Posts by tag: carabinieri

Cronaca 20 Giugno 2019

Fermo sui binari mentre sta per transitare il treno, salvato da un carabiniere fuori servizio

Era immobile, a braccia aperte, in mezzo al primo binario, mentre stava sopraggiungendo un treno. Per fortuna ad assistere alla scena c”era un brigadiere dei carabinieri della Compagnia di Adria, in provincia di Rovigo, che in quel momento si trovava fuori servizio.

Il militare è così sceso velocemente sulle rotaie, l”ha afferrato e, con l”aiuto di un altro uomo presente nelle vicinanze, l”ha trascinato, non senza difficoltà, fin sulla banchina e poi allontanato dai binari.E” accaduto ieri pomeriggio nella stazione ferroviaria di Imola.

Il protagonista dell”assurdo gesto è un 48enne. Le verifiche successive hanno accertato che l”uomo risultava essersi allontanato da una comunità per persone con disagio psichico.  Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri di Imola e i sanitari del 118. Questi ultimi hanno preso in carico il 48enne e l”hanno trasportato in una struttura per ulteriori accertamenti. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri di Bologna

Fermo sui binari mentre sta per transitare il treno, salvato da un carabiniere fuori servizio
Imola 19 Giugno 2019

Bimbo smarrito in piazza Matteotti, carabiniere rintraccia la madre al supermercato

Tutto bene quel che finisce bene per un bambino di sei anni che si era smarrito in piazza Matteotti a Imola. L”episodio incredibile è avvenuto ieri, attorno alle 19.30. Ad accompagnare il piccolo alla vicina caserma dei carabinieri due passanti che avevano notato come il bimbo fosse solo e triste perché non trovava la madre. 

Un militare, a quel punto, è uscito dalla caserma, tenendo per mano il bambino, per cercare la donna. Fortuna ha voluto che venisse rintracciata poco dopo davanti ad un supermercato antistante piazza Matteotti, in cui si era recata per fare la spesa. Il piccolo, in buone condizioni di salute, à stato riaffidato alla madre. (d.b.)

Foto d”archivio

Bimbo smarrito in piazza Matteotti, carabiniere rintraccia la madre al supermercato
Cronaca 11 Giugno 2019

Rissa durante il match di calcio giovanile, dopo un mese calciatore denunciato e segnalato per Daspo

A poco più di un mese dalla rissa scoppiata al centro sportivo «Calipari» di Imola durante un match di calcio giovanile, categoria Juniores Provinciale 19, tra i padroni di casa della Tozzona Pedagna e quelli del Crevalcore (qui la news), i carabinieri hanno denunciato un calciatore della squadra ospite.

Il giovane, che è maggiorenne, dovrà così rispondere di lesioni personali aggravate commesse nei confronti di alcuni giocatori della Tozzona Pedagna. Oltre alla denuncia, resa possibile grazie alla testimonianza che altri atleti e dirigenti sportivi, il ragazzo è stato segnalato all’Autorità competente per un’eventuale Daspo (acronimo di «Divieto di accedere alle manifestazioni sportive»), una misura prevista dalla legge per evitare aggressioni violente nei luoghi dove si svolgono attività sportive. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri di Imola

Rissa durante il match di calcio giovanile, dopo un mese calciatore denunciato e segnalato per Daspo
Cronaca 3 Giugno 2019

Bimba trova un proiettile di mortaio sull'argine del Santerno a Borgo Tossignano

Ieri pomeriggio una bambina ha ritrovato tra l”erba del lungofiume di Borgo Tossiagnano un grosso proiettile da mortaio. Un ordigno risalente alla Seconda Guerra Mondiale e di produzione Alleata, probabilmente inglese. Un ritrovamento sorprendente e preoccupante, per fortuna senza conseguenze per la piccola che si trovava sul Santerno in compagnia della famiglia.

Subito avvertiti i carabinieri che, una volta giunti sul posto, hanno provveduto a circoscrivere il perimetro della zona ritenuta pericolosa, anche per evitare che altri possano imbattersi accidentalmente nel proiettile. A sua volta i militari hanno subito allertato il Genio Ferrovieri di Castel Maggiore che nei prossimi giorni si recherà sull”argine per disinnescare e far brillare in tutta sicurezza l”ordigno.

Come sottolineano i carabinieri di Imola, ritrovamenti del genere non sono poi così inusuali, essendo il territorio posto proprio lungo la Linea gotica e quindi oggetto di bombardamenti durante il periodo bellico. Con tutta probabilità potrebbe essere finito sull”argine dopo una delle ultime piene del fiume Santerno causate dal maltempo. (d.b.)

Foto d”archivio

 

Bimba trova un proiettile di mortaio sull'argine del Santerno a Borgo Tossignano
Cronaca 27 Maggio 2019

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote

Alcuni malviventi hanno tentato il colpo alla filiale della Banca di Bologna di Osteria Grande, ma qualcosa non ha funzionato e sono stati costretti a fuggire senza il malloppo. L”episodio è avvenuto nella notte tra sabato 25 e domenica 26, attorno alle 4, lungo la via Emilia.

Stando ad una prima ricostruzione dei carabinieri, ignoti avrebbero cercato di far saltare il bancomat con l”ormai classico metodo della «marmotta». La cassaforte, però, nonostante l”esplosione, haretto, mentre a saltare in aria sarebbe stato lo sportello di protezione. Danni, però, anche alla struttura interna della filiale.

Le forze dell”ordine sono già al lavoro per individuare i responsabili. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): la filiale della Banca di Bologna ad Osteria Grande ed il bancomat preso di mira dai malviventi

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote
Cronaca 12 Maggio 2019

Incendio in via Punta, due appartamenti inagibili, in ospedale anche un carabiniere per il fumo

Un incendio oggi pomeriggio ha portato quattro persone in ospedale, tra cui un carabiniere. L”allarme ai vigili del fuoco è arrivato intorno alle 16.30. Mentre fuori pioveva a dirotto, all”interno di un condominio, in un appartamento al primo piano  del civico 24/s di via Punta, scoppiava l”inferno. Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri e i vigili del fuoco, coadiuvati da una pattuglia del commissariato.

In via precauzionale, per permettere ai pompieri di spegnere le fiamme, sono stati evacuati una decina di appartamenti delle due palazzine adiacenti.Un denso fumo nero ha invaso il quartiere spingendosi fin verso la via Montanara, con le fiamme che si vedevano uscire dalle finestre. Per permettere l”intervento dei pompieri quel tratto di via Punta è stato chiuso al transito per un paio d”ore.

Domate le fiamme i residenti sono ritornati nelle loro abitazioni a parte la donna che abita nell”appartamento da cui sono scaturite le fiamme, ricoverata in codice rosso ma non in pericolo di vita, e coloro che abitano sopra di lei, dato che entrambi gli alloggi sono stati dichiarati inagibili.

Al pronto soccorso è finito anche un carabiniere, tra i primi ad intervenire sul posto e un paio di persone, residenti sempre nella palazzina, tutti per accertamenti, dato che hanno inalato molto fumo. Al momento pare che le cause dell”incendio siano accidentali, escluso il dolo, anche se i carabinieri aspettano il responso degli accertamenti sull”appartamento. (l.a.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incendio

Incendio in via Punta, due appartamenti inagibili, in ospedale anche un carabiniere per il fumo
Cronaca 8 Maggio 2019

Coltivava piantine di cannabis in casa, arrestato 25enne imolese

Un 25enne imolese è stato arrestato dai carabinieri di Imola per «produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope». L”episodio è avvenuto a Sesto Imolese.

I militari, infatti, durante una perquisizione domiciliare a casa del giovane a seguito di indagini rivolte a stroncare il traffico di sostanze stupefacenti nel territorio, hanno ritrovato piante e ramoscelli di cannabis in corso di essiccazione, un bilancino elettronico di precisione e una discreta quantità di attrezzatura (lampade al sodio, termostato digitale, ventilatore, aspiratore e deumidificatore), utilizzate per ricreare il clima adeguato per la crescita delle piante.

Nella giornata di ieri, il 25enne è stato processato per direttissima presso il Tribunale di Bologna. L’arresto è stato convalidato e il giovane è stato rimesso in libertà con l’obbligo di presentarsi tre volte a settimana presso gli uffici della polizia giudiziaria. (d.b.)

Foto d”archivio

Coltivava piantine di cannabis in casa, arrestato 25enne imolese
Cronaca 30 Aprile 2019

Auto prende fuoco sulla San Vitale dopo uno scontro con un'altra vettura

Un frontale tra due auto si è verificato ieri sera, verso le 19.45, lungo la via San Vitale Ovest nella frazione medicinese di Fossatone. A causa del violento impatto una delle due vetture ha preso fuoco. Sull”episodio indagano i carabinieri di Medicina che dovranno accertarsi dell”esatta dinamica e delle cause dell”incidente.

Secondo quanto appreso dai vigili del fuoco di Bologna giunti sul posto, entrambi i conducenti sono usciti autonomamente dai rispettivi veicoli, con uno dei due che per le ferite riportate è stato però trasportato in ambulanza dai sanitari del 118 all’Ospedale Maggiore di Bologna.

I pompieri, intervenuti con un”auto pompa serbatoio ed un”autobotte hanno prima estinto le fiamme, poi messo in sicurezza la zona ed infine lavato il tratto di strada interessato dall’incidente. Per permettere le operazioni di soccorso e tutti i rilevamenti del caso, la via San Vitale Ovest è stata completamente chiusa per circa due ore prima di essere riaperta al traffico. (d.b.)

Nella foto: il luogo dell”incidente

Auto prende fuoco sulla San Vitale dopo uno scontro con un'altra vettura
Cronaca 30 Aprile 2019

Rubati 13 computer portatili alle scuole Carducci di Imola, mobilitazione tra docenti e cittadini

Rientro amaro tra i banchi per gli insegnanti e gli alunni della scuola primaria Carducci, dopo la settimana di pausa delle festività pasquali. Venerdì 26 aprile, alla ripresa delle lezioni la scoperta che qualcuno è entrato nella scuola e ha fatto sparire dalle aule tredici computer portatili che venivano utilizzati per collegarsi alle lavagne multimediali. Sul furto indagano i carabinieri, dopo la denuncia effettuata dalla scuola stessa. I ladri pare siano entrati nell’edificio forzando una porta, per poi salire al primo piano e razziare i computer. Purtroppo il fatto che in quei giorni la scuola fosse chiusa non chiarisce i dubbi sulla data esatta del furto né se è stato commesso durante il giorno oppure, più probabilmente, in piena notte, tra l’altro non sono presenti telecamere o sistemi d’allarme.

Il materiale rubato non era di ultima generazione (il danno è stato quantificato sui 3 mila euro), ma fondamentale ai fini dell’attività scolastica per poter utilizzare le lavagne. Il rammarico per l’accaduto si è diffuso via social network. «La nostra scuola viene spesso dimenticata dalle istituzioni e ignorata dalla cittadinanza e, per questo, tale atto è ancora più deplorevole», ha scritto su Facebook l’insegnante Paola Manaresi. Un tam tam che, oltre a generare parole di solidarietà, ha smosso gli animi di alcuni cittadini che si sono resi disponibili a donare computer o monitor per far fronte all’emergenza. «Chiunque fosse nelle condizioni di poter essere d’aiuto è il benvenuto» ha concluso la Manaresi. (d.b.)

Nella foto: l”ingresso della scuola Carducci

Rubati 13 computer portatili alle scuole Carducci di Imola, mobilitazione tra docenti e cittadini
Cronaca 27 Aprile 2019

Deve scontare un anno di carcere a Bergamo ma risultava irreperibile, 32enne arrestato a Imola

Durante uno dei consueti controlli antidroga effettuati nei pressi della stazione ferroviaria di Imola, i carabinieri nei giorni scorsi hanno arrestato un 32enne che si aggirava in maniera sospetta nella zona «Ex Cogne».

I militari, inoltre, hanno scoperto che sul soggetto pendeva un provvedimento di carcerazione da parte dell”Autorità Giudiziaria di Bergamo emesso i primi di marzo, ma mai applicato in quanto l”uomo risultava irreperibile. Il 32enne è stato così portato nel carcere di Bologna dove ora dovrà scontare la pena di un anno di reclusione. (d.b.)

Foto d”archivio

Deve scontare un anno di carcere a Bergamo ma risultava irreperibile, 32enne arrestato a Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast