Posts by tag: Cronaca nera

Cronaca 11 Dicembre 2019

Auto non dà la precedenza all'incrocio ed investe un motorino, ferito 20enne

Un incidente si è verificato questa mattina, alle 9.40, in via Lenci a Imola.

Secondo la ricostruzione della polizia municipale, una Fiat Punto, guidata da un 40enne di Imola, mentre si immetteva su via Lenci da via Goito non ha dato la precedenza ad una Vespa, con in sella un 20enne imolese, che giungeva dalla sua sinistra.

A causa dell”impatto, il giovane centauro è caduto rovinosamente a terra. Illeso l”automobilista. Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il 20enne al pronto soccorso di Imola. Per lui alcune lesioni, ma fortunatamente non gravi. 

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Auto non dà la precedenza all'incrocio ed investe un motorino, ferito 20enne
Cronaca 10 Dicembre 2019

Vittorio Neri comandante della polizia stradale di Imola

La polizia stradale di Imola ha un nuovo comandante. E’ il sovrintendente capo Vittorio Neri, già vice di Sergio Gaita. Quest’ultimo da pochi giorni è stato trasferito ad un nuovo incarico presso la Sezione della Stradale di Bologna dopo la promozione a commissario.

Neri, 54 anni, imolese, sposato, tre figli, è entrato in polizia come ausiliario durante il servizio militare. Dal 1994 è in forza al Distaccamento di via Mazzini, sede operativa distaccata di Bologna, proveniente dal reparto Mobile delle Due Torri, quindi ha maturato nella stradale un’esperienza venticinquennale; nel 2006 ha frequentato il corso da sovrintendente a Spoleto al termine del quale è stato riassegnato all’ufficio imolese.

«Ad oggi siamo in quindici e copriamo il tratto della Montanara e della Selice da Castel del Rio a Ponte Masa, la via Emilia da Bologna a Imola e la San Vitale fino a Medicina – racconta -, ma veniamo chiamati anche sull’A14 per supplire eventuali esigenze e per i pattuglioni di controllo “sulle stragi del sabato sera” che vengono svolti soprattutto a Bologna, purtroppo riusciamo a farne pochi a Imola, l’ultimo due mesi fa». (l.a.)

Vittorio Neri comandante della polizia stradale di Imola
Cronaca 10 Dicembre 2019

Scoperti in un casolare abbandonato un furgone rubato e i resti di un bancomat

Sabato scorso, 7 dicembre, durante i normali controlli sul territorio, i carabinieri di Castel San Pietro sono intervenuti in un casolare, in via Viara, dove hanno rinvenuto un furgone Ducato ed i resti di un bancomat. Operazione non nuova, quella portata a termine dagli agenti dell”Arma, che ispezionano di frequente gli edifici abbandonati ed isolati, spesso utilizzati dai criminali per le loro attività illecite.

Dopo le consuete verifiche del caso, i militari hanno rilevato che il dispositivo ritrovato corrispondeva a quello asportato la notte dell”1 dicembre dall”area di servizio Sillaro Est sull”autostrada A14, proprio all’altezza della città termale. Anche il furgone, utilizzato dai malviventi per trasportare e nascondere la refurtiva, era stato rubato proprio per quell’occasione. I ladri, quattro persone a volto coperto come testimoniato dalle telecamere di sorveglianza poste nell”area di servizio, avrebbero legato con le cinghie la colonnina del bancomat, prima di agganciarla al mezzo, sradicarla e poi caricarla e fuggire con il bottino che, al momento, è ancora da quantificare. Sull”episodio indaga la polizia stradale giudiziaria e la scientifica che ora, con il materiale scoperto dai carabinieri, avranno qualche elemento in più per risalire ai colpevoli.

Foto d”archivio

Scoperti in un casolare abbandonato un furgone rubato e i resti di un bancomat
Cronaca 7 Dicembre 2019

Lunedì i funerali del ciclista travolto in via Casola Canina. Gli amici bikers lo ricorderanno domani in piazza Matteotti

Sono state fissate lunedì le esequie di Gianfranco Cortese, il 50enne di Imola, ma originario di Palmanova, che giovedì scorso ha perso la vita in un incidente in via Casola Canina (leggi qui), mentre era in sella alla sua bici in compagnia di alcuni amici, tutti appassionati di ciclismo come lui. La salma, alle ore 11, lascerà la Camera mortuaria di Imola per raggiungere la Chiesa del Piratello dove verrà celebrata la Messa, prima della sepoltura nel vicino cimitero. Saranno presenti anche i vertici delle Fiamme Gialle, corpo di cui Cortese faceva parte da molti anni. 

Gli amici ciclisti, invece, lo ricorderanno domani, in piazza Matteotti. Alle 8.30, infatti, sia i compagni dell”Imola Bike, società per la quale era tesserato, che le altre società imolesi si troveranno per un minuto di raccoglimento in sua memoria, prima di raggiungere il luogo dell”incidente e deporre un mazzo di fiori. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Lunedì i funerali del ciclista travolto in via Casola Canina. Gli amici bikers lo ricorderanno domani in piazza Matteotti
Cronaca 5 Dicembre 2019

Ciclista 50enne muore travolto da un camion in via Casola Canina

Un tragico incidente è avvenuto questo pomeriggio, intorno alle 14.10, in via Casola Canina a Imola, all”altezza del civico 68, poco distante dall”incrocio con via Malcantone. A perdere la vita Gianfranco Cortese, 50enne residente a Imola ma originario di Palmanova, in provincia di Udine.

Secondo la ricostruzione della polizia municipale, l”uomo, cicloamatore per passione, si trovava in sella alla propria bici in compagnia di un altro gruppo di ciclisti e pedalava in direzione Bologna quando, per cause ancora da accertare, in un tratto rettilineo, ha sbandato invadendo la corsia opposta. Dall”altro lato della carreggiata, però, proprio in quel momento sopraggiungeva un camion Iveco Magirus, guidato da un 39enne di Sant”Angelo dei Lombardi (Avellino) che viaggiava invece verso Imola. Inevitabile l”impatto frontale tra il mezzo e il ciclista, con l”uomo che è morto sul colpo.

Sul posto i vigili del fuoco e i sanitari del 118 che hanno richiesto anche l”intervento dell”elisoccorso, ma purtroppo ogni tentativo di rianimarlo è risultato vano. Il tratto di strada è stato chiuso al traffico fino alle ore 16. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Ciclista 50enne muore travolto da un camion in via Casola Canina
Cronaca 4 Dicembre 2019

E' finito in carcere il 26enne che domenica scorsa ha seminato il panico all'ospedale di Imola

E” stato nuovamente arrestato ieri sera il 26enne imolese che domenica scorsa aveva seminato il panico al pronto soccorso di Imola, aggredendo verbalmente i sanitari e ferendo successivamente due carabinieri (leggi qui), e per il quale l’Ufficio del Giudice del dibattimento del Tribunale di Bologna lo aveva, dopo la convalida dell’arresto, rimesso in libertà con però l”obbligo di firma giornaliera presso la polizia giudiziaria.

Questa volta, il giovane è finito in manette su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna, come conseguenza del reato di atti persecutori commessi qualche mese fa nei confronti della madre. Considerata l’inosservanza del provvedimento, ovvero il divieto di avvicinamento alla persona offesa, e l’arresto di domenica sera, il Giudice ha disposto che il 26enne debba proseguire la misura cautelare nel carcere di Bologna. (r.s.)

Foto d”archivio

E' finito in carcere il 26enne che domenica scorsa ha seminato il panico all'ospedale di Imola
Cronaca 3 Dicembre 2019

Aggredisce verbalmente i sanitari del pronto soccorso e ferisce due carabinieri, arrestato 26enne

Un 26enne imolese è stato arrestato dai carabinieri per interruzione di un servizio pubblico e resistenza a pubblico ufficiale. L”episodio è accaduto domenica sera all’interno di un ambulatorio del pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola.

Secondo la ricostruzione degli agenti dell”Arma, il giovane si era recato al pronto soccorso per costringere i sanitari di turno a somministrargli una pillola. Di fronte all’aggressività ed alla prepotenza del 26enne che, oltre a seminare il panico, stava interrompendo il servizio di pronto soccorso a favore dei degenti, i sanitari hanno avvisato immediatamente il 112. Alla vista dei militari l”uomo se l”è presa anche con loro proferendo frasi del tipo: «…quando ero in carcere, neanche cinque agenti della Penitenziaria riuscivano a tenermi fermo, figuratevi voi che siete in due…».

Di fronte al suo rifiuto di collaborare e opponendo resistenza i carabinieri, rimasti lievemente feriti a causa dei calci e dei pugni sferrati dal 26enne, hanno arrestato l”uomo, già noto con precedenti per furto, armi e rapina e considerato socialmente pericoloso, prima di rinchiuderlo in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto avvenuta ieri mattina con rito direttissimo. L’Ufficio del Giudice del dibattimento del Tribunale di Bologna ha convalidato l’arresto, rimettendo in libertà il giovane che ha però l”obbligo di firma giornaliera presso la polizia giudiziaria. (r.cr.)

Foto d”archivio

Aggredisce verbalmente i sanitari del pronto soccorso e ferisce due carabinieri, arrestato 26enne
Cronaca 3 Dicembre 2019

Scontro tra auto sulla via Correcchio, feriti due giovani ed una 59enne

Scontro tra due auto ieri pomeriggio, alle 13.25, a Imola, all”intersezione tra la via Correcchio e la via Molino Rosso.

Secondo la ricostruzione della polizia municipale un 19enne imolese, al volante di una Ford Fiesta con a bordo altri due giovani, un 20enne ed un 19enne anche loro di Imola, procedeva sulla via Correcchio in direzione Sasso Morelli quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo dell”auto finendo in testacoda e invadendo la corsia opposta. In quel momento, però, sull”altro lato della carreggiata sopraggiungeva una Chevrolet, guidata da una 59enne imolese, che viaggiava invece verso Imola. L”impatto, molto violento, è stato inevitabile.

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno trasportato al pronto soccorso di Imola la donna e i due giovani passeggeri che si trovavano a bordo della Ford Fiesta. Illeso, invece, l”automobilista 19enne. (r.cr.)

Scontro tra auto sulla via Correcchio, feriti due giovani ed una 59enne
Cronaca 2 Dicembre 2019

E' deceduta la 80enne investita in bici da un'auto a Castel San Pietro. Domani i funerali

Non ce l”ha fatta Maria Poggi, la 80enne che giovedì è stata investita da un”auto in via Di Vittorio, a Castel San Pietro, mentre si trovava in sella alla sua bicicletta (leggi la news qui). 

Le condizioni della donna, immediatamente soccorsa dai sanitari del 118, sono apparse subito gravi tanto da rendere necessario il trasferimento all”ospedale Maggiore di Bologna. Rimasta in prognosi riservata per tutta la notte, la 80enne è poi deceduta nel pomeriggio di venerdì. Ora, come confermato dalla polizia municipale, il fascicolo aperto nei confronti del 79enne che si trovava alla guida dell”auto passa da lesioni colpose ad omicidio colposo. 

I funerali si terranno domani, martedì 3 dicembre. La salma alle 14.30 lascerà la camera mortuaria di Castel San Pietro per raggiungere la vicina Chiesa di Santa Maria Maggiore dove si svolgeranno le esequie. (r.cr.)

Foto d”archivio

E' deceduta la 80enne investita in bici da un'auto a Castel San Pietro. Domani i funerali
Cronaca 29 Novembre 2019

Investita in bici da un'auto a Castel San Pietro, grave 80enne

Un grave incidente è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 17.30, in via Di Vittorio a Castel San Pietro. 

Secondo la ricostruzione della polizia municipale, una Fiat Panda, guidata da un 79enne di Castel San Pietro, mentre procedeva su via Di Vittorio e stava svoltando a sinistra in un”area privata adibita a parcheggio, si è scontrata con una bici, condotta da una 80enne di Castel San Pietro, che viaggiava in direzione opposta. A causa dell”impatto, la donna è caduta rovinosamente a terra. 

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi alla 80enne che, per le ferite riportate, è stata poi trasportata in gravi condizioni all”ospedale Maggiore di Bologna. Attualmente risulta essere in prognosi riservata. (r.cr.)

Investita in bici da un'auto a Castel San Pietro, grave 80enne

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast