Posts by tag: concerto

Cultura e Spettacoli 15 Aprile 2021

Rinviato al 2022 il concerto di Cesare Cremonini all’autodromo di Imola

Dopo Pearl Jam e Vasco Rossi, anche Cesare Cremonini ha rinviato al 2022 i concerti in programma il prossimo giugno, compreso quello del 5 giugno all’autodromo di Imola.

«A breve comunicheremo le nuove date – fanno sapere da Live Nations -. Saremo in grado di annunciare il nuovo calendario entro il 30 aprile, anticipando sin da ora che i biglietti emessi rimarranno validi per le nuove date». (da.be.)

Nella foto: Cesare Cremonini

 

Rinviato al 2022 il concerto di Cesare Cremonini all’autodromo di Imola
Cultura e Spettacoli 14 Aprile 2021

Vasco Rossi a Imola nel 2022, ufficiale la nuova data del concerto

Nelle scorse settimane la notizia che, causa Covid, i concerti di Vasco Rossi previsti per giugno erano stati tutti cancellati in attesa di essere riprogrammati. Oggi, però, tutti i fan del rocker di Zocca potranno tornare a sorridere, con le nuove date del Vasco Non Stop Live Festival in calendario il prossimo anno, compreso l’evento all’autodromo di Imola che si terrà il 28 maggio 2022.

I biglietti emessi rimarranno validi per le nuove date. Coloro che saranno impossibilitati a partecipare, avranno la possibilità di rivendere legalmente il proprio biglietto sulle piattaforme dove è avvenuto l’acquisto o di richiedere il rimborso che avverrà tramite voucher di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita. 

Il voucher potrà essere richiesto entro il 13 giugno 2021 e avrà validità 18 mesi dalla sua data di emissione. I voucher potrà essere richiesto, presso le biglietterie dove è stato acquistato il biglietto, entro il 13 giugno 2021 e avrà validità 18 mesi dalla sua data di emissione. (da.be.)

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Nella foto: Vasco Rossi insieme a Claudio «Gallo» Golinelli 

Vasco Rossi a Imola nel 2022, ufficiale la nuova data del concerto
Cultura e Spettacoli 30 Marzo 2021

I Pearl Jam annullano il tour europeo, il concerto di Imola rinviato al 2022

Dopo Vasco Rossi anche i Pearl Jam hanno annunciato che il loro tour europeo 2021 è stato rinviato al prossimo anno. Saltato, quindi, il concerto in programma a Imola il prossimo 26 giugno. La nuova data per l’evento all’autodromo sarà il 25 giugno.

I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data. I possessori dei biglietti acquistati tramite Ten Club, riceveranno una mail con ulteriori informazioni. I biglietti per la nuova data sono disponibili da adesso sul sito Live Nation. (r.c.)

Nella foto: i Pearl Jam

  

I Pearl Jam annullano il tour europeo, il concerto di Imola rinviato al 2022
Cultura e Spettacoli 26 Marzo 2021

Vasco Rossi cancella gli eventi di giugno, salta anche il concerto all’autodromo di Imola

I concerti di Vasco Rossi previsti per il prossimo mese di giugno nell’ambito del Vasco Non Stop Live Festival 2021 saranno riprogrammati. Tra questi, quindi, anche quello in calendario il 22 giugno all’autodromo di Imola.

Le nuove date e le eventuali modalità di rimborso, in conformità con le disposizioni di legge, saranno comunicate entro il 15 aprile.

Per aggiornamenti ed informazioni visitare il sito web o la pagina Facebook di Live Nation. (r.c.)

Foto presa dalla pagina Facebook di Vasco Rossi

Vasco Rossi cancella gli eventi di giugno, salta anche il concerto all’autodromo di Imola
Cultura e Spettacoli 9 Ottobre 2020

Concerto per i 50 anni della chiesa di Santo Spirito

Un concerto in occasione del 50° anniversario di fondazione della chiesa di Santo Spirito. Protagonista, questa sera, alle 21 nella chiesa stessa, Carlo Forlivesi, concertista, compositore, scrittore, ricercatore, curatore di eventi internazionali, e professore di composizione all’università di Stoccarda e docente al conservatorio Pergolesi di Fermo.

Il musicista proporrà all’organo e al clavicembalo un percorso che prevede l’ascolto delle prime musiche francescane dei Corali di Bettona fino all’antifona, in anteprima assoluta, per il Beato Carlo Acutis (che viene beatificato ad Assisi il 10 ottobre). Forlivesi sarà accompagnato da Andreina Zatti, anconetana, pianista, cantante e arpista, fondatrice del gruppo di musica medievale «Laudare et Delectare» e direttrice della Schola del coro Pergolesi di Pergola, e da Luigi Zardi, imolese, diplomato in tromba, docente di tromba alla scuola media ad indirizzo musicale «Innocenzo da Imola». (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: la chiesa di Santo Spirito

Concerto per i 50 anni della chiesa di Santo Spirito
Cronaca 29 Giugno 2020

Cesare Cremonini annuncia la nuova data all'autodromo di Imola: sabato 5 giugno 2021

Cesare Cremonini annuncia il tour 2021, dopo il posticipo di tutti i concerti di quest”anno a seguito dell”emergenza coronavirus.
In un post pubblicato su Instagram, la nuova tappa all”autodromo Enzo e Dino Ferrari (dove Cesare era atteso sabato 18 luglio, ndr) è fissata per sabato 5 giugno.
«Finalmente ci siamo – scrive il cantante -!! L”ho sognato e aspettato per tutto questo tempo insieme a voi!». (r.cr.)

Cesare Cremonini annuncia la nuova data all'autodromo di Imola: sabato 5 giugno 2021
Cultura e Spettacoli 1 Maggio 2020

Il flautista imolese Massimo Mercelli tra i protagonisti del concerto del Primo maggio cinese

Imola protagonista al concerto del Primo maggio cinese, che sarà trasmesso in prima serata (alle 20) sulla tivù nazionale cinese. Il flautista imolese Massimo Mercelli è infatti l”unico musicista italiano invitato ad esibirsi in questa occasione insieme alla prestigiosa Beijing Symphony Orchestra, denominata “La perla orchestrale della capitale della Cina”. Mercelli in realtà ha suonato da casa, come tutti gli altri protagonisti del singolare concerto, naturalmente in sincronizzazione con tutti gli altri. Nel programma anche il quartetto K 285 in re maggiore di Mozart.

Il concerto del Primo maggio è frutto della collaborazione esistente tra l”Emilia Romagna Festival, di cui il maestro è direttore artistico, e la Cina, che si è rafforzata quest”anno in occasione del 50° anniversario delle relazioni diplomatiche bilaterali tra l”Italia e la Repubblica Popolare cinese. Tale speciale anniversario è stato soprannominato “Road to Fifty” (la via verso i Cinquanta) in riferimento alla via della Seta, il percorso principale che univa Oriente ed Europa fin dall”antichità e per la precisione l”antica capitale asiatica Xi”an e la Venezia di Marco Polo.

Per quanto riguarda la Bejing Symphony Orchestra, fu fondata nel 1977 ed è oggi nota in tutto il mondo grazie a un repertorio che comprende sia opere cinesi che occidentali. Ha sede nella Concert Hall della Città proibita, l”antico palazzo imperiale di Pechino ed è importantissima per la diffusione della musica colta in Cina. (r.c.)

Il flautista imolese Massimo Mercelli tra i protagonisti del concerto del Primo maggio cinese
Cultura e Spettacoli 5 Febbraio 2020

Il talentuoso violoncellista David Geringas a Imola in concerto per l'Emilia Romagna Festival

Al teatro Stignani di Imola arriva uno dei violoncellisti più apprezzati al mondo: David Geringas sarà protagonista domani, giovedì 6 febbraio alle 21, accompagnato da Pavel Kaspar al pianoforte, con un programma che comprende brani di Suk, Dvorák, Bach, Janácek e Beethoven. Allievo di Rostropovich, lituano, Geringas «è capace di spaziare, con il solito rigore intellettuale accompagnato da una rara versatilità stilistica, da un repertorio del primo Barocco alla musica contemporanea», come si legge nel comunicato stampa del concerto. Il violoncellista, il cui timbro è inconfondibile nelle esibizioni, è anche un direttore d’orchestra ed ha ricevuto la maggiore onorificenza lituana grazie ai propri meriti musicali.

Al centro del programma che proporrà a Imola ci saranno tre compositori cechi: Josef Suk con Ballade und Serenade op. 3, Antonín Dvorák con il gradevolissimo Rondò in sol minore per violoncello e pianoforte e Leoš Janàcek con Pohádka (Racconto), composizione per violoncello e pianoforte. Completano il programma Johann Sebastian Bach con la Suite n. 3 in do maggiore per violoncello solo, fra le più note e virtuosistiche opere mai scritte per questo strumento, e Beethoven con la Sonata in la maggiore op. 69, brano dal carattere solare e giocoso.

Vincitore della medaglia d’oro del Concorso Tchaikovsky nel 1970, può vantare una carriera che dura da decenni. Geringas si è esibito in tutto il mondo con orchestre di maggior rilievo e importanti direttori contemporanei. La sua discografia, che si avvicina ai 100 cd, include molte produzioni che hanno ricevuto importanti premi, tra i quali i Grand Prix du Disque, per la registazione del Concerto a 12 violoncelli di Luigi Boccherini, e il Diapason d’Or d’Année per la musica da camera di Henri Dutilleux. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 30 gennaio

Il talentuoso violoncellista David Geringas a Imola in concerto per l'Emilia Romagna Festival
Cultura e Spettacoli 22 Gennaio 2020

L'Erf porta a Imola la chitarra di Manuel Barrueco con un concerto che viaggia nei secoli

Dici Manuel Barrueco e dici chitarra. Il musicista di fama mondiale sarà protagonista stasera, mercoledì 22 gennaio, alle ore 21 al teatro Stignani di Imola per la stagione invernale Erf#StignaniMusica. Accompagnato da Cesare Chiacchiaretta al bandoneon e dall’orchestra da camera I Solisti Aquilani, darà vita ad un concerto che spazierà tra secoli diversi, tra Mozart, Vivaldi, Respighi, Piazzolla e Caterina Di Cecca. Il programma della serata parte proprio dalla talentuosa e affermata compositrice trentacinquenne con il suo «La via isoscele della sera per archi», brano vincitore nel 2018 del IV Concorso Nazionale di Composizione «Francesco Agnello», per poi proseguire con il «Divertimento in fa maggiore per archi n. 3 K 138» di Wolfgang Amadeus Mozart, quindi con il «Concerto in re maggiore per chitarra e archi» di Antonio Vivaldi e con le «Antiche arie e danze per liuto – Suite III» di Ottorino Respighi. In conclusione sarà eseguito il «Concerto per chitarra, bandoneón e archi» di Astor Piazzolla.

Il chitarrista Manuel Barrueco è riconosciuto in tutto il mondo come «uno dei più importanti interpreti dello strumento per maestria tecnica e musicalità, dotato di suono seducente e liriche non comuni», sottolinea il comunicato stampa del concerto. Nato a Santiago de Cuba, iniziò a suonare la chitarra a orecchio quando aveva otto anni, per poi proseguire la sua formazione in ambienti più accademici: frequentò il Conservatorio Esteban Salas nella sua città natale e, trasferitosi negli Stati Uniti, continuò gli studi a Miami e a New York ed entrò al Peabody Conservatory di Baltimora, dove vinse la Peabody Competition e dove oggi insegna. La sua intensa attività internazionale lo vede ora suonare nelle più importanti capitali della musica in tutto il mondo e con le più grandi orchestre. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 16 gennaio

Imola

L'Erf porta a Imola la chitarra di Manuel Barrueco con un concerto che viaggia nei secoli

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast