Posts by tag: carisbo

Cronaca 21 Febbraio 2022

Carisbo contribuisce alla riqualificazione della sagrestia dell’ex chiesa del Carmine di Medicina

Anche la Fondazione Cassa di risparmio di Bologna ha contribuito alla ristrutturazione della sagrestia dell’ex chiesa del Carmine di Medicina, uno tra i primi lavori pubblici a ripartire dopo il lockdown. L’importo totale dell’intervento è stato poco inferiore ai 160 mila euro, di cui 70 mila messi a disposizione da Carisbo. «Il sostegno al restauro della Fondazione Cassa di risparmio di Bologna è stato fondamentale per il recupero di questo prezioso luogo – commenta Matteo Montanari, primo cittadino –. L’attività delle fondazioni si conferma centrale nel supportare interventi così importanti, ma onerosi».

Il miglioramento della sagrestia è stato solo un anticipo del più ampio progetto che vede il restauro e risanamento strutturale della chiesa. I lavori hanno interessato principalmente il rifacimento della pavimentazione, con i passaggi tecnici nel sottofondo, il consolidamento di parti murarie, il ripristino degli intonaci e delle tinte e la realizzazione di impianti. «Lo spazio della sagrestia del Carmine vuole diventare un nuovo punto di riferimento per la cultura e le associazioni del territorio medicinese e metropolitano – aggiunge Montanari –. L’intento è di anticipare con la sagrestia il completo recupero ad uso pubblico della ex chiesa. Infatti, l’obiettivo dell’Amministrazione è quello di poter iniziare entro fine anno i lavori di consolidamento strutturale, finanziati con fondi nazionali. E stiamo guardando anche ai fondi stanziati dal Pnrr per poter completare il restauro architettonico e promuoverne un pieno utilizzo». (lu.ba.)

Nella foto: la sagrestia dell’ex chiesa del Carmine

Carisbo contribuisce alla riqualificazione della sagrestia dell’ex chiesa del Carmine di Medicina
Cronaca 28 Febbraio 2020

Chiude la Carisbo di via XX Settembre, Dozza senza banca nel Borgo antico

Passeggiando per il Borgo antico di Dozza, ai più attenti non sarà sfuggito che in gennaio la filiale della banca Carisbo-Intesa San Paolo di via XX Settembre, presente da molti anni sul territorio, ha definitivamente chiuso. Ergo, niente sportello aperto al pubblico, né bancomat. «La decisione è stata presa dall’istituto di credito e non dal Comune come alcuni hanno erroneamente pensato – ha spiegato il sindaco, Luca Albertazzi -. Il passaggio alla digitalizzazione e la relativa chiusura delle filiali è un fenomeno globale e non abbiamo potuto far altro che prenderne atto. Ci stiamo attivando per trovare in tempi brevi una banca interessata a riaprire almeno lo sportello bancomat».

Ad oggi, certamente un bel problema per un borgo che vive di turismo e ospita sul territorio ogni anno un gran numero di visitatori italiani e stranieri, ma soprattutto per gli stessi abitanti di Dozza che, al momento, se vogliono prelevare sono costretti a scendere a Toscanella, visto che l’ufficio postale di via Calanco è sprovvisto di sportello Postamat. (da.be.)

Nella foto: l’ingresso e il cartello che conferma la chiusura della banca in via XX Settembre

Chiude la Carisbo di via XX Settembre, Dozza senza banca nel Borgo antico

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA