Posts by tag: croce rossa italiana

Cronaca 14 Luglio 2020

Riapre il mercatino di solidarietà della Croce rossa a Imola

Chiuso durante il lockdown dovuto all”emergenza Coronavirus, il mercatino di solidarietà del comitato di Imola di Croce rossa italiana ha riaperto i battenti in via Serraglio 12/B a Imola.
L”entrata è coordinata dal personale Cri per garantire distanza di sicurezza e numero massimo di accessi contemporanei, e per l”ingresso è necessario indossare la mascherina.
Il mercatino di capi di abbigliamento, scarpe, libri e giocattoli è aperto il lunedì dalle 8.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18, il mercoledì dalle 8.30 alle 12 e il venerdì dalle 14.30 alle 18 (r.cr.)

Nella foto: il mercatino della Croce Rossa a Imola

Riapre il mercatino di solidarietà della Croce rossa a Imola
Cronaca 29 Giugno 2020

L'associazione Bof dona quattro tonnellate di beni a No sprechi e 1.200 euro a Cri, Caritas e Banco alimentare

Più di 1 tonnellata di pasta, riso, farina e zucchero, quasi 400 litri di latte ed olio, e circa 3.700 confezioni di passate di pomodoro, tonno, cioccolate, merendine, grissini, biscotti, e prodotti per l’infanzia, per la persona e per l’igiene della casa, per un quantitativo complessivo di circa 4 tonnellate di beni.
Sono i numeri di Spesa solidale, l’iniziativa che l’associazione Bof di Imola ha lanciato durante il lockdown per aiutare l’Emporio “No sprechi” di via Lambertini.

E la raccolta fondi destinata al comitato di Imola della Croce rossa italiana, alla Caritas della Diocesi di Imola e alla fondazione Banco alimentare ha permesso di destinare a ciascuno di loro la somma di 400 euro, per un totale di 1.200 euro.

«Con l’impegno di tutti i nostri giovani volontari abbiamo ottenuto un buon risultato – commenta Alfonso Bottiglieri, presidente dell’associazione Bof – e questo ci da la carica per poter promuove nuove iniziative e collaborazioni sul territorio col l’auspicio di un supporto anche da parte delle autorità locali». (r.cr.)

Nella foto: la consegna della somma donata

L'associazione Bof dona quattro tonnellate di beni a No sprechi e 1.200 euro a Cri, Caritas e Banco alimentare
Cronaca 6 Aprile 2020

Coronavirus, Farmacia Zolino e Croce rossa a fianco dell'associazione No sprechi

Farmacia Zolino e comitato di Imola della Croce rossa italiana insieme per aiutare l’associazione “No sprechi” attraverso la raccolta e la distribuzione di prodotti sanitari (salviette, pannolini, prodotti per la cura e l’igiene dei bambini, termometri) per persone e famiglie in difficoltà.

«Siamo sempre stati attivi in questa emergenza coronavirus, ma pochi giorni fa, dopo aver sentito di una bambina di un paese vicino a Bologna che ha chiamato i Carabinieri perché aveva fame e in casa non c’era nulla, ecco che in prima persona ho sentito la necessità di fare di più, di arrivare a queste persone bisognose – spiega la dottoressa Elena Penazzi, una delle titolari della farmacia Zolino –. Ricordo che non è necessario venire apposta in farmacia: quando avrete bisogno per voi, quello sarà il momento di fare un gesto di solidarietà e lasciare qualcosa per i più bisognosi. Noi ci faremo carico di recapitare alla Cri i prodotti raccolti».

«Attraverso l’associazione No sprechi seguiamo attualmente 237 famiglie nel territorio imolese. Ben 108 sono famiglie con uno o due figli minorenni e ci sono 47 famiglie che hanno più di due figli minorenni – spiega Patrizia Fiumi, presidente del comitato di Imola della Croce rossa italiana –. Il bisogno di prodotti in ambito sanitario quindi diventa fondamentale in un momento come questo in cui le famiglie non hanno soldi a disposizione per la cura dei minori». (r.cr.)

Coronavirus, Farmacia Zolino e Croce rossa a fianco dell'associazione No sprechi
Cronaca 24 Dicembre 2019

Asp, Cri, Caritas e Sol.Co in rete per combattere gravi marginalità e povertà

Asp del circondario imolese, Caritas della diocesi di Imola, comitato di Imola della Croce rossa italiana e gruppo cooperativo Sol.Co in rete per combattere situazioni di grave marginalità e povertà estrema.
Ad unirli in uno sforzo comune è un finanziamento di poco più di 80.000 euro che il Nuovo circondario imolese ha ricevuto nell’ambito del Piano nazionale di contrasto alla povertà 2018/2020, che ha spinto l’ente di via Boccaccio a coordinare le diverse realtà che operano sul nostro territorio per migliorare i servizi di presa in carico e sostegno all’uscita dalla povertà delle persone bisognose.

In quest’ottica, salgono a tre le uscite serali dell’unità di strada del comitato di Imola della Croce rossa italiana per la distribuzione di coperte, sacchi a pelo, generi alimentari -paste dolci e salate donate da pasticcerie cittadine- e acqua/bevande calde, e per indirizzare le persone incontrate verso un’accoglienza notturna adeguata, ancora di più in periodo di emergenza freddo.
A questo scopo, il Comitato di Imola della Croce rossa italiana, la Caritas della diocesi di Imola e l’associazione Santa Maria della carità (di cui la Caritas è il “braccio operativo”, ndr) collaborano alla gestione de “Il rifugio di Sofia”, un appartamento predisposto per l’accoglienza di quattro donne e di dodici uomini, e hanno incrementato gli orari di apertura dei propri centri di ascolto.
Con l’obiettivo successivo  di avviare le persone accolte a percorsi di graduale autonomia, il gruppo cooperativo Sol.Co ha avviato due progetti di housing first ed housing led a “Casa Santa Chiara”, un appartamento arredato che ospiterà quattro donne senza fissa dimora, e in un altro appartamento individuato dal Comune di Imola e da Area Blu destinato a soli uomini. (r.cr.)

Tutti gli approfondimenti nel numero di Sabato sera che uscirà dopo le festività natalizie

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapess, la conferenza stampa di presentazione del progetto

Asp, Cri, Caritas e Sol.Co in rete per combattere gravi marginalità e povertà

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast