Posts by tag: comunali

Ozzano dell'Emilia 27 Maggio 2019

Speciale Comunali 2019, Matteo Montanari è il nuovo primo cittadino di Medicina

Anche a Medicina è finito lo spoglio delle votazioni per le amministrative 2019.

La fascia di primo cittadino è andata a Matteo Montanari (Centrosinistra e sinistra uniti per Matteo Montanari-Lista civica Medicina Democratica e Solidale-Matteo Montanari Sindaco Lista Civica) che ha raggiunto il 55,71% (5.055 voti). Più distanziato Salvatore Cuscini di Cuscini Sindaco e Prima Medicina e il Popolo della Famiglia (19,68%, 1.786 voti). Dietro Cristian Cavina del Movimento 5Stelle con il 18,60% dei voti (1.688). Chiude Enrico Raspadori della Sinistra Medicinese (6%, 544 voti). (d.b.)

Nella foto: Matteo Montanari

Speciale Comunali 2019, Matteo Montanari è il nuovo primo cittadino di Medicina
Ozzano dell'Emilia 27 Maggio 2019

Speciale Comunali 2019, Luca Lelli si riconferma sindaco ad Ozzano Emilia

E” finita anche ad Ozzano l”attesa per i risultati delle elezioni amministrative 2019.

A vincere, per il secondo mandato consecutivo, il sindaco uscente Luca Lelli con la lista Passione in Comune. Per lui ben il 67,25% dei voti (5.309). A seguire Monia Vason (Forza Italia-Lega Salvini Premier-Fratelli d”Italia-Unione di Centro) che ha raggiunto il 18,13% (1.431 voti). Chiude Aldo Gori di Progresso Ozzano (14,63%, 1.155 voti). (d.b.)

Nella foto: il sindaco Luca Lelli

Speciale Comunali 2019, Luca Lelli si riconferma sindaco ad Ozzano Emilia
Elezioni 27 Maggio 2019

Speciale Comunali 2019: Albertazzi ancora sindaco a Dozza, a Mordano vince Tassinari, Franceschi conquista Castel Guelfo

Finita l”attesa per i risultati delle elezioni amministrative 2019. Il Ministero dell”Interno, infatti, ha reso noto i dati ufficiali per ogni Comune.

A Dozza si è riconfermato sindaco Luca Albertazzi, con la lista Progetto Dozza, che ha conquistato ben il 70,61% dei voti (2.393). Niente da fare, quindi, per lo sfidante Leonardo Vanni che, con Insieme per Dozza, si è fermato al 29,39% (996 voti).

In un certo senso la continuità è stata premiata anche a Mordano. L”ex assessore della Giunta uscente Nicola Tassinari, infatti, con la lista Un Comune una Comunità, ha ottenuto il 64,34% dei voti (1.604), mentre Fabio Minzoni di Patto civivo gente in Comune ha raggiunto solo il 35,66% (889 voti).

Chiude Castel Guelfo. L”ex vicesindaco Claudio Franceschi (Insieme per Castel Guelfo) ha conquistato la fascia tricolore con il 48,90% dei voti (1.182) davanti a Gianni Tonelli di Lega Salvini Premier – Fratelli d”Italia (32,77%, 792 voti) e Francesco Dalto di La tua Castel Guelfo (18,33%, 443 voti). (d.b.)

Nella foto: da sinistra Albertazzi, Tassinari e Franceschi

Speciale Comunali 2019: Albertazzi ancora sindaco a Dozza, a Mordano vince Tassinari, Franceschi conquista Castel Guelfo
Imola 4 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, quarto sportello e orari di apertura più ampi per le firme, compreso domenica 6

Per agevolare le autentiche delle firme per le liste elettorali dei candidati in vista delle elezioni amministrative di Imola del 10 giugno, il commissario straordinario Adriana Cogode ha deciso l’apertura di un quarto sportello e l’ampliamento ulteriore degli orari degli altri tre attivati in precedenza, a partire dall’apertura domenica 6 maggio dalle ore 9 alle 12 dello sportello presso i Servizi al cittadino (al (secondo piano della Sala Miceti in piazzale Ragazzi del ’99). 

La caccia alle firme sta diventando frenetica con l’avvicinarsi del termine ultimo, con corollario di polemiche e richieste pressanti al Comune di maggiori disponibilità di personale delegato per le autenticazioni.  Il quarto sportello straordinario è stato collocato al primo piano del municipio di piazza Matteotti (di fronte al centralino) e sarà attito tutti i giorni feriali dalle ore 9 alle 13. 

“In totale, quindi, per assicurare il corretto e regolare andamento delle procedure elettorali e tenuto conto della intervenuta cessazione dalla carica degli assessori e dei consiglieri comunali di Imola, sono aperte quattro sedi comunali, due ordinarie e due straordinarie, nelle quali complessivamente sono attivi 24 funzionari del Comune delegati” precisano dal Comune. 

Come si sa per potersi presentare davvero alle urne nelle prossime elezioni comunali del 10 giugno ciascuna lista dovrà allegare all’elenco dei candidati un minimo 200 e un massimo di 400 sottoscrizioni di elettori imolesi e devono consegnarle certificate entro le ore 12 del 12 maggio. Tra l’altro ogni elettore non può sottoscrivere più di una lista pena un’ammenda da 200 a 1.000 euro. Soprattutto ogni firma va autenticata per legge al momento della sottoscrizione da un notaio o giudice di pace, cancelliere oppure consigliere o assessore comunale o provinciale o circoscrizionale, oppure funzionari (dipendenti) comunali investiti dell’incarico. Le dimissioni del sindaco Daniele Manca hanno reso più complicata la partita  perché non ci sono consiglieri comunali o assessori ai quali chiedere di essere presenti in veste di pubblici ufficiali durante la tradizionale raccolta delle firme ai banchetti. 

Tutti gli orari e gli sportelli a disposizione:
– Servizi al Cittadino (sala Miceti), piazzale Ragazzi del ’99 (secondo piano), orari di apertura 9-13 e 15 -17 tutti i giorni feriali, il martedì  orario continuato 9 – 17.30, domenica 6 maggio ore 9 -12
– Segreteria generale, via Appia 11/B, orari di apertura  9-13 tutti i giorni feriali e il martedì ed il giovedì  dalle 14.30  alle 17:30
– Sportello straordinario presso i locali ex Stato Civile del municipio (piazza Matteotti), orari di apertura 9-13 tutti i giorni feriali
– Sportello straordinario presso il primo piano (di fronte al Centralino) del municipio (piazza Matteotti), orari di apertura 9-13 tutti i giorni feriali. (r.c.)

Nella foto gli uffici presso lo Sportello al cittadino – sala Miceti

#ElezioniImola2018, quarto sportello e orari di apertura più ampi per le firme, compreso domenica 6

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA