Posts by tag: campionato

Sport 14 Aprile 2018

Futsal serie A, ora lo dice anche la matematica: Imola-Castello sei salva

L”Ic Futsal batte 4-1 Latina in casa e centra la matematica salvezza ad una giornata dalla fine del campionato. I bianconeroverdi ribaltano così il pronostico che li davano per sicuri retrocessi già in estate e mettono a tacere chi nel corso della stagione ha sempre cercato di destabilizzare l”ambiente.

Senza gli squalificati Borges e Misael e Vignoli in panchina solo per onor di firma, alla Cavina davanti ad un pubblico ebbro di gioia per lo storico traguardo sono andati in rete Ferrugem, con una doppietta, il giovane Lari e nel finale con un tiro da oltre la metà campo, favorito dal portiere di movimento ospite, anche Salado. Con questi tre punti l”Ic Futsal aggancia in classifica Eboli e, insieme a Cisternino (vittorioso in casa con Rieti) guardano dall”alto la coppia Lazio-Milano che si contenderanno la permanenza in serie A attraverso i play-out.

Come detto mancano all”appello ancora 40 minuti da giocare e la squadra di Pedrini, vero artefice di questo miracolo sportivo, sarà impegnata mercoledì 25 aprile sul campo del Kaos per provare magari a raggiungere la miglior posizione in classifica possibile.

d.b.

Tabellino

Ic Futsal-Latina 4-1 (2-1) 

Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Salado, Castagna, Rodriguez, Vignoli, Tedesco, Silveira, Lari, Liberti, Magliocca, Battaglia. All. Pedrini.

Latina: Basile, Diogo, Espindola, Battistoni, Maluko, Del Ferraro, Raubo, Bernardez, Paulinho, Pilloni, Meneghello, Landucci. All. Kitò Ferreira 

Marcatori: 4°30” p.t. Ferrugem (I), 8°45” Lari (I), 19°50” Espindola (L), 3° s.t. Ferrugem (I), 18° Salado (I).

Ammoniti: Battistoni (L), Liberti (I), Espindola (L), Maluko (L).

Nella foto: la gioia dell”Ic Futsal a fine gara

Futsal serie A, ora lo dice anche la matematica: Imola-Castello sei salva
Sport 8 Aprile 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano rispondono a Imola e riconquistano il secondo posto

Vittoria importante per i Flying Ozzano che in un colpo solo conquistano 87-64 il derby contro San Lazzaro e si riprendono il secondo posto rispondendo subito alla vittoria della Vsv Imola di venerdì.

Con un Folli strepitoso da 28 punti le «Palle Volanti» mettono già le cose in chiaro a fine primo quarto e conducono il match fino alla sirena finale. Il predominio biancorosso è apparso netto in ogni angolo del campo. Rimbalzi, percentuali al tiro e assist sono dati che testimoniano questo, anche se l”unico neo possono essere state le troppe palle perse. Un”inezia, comunque, in una gara sentita sul fronte rivalità e importante per il campionato che i Flying hanno vinto con assoluto merito.

Nel prossimo turno, ultimo di regular season, in programma sabato 14 (ore 21) Ozzano ospiterà Bertinoro per blindare una volta per tutte il secondo posto in classifica e aspettare la prima rivale nei play-off che occuperà la settima posizione in griglia.

d.b.

Tabellino

San Lazzaro-Laco 64-87 (17-32; 32-50; 51-71)

San Lazzaro: Lolli 14, Fabbri 14, Mellara 3, Allodi 9, Guazzaloca 9, Baietti, Annunzi ne, Quadrelli 4, Rossi 7, Naldi 2, Rosa 1, Mazzini 1. All. Bettazzi.

Ozzano: Folli 31, Chiusolo 5, Corcelli 7, Dordei 14, Agusto 8, Masrè 5, Morara 9, Lalanne ne, Magagnoli 8, Zambon, Agriesti, Martini. All. Grandi.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Ozzano): Matteo Folli, autore di 31 punti

Basket C Gold, i Flying Ozzano rispondono a Imola e riconquistano il secondo posto
Sport 7 Aprile 2018

Futsal serie A, Imola-Castello cade sul più bello. Gli occhi però sono tutti sul «caso Pescara»

Partiamo da quanto successo in settimana che potrebbe stravolgere la lotta salvezza dove l”Ic Futsal è assoluta protagonista. Il Pescara ha, infatti, deciso di ritirarsi dal campionato dopo una serie infinita di squalifiche di atleti, dirigenti e campo da gioco, oltre all”ombra del calcio scommesse su un proprio tesserato. A tre giornate dalla fine quindi gli abruzzesi perderanno tutte le sfide a tavolino e, salvo clamorosi sviluppi, finiranno direttamente all”ultimo posto della classifica.

Con l”ultimo posto già assegnato, quindi, rimangono i play-out a cui parteciperanno Milano e, probabilmente, una tra Lazio, Cisternino e appunto Ic Futsal. I ragazzi di Pedrini e i pugliesi hanno cinque punti di vantaggio sui laziali anche dopo la giornata odierna quindi l”inerzia della salvezza è tutta nelle mani di Borges e compagni.

Oggi, intanto, i bianconeroverdi hanno rischiato l”impresa sul campo dell”Acqua&Sapone. fresca vincitrice della Coppa Italia. L”Ic Futsal, infatti, è andata sotto nel primo tempo, ma ad inizio ripresa ha impattato con Castagna. Gli abruzzesi, però, si sono riportati avanti, ma prima Borges e poi ancora Castagna hanno ribaltato il risultato a cinque minuti dal fischio finale. I padroni di casa, purtroppo per gli imolesi, non si sono arresi, firmando il pareggio e poi conquistando la vittoria a 30 secondi dalla fine.

Nel prossimo turno, in programma sabato 14, alla Cavina arriverà Latina già sicura dell”8° posto in classifica che li qualifica per i play-off, mentre per l”Ic Futsal potrebbe essere la serata giusta per firmare una storica salvezza.

d.b.

Tabellino

Montesilvano-Ic Futsal 4-3 (1-0) 

Montesilvano: Casassa, Bordignon, Calderolli, De Oliveira, Bertoni, Sergio, Lima, Murilo, Lukaian, Coco, Jonas, Mammarella. All. Perez 

Imola-Castello: Juninho, Salado, Borges, Vignoli, Rodriguez, Castagna, Misael, Silveira, Lari, Liberti, Magliocca, Battaglia. All. Pedrini 

Marcatori: 15°31” p.t. Calderolli (A), 1°42” s.t. Castagna (I), 9°36” Lima (A), 12°47” Borges (I), 15°22” Castagna (I), 17°38” Jonas (A), 19°33” Calderolli (A) 

Espulso: al 19°54” del s.t. Borges (I) 

Nella foto: Mauro Castagna, autore di una doppietta

Futsal serie A, Imola-Castello cade sul più bello. Gli occhi però sono tutti sul «caso Pescara»
Sport 6 Aprile 2018

Basket C Gold, il cuore di Castel Guelfo non basta. Il derby è della Vsv Imola

Il derby tra Castel Guelfo e Vsv Imola va ai gialloneri di Tassinari che si impongono 77-67 al palaMarchetti. Con questi due punti Casadei e compagni scavalcano Ozzano al secondo posto solitario in classifica in attesa del match dei Flying di domenica, mentre Castel Guelfo ora deve guardarsi alle spalle per non arrivare ai play-off nella peggior posizione possibile.

Partenza disastrosa nel primo quarto per Castel Guelfo che segna il primo canestro dopo circa tre minuti di gioco, mentre dall”altra parte la Vsv Imola è implacabile soprattutto dall”arco con Nucci. I gialloblù di Serio vanno anche a -17, prima della rimonta guidata da Baccarini che rende meno amaro il punteggio alla prima sirena (11-21). Nel secondo parziale, complice Casadei in panchina con 3 falli, i guelfesi si rifanno sotto prepotentemente sotto i colpi di Bernabini e accorciano fino a -2. Il match è spigoloso come ogni derby che si rispetti e allora la Vsv si sveglia e torna a infilare canestri con la precisione chirurgica di inizio partita che valgono il 29-38 di fine primo tempo.

Nel terzo quarto i gialloneri di Tassinari provano a tenere a distanza di sicurezza gli avversari, esaltando le doti sono canestro di Zhytaryuk, ma il solito Bernabini e l”ex Grillini non ci stanno e portano i suoi al -6 all”ultimo riposo (48-54). Nel quarto periodo la Vsv domina a rimbalzo e prova a scappare definitivamente, ma non fa i conti con il grande cuore dei padroni di casa che a cinque giri di lancette dalla fine inseguono solo di tre lunghezze. Ci pensano poi i soliti Casadei e Zhytaryuk a mettere in ghiaccio la sfida e indirizzare il derby verso Imola, con Trombetti e Grillini gli ultimi a mollare tra i padroni di casa.

Nel prossimo turno, ultimo di regular season, in programma sabato 14 (ore 21) la Vsv affronterà in casa Bologna Basket, mentre Castel Guelfo andrà in trasferta a Montecchio.

d.b.

Tabellino

Prosic-Npc 67-77 (11-21, 28-39, 48-54)

Castel Guelfo: Bernabini 15, Rebeggiani ne, Cacciari, Baccarini 15, Grillini 16, Musolesi, Santini, Pieri 3, Casagrande, Degli Esposti Castori 3, Govi 3, Trombetti 12. All. Serio.

Vsv: Dalpozzo 7, Dal Fiume 13, Boero 8, Nucci 12, Creti 2, Murati ne, Casadei 16, Ranocchi ne, Sassi ne, Sangiorgi 4, Zhytaryuk 15. All. Tassinari.

Nella foto: coach Tassinari e Nucci durante il match d”andata 

Basket C Gold, il cuore di Castel Guelfo non basta. Il derby è della Vsv Imola
Sport 27 Marzo 2018

Calcio, giovedì il match dell'anno tra Imolese e Rimini. Intervista all'ex attaccante Gabbriellini

3-1. Questo è il risultato con cui Imolese e Rimini hanno rispettivamente sbrigato, nel weekend, la pratica Fiorenzuola e Mezzolara. Il distacco, quindi, è sempre rimasto di 7 punti in favore dei biancorossi, ma giovedì 29 (ore 15) al Romeo Neri andrà in scena la partita dell”anno che, in caso di vittoria rossoblù, potrebbe riaprire il campionato.

Per risalire all”ultima vittoria dell”Imolese a Rimini bisogna andare indietro alla stagione 2001/2002, quella con Salvatore Bianchetti in panchina. Risultato finale: 1-0 con gol vittoria firmato allo scadere da Marco Gabbriellini. «Facemmo una partita di sacrificio, difendendoci bene e colpendo di rimessa – racconta l”ex attaccante -. La mia rete arrivò in quel modo. Villa si involò in contropiede sulla destra e fu atterrato all’altezza dell’area. Si rialzò immediatamente, mi guardò negli occhi e io, comprendendo al volo le sue intenzioni, mi smarcai dall’uomo. Alberto fu rapidissimo a servirmi il pallone mentre mi trovavo solo davanti al portiere Bizzarri, che beffai con un facile tiro rasoterra».

L’Imolese di Gabbriellini, guidata dal tecnico siciliano Salvatore Bianchetti, oltre ad Alberto Villa, figlio del «Mitico», annoverava giocatori di ottimo livello, come si evince leggendo la formazione che espugnò il Romeo Neri: Betti, Buscaroli, Marchionni, Casoni, Menghi, Dozio, Poggi, Maresi Gabbriellini (Bastia), Perenzin (Biserni), Actis Dato (Villa). «Auguro di cuore all’Imolese di emularci in tutto e per tutto» ha detto Gabbriellini, che la maglia rossoblù l’ha indossata per quattro stagioni, sommando 74 presenze. «Perché fu bellissimo vincere in quel modo. Per me che feci il gol decisivo, ma anche per i miei compagni».

E’ quella la rete che ricordi con più piacere fra le 25 in totale realizzate per l’Imolese fra il 2000 e il 2004?

«E’ uno dei gol che ricordo volentieri. Perché fu pesantissimo e segnò un momento importante del nostro campionato. Ma quello che più mi è rimasto in mente lo feci alla Fiorentina in casa l’anno dopo. Valse il momentaneo 1-1, visto che poi perdemmo 2-1. E poi non dimentico nemmeno il palo colpito al Franchi nell’incontro di ritorno a Firenze davanti a 25.000 spettatori, quando strappammo lo 0-0 con le unghie e coi denti».

La classifica dopo quella famosa vittoria sul Rimini era: Imolese 40, Rimini 38. Sembrò l’inizio di un’esaltante fuga, e invece delle 14 partite che restavano da giocare ne vinceste solo due, contro Sassuolo e Gualdo all’ultima giornata, terminando addirittura ottavi nella classifica finale a 18 punti di distanza dal Teramo che vinse il campionato.

«Anche per quello spero che l’Imolese giovedì prossimo vinca per provare a fare ciò che allora non riuscì a noi. Forse dopo quel successo ci credemmo troppo bravi. Pensavamo di avere già vinto il campionato. Ma non eravamo abituati a stare in testa. L’anno prima avevamo faticato a salvarci. Qualcosa ci scattò in testa negativamente e non riuscimmo più ad essere quelli che eravamo stati fin lì».

Comunque a quell’Imolese non mancavano i buoni calciatori.

«La squadra era ben attrezzata in tutti i reparti. Con me in attacco c’erano Villa e Actis Dato, giocatori di classe e tecnicamente molto dotati. Io però mi infortunavo spesso. Ho subìto sei interventi alle ginocchia e a 30 anni ho dovuto chiudere col calcio».

Sei rimasto in contatto con qualcuno di quei compagni?

«Con Marco Menghi, anche per questioni di vicinanza. Per un certo periodo ha pure lavorato nella mia azienda. Con gli altri ogni tanto organizziamo una rimpatriata. L’ultima volta è stata l’estate scorsa, quando ci siamo ritrovati a cena». 

r.s.

L”intervista completa su «sabato sera» del 22 marzo.

Nella foto (Isolapress): Marco Gabbriellini esulta dopo il gol segnato alla Fiorentina al Romeo Galli nella stagione 2002/03

Calcio, giovedì il match dell'anno tra Imolese e Rimini. Intervista all'ex attaccante Gabbriellini
Sport 25 Marzo 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza

Niente da fare per Castel Guelfo a Fidenza. I gialloblù di Serio, infatti, escono sconfitti 81-73 e rimandano l”appuntamento con la salvezza.

Partita equilibrata fin dalla palla a due, ma le bassissime percentuali al tiro dall”arco dei guelfesi indirizzano il match più dalla parte dei padroni di casa. Castel Guelfo è brava ad armare Trombetti e Casagrande, ma Fidenza risponde sempre presente con i canestri di Morciano, Biasish e Longoni. Il match si decide nel terzo quarto dove i gialloblù hanno qualche amnesia di troppo in difesa e lasciano scappare, in maniera decisiva, Fidenza. Nell”ultimo parziale il trend non cambia, i ragazzi di Serio provano a rifarsi sotto ma senza successo.

Mercoledì 28 (ore 21) Castel Guelfo recupererà, in trasferta, il match contro Modena. Al derby contro la Vsv Imola del 6 aprile ci sarà tempo per pensarci.

d.b.

Tabellino

Fidenza-Prosic 81-73 (20-17, 38-36, 66-58)

Fidenza: Barga 8, Dmitrovic 10, Longoni 15, Giani 3, Morciano 19, Bricchi ne, Diop Gaye 5, Gangarossa 2, Biasich 17, Bialkowsky 2. All. Zanardi.

Prosic: Grillini 9, Musolesi 7, Pieri 6, Govi 4, Trombetti 12, Bernabini 9, Rebeggiani ne, Santini 2, Casagrande 12, Burresi ne, Degli Esposti Castori 2, Baccarini 10. All. Serio.

Nella foto: un momento del derby d”andata tra Castel Guelfo e Imola

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza
Sport 25 Marzo 2018

Basket C Gold, la Vsv Imola fa il suo contro Modena e aggancia Ozzano

La Vsv Imola batte in casa 83-76 il fanalino di coda Modena e aggancia al secondo posto Ozzano, nonostante la classifica dica ancora terza posizione per via della differenza canestri sfavorevole.

Match in equilibrio fin dalla palla a due con Modena che dimostra tutti i progressi fatti nell”ultimo periodo con una partenza sprint e un break già nel primo quarto subito ripreso dai gialloneri. Casadei e Nucci da una parte, Vucinovic, Pederzini, Riguzzi e Franko dall”altra se le suonano di santa ragione e rendono la gara indecisa fino a fine terzo periodo. Gli ospiti si affidano, soprattutto, al tiro dall”arco per impensierire la Vsv e bisogna aspettare l”ultimo parziale per vedere i ragazzi di Tassinari scappare definitivamente trascinati da un ottimo Sangiorgi e dal solito Casadei. Modena, comunque, esce con l”onore delle armi non mollando fino alla sirena finale.

Dopo la sosta pasquale la Vsv tornerà in campo venerdì 6 aprile (ore 21) nel derby al palaMarchetti contro Castel Guelfo.

d.b.

Tabellino

Npc-Modena 83-76 (19-19, 38-37, 58-56)

Vsv: Dal Fiume 7, Nucci 15, Casadei 27, Zhytaryuk 10, Dalpozzo 5, Boero 10, Creti ne, Murati ne, Ranocchi ne, Sassi ne, Sangiorgi 9. All, Tassinari.

Modena: Riguzzi 16, Pederzini 18, Nasuti, Franko 17, Vucinovic 17, Vivarelli, Basilicò, Riccio 3, Tamagnini 5, Stucchi, Cappelli. All. Spettoli.

Nella foto (dalla pagina facebook della Vsv): Casadei, autore di 27 punti

Basket C Gold, la Vsv Imola fa il suo contro Modena e aggancia Ozzano
Sport 24 Marzo 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano dicono addio al primo posto in campionato

I Flying Ozzano perdono nettamente 85-77 il big match contro Fiorenzuola e scivolano al secondo posto in classifica, dicendo molto probabilmente addio alla vetta del campionato vista anche la differenza canestri ora negativa nei confronti dei piacentini. Brutta prova per i ragazzi di coach Grandi che sono rimasti in partita solo fino al primo quarto a causa anche della prova opaca di molti dei suoi uomini migliori.

Nel primo quarto parte forte Fiorenzuola che piazza subito un break di 4-0. Ozzano risponde con Chiusolo (9 punti alla prima sirena) firmando l”aggancio e il controsorpasso. Gli ospiti  però reagiscono e il match si accende a suon di triple con Fiorenzuola che al riposo, complice una maggiore precisione dall”arco, conduce 20-17. Nel secondo parziale ecco la svolta. I piacentini allungano, facilitati dalla prova negativa dei Flying in attacco (solo 7 punti in 10 minuti). Colonnelli e Galli fanno il bello e il cattivo tempo, mentre Dordei, emblema della serata negativa biancorossa, trova il primo canestro solo a due minuti dall”intervallo lungo. Alla pausa il punteggio è impietoso per i padroni di casa e segna 43-23 per gli ospiti.

Nel terzo quarto la squadra di coach Grandi sventola bandiera bianca. Fiorenzuola infila triple con una facilità disarmante e per Ozzano, come se non bastasse, si presenta anche il problema dei falli per Agusto e Dordei. Gli ospiti raggiungono il bonus già a metà parziale e arrivano alla sirena avanti di 28 punti (70-42) con un Klyuchnyk in grande spolvero. L”ultimo parziale vede i Flying tentare una reazione per provare a rendere meno amaro il punteggio finale. I biancorossi, infatti, forse facilitati anche dal comprensibile calo mentale dei piacentini, giocano 10 minuti di buon basket e si rifanno sotto fino al -6 a 8” dalla sirena. Un antisportivo fischiato a favore di Fiorenzuola chiude tutti i giochi.

Dopo la sosta pasquale i Flying affronteranno, domenica 8 aprile (ore 18), in trasferta San Lazzaro. Conquistare due punti nel derby, a questo punto, sarebbero fondamentali per evitare di essere superati in classifica anche da Imola e finire al terzo posto della regular season. Prima però i biancorossi saranno impegnati nella finale di Coppa sempre contro Fiorenzuola. Appuntamento quindi giovedì 29 marzo (palla a due alle 20.30) sul parquet di Castelfranco Emilia.

d.b.

Tabellino

Laco-Fiorenzuola 77-85 (17-20, 24-43, 42-70)

Ozzano: Folli 5, Masrè 6, Morara 13, Chiusolo 24, Corcelli 11, Lalanne, Zambon ne, Dordei 5, Agusto 10, Agriesti ne, Mengoli ne, Martini 3. All. Grandi.

Fiorenzuola: Galli 12, Sichel 7, Resca 14, Colonnelli 9, Zaric 1, Scekic 6, Marletta 1, Lottici 7, Klyuchnyk 18, Zucchi, Trobbiani ne, Garofalo 10. All. Lottici.

Nella foto (dalla pagina facebbok dei Flying Ozzano): Mario Chiusolo, autore di 24 punti

Basket C Gold, i Flying Ozzano dicono addio al primo posto in campionato
Sport 18 Marzo 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano la spuntano nel finale e aspettano Fiorenzuola

I Flying Ozzano soffrono più del previsto per avere la meglio 77-72 di Pontevecchio. Il match è rimasto incanalato nei binari dell”incertezza fino alla fine e la sfida nella sfida ha visto Dordei duellare con l”esperto Bonaiuti.

Fin dalla palla a due Pontevecchio mette alla corda le «Palle Volanti» scappando via grazie ad un approccio migliore, salvo poi vedere rientrare i biancorossi prima della sirena (15-19). Nel secondo parziale il copione non cambia e salgono in cattedra anche i bolognesi Gianninoni, Nanni e il giovane Folli, mentre sulla sponda ozzanese è Agusto a guidare i suoi avanti. L”equilibrio però non si schioda nemmeno all”intervallo lungo (36-40).

Nel terzo quarto le due squadre, come pugili sul ring, incassano e sferrano i colpi agli avversari senza però mandarli al tappeto. Chiusolo esce per falli e si accorciano le rotazioni in casa ozzanese, ma la squadra di Grandi resiste e chiude ancora avanti prima dell”ultima sirena (51-54). Gli ultimi dieci minuti sono incerti come non mai, caratteristica inusuale nei recenti match biancorossi. Pontevecchio cerca lo strappo per vincere il match e impatta il risultato sul 70-70 a circa 90 secondi dalla fine. Qui l”esperienza di Ozzano si materializza nelle mani di Agusto e Dordei che, insieme a Folli, permettono agli ospiti di portare a casa due punti fondamentali per la classifica vista anche la contemporanea vittoria di Fiorenzuola.

Nel prossimo turno, infatti, i Flying Ozzano affronteranno sabato 24 (ore 20.30) proprio Fiorenzuola in un match decisivo per la conquista del primo posto al termine della regular season.

d.b.

Tabellino

Pontevecchio-Laco 72-77 (15-19, 36-40, 51-54)

Pontevecchio: Bonaiuti 14, Gianninoni 15, De Gregori 8, Nanni 13, Di Rauso 2, Brancaleoni ne, Buriani 2, Folli 12, Mantovani, Vetere ne, Bergami 6, Minerva. All. Carretto.

Ozzano: Folli 10, Chiusolo 6, Corcelli 5, Dordei 18, Agusto 13, Masrè 6, Morara 4, Lalanne 7, Magagnoli ne, Zambon ne, Martini 8, Agriesti. All. Grandi.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Ozzano): Dordei e Folli

Basket C Gold, i Flying Ozzano la spuntano nel finale e aspettano Fiorenzuola
Sport 18 Marzo 2018

Futsal serie A, che beffa per Imola-Castello contro la capolista

Sconfitta che sa di beffa per l”Ic Futsal che perde 4-2 in casa contro la capolista Came Dosson al termine forse di una delle migliori prestazioni stagionali. 

Dopo la rete in avvio di Ferrugem, i bianconeroverdi tengono il pallino del gioco, correndo pochi pericoli in difesa e azzerando, di fatto, i 26 punti che li separano dai veneti. Il Came Dosson pareggia prima dell”intervallo e passa in vantaggio nella ripresa, ma la squadra di Pedrini non molla e trova il meritato pareggio con Castagna. Sul 2-2, però, gli arbitri non vedono un fallo (sarebbe stato il quinto di squadra) su Ferrugem e in contropiede gli ospiti siglano il più semplice dei gol per un 3-2 nato tra mille polemiche. L”Ic Futsal cerca la seconda rimonta di serata, ma sono i veneti ad arrotondare a due minuti dalla fine.

In classifica tutto invariato viste le contemporanee sconfitte di Cisternino, Lazio e Milano. Il campionato dell”Ic Futsal ripartirà ora dopo Pasqua vista la sosta nel prossimo weekend per le final-eight di Coppa Italia.

d.b.

Tabellino

Ic Futsal – Came Dosson 2-4 (1-1)

Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Castagna, Vignoli, Rodriguez, Salado, Borges, Misael, Silveira, Lari, Liberti, Battaglia. All. Pedrini.

Came Dosson: Morassi, Belsito, Vieira, Alemao, Schiochet, Di Guida, Rangel, Bellomo, Crescenzo, Sviercoski, Grippi, Massafra. All. Rocha.

Marcatori: 2°15” p.t. Ferrugem (I), 7°50” Grippi (C), 5°35” s.t. Schiochet (C), 7°24” Castagna (I), 12°45” Grippi (C), 18°10” Schiochet (C) 

Ammoniti: Rangel (C), Ferrugem (I).

Nella foto (di Joseph Pandolfo): il gol di Ferrugem

Futsal serie A, che beffa per Imola-Castello contro la capolista

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast