Posts by tag: Cronaca nera

Cronaca 13 Aprile 2021

Prende una camera d’albergo e saccheggia il frigorifero della reception, denunciato 21enne

I carabinieri hanno denunciato un 21enne per furto aggravato. L’episodio è avvenuto a Castel San Pietro, nel corso di un’indagine che i militari avevano avviato per risalire all’identità di una persona che era stata immortalata dalle videocamere di sorveglianza di un albergo, nella notte tra sabato 10 e domenica 11 aprile, mentre “saccheggiava” il frigorifero della reception, arrecando danni per 400 euro tra alimenti rubati e strutture rovinate.

Rintracciato dai militari, il giovane, operaio incensurato e residente in un altro comune della provincia di Bologna, è stato anche sanzionato per aver violato la normativa anti Covid-19 sugli spostamenti, perché al momento dei fatti alloggiava in una camera dell’albergo che aveva preso per trascorrere una notte con una ragazza. Anche la giovane, maggiorenne e come lui residente in un altro comune del bolognese, è stata sanzionata dai militari per lo stesso motivo. (da.be.)

Foto d’archivio

Prende una camera d’albergo e saccheggia il frigorifero della reception, denunciato 21enne
Cronaca 12 Aprile 2021

Fratello e sorella ubriachi alla guida, denunciati a cinque minuti di distanza l’uno dall’altra

I carabinieri, durante i controlli alla circolazione stradale, hanno denunciato due automobilisti per guida sotto l’influenza dell’alcol. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Medicina.

I due, fratello e sorella, sono stati denunciati a distanza di cinque minuti l’uno dall’altra, nell’ambito del medesimo controllo. Il primo a finire nei guai è stato il fratello, 38enne, risultato positivo all’alcol test con un tasso alcolico di 1,15 g/l. La sorella, 50enne, informata che il fratello era incappato nei controlli dei militari, l’ha raggiunto immediatamente per difenderlo e criticare i militari che lo stavano denunciando. E’ stato però a quel punto che i carabinieri hanno notato come anche la ragazza, giunta sul posto alla guida di un’altra autovettura, era sotto gli effetti dell’alcol. Sottoposta anche lei al test, è risultata positiva con un tasso alcolico di 1,40 g/l.

Nei confronti dei due è quindi scattata la denuncia per guida sotto l’influenza dell’alcol, il ritiro della patente di guida e la sanzione per aver violato la normativa anti Covid-19 sugli spostamenti. (da.be.)

Fratello e sorella ubriachi alla guida, denunciati a cinque minuti di distanza l’uno dall’altra
Cronaca 9 Aprile 2021

Schianto mortale sulla San Vitale, 46enne perde la vita

Un altro incidente mortale sulle nostre strade, il secondo in pochi giorni dopo quello avvenuto martedì scorso sugli Stradelli Guelfi. L’episodio ieri sera, intorno alle 20.45, nella frazione imolese di Osteriola, all’incrocio tra la San Vitale e via Correcchio inferiore. A perdere la vita Faouzi Abdelkrim, 46enne residente a Imola.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, l’uomo era al volante della sua Mercedes Classe C e stava viaggiando in direzione Massa Lombarda quando, per cause ancora da accertare, all’incrocio con via Correcchio inferiore si è scontrato con una Mercedes Glk che procedeva in direzione opposta verso Bologna. A nulla sono valsi gli immediati soccorsi dei sanitari del 118. Il 46enne, a cause delle gravi ferite riportate dopo l’impatto, è morto sul colpo.

Feriti gli occupanti dell’altra vettura, un 45enne di Castel Guelfo che era alla guida ed un 46enne di Imola, estratti dalle lamiere grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Trasportati al Maggiore di Bologna, non sarebbero in pericolo di vita. Come da prassi i due uomini sono indagati per omicidio colposo stradale e saranno sottoposti ai test per verificare se al momento dell’incidente fossero sotto l’effetto di alcol o droghe.

Pesanti anche le ripercussioni sul traffico, con la San Vitale che è rimasta chiusa diverse ore per consentire soccorsi e rilievi. (da.be.)

Foto d’archivio

Schianto mortale sulla San Vitale, 46enne perde la vita
Cronaca 5 Aprile 2021

Pacco sospetto a casa, paura per il presidente Stefano Bonaccini

Nel primo pomeriggio di oggi, come riporta l’Ansa sul proprio sito, due uomini hanno suonato nel modenese all”abitazione del presidente dell”Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con sopra un foglio con su scritto ”Frode Covid”, dicendogli, fra le altre cose, che gli ospedali sarebbero vuoti e che si toglie lavoro alle persone.

Bonaccini ha immediatamente allertato i carabinieri, lasciando su loro consiglio il pacco fuori casa. I militari hanno avuto modo di verificare il contenuto non pericoloso: cartacce e pannolini sporchi. Adottate misure per rafforzare la sicurezza di Bonaccini e della sua famiglia. (r.cr.)

Nella foto: Stefano Bonaccini

Pacco sospetto a casa, paura per il presidente Stefano Bonaccini
Cronaca 5 Aprile 2021

Al volante con alcol quattro volte superiore al limite, denunciato 36enne

I carabinieri, duranti i controlli anti Covid sul territorio intensificati in questi giorni in occasione delle festività pasquali, hanno denunciato un 36enne per guida in stato di ebbrezza. L’uomo è stato sorpreso in viale Kennedy al volante di un’autovettura con un tasso alcoolemico pari a 2,27 g/l. Immediato anche il ritiro della patente ed il sequestro del mezzo. (da.be.)

Foto d’archivio

Al volante con alcol quattro volte superiore al limite, denunciato 36enne
Cronaca 3 Aprile 2021

Incidente sul lavoro in un’azienda avicola, 52enne trasportato al Maggiore

Infortunio sul lavoro ieri mattina, in un’azienda avicola, a Mordano.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, intervenuti sul posto, un 52enne, dipendente di una ditta esterna, è caduto mentre stava pulendo un impianto di alimentazione e abbeveraggio del pollame.

Soccorso dai sanitari del 118, l’uomo è stato trasportato d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna. (r.cr.)

Foto d‘archivio

Incidente sul lavoro in un’azienda avicola, 52enne trasportato al Maggiore
Cronaca 2 Aprile 2021

Incendio in Pedagna, appartamento avvolto e distrutto dalle fiamme

Un vasto incendio è divampato oggi, dopo le 15, a Imola nel quartiere Pedagna. In fiamme un appartamento al secondo piano di una palazzina residenziale.

Sul posto, tre mezzi dei vigili del fuoco. A quanto trapela non ci sarebbero feriti in quanto al momento dello scoppio dell’incendio, probabilmente scaturito da una camera dal letto, non c’erano persone all’interno dell’edificio. Ingenti i danni ed appartamento completamente distrutto. (r.cr.) 

Incendio in Pedagna, appartamento avvolto e distrutto dalle fiamme
Cronaca 30 Marzo 2021

Dal Comune di Ozzano rimborsi per over 65 vittime di furti, scippi o rapine

«Un intervento risarcitorio di sostegno e di vicinanza concreta e materiale». Con queste parole l’Unione dei Comuni Valle Savena Idice, di cui fa parte anche Ozzano Emilia, motiva l’iniziativa attraverso la quale vengono previsti rimborsi per i cittadini con oltre 65 anni di età vittime di furti, scippi o rapine.

Un progetto, così come fatto ad esempio dal Comune di Medicina, portato avanti in collaborazione con le organizzazioni sindacali confederali dei pensionati e delle categorie (Spi Cgil, Fnp Cisl, Uil/Uilp) e la Cna Pensionati. «Avevamo lanciato questa iniziativa l’anno scorso, ma, complice l’emergenza sanitaria (e il relativo calo di reati, ndr) abbiamo avuto soltanto due richieste, così abbiamo deciso di rilanciarla – commenta il sindaco ozzanese, Luca Lelli -. A Ozzano non abbiamo registrato aumenti particolari di furti o rapine. Tuttavia, soprattutto il furto in appartamento, è un reato che infastidisce molto e, in questo modo, vogliamo andare incontro a una fascia di popolazione considerata debole». (gi.gi.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 marzo.

Nella foto: l’immagine scelta per pubblicizzare l’iniziativa dei rimborsi per gli over 65

Dal Comune di Ozzano rimborsi per over 65 vittime di furti, scippi o rapine
Cronaca 24 Marzo 2021

Furti in centro storico a Imola, arrestati due quarantenni

Ladri in azione a Imola, nella notte tra il 22 e 23 marzo. Nel mirino due negozi di via Mazzini, una panetteria ed un negozio di bigiotteria, a pochi passi dal commissariato di polizia.

A segnalare al 113 quanto stava accadendo un cittadino. Immediatamente una pattuglia della polizia si è precitata sul posto, sorprendendo due individui all’interno della bigiotteria. Entrati dopo aver scassinato la porta d’ingresso, come si evince dalle immagini dalle telecamere della videosorveglianza, i due malviventi, trovati ancora con la refurtiva addosso dal valore di circa 500 euro, sono stati arrestati con l’accusa di furto.

La refurtiva dei due «colpi» sfumati è già stata riconsegnata ai legittimi proprietari. Più ingenti invece i danni alle strutture. Nei confronti dei ladri, un 42enne ed un 40enne entrambi già noti alle forze dell’ordine, il giudice ha emesso un provvedimento di obbligo di dimora a Cesena, loro città di residenza. (da.be.)

Foto d’archivio

Furti in centro storico a Imola, arrestati due quarantenni
Cronaca 24 Marzo 2021

Sorpreso in motorino con una mazza di legno, denunciato 19enne

Durante i controlli sul territorio anti Covid, a Imola, i carabinieri hanno sorpreso un 19enne alla guida di un motorino mentre trasportava un bastone di legno.

Interpellato dai militari sui motivi riguardanti il possesso dell’oggetto, il giovane ha ammesso di farne uso per proteggersi dalle aggressioni. Versione a cui i militari non hanno creduto, come rivela il chiodo inserito e le incisioni sul legno.

Il 19enne è stato così denunciato per porto ingiustificato di oggetti atti a offendere e uso personale di sostanze stupefacenti per i 3,6 grammi di droga che i carabinieri gli hanno trovato in tasca. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Sorpreso in motorino con una mazza di legno, denunciato 19enne

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast