Posts by tag: carabinieri

Cronaca 10 Dicembre 2019

Scoperti in un casolare abbandonato un furgone rubato e i resti di un bancomat

Sabato scorso, 7 dicembre, durante i normali controlli sul territorio, i carabinieri di Castel San Pietro sono intervenuti in un casolare, in via Viara, dove hanno rinvenuto un furgone Ducato ed i resti di un bancomat. Operazione non nuova, quella portata a termine dagli agenti dell”Arma, che ispezionano di frequente gli edifici abbandonati ed isolati, spesso utilizzati dai criminali per le loro attività illecite.

Dopo le consuete verifiche del caso, i militari hanno rilevato che il dispositivo ritrovato corrispondeva a quello asportato la notte dell”1 dicembre dall”area di servizio Sillaro Est sull”autostrada A14, proprio all’altezza della città termale. Anche il furgone, utilizzato dai malviventi per trasportare e nascondere la refurtiva, era stato rubato proprio per quell’occasione. I ladri, quattro persone a volto coperto come testimoniato dalle telecamere di sorveglianza poste nell”area di servizio, avrebbero legato con le cinghie la colonnina del bancomat, prima di agganciarla al mezzo, sradicarla e poi caricarla e fuggire con il bottino che, al momento, è ancora da quantificare. Sull”episodio indaga la polizia stradale giudiziaria e la scientifica che ora, con il materiale scoperto dai carabinieri, avranno qualche elemento in più per risalire ai colpevoli.

Foto d”archivio

Scoperti in un casolare abbandonato un furgone rubato e i resti di un bancomat
Cronaca 4 Dicembre 2019

E' finito in carcere il 26enne che domenica scorsa ha seminato il panico all'ospedale di Imola

E” stato nuovamente arrestato ieri sera il 26enne imolese che domenica scorsa aveva seminato il panico al pronto soccorso di Imola, aggredendo verbalmente i sanitari e ferendo successivamente due carabinieri (leggi qui), e per il quale l’Ufficio del Giudice del dibattimento del Tribunale di Bologna lo aveva, dopo la convalida dell’arresto, rimesso in libertà con però l”obbligo di firma giornaliera presso la polizia giudiziaria.

Questa volta, il giovane è finito in manette su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna, come conseguenza del reato di atti persecutori commessi qualche mese fa nei confronti della madre. Considerata l’inosservanza del provvedimento, ovvero il divieto di avvicinamento alla persona offesa, e l’arresto di domenica sera, il Giudice ha disposto che il 26enne debba proseguire la misura cautelare nel carcere di Bologna. (r.s.)

Foto d”archivio

E' finito in carcere il 26enne che domenica scorsa ha seminato il panico all'ospedale di Imola
Cronaca 3 Dicembre 2019

Aggredisce verbalmente i sanitari del pronto soccorso e ferisce due carabinieri, arrestato 26enne

Un 26enne imolese è stato arrestato dai carabinieri per interruzione di un servizio pubblico e resistenza a pubblico ufficiale. L”episodio è accaduto domenica sera all’interno di un ambulatorio del pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola.

Secondo la ricostruzione degli agenti dell”Arma, il giovane si era recato al pronto soccorso per costringere i sanitari di turno a somministrargli una pillola. Di fronte all’aggressività ed alla prepotenza del 26enne che, oltre a seminare il panico, stava interrompendo il servizio di pronto soccorso a favore dei degenti, i sanitari hanno avvisato immediatamente il 112. Alla vista dei militari l”uomo se l”è presa anche con loro proferendo frasi del tipo: «…quando ero in carcere, neanche cinque agenti della Penitenziaria riuscivano a tenermi fermo, figuratevi voi che siete in due…».

Di fronte al suo rifiuto di collaborare e opponendo resistenza i carabinieri, rimasti lievemente feriti a causa dei calci e dei pugni sferrati dal 26enne, hanno arrestato l”uomo, già noto con precedenti per furto, armi e rapina e considerato socialmente pericoloso, prima di rinchiuderlo in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto avvenuta ieri mattina con rito direttissimo. L’Ufficio del Giudice del dibattimento del Tribunale di Bologna ha convalidato l’arresto, rimettendo in libertà il giovane che ha però l”obbligo di firma giornaliera presso la polizia giudiziaria. (r.cr.)

Foto d”archivio

Aggredisce verbalmente i sanitari del pronto soccorso e ferisce due carabinieri, arrestato 26enne
Cronaca 29 Novembre 2019

Rapinatore 39enne arrestato e condannato a sei anni di carcere

Un 39enne imolese è stato arrestato dai carabinieri di Imola, dopo un provvedimento emesso dall’Ufficio Esecuzione Penale della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bologna. Dovrà così scontare 6 anni di carcere per una serie di ben sei reati contro il patrimonio, come ad esempio alcuni furti risalenti agli anni scorsi ed una rapina commessa nel 2018. 

Dopo quest”ultima l”uomo è stato posto ai domiciliari, con obbligo di firma, e poi rimesso in libertà. Una volta arrivata la condanna definitiva, e non potendo beneficiare di ulteriori misure restrittive alternative, per lui sono scattate le manette. Il 39enne, al momento dell”arresto, si trovava nella sua abitazione e non ha opposto resistenza, prima di essere trasportato nel carcere di Bologna. (r.cr.)

Foto d”archivio

Rapinatore 39enne arrestato e condannato a sei anni di carcere
Cronaca 27 Novembre 2019

Tenta di rubare una bici fuori dal convento, 31enne denunciato

Un 31enne, senza fissa dimora, è stato denunciato dai carabinieri per tentato furto. L”episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Imola, davanti al Centro Missionario di via Villa Clelia.

L”uomo, infatti, è stato sorpreso mentre tentava di rubare la bicicletta di un frate. Alla vista del ladro, il proprietario del mezzo è intervenuto tentando di dissuadere il malvivente dal compiere quel gesto, ma inutilmente. A quel punto il frate ha chiamato i militari dell”Arma che, fortunatamente, si trovavano nei paraggi e sono subito intervenuti, bloccando il 31enne. L”uomo, già noto alle forze dell”ordine e con precedenti per droga e reati contro il patrimonio, è stato identificato e denunciato. La bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario. (r.cr.)

Foto concessi dai carabinieri di Bologna

Tenta di rubare una bici fuori dal convento, 31enne denunciato
Cronaca 27 Novembre 2019

Evade dai domiciliari a Imola, 40enne narcotrafficante arrestato in Lombardia

Si è conclusa in Lombardia la fuga di un 40enne narcotrafficante residente a Imola. L”uomo, infatti, è stato individuato e arrestato, ieri mattina a Bedizzole (Brescia), durante una caccia all’uomo avviata il 19 settembre scorso, giorno in cui lo stesso era evaso dagli arresti domiciliari, probabilmente perché aveva intuito che da lì a poco sarebbe finito in carcere per scontare una lunga pena. Infatti, qualche giorno dopo, l’Ufficio Esecuzione Penali della Procura della Repubblica di Brescia ha comunicato ai militari di Imola come il 40enne dovesse scontare ancora 10 anni, 7 mesi e 10 giorni di reclusione, oltre al pagamento di 18mila euro di multa, per associazione finalizzata al traffico di droga ed evasione.

Il 40enne è stato arrestato dai carabinieri al termine di un inseguimento, mentre era alla guida di una Volkswagen Golf. Sottoposto a una perquisizione personale, l’uomo è stato trovato in possesso di una carta d’identità, una patente di guida e un permesso di soggiorno falsi. Per questo motivo, il malvivente, oltre a finire in manette per via del precedente provvedimento, è stato arrestato, in flagranza di reato, per possesso di documenti d’identificazione falsi. In attesa del processo per direttissima, il 40enne è stato portato nel carcere di Brescia. (r.cr.)

Foto concessa dai carabinieri di Bologna

Evade dai domiciliari a Imola, 40enne narcotrafficante arrestato in Lombardia
Cronaca 22 Novembre 2019

Sorpresi in possesso di hashish all'interno di un parco pubblico, denunciati due giovani

Due giovani, un 18enne e un minorenne, sono stati denunciati dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L”episodio è avvenuto a Medicina.

I militari dell”Arma, durante uno dei tradizionali servizi sul territorio per contrastare il fenomeno delle droghe soprattutto tra i giovanissimi, hanno notato i due ragazzi che si aggiravano con fare sospetto all”interno di un parco pubblico. Sottoposti a una perquisizione personale, sono stati trovati in possesso, complessivamente, di 48 grammi di hashish.

La perquisizione, poi, è proseguita anche a casa dei due giovani, dove le forze dell”ordine, nell’appartamento del 18enne, hanno trovato e sequestrato un grinder e 1.500 euro in contanti, probabilmente derivanti dall”attività di spaccio. (r.cr.)

Foto d”archivio

Sorpresi in possesso di hashish all'interno di un parco pubblico, denunciati due giovani
Cronaca 19 Novembre 2019

Anziana derubata di 3.800 euro da una finta dipendente di banca

Ha avvicinato un’anziana per strada e l’ha convinta a invitarla a entrare a casa sua con la scusa di verificare se le banconote che aveva erano vere oppure false. Poi se n’è andata, riuscendo a rubarle quasi 4 mila euro. Brutta esperienza quella che ha come protagonista una imolese di 87 anni, vittima del raggiro di un’abile truffatrice. Questi i fatti. Nel pomeriggio di domenica 17 novembre l’anziana era a passeggio con il proprio cane in viale Dante. A un certo punto, è stata avvicinata da una donna di corporatura robusta, vestita di nero e con una fascia in testa che si è qualificata come dipendente di una banca. La truffatrice ha poi iniziato ad allarmare l’ottantasettenne dicendo che i soldi che erano stati prelevati in precedenza (pare che qualche giorno prima il figlio sia andato a fare un prelievo, non è chiaro se in banca o allo sportello bancomat) sarebbero potuti essere falsi. Poi si è offerta di verificare lei stessa se i soldi che aveva l’anziana fossero veri oppure no. Una volta entrata nell’abitazione, è stato facile per la truffatrice farsi consegnare tutte le banconote che l’anziana custodiva in casa, ben 3.800 euro, e, con una scusa, allontanarsi con la promessa di controllarle. L’ottantasettenne, poco dopo, ha capito di essere stata raggirata e ha telefonato al 112.

I carabinieri hanno poi raccolto la sua denuncia. «Questa truffa non si verificava da tempo a Imola – dicono dall’Arma -. Molti anziani, anche per vergogna, non denunciano questo tipo di raggiri o lo fanno solo parecchio tempo dopo, rendendo più difficili le indagini. In questo caso, invece, la signora ha fatto la cosa corretta rivolgendosi subito a noi». Nel mese di settembre, un’altra donna era stata vittima del finto tecnico dell’acqua che, simulando un problema alle tubature, le aveva sottratto tutti i gioielli. Qualunque sia il tipo di raggiro, i militari non si stancano di ricordare alcune semplici regole per cercare di evitare di essere truffati da questi malviventi. «Non date confidenza agli estranei, neppure se dicono di conoscervi o di essere amici di un vostro parente stretto – affermano dalla caserma di via Cosimo Morelli -. Non fate entrare sconosciuti in casa. Al minimo dubbio, contattate il 112». (gi.gi.)

Foto d”archivio

Anziana derubata di 3.800 euro da una finta dipendente di banca
Cronaca 18 Novembre 2019

Ubriaco si schianta con la bici contro un'auto, denunciato 34enne

Un 34enne è stato denunciato dai carabinieri per guida sotto l”influenza dell”alcol. La particolarità è che l”uomo non era al volante di un”auto ma bensì in sella alla sua bicicletta. L”episodio è avvenuto a Imola il 2 novembre scorso.

Secondo la ricostruzione dei militari dell”Arma, il 34enne si trovava in sella alla sua bicicletta e stava pedalando lungo via 1° Maggio quando, ubriaco e incapace di mantenere un’andatura rettilinea, ha perso l’orientamento andando a schiantarsi contro un’Audi TT condotta da un’imolese che stava transitando nel senso opposto di marcia.

Ferito in maniera non grave, il ciclista è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato al pronto soccorso di Imola per essere medicato e sottoposto a un prelievo ematico che ha riscontrato come avesse nel sangue un tasso alcolemico pari a 1,75 g/l. 

Foto d”archivio

Ubriaco si schianta con la bici contro un'auto, denunciato 34enne
Cronaca 14 Novembre 2019

Rapina minorenne in stazione a Imola, denunciato 18enne

Un 18enne, già noto alle forze dell”ordine, è stato denunciato dai carabinieri con l”accusa di rapina ai danni di un minorenne. L”episodio è avvenuto nei giorni scorsi a Imola.

Il minorenne si trovava alla stazione ferroviaria per incontrare un coetaneo conosciuto su internet, in un sito di annunci online, per l”acquisto di una bicicletta da feestyle dal costo di 200 euro. Una volta concluso l”affare, il venditore si allontanava, mentre il compratore veniva avvicinato dal 18enne che, dopo avergli proposto la vendita di droga, lo rapinava, strappandogli il portafogli contenente una trentina di euro e la nuova bicicletta appena acquistata.

Dalle indagini, i carabinieri, una volta svelata l”identità del rapinatore, hanno scoperto che lo stesso aveva già venduto la bicicletta per 100 euro al dipendente di un negozio di kebab, poi risultato estraneo ai fatti. Il mezzo è stato così recuperato dai militari e restituito al legittimo proprietario. (r.c.)

Foto d”archivio

Rapina minorenne in stazione a Imola, denunciato 18enne

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast