Posts by tag: comunità digitale

Ciucci (ri)belli 28 Novembre 2020

British Council mette on line gratis per un anno la sua biblioteca globale

In occasione del Cyber weekend, il British Council, ente ufficiale britannico per la promozione delle relazioni culturali e delle opportunità educative, regala per un anno al pubblico italiano la sua Digital Library globale, accessibile gratuitamente via web e tramite la App MyLOFT (per dispositivi iOS e Android).

L’iniziativa fa parte dell’impegno del British Council, in questo periodo ancora più sentito, a favorire e promuovere un accesso libero all’informazione e alla cultura, ovunque ci si trovi e in qualunque momento della giornata. Già in primavera il British Council aveva messo a disposizione centinaia di risorse online completamente gratuite per approfondire l’apprendimento della lingua inglese, attraverso l’iniziativa Studio a casa con il British Council.

La Digital Library del British Council amplia ulteriormente l’offerta gratuita. Si tratta, infatti, di una piattaforma digitale con contenuti continuamente aggiornati. È sufficiente una sola registrazione iniziale alla piattaforma Digital Library e alla sua App MyLOFT da mobile, per accedere ai contenuti  gratuitamente per un anno (fino a novembre 2021).

Contenuti on line

Quotidiani e riviste, e-book, audiolibri, riviste accademiche, concerti, spettacoli teatrali, fumetti, giochi per bambini e ragazzi e, a partire da gennaio 2021, anche una ricca selezione di film. Oltre 100 mila e-book, oltre 1.200 risorse di apprendimento on line e a più di 7 mila testate giornalistiche e riviste da tutto il mondo, con la possibilità di scaricarle e di consultarle quando è più comodo. Tra i titoli editoriali italiani che vi si possono trovare, i principali quotidiani nazionali e locali, i loro inserti settimanali, riviste lifestyle, di attualità e di cucina. Per gli appassionati di arte e spettacolo, la Digital Library mette a disposizione inoltre più di 200 produzioni live di teatro, opera, spettacoli di danza e musica della Bbc o della Royal Shakespeare Company con un aggiornamento continuo. Tra i concerti live: Katy Perry dal vivo a Rio, Sam Smith al V Festival, Amy Winehouse, The Rolling Stones ed Ellie Goulding, per citarne alcuni. Tantissime risorse, quindi, provenienti da tutto il mondo, per approfondire la conoscenza della lingua inglese e non solo.

Il British Council ha pensato in questo imponente progetto digitale – che arriva in Italia dopo essere stato lanciato in estate in Spagna e a Cipro – anche alle esigenze degli studenti, dei laureandi e dei professionisti, consentendo loro di accedere a risorse formative di varia natura – dai tutorial utili a creare un curriculum vitae o una lettera di presentazione, a interviste con professionisti di vari settori, a guide e workshop e altro ancora. La Library digitale del British Council fornisce anche accesso a numerosi contenuti di preparazione Ielts a supporto dei partecipanti ai test linguistici.

Ai bambini e ai ragazzi a cui l’ente culturale riserva una collezione di fumetti di casa Marvel e Disney e un’area fun&games.

Rachel Launay, Country Director British Council Italy ha dichiarato: “Il distanziamento sociale ha contribuito alla digitalizzazione di un immenso patrimonio di fonti storiche, educative e formative. Un esempio recente è la stessa Biblioteca Digitale Mondiale (WDL) dell’Unesco. La nostra Digital Library arriva in Italia a testimonianza dell’impegno del British Council a favore dello scambio interculturale – sostenendo società più resilienti e consentendo la fruizione della cultura per tutti”.

Per info e per registrarsi gratuitamente: https://www.britishcouncil.it/progetti/digital-library

British Council mette on line gratis per un anno la sua biblioteca globale
Cronaca 16 Agosto 2019

LTF, una comunità digitale come guida per il futuro

Fare da guida per il futuro. Questo significa letteralmente, tradotto dall’inglese, “Lead the Future”, una fra le prime (se non addirittura la primissima) associazione non profit che aiuta le giovani menti italiane in ambito Stem (scientifico, tecnologico,ingegneristico e matematico) a sviluppare il proprio potenziale.
Un obiettivo che Ltf persegue attraverso la creazione di una comunità digitale (www.leadthefuture.tech) per mettere in contatto, in maniera gratuita, gli studenti con figure professionali leader nel loro settore, che potranno fungere da mentori per l’orientamento accademico e lavorativo dei giovani.

Una realtà che non solo è made in Italy, ma è ideata da tre giovani imolesi impegnati a vario titolo e con differenti successi nel mondo dell’informatica, di cui “Sabato sera” ha già scritto raccontando le loro storie da Imola nel mondo: si tratta di Matilde Padovano, studentessa di Computer science all’università di Cambridge, già tirocinante per Ibm e Google; Emanuele Rossi, un master in Machine learning a Cambridge e già tirocinante per Google e G-Research, ora lavora per il noto social network Twitter; Francesco Capponi, software engineer a San Francisco per LinkedIn.

«L’associazione è nata dalla nostra esperienza come studenti – racconta Padovano -. Abbiamo capito quanto fosse importante avere una community attorno durante gli anni alle superiori. Di fatto Ltf è la continuazione dei corsi dedicati alle Olimpiadi di Matematica ed Informatica che organizzavamo di nostra iniziativa per allenarci a competere. Quando si fa parte di un team di studenti motivati e con interessi comuni, tutti traggono beneficio reciproco e questo facilita anche il raggiungimento degli obiettivi personali». (mi. mo.)

L’intervista completa su “Sabato sera” dell’8 agosto

LTF, una comunità digitale come guida per il futuro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast