Posts by tag: carabinieri

Cronaca 9 Ottobre 2019

Scontro tra auto, donna resta incastrata nell'abitacolo. Durante il salvataggio ferito maresciallo dei carabinieri

Incidente stradale, intorno a mezzanotte, a Castel San Pietro. Coinvolte una Nissan Micra, condotta da una 21enne bolognese, ed una Fiat Panda, con al volante una 40enne ravennate. Secondo la ricostruzione dei carabinieri accorsi tempestivamente, in quanto impegnati a poche centinaia di metri sulla via Emilia per un normale controllo della circolazione stradale, la Nissan Micra, per cause ancora da accertare, ha tamponato la Fiat Panda che stava viaggiando verso Bologna, provocandone il ribaltamento su un lato della carrozzeria.

I militari, a quel punto, hanno notato che la 40enne, impaurita, sotto shock e con difficoltà respiratorie, chiedeva aiuto perché non era in grado di uscire dall’auto ricoperta inoltre da una coltre di fumo causato da un principio di incendio innescato da una perdita di gas Gpl. Preoccupati così per l’incolumità della donna, i due carabinieri, un maresciallo e un appuntato, sono riusciti a tirarla fuori sfondando il finestrino della Panda e liberandola dalle cinture di sicurezza.

Sul posto, oltre ad altre due pattuglie dell”Arma provenienti da Imola e Medicina chiamate per gestire la circolazione stradale, anche i sanitari del 118 che hanno soccorso le due donne. Durante il salvataggio della 40enne, però, il maresciallo è rimasto ferito e, visitato dai sanitari del pronto soccorso di Imola, è stato dimesso con una prognosi di 18 giorni. (d.b.)

Nella foto (concessa dai carabinieri): il luogo dell”incidente

Scontro tra auto, donna resta incastrata nell'abitacolo. Durante il salvataggio ferito maresciallo dei carabinieri
Cronaca 8 Ottobre 2019

Al volante con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite, denunciato 55enne

Era al volante della sua Opel Agila con un tasso alcolico di 2,76 g/l, quindi ben cinque volte superiore al limite consentito dalla legge (0,5 g/l). A commettere il reato un 55enne faentino, sorpreso dai carabinieri durante un normale controllo stradale a Borgo Tossignano.

Per l”uomo è scattata così la denuncia per guida in stato di ebbrezza, la sospensione della patente e la confisca preventiva dell”auto. Un storia che poteva avere epiloghi ben peggiori, ma che per fortuna si è risolta nel migliore dei modi, ovvero senza incidenti. Normale però chiedersi come sia possibile mettersi alla guida in condizioni simili. (d.b.)

Foto d”archivio

Al volante con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite, denunciato 55enne
Cronaca 8 Ottobre 2019

Furto al negozio Cannabis Light, anche un 18enne nei guai per ricettazione

Proseguono le indagini dei carabinieri sul furto al negozio Cannabis Light Imola Store di via Amendola, avvenuto nella notte tra il 23 e 24 settembre scorso. Dopo la denuncia per ricettazione emessa nei confronti di un 17enne ospite della comunità per minori «Il Volo» (leggi qui), nei giorni scorsi gli agenti dell”Arma hanno inoltrato lo stesso provvedimento anche ad 18enne residente a Imola.

Il giovane, già noto alle forze dell”ordine, era solito frequentare i ragazzi della comunità, senza però alloggiare nei locali di viale Carducci. L”attività investigativa ha così portato i carabinieri ad effettuare una perquisizione domiciliare nell”abitazione del 18enne, dove sono stati recuperati due narghilè, facenti parte del materiale rubato al Cannabis Light Store, che poi sono stati restituiti al legittimo proprietario. L”accusa per il ragazzo, come detto, è di ricettazione in quanto non ha confessato di aver commesso il furto. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri

Furto al negozio Cannabis Light, anche un 18enne nei guai per ricettazione
Cronaca 8 Ottobre 2019

Violenza sulle donne, in manette due uomini già noti alle forze dell'ordine

Due arresti per episodi di violenza sulle donne sono i provvedimenti effettuati dai carabinieri sul nostro territorio in questi giorni.

Il primo a Sesto Imolese nei confronti un 40enne, dopo che la Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso che l”uomo aveva presentato per una sentenza ricevuta di recente. Il 40enne, riconosciuto colpevole di maltrattamenti in famiglia, percosse, lesioni personali, violenza sessuale, violenza privata, minacce e atti persecutori nei confronti della sua ex compagna e lesioni personali, minacce, danneggiamenti e atti persecutori, nei confronti del compagno della donna, per fatti risalenti a qualche anno fa, è stato portato in carcere a Bologna, dove dovrà scontare una pena pari a 2 anni e 2 mesi di reclusione.

Il secondo episodio, invece, è avvenuto a Castel San Pietro Terme. Protagonista un 27enne che ha violato la misura alternativa al carcere stabilita dall”Ufficio di Sorveglianza di Bologna, ovvero l”affidamento in prova ai servizi sociali con permanenza notturna dalla mezzanotte alle 6 del mattino. Il giovane era stato accusato di violenza sessuale di gruppo, tentata violenza sessuale e lesioni, ricettazione, rapina impropria e lesioni personali. Il nuovo provvedimento è scaturito quando i militari hanno sorpreso il ragazzo all”esterno della sua abitazione all’una di notte. (d.b.)

Foto d”archivio

Violenza sulle donne, in manette due uomini già noti alle forze dell'ordine
Cronaca 2 Ottobre 2019

Padre e figlia si perdono nel bosco, rintracciati nella notte dai carabinieri e un cantoniere della Provincia

Disavventura per padre e figlia, un 60enne ed una 26enne entrambi imolesi, che ieri, poco prima delle 20, si sono persi all”interno di un bosco sulle colline di Castel del Rio durante un”escursione.

Proprio la ragazza ha avvertito telefonicamente i carabinieri in quanto i due non erano più in grado di ritrovare il sentiero che avevano percorso all’andata.  A quel punto i militari, in compagnia di un cantoniere della Provincia esperto della zona, si sono messi alla ricerca dei due dispersi che si trovavano in una zona impervia e pericolosa, soprattutto durante le ore notturne, considerata la presenza di rocce e profondi dirupi difficilmente visibili ad occhio nudo senza l’ausilio di torce da escursione.

Dopo quasi tre ore di ricerche il padre e la figlia si sono stati rintracciati in una fitta boscaglia situata nelle adiacenze di via Cà del Gobbo. A parte lo spavento, provocato dalla paura di trascorrere la notte all’interno di un bosco e con la batteria del telefonino esaurita, i due malcapitati ne sono usciti illesi. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri

Padre e figlia si perdono nel bosco, rintracciati nella notte dai carabinieri e un cantoniere della Provincia
Cronaca 26 Settembre 2019

Un carabiniere che ama la poesia, la passione del nuovo Capitano di Imola Andrea Oxilia

Un carabiniere che ama la poesia. E” questa la grande passione del nuovo Capitano della Compagnia di Imola Andrea Oxilia. «So può sembrare qualcosa di particolare – ha ammesso -. Almeno così, però, l”Arma non è ricordata solo per le barzellette, che ci stanno e fanno piacere, ma può essere tenuta in considerazione in quanto al suo interno c”è anche chi si dedica alla cultura».

Poesie scritte non solo in italiano, ma anche in cimbro. «E” una lingua minoritaria germanofona che, come tante altre, è tutelata da una Legge nazionale. Non ne fa parte, ad esempio, il romagnolo perché invece è considerato un dialetto. Da dove nasce questa passione? Merito delle origini della mia famiglia che sono per metà veronesi e per l”altra metà trentine. Soprattutto in Trentino, infatti, si parla il cimbro. Scrivere in questa lingua però è difficile, perché serve un profondo studio della semantica, dell”etimologia e della sintassi, in quanto risale al 1100 e non si è mai evoluta».

Proprio con una poesia in cimbro, nel luglio scorso, Oxilia ha vinto il primo premio al concorso nazionale per lingue minoritarie «Mendránze n poejia» svolto nel Comune di Livinallongo del Col di Lana, in provincia di Belluno. «Non è il primo riconoscimento, comunque, che ricevo, anche per poesie scritte in italiano. Questo è un concorso biennale importante che, ormai da quindici anni, riunisce tanti poeti da tutta Italia. La mia poesia, intitolata Àltaz nisnótaz tàuc (Vecchio cimbro inutile), parla della lingua cimbra in modo provocatorio, delineandola prima come inutile, per poi far capire quanto invece sia importante e porti con sè storia, origini e tradizioni che non possono essere perse». (d.b.)

Nella foto: a destra il Capitano Oxilia, insieme all”ex Maggiore dei carabinieri di Imola Gallù

Un carabiniere che ama la poesia, la passione del nuovo Capitano di Imola Andrea Oxilia
Cronaca 26 Settembre 2019

Furto al negozio Cannabis Light, minorenne denunciato per ricettazione

Nella notte tra domenica e lunedì uno o più malviventi si erano resi protagonisti di un furto al Cannabis Light Imola Store in via Amendola (leggi la news qui). Il giorno dopo, i carabinieri di Imola hanno denunciato per ricettazione un 17enne ospite de «Il Volo». La comunità per minori problematici di viale Carducci al centro dell”attenzione nelle ultime settimane a causa di una serie di atti vandalici, compiuti dai ragazzi ospiti della struttura e non solo, contro case e auto poste nelle vicinanze.

I militari, avvisati dagli stessi educatori, che avevano ritrovato un contenitore strano nell”armadietto del giovane, si sono così recati nella sede della comunità e dalla perquisizione sono emersi diversi pacchetti di cannabis light. Il 17enne non ha, ad oggi, confessato il furto, anche se i prodotti sono stati riconosciuti dal proprietario del negozio e gli sono stati riconsegnato dai carabinieri. Intanto le indagini proseguono, in quanto non sono ancora stati idenficati i colpevoli e non c”è nessuna traccia dell”altro materiale rubato ancora mancante. (d.b.)

Foto d”archivio

Furto al negozio Cannabis Light, minorenne denunciato per ricettazione
Cronaca 23 Settembre 2019

Furto al negozio Cannabis Light, malviventi sfondano l'ingresso con un sasso

Questa mattina i carabinieri di Imola sono intervenuti per un furto al negozio Cannabis Light Imola Store, in via Amendola. Secondo una prima ricostruzione degli agenti uno o più malviventi, nella notte, sono entrati sfondando con un sasso la vetrata d’ingresso e, una volta dentro, hanno portato via un tablet, alcune cartine, della cannabis light e un narghilè.

A scoprire il furto il proprietario al momento dell’apertura. «Il negozio non possiede telecamere o sistemi di allarme – ha illustrato Oxilia -, quindi stiamo procedendo con le indagini e verificando se attorno qualcuno ha sentito o visto qualcosa». (d.b.)

Foto d”archivio

Furto al negozio Cannabis Light, malviventi sfondano l'ingresso con un sasso
Cronaca 20 Settembre 2019

Trovati con piante di cannabis, marijuana e un proiettile in casa. Due coniugi denunciati

Ieri mattina i carabinieri di Imola hanno denunciato una coppia di coniugi per «Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope». È questo il risultato di una perquisizione domiciliare  avvenuta a casa dei due soggetti, incensurari, ma sospettati di coltivare sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione gli agenti dell”Arma hanno scoperto tre piante di cannabis alte quasi 3 metri, 150 grammi di marijuana, del materiale utilizzato per la coltivazione delle piante, tra cui un timer per l’irrigazione e un kit da giardinaggio. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e analizzata dai Carabinieri del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Bologna. Inoltre gli agenti hanno scoperto, nascosto all”interno della credenza del soggiorno,  un proiettile calibro 30-06 Springfield. (d.b.)

Trovati con piante di cannabis, marijuana e un proiettile in casa. Due coniugi denunciati
Cronaca 19 Settembre 2019

Aveva in casa dodici piante di cannabis e bilancini di precisione, arrestato 37enne

«Produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope». È questa l”accusa mossa dai carabinieri di Castel San Pietro nei confronti di un 37enne dopo l”arresto avvenuto nella giornata di martedì.

A seguito di indagini mirate per stroncare il traffico di droga destinata verosimilmente a giovani studenti minorenni, gli agenti dell”Arma hanno disposto una perquisizione domiciliare a casa dell’uomo. Le ipotesi investigative sono state confermate dal ritrovamento di 12 piante di cannabis del peso complessivo di 5 kg circa, di due bilancini di precisione e del materiale utilizzato per il confezionamento della droga che è stata sequestrata dai militari e analizzata dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Bologna.

L”uomo, su disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo felsineo, è stato portato in carcere. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri di Bologna

Aveva in casa dodici piante di cannabis e bilancini di precisione, arrestato 37enne

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast