Posts by tag: Cronaca

Cronaca 17 Settembre 2021

A Imola in arrivo due «case rifugio» in più per donne e bambini vittime di violenza

Il Comune di Imola ha dato disposizione ad Area Blu di individuare, tra il patrimonio in gestione ora sfitto, due alloggi da destinare a «case rifugio», a indirizzo segreto, a beneficio delle cittadine di tutto il territorio circondariale. La disposizione fa seguito allo stanziamento di 40 mila euro da parte del Circondario imolese per la manutenzione di spazi da destinare a tale scopo. Gli alloggi saranno gestiti dall’associazione imolese Trama di terre, il cui Centro antiviolenza aveva chiesto alloggi supplementari. Tale richiesta, precisa il Comune, «si colloca nel quadro di una più ampia riorganizzazione del patrimonio in uso all’associazione stessa, al fine di una corretta gestione dei beni immobili gestiti da Area Blu».  

«Questa iniziativa – spiega Beatrice Poli, vicepresidente del Circondario imolese, con delega alle Pari opportunità e sindaca di Casalfiumanese – si inquadra perfettamente nella cornice programmatoria del Piano di zona 2021, in cui sono previste azioni per il contrasto alla violenza di genere e promozione delle pari opportunità». Per Elisa Spada, assessora alle Pari opportunità del Comune di Imola, «questa azione si inserisce in un contesto più ampio di interventi e iniziative volte a contrastare ogni forma di violenza di genere, che ha visto un importante incremento dall’inizio della pandemia da Covid-19». (lo.mi.) 

Nella foto (isolapress): il municipio di Imola

A Imola in arrivo due «case rifugio» in più per donne e bambini vittime di violenza
Cronaca 17 Settembre 2021

Domani il «Montecatone Open Day», la storia dell’argento paralimpico Stefano Travisani

Sport, magia e solidarietà sono gli ingredienti del «Montecatone Open day», in programma sabato 18 settembre ed organizzato dalla Fondazione Montecatone Onlus e dallo stesso istituto nel parco dell’ospedale.

Chi è molto legato all’istituto imolese è Stefano Travisani, il cittadino onorario di Dozza ed argento nel tiro con l’arco alle recenti Paralimpaidi di Tokyo. «Montecatone è stata un’esperienza unica che mi ha fatto crescere – ha raccontato il 36enne milanese -. Vedevo molte persone abbattute, ma lì ho trovato il modo di guardare al futuro in modo diverso grazie allo sport. È stato fondamentale l’incontro con la Nazionale di paraciclismo ed Alex Zanardi, perché mi sentivo uno sportivo come loro. “Loro sono atleti, sono in Nazionale, girano il mondo e vanno alle Paralimpiadi, posso farcela anche io” ho pensato». (f.a.l.)

L’intervista su «sabato sera» del 16 settembre.

Nella foto: Stefano Travisani a Tokyo nella gara di tiro con l’arco misto insieme ad Elisabetta Mijno

Domani il «Montecatone Open Day», la storia dell’argento paralimpico Stefano Travisani
Cronaca 16 Settembre 2021

Coronavirus, green pass esteso a tutti I lavoratori. Le principali novità

Via libera questa sera del Consiglio dei ministri (all’unanimità) al nuovo decreto legge per l’estensione del green pass a tutti i luoghi di lavoro. Lavoro pubblico e privato (sia dipendente che autonomo, inclusi i collaboratori familiari come colf e badanti) per un totale di 23 milioni di lavoratori. L’estensione scatterà dal 15 ottobre. L’obbligo di certificato è esteso anche a chi opera nelle associazioni di volontariato.

Prevista subito la sospensione dal lavoro per i lavoratori privati, ai quali in questo periodo non è concessa la retribuzione né altro compenso o emolumento. Per i dipendenti pubblici sospensione, invece, dopo cinque giorni.

I test antigenici per ricevere il green pass saranno gratuiti solo per gli esenti previsti dalla circolare del ministero della salute. I guariti dal Covid non dovranno più attendere 15 giorni dalla prima dose di vaccino anticovid per avere la certificazione verde ma lo otterranno subito dopo la prima somministrazione. Il green pass rilasciato sulla base di un test antigenico con esito negativo ha una validità di quarantotto ore dall”esecuzione del test «rapido» e di 72 ore dall”esecuzione del test molecolare. (r.cr.)

 

Coronavirus, green pass esteso a tutti I lavoratori. Le principali novità
Cronaca 15 Settembre 2021

Tper, i primi bus elettrici e a gas naturale arrivano anche nel circondario imolese

Entreranno in circolazione a breve anche sulle strade del circondario imolese i nuovi bus ibridi presentati oggi a Bologna da Tper. Si tratta di 34 veicoli, primi in Italia a combinare alimentazione a gas naturale ed energia elettrica autoprodotta, frutto di un investimento di 9,5 milioni di euro, sostenuto per metà dalla Regione Emilia Romagna, erogati tramite l’agenzia per la mobilità Srm (che ha messo a disposizione fondi del ministero dell’Ambiente per il Bacino Padano) e per metà con autofinanziamento di Tper.

Dai prossimi giorni i nuovi bus andranno via via a sostituire altrettanti mezzi più datati sulle linee urbane e suburbane dell’area metropolitana di Bologna. «Nel circondario imolese – fanno sapere dalla società di trasporti – si può prevedere che verranno impiegati, ad esempio, sul collegamento suburbano della linea 94» che unisce Bazzano a Castel San Pietro.

La fornitura è oggetto di una procedura di gara europea, aggiudicata alla tedesca Man Truck & Bus che ha proposto il modello Lion’s City 12C – Cng, alimentato a gas naturale, di tipologia «mild hybrid». I nuovi bus possono essere alimentati anche con biometano, ovvero sfruttando l’energia derivante dagli scarti agricoli e dai rifiuti urbani, con un sostanziale azzeramento dell’anidride carbonica emessa. (lo.mi.) 

Nella foto: uno dei nuovi bus ibridi Tper, a gas naturale ed energia elettrica autoprodotta

Tper, i primi bus elettrici e a gas naturale arrivano anche nel circondario imolese
Cronaca 15 Settembre 2021

Dalla pubblica assistenza Paolina un monitor multiparametrico per il reparto di geriatria

Si è svolta ieri mattina, martedì 14 settembre,  la donazione di un monitor multiparametrico Pc 3000 al reparto di geriatria dell’Ausl di Imola. Lo strumento è stato acquistato dall’assistenza pubblica Paolina e ha un valore di mille euro. Alla consegna hanno partecipato il presidente dell’associazione, il dottor Alessandro Di Silverio, il direttore medico del presidio ospedaliero di Imola, Carlo Polito, e il direttore della Geratria, il dottor Massimo Menetti.

«Crediamo molto nella professionalità e nella bontà del lavoro che viene svolto nella nostra struttura ospedaliera cittadina – spiega il dottor Di Silverio –  e ci piaceva l’idea di dare un piccolo contributo donando uno strumento utile alle attività quotidiane». Una soddisfazione espressa anche dal dottor Polito. «Un importante gesto di generosità che dimostra ancora una volta la particolare sensibilità del nostro sistema solidaristico territoriale nei confronti del proprio ospedale. Infine, il dottor Menetti ha voluto sottolineare l’importanza della donazione. « É uno strumento che ci aiuta nel nostro lavoro quotidiano e la solidarietà espressa dal terzo settore nei nostri confronti è sempre un elemento di grande riconoscimento per il lavoro che svolgiamo». (r.cr.)

Nella foto: la consegna del monitor multiparametrico

Dalla pubblica assistenza Paolina un monitor multiparametrico per il reparto di geriatria
Cronaca 15 Settembre 2021

Mondiale di forgiatura, argento nel singolo e a squadre per l’imolese Alvaro Ricci Lucchi

Ancora premi per l’artista imolese Alvaro Ricci Lucchi. Ai recenti campionati del mondo di forgiatura, disputati all’interno 24^ edizione della Biennale europea d’arte fabbrile di Stia (Arezzo), il cui tema era Dante nel 700° anno dalla sua morte, il classe ’51 ha conquistato la medaglia d’argento sia nella prova singola che a squadre

Nella gara individuale Ricci Lucchi ha presentato l’opera «Porta dell’Inferno, lasciate ogni speranza voi ch’entrate», mentre nella competizione a squadre, insieme agli azzurri Giampaolo Maniero, Andrea Cosci e Renato Nanni, ha portato «Mantua me genuit (Tutto ebbe inizio)». A batterli solo la Repubblica Ceca. (r.cr.)

Nella foto: Alvaro Ricci Lucchi con il premio per il secondo classificato

Mondiale di forgiatura, argento nel singolo e a squadre per l’imolese Alvaro Ricci Lucchi
Cronaca 15 Settembre 2021

Carrera, tutto quello che è successo nell’edizione 2021 – Gli scatti più belli

Non si placano a Castel San Pietro le polemiche dopo la Carrera in centro storico di domenica scorsa che ha visto la squalifica della Mora e la vittoria dell’Ovetto. A far discutere il maxi incidente avvenuto in via dei Mille al primo giorno.

Tutto liscio, invece, al mattino nella Coppa Terme, con il successo al fotofinish della Mora davanti all’Ov. (r.s.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 16 settembre.

Nella foto (Isolapress): i momenti subito dopo l’incidente in via dei Mille

Carrera, tutto quello che è successo nell’edizione 2021 – Gli scatti più belli
Cronaca 15 Settembre 2021

Defibrillatori donati grazie alle maglie dei campioni di ciclismo, torna l’asta di «Never give up»

Torna anche nel 2021 l’iniziativa Nevergiveup Memorial Nicola Ussia con il lancio di una nuova asta benefica dove saranno presenti, come per le precedenti edizioni, numerosi cimeli del mondo del ciclismo.

L’asta si svolge nuovamente tramite la piattaforma Charity StarsLe puntate potranno essere effettuate fino alle ore 18 del 24 Settembre 2021. I cimeli attualmente presenti sono: Body crono di Edoardo Affini del Team Jumbo Visma, maglia di Filippo Baroncini (2^ agli Europei Under 23 di Trento), maglia del Team Under 23 #INEmiliaRomagna, T-Shirt da riposo del Team Uae-Emirates autografata da Davide Formolo e Valerio Conti, maglia gara di Jacopo Guarnieri del Team FDJ autografata, maglia gara del Team Eolo-Kometa (squadra di Basso/Contador) del Giro d’Italia 2021 autografata da Lorenzo Fortunato, Vincenzo Albanese e tutto il team.

Il ricavato verrà impiegato come sempre per l’acquisto di defibrillatori che verranno donati a realtà locali e per supportare le manifestazioni ciclistiche territoriali. Prevista inoltre, ad ottobre, un ulteriore asta con maglie di ciclisti donate da Marco Selleri, direttore generale del Giro d’Italia Under 23 e cimeli donati dal team Gresini.

Nella foto: il defibrillatore donato all’Alberghetti nel giugno scorso 

Defibrillatori donati grazie alle maglie dei campioni di ciclismo, torna l’asta di «Never give up»
Cronaca 14 Settembre 2021

«Sempre io», premiati i vincitori del primo concorso letterario dell’istituto Montecatone

SEMPRE IO, le opere presto in un libro
Ecco i vincitori del primo concorso letterario

Saranno presto inserite in un libro le opere create da pazienti, ex pazienti, familiari ed operatori dell’ospedale di Montecatone che hanno partecipato al concorso letterario «Sempre io», iniziativa promossa per la prima volta quest’anno dall’istituto e dalla Fondazione Montecatone Onlus in occasione della Giornata mondiale delle persone con lesione al midollo spinale.

Tra i racconti, primo premio per Un microcosmo di Maria Leonilda Martino di Potenza, racconto che, come ha scritto la giuria, traccia molto bene il percorso sia emotivo sia educativo vissuto da un familiare. Al secondo posto Giacomo, sempre io di Giacomo Murari, veronese, che ha raccontato la sua esperienza a oltre trent’anni dalla lesione midollare. Un racconto, scrivono ancora i giurati, che traccia molto bene il percorso emotivo di chi vive il ricovero in prima persona, con originalità, profondità e fantasia riflessiva illuminante. Terza posizione per Il mio posto fisso di Francesco Vitale, originario di Isernia che a Montecatone ha effettuato non solo un lungo ricovero ma anche un anno di servizio civile. Un racconto ironico, secondo la giuria, acuto e scritto bene, un mix di filosofia, sense of humor e invito alla lettura.

Nella sezione poesie, invece, primo posto per Valeria Luongo, mamma di una ex paziente originaria della provincia di Avellino con La speranza non muore; secondo posto Ahlam Khalaf, giovane di origine irachena tuttora ricoverata a Montecatone con Libertà e Filippo Brunacci, operatore di Montecatone, con Vorrei ricordare ma non posso.

Finale emozionante con il video realizzato dal vincitore della categoria Zirudèla, Giovanni Macrì da Barcellona Pozzo di Gotto che, a dieci anni dal ricovero della figlia Roberta a Montecatone, ha letto A Rinascita, il suo brano, in dialetto messinese. (r.cr.)

Nella foto: un momento delle premiazioni

«Sempre io», premiati i vincitori del primo concorso letterario dell’istituto Montecatone
Cronaca 14 Settembre 2021

Nuovi libri nelle biblioteche imolesi con i 39mila euro del ministero della Cultura

Ammontano a quasi 39mila euro le risorse assegnate dal ministero della Cultura alle biblioteche imolesi per l’acquisto di libri. L’importo per le sei strutture comunali (Bim, sezione ragazzi Casa Piani, biblioteca ragazzi Pippi Calzelunghe e le biblioteche di Sesto Imolese, Sasso Morelli e Ponticelli) ammonta a 34.189,53 euro, a cui si aggiungono  4.602,44 euro per la biblioteca Book city dell’Istituto comprensivo n. 7 di Imola, che opera in collaborazione con quelle comunali.

Le biblioteche imolesi avevano beneficiato del contributo ministeriale anche lo scorso anno, sebbene in misura minore, acquistando 780 libri, di cui 485 per ragazzi e 295 per adulti. (r.cr.)

Nuovi libri nelle biblioteche imolesi con i 39mila euro del ministero della Cultura

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast