una volta nello specchio della porta e appena l’Aquila ha alzato il volo si è persa. Una sconfitta dolorosa, la terza consecutiva, seconda in casa con una squadra che era dietro in classifica. Un dolore in più per Deni, il patron che cerca un presidente e soprattutto cerca ancora i primi punti della sua gestione.

Nel primo tempo tempo per 10 minuti si fanno notare soprattutto le scarpe di diverso colore che indossa Annan. Montevarchi abbottonato e Imolese che non riesce ad innescare la profondità di Attys e Fonseca. Al quarto d’ora, al primo pallone in area, il Montevarchi porta a casa un rigore con Rossi che atterra Kernezo. Dal dischetto Giordani tira rasoterra ma il numero uno rossoblù ci arriva. Secondo rigore parato dall’Imolese su cinque (l’altra parata fu di Molla con la Carrarese prima che Stijepovic volasse per la vittoria). Il secondo quarto d’ora del primo tempo è un avanti – indietro a centrocampo dove c’è una densità di popolazione degna di Nuova Dheli. Poi una fiammata dell’Imolese: De Feo ispira Attys sulla destra, cross su cui Fonseca fa velo per Zanini che cerca l’angolo, ma trova un tallone avversario. 35 minuti per il primo tiro in porta, ma l’azione meritava miglior finale. Al 39’ cross di Annan che viene mandato involontariamente sulla parte alta della traversa da Bertola. Il finale di tempo è un giallo ma senza misteri, solo con tre cartellini che testimoniano di un agonismo fino a quel momento sopito. Si picchia un po’ di più.

Nei primi tre minuti del secondo tempo ci sono le stesse occasioni di tutto il primo: al 2’ Annan crossa ma Fonseca liscia la palla all’altezza del dischetto; il Montevarchi risponde un minuto dopo con Giordani di poco alto dal limite. La svolta arriva poco dopo il quarto d’ora. Il Montevarchi si distingue con una discesa di Amatucci da sinistra, il cross viene gestito da Giordani per il tiro di Pietra respinto da De Vito. Fuori area arriva Bertola che di destro lascia partire una frustata che si insacca a fil di palo. Poco dopo arriva il raddoppio: un cross di Giordani che Rossi si prepara a raccogliere viene spostato da Bensaja in una inutile scivolata, Alagna a due metri dalla porta per il raddoppio, facile ma meritato. Dopo arrivano altre occasioni per l’Aquila che però non becca più. Nemmeno l’Imolese lo fa. (p.b.)

Nella foto (Isolapress): il rigore parato da Rossi nel primo tempo

Imolese – Montevarchi 0-2
Marcatori:
Bertola 16’, Alagna al 23’ s.t.
Imolese (3-4-1-2): Rossi; Zagnoni, Milani (dal 40’ s.t. Fort), De Vito (dal 26’ s.t. Rocchi); Cerretti, Bensaja (dal 26’ s.t. Castellano), Zanini, Annan; De Feo; Fonseca (dal 15’ s.t Pagliuca), Attys (dal 1’ s.t. Stijepovic).
In panchina: Adorni, Nannetti, Serpe, Faggi, Eguelfi, Lombardi, Zanon, Manfredonia). All. Antonioli.

Imolese come il Qatar ai Mondiali, con il Montevarchi non basta super Rossi
Sport 3 Novembre 2022

Una bella Imolese saluta la Coppa, a Padova primo dispiacere per il nuovo patron Deni

Inizia con una sconfitta a Padova, nel secondo turno di Coppa Italia di serie C, l’avventura del nuovo patron dell’Imolese Giuseppe Deni, presentato ufficialmente ieri pomeriggio al Centro sportivo Bacchilega. All’Euganeo finisce 1-0 (rete di Bifulco al 65°), ma i rossoblù per le occasioni avuto avrebbero certamente meritato qualcosa di più. Archiviata l’eliminazione ora la squadra di Antonioli si ributterà sul campionato. Appuntamento a domenica 6 novembre quando al Romeo Galli arriverà l’Olbia. (r.s.)

Imolese (3-4-1-2): Molla; Scremin (84′ Serpe), Milani, De Vito; Zanini, Manfredonia, Castellano (46′ Bensaja), Annan (41′ Zanon); Faggi (66′ Attys); De Feo, Pagliuca (46′ Rocchi). A disposizione: Adorni, Fort, Lombardi, Diaby. All. Antonioli.

Foto dalla pagina Facebook dell’Imolese

Una bella Imolese saluta la Coppa, a Padova primo dispiacere per il nuovo patron Deni
Sport 2 Novembre 2022

Imolese calcio: Deni presenta la nuova società, De Sarlo si commuove e c’è un cinese al tavolo

La commozione di Antonio De Sarlo, la professionalità di Luigi Conte, lo sguardo un po’ stranito del futuro socio Yuan Cheng. Sono queste le tre istantanee che escono dalla presentazione della nuova società dell’Imolese calcio.

Una stretta di mano per i fotografi tra Antonio De Sarlo e Giuseppe Deni ha segnato il passaggio di proprietà. Si chiude l’era De Sarlo (il padre ex presidente e il figlio centravanti, quest’ultimo presente alla cerimonia d’addio con le stampelle e un ginocchio inabile). La voce dell’uscente è rotta da una inatteso singhiozzo che ha frenato una lacrima. «Avevo deciso di cedere la società per il malcontento maturato lo scorso anno verso chi ha lucrato nella precedente gestione sportiva. Ora lascio con dispiacere, visto il buon lavoro fatto dal direttore Emanuele Righi, da mister Antonioli e dagli altri addetti. Vedo umiltà, spirito di aggregazione e serietà che non c’erano la scorsa stagione. Lascio l’Imolese in buone mani e mi commuovo…».

La voce si spezza e subentra Deni che da venerdì scorso è il proprietario dell’Imolese (non ne sarà il presidente perché già a capo dell’Akragas, la squadra di Eccellenza della sua città, Agrigento). «Volevamo sbarcare in una piazza che non avesse pressioni da parte della tifoseria per sviluppare un programma che fosse sintesi tra calcio e business. Questa è la ragione per cui siamo venuti a Imola. Vogliamo fare bene e abbiamo subito messo in campo alcune idee. Per primo vogliamo che l’Imolese mantenga la categoria, per secondo vogliamo rafforzare la società. Abbiamo avuto richieste di gruppi cinesi e americani per entrare».

La presenza di Yuan Cheng al tavolo d’onore è la prova che Deni ha portato per avvalorare la teoria dei nuovi soci stranieri pronti ad entrare.

Luigi Conte, che in società è già entrato da alcuni giorni, sarà il plenipotenziario, affiancato da Giuseppe Cammarata (club manager) e Pierluigi Di Già (più vicino alla squadra). In attesa di individuare il presidente, sono stati resi noti i due vice: Franco Coppa e Sandro di Benedetto.

Luigi Conte va più a fondo nel progetto di lavoro: «Mi ha colpito la commozione del presidente De Sarlo e per noi è un impegno a mantenere alto il contributo ad una piazza che merita dedizione perché è in un contesto geografico importante per il calcio, tra Bologna e Cesena. Cercheremo di organizzare al meglio la macchina per far funzionare la squadra societaria. Il completamento avverrà passo dopo passo».

Conte non si ferma qui. «L’Imolese non è solo la prima squadra, che nelle ultime settimana sta facendo bene, ma c’è un settore giovanile e un brand che devono essere valorizzati. È un obiettivo a tendere, come lo è creare un accordo con la città per appassionare i tifosi, riportarli allo stadio e per collegarsi con le altre eccellenze della città, dall’autodromo alle altre realtà sportive. Vogliamo dimensionare il brand Imolese nel calcio ad alto livello».

Sul fronte sportivo nei prossimi giorni si capirà il destino di Righi e Antonioli. «Ci incontreremo – dice Conte -. Capiremo se il nostro progetto per l’Imolese sarà condiviso da chi ha questi ruoli».

(Paolo Bernardi)

Nella foto: in alto la commozione di De Sarlo e Deni. Sotto, da sinistra Yuan Cheng, Sandro Di Benedetto, Antonio De Sarlo, Giuseppe Deni, Beppe Cammarata, Luigi Conte, Franco Coppa (Isolapress)

Imolese calcio: Deni presenta la nuova società, De Sarlo si commuove e c’è un cinese al tavolo
Sport 29 Settembre 2022

Maria Sole Ferrieri Caputi domenica prima arbitro donna in serie A, in passato ha diretto anche l’Imolese

Domenica il calcio italiano fa la storia. Maria Sole Ferrieri Caputi sarà infatti il primo arbitro donna a dirigere un match di serie A. La gara designata è Sassuolo-Salernitana (ore 15). Nata a Livorno, Ferrieri Caputi ha 32 anni ed in passato ha diretto anche l’Imolese: sul campo della Clodiense (2015/2016) e al Romeo Galli contro il Matelica (2020/2021), entrambe vinte 2-0 dai rossoblù. Curiosità domenica per il suo esordio si troverà davanti, sulla panchina del Sassuolo, proprio Alessio Dionisi, ex tecnico dell’Imolese. (r.s.)

Nella foto: Maria Sole Ferrieri Caputi

Maria Sole Ferrieri Caputi domenica prima arbitro donna in serie A, in passato ha diretto anche l’Imolese
Sport 6 Agosto 2022

Calcio serie C, il calendario delle amichevoli estive dell’Imolese

Quattro amichevoli in vista della Coppa Italia. Ecco il menù dell’Imolese da qui al 21 agosto, data nella quale è fissato il primo turno della Coppa Italia di C per la quale, al momento di chiudere questo numero di sabato sera, non è dato sapere né l’accoppia- mento né la sede della gara. Si parte domenica 7 (ore 18) a Medicina contro il Ravenna. Tutte le altre si giocheranno al Centro tecnico Bacchilega: il 10 agosto con il Lentigione, il 13 con il Grosseto e il 18 con il Progresso.

Su «sabato sera» in edicola anche l’intervista al nuovo tecnico dell’Imolese Mauro Antonioli.

Nella foto (Isolapress): mister Mauro Antonioli durante un allenamento con l’Imolese

Calcio serie C, il calendario delle amichevoli estive dell’Imolese
Sport 4 Agosto 2022

Calcio serie C, Imolese inserita nel girone B. Le avversarie

In attesa del calendario, che sarà presentato domani (venerdì 5 agosto), la Federazione ha annunciato i gironi del prossimo campionato di serie C.

L’Imolese del neo tecnico Antonioli, come prevedibile, è stata inserita nel girone B insieme ad Alessandria, Ancona, Montevarchi Carrarese, Cesena, Fermana, Fiorenzuola, Gubbio, Lucchese, Olbia, Pontedera, Recanatese, Reggiana, Rimini, San Donato Tavernelle Siena, Torres, Virtus Entella e Vis Pesaro. (r.s.)

Foto Isolapress

Calcio serie C, Imolese inserita nel girone B. Le avversarie
Sport 13 Luglio 2022

Il volo di Gianluca Pagliuca: «L’Imolese è okay per mio figlio»

L’ex portiere azzurro Gianluca Pagliuca è felice che Mattia, 20enne trequartista, possa accasarsi in serie C all’Imolese. «Verrei a vederlo quasi sempre». Dal Bologna dovrebbero arrivare altri tre ragazzi classe 2002. (r.s.)

Intervista completa e approfondimenti di mercato su «sabato sera» in edicola dal 14 luglio.

Nella foto: Gianluca Pagliuca e il figlio Mattia

Il volo di Gianluca Pagliuca: «L’Imolese è okay per mio figlio»
Cronaca 10 Luglio 2022

Calcio, Bonaccini e il libro di Bacchilega Editore: festa… Grande oggi a Osteria

Tanta gente oggi a Osteria Grande per la festa dei 40 anni della società calcistica. Presenti, tra gli altri, il sindaco di Castel San Pietro, Fausto Tinti, la consigliera regionale Francesca Marchetti e il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. Occasione per festeggiare un compleanno importante ma anche presentare il libro «A.C. Osteria Grande 1982-2022. 40 anni di calcio e di comunità. Ieri, oggi, domani in biancoblu. Un sogno diventato realtà», scritto a quattro mani da Gianfilippo Rossi (ex direttore generale del club) ed Elis Dall’Olio (consigliere della società con delega alla parte sportiva e alla comunicazione) ed edito da Bacchilega Editore. (r.cr.)

Foto dell’evento

Calcio, Bonaccini e il libro di Bacchilega Editore: festa… Grande oggi a Osteria
Cronaca 9 Luglio 2022

Osteria Grande… festa per i 40 anni dell'Associazione calcio insieme al presidente Bonaccini

Domani, domenica 10 luglio, l”Associazione calcio Osteria Grande celebrerà i suoi primi 40 anni con una festa organizzata al campo sportivo Ferrante Ungarelli di via Bernardi. Appuntamento per tutta la cittadinanza alle ore 18.30 per vivere una serata alla quale parteciperanno anche volti importanti del nostro territorio, come il sindaco di Castel San Pietro, Fausto Tinti, ed il consigliere regionale Francesca Marchetti, ma soprattutto il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. 

Per l”occasione è uscito un libro che verrà presentato domenica dal titolo «A.C. Osteria Grande 1982-2022. 40 anni di calcio e di comunità. Ieri, oggi, domani in biancoblu. Un sogno diventato realtà», scritto a quattro mani da Gianfilippo Rossi (ex direttore generale del club) ed Elis Dall”Olio (consigliere della società con delega alla parte sportiva e alla comunicazione), edito da Bacchilega Editore. (ma.cav.)

Su «sabato sera» in edicola l’articolo completo con le parole di Rossi, Dall”Olio e il sindaco Tinti. 

Nella foto: la copertina del libro di Bacchilega Editore e due immagini di repertorio

Osteria Grande… festa per i 40 anni dell'Associazione calcio insieme al presidente Bonaccini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA