Posts by tag: Cronaca

Cronaca 29 Luglio 2022

Lavori di asfaltatura sulla San Carlo tra Medicina, Castel Guelfo e Castel San Pietro. Modifiche alla viabilità

Sono in corso in questi giorni i lavori di asfaltatura sulla Sp 19 «San Carlo» nei territori dei Comuni di Medicina, Castel Guelfo e Castel San Pietro. Gli interventi, che si concluderanno il prossimo 30 settembre, riguardano vari tratti dal km 0+000 al km 10+418.

Previste modifiche alla viabilità. Nel dettaglio, limitazione progressiva della velocità a 30 km/h; divieto di sorpasso; senso unico alternato; obbligo di dare la precedenza nei sensi unici alternati; interruzione temporanea della circolazione strettamente limitata alle lavorazioni.

La circolazione a senso unico alternato è regolato da un impianto semaforico a tre luci o da movieri. La regolamentare segnaletica stradale è installata e mantenuta a cura della ditta esecutrice dei lavori. (r.cr.)

Foto d’archivio

Lavori di asfaltatura sulla San Carlo tra Medicina, Castel Guelfo e Castel San Pietro. Modifiche alla viabilità
Cronaca 27 Luglio 2022

Centro giovanile di via Tosi a Castel San Pietro, bando per l’assegnazione degli spazi a uso gratuito

C’è tempo fino alle ore 23.59 di sabato 30 luglio per partecipare al bando dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Castel San Pietro per l’assegnazione a titolo gratuito degli spazi del centro giovanile di via Remo Tosi 7 negli orari in cui non si svolgono le attività comunali.

Gli spazi saranno assegnati fino al 31 dicembre 2022, con possibilità di proroga al 30 giugno 2023. In particolare il bando intende sostenere le associazioni che promuovono iniziative per favorire la creatività, l’autono- mia e la partecipazione attiva dei giovani anche a progetti innovativi (ad esempio web radio, storytelling digitali, au- diovisivi, gaming). Per informazioni: tel. 051/6954198-124, francesca.marchetti@comune.castelsanpietroterme.bo.it. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook del Centro giovanile di Castel San Pietro

Centro giovanile di via Tosi a Castel San Pietro, bando per l’assegnazione degli spazi a uso gratuito
Cronaca 26 Luglio 2022

A Castello sono iniziati i lavori in via Aldo Moro, installata isola salvagente al passaggio pedonale

A Castello ha preso il via il primo stralcio della manutenzione straordinaria di via Aldo Moro, che prevede la sistemazione della pavimentazione nel tratto compreso tra via Scania, la rotatoria Nembo e il marciapiedi di via Tanari.

In particolare è stata realizzata un’isola salvagente sull’attraversamento pedonale ed è in corso la manutenzione dell’asfalto. L’importo di questo primo stral- cio è di 125 mila euro, finanziati dal ministero dell’Interno.

La parte restante dei lavori, il cui progetto definitivo è stato approvato il 12 luglio scorso, riguarderà le vie Moro (secondo stralcio), Tanari (tratto urbano rotonda Paracadutisti Nembo – caserma carabinieri), Viara, Tosi, Fratelli Cervi, Pacinotti (sede stradale e marciapiedi), Sardegna. Il tutto per un importo complessivo di 285 mila euro. (r.cr.)

Nella foto: l’isola salvagente 

A Castello sono iniziati i lavori in via Aldo Moro, installata isola salvagente al passaggio pedonale
Cronaca 26 Luglio 2022

A Imola confermato il progetto «Equo scuola», sconti sul materiale scolastico e procedura più semplice per i libri di testo

«Anche per l’anno scolastico 2022/2023 viene confermato il progetto “Equo scuola”». Lo fanno sapere il vice sindaco ed assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari e l’assessore al Commercio, Pierangelo Raffini. Rivolta a tutti gli alunni e studenti che frequentano tutti gli ordini e gradi di scuola, l’iniziativa consente alle famiglie di usufruire dell’opportunità fornita dalle cartolibrerie aderenti di acquistare articoli scolastici a prezzi super scontati.

«Equo scuola» è un’iniziativa del Comune di Imola, in accordo con le Associazioni di categoria Confcommercio Ascom Imola, Confesercenti Territorio Imolese e Cna Imola Associazione Metropolitana ed i cartolibrai, ed è finalizzata a supportare le famiglie nel sostenere i costi connessi alla frequenza scolastica e si integra con gli altri interventi del Comune di Imola previsti in questo ambito.  Al progetto aderiscono le seguenti cartolibrerie imolesi: C. Arcangeli e Figli Snc (Via Emilia, 148); Cartoleria BluNotte (Via Cavour, 20); Edicola Montericco (Via Zaccherini, 32/B); Cartoleria Galeati srl (Via Romagnoli, 3); Cartolibreria Giotto (Via Pisacane, 70); Cartoleria Il Globo (Via Rossini, 21); Imola Ufficio Snc (Via Puccini, 42); Imola Libri Sas (Via Emilia, 71); Lanzoni Andreano (via Emilia 14); Cartoleria Marondoli (Via Emilia, 90); Cartolibreria Pambera (Via Pambera, 59/A); Pi Greco (Via Pacinotti, 10); Cartolibreria Snoopy (V.le Carducci, 107/A). 

Insieme ad «Equo scuola», anche quest’anno il Comune garantisce la procedura semplificata per le famiglie, per la fornitura gratuita dei libri di testo nelle scuole primarie.  In sostanza, le scuole non stamperanno più e non consegneranno le cedole librarie ai genitori, ma questi ultimi potranno recarsi direttamente nella cartolibreria prescelta: sarà così superata la tradizionale cedola cartacea, a favore di  a favore di una modalità di gestione più snella ed informatizzata. (r.cr.)

A Imola confermato il progetto «Equo scuola», sconti sul materiale scolastico e procedura più semplice per i libri di testo
Cronaca 22 Luglio 2022

Due incendi in poche ore a Casalfiumanese: in via Casalino e in via Croara

Due incendi a poche ore di distanza a Casalfiumanese. Nel primo pomeriggio di oggi in località Casalino, ieri sera invece i vigili del fuoco sono  intervenuti in via Croara, vicino all’ex pista di motocross.

In località Casalino, la collina a ridosso della Montanara, tra il paese e la località Riviera, sono andati a fuoco campi di grano, sterpaglie e bassa boscaglia fra il cimitero e a ridosso dell”azienda Edil Giacomelli. Alcuni agricoltori hanno aiutato a contenere le fiamme con i trattori, ma l’incendio ha richiesto l’intervento dell’elicottero. Le operazioni di spegnimento sono durate alcune ore a causa del caldo.

Sempre sterpaglie e boscaglia per il rogo di ieri sera in via Croara, meno complicate le operazioni di spegnimento ma pur sempre fumo e fiamme non troppo lontano dal paese. (r.cr)

Nelle foto l”incendio a Casalino

Due incendi in poche ore a Casalfiumanese: in via Casalino e in via Croara
Cronaca 20 Luglio 2022

Ozzano sempre più «green», al via il progetto di forestazione urbana

Il progetto di forestazione urbana presentato dal Comune di Ozzano alla Regione per il bando «Settore aree protette, forestazione, cura del territorio e dell”ambiente» si è classificato al secondo posto della graduatoria per importo ottenuto. In pratica, il contributo ottenuto è di 42.917,67 euro (pari al 75% del totale dei costi ammessi).

Il bando emanato dalla Regione e rivolto ai Comuni di pianura ha, come finalità, quella di prevedere interventi di forestazione urbana mettendo a dimora arbusti e piante autoctone ed adeguate all’assorbimento dei principali agenti inquinanti atmosferici e resistenti ai cambiamenti climatici con l”obiettivo di dare più spazio, all”interno delle città e in genere, dei centri abitati, al polmone verde rappresentato dagli alberi. Nel complesso il progetto prevede la messa a dimora di ben 1298 alberi, tra cui lauri, carpini bianchi, pioppi bianchi, frassini, ciliegi selvatici, aceri campestri e roveri, e 1149 arbusti (ginestre, frangoli, sanguinelle e rosa canina) per un totale complessivo di ben 2447 fra alberi e arbusti messi a dimora sul territorio.

«Nello specifico abbiamo previsto di intervenire su alcune aree di proprietà comunale collocate in contesti differenti – precisa la vicesindaca Mariangela Corrado-. Alcune sono situate a confine tra le costruzioni delle zone produttive e il contesto agricolo, in particolare nelle zone industriali di Mercatale e di Quaderna, dove la forestazione proposta avrà la funzione di filtro a mitigazione degli effetti dell’urbano (come inquinanti e calore), valorizzando porzioni del territorio ora non utilizzate. Il progetto prevede qui le operazioni di annaffiatura di soccorso per i primi due anni così da garantire l’attecchimento. L’area invece dove si interviene maggiormente con le nuove piantumazioni interessa i parchi pubblici lungo il Rio Marzano: l’area intitolata ai Donatori di Sangue e la nuova porzione a sud. Qui l’intervento è finalizzato a potenziare la dotazione di alberature e arbusti a fini ambientali e fruitivi, creando anche zone in ombra vicino ai camminamenti e alle piattaforme di sosta. In questo contesto è prevista la realizzazione dell’impianto di irrigazione».

Nella foto: il parco pubblico del Rio Marzano intitolato ai «Donatori volontari di sangue Avis»  

   

Ozzano sempre più «green», al via il progetto di forestazione urbana
Cronaca 19 Luglio 2022

Nuovi dirigenti scolastici a Imola: all’Alberghetti arriva l’ex sindaco Marco Macciantelli, all’IC4 ecco Manuela Muscherà

«Un pensiero di benvenuto e di buon lavoro ai nuovi dirigenti scolastici nominati per il nostro territorio, insieme a tutti coloro che continueranno la loro esperienza nelle scuole di Imola ed un ringraziamento ai dirigenti che lasciamo le scuole cittadine, destinati a nuovi incarichi in altri territori». È questo il pensiero del vicesindaco ed assessore alla Scuola del Comune di Imola, Fabrizio Castellari, alla luce delle nuove nomine disposte dall’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna. 

Tra le novità vi è la nomina del professor Marco Macciantelli, ex sindaco di San Lazzaro dal 2004 al 2014, come nuovo dirigente scolastico dell’Istituto Alberghetti (ad oggi il ruolo era ricoperto ad interim dal professor Gian Maria Ghetti, dirigente dello Scarabelli, che aveva la reggenza per l’Alberghetti), mentre all’IC4 arriva la nuova dirigente professoressa Manuela Muscherà, residente ad Imola, che in precedenza è stata dirigente ad Argenta, che prende il posto della prof.ssa Laura Santoriello che dall’IC4 passa al Cpia. Infine, il trasferimento a Bologna della professoressa Angela Rita Iovino, fino a ieri dirigente dell’IC1, che al momento resta «scoperto» in attesa della nomina di un nuovo dirigente. (r.cr.)

Nella foto: il professor Marco Macciantelli

Nuovi dirigenti scolastici a Imola: all’Alberghetti arriva l’ex sindaco Marco Macciantelli, all’IC4 ecco Manuela Muscherà
Cronaca 18 Luglio 2022

Dimissioni Draghi, anche i sindaci del Circondario e di Ozzano firmano la lettera per chiedere al premier a restare

Al di là di come andrà a finire l’ennesima crisi di Governo che interessa il nostro mondo politico, e prima del discorso alle Camere di mercoledì 20 luglio in cui il presidente del Consiglio Mario Draghi scioglierà le riserve e deciderà confermare le sue dimissioni dopo la mancanza del voto di fiducia del Movimento 5 Stelle sul decreto Aiuti o fare retromarcia, anche i sindaci del Circondario imolese, a cui si è aggiunto Ozzano Emilia, si sono schierati perché il premier resti al proprio posto a capo del Governo.

Per dimostrarlo hanno firmato, così come oltre mille primi cittadini in tutta Italia, una  lettera aperta. A sottoscrivere il documento quindi, oltre al sindaco di Imola Marco Panieri, anche Fausti Tinti (Castel San Pietro), Matteo Montanari (Medicina), Luca Abertazzi (Dozza), Beatrice Poli (Casalfiumanese), Mauro Ghini (Borgo Tossignano), Gabriele Meluzzi (Fontanelice), Alberto Baldazzi (Castel del Rio), Nicola Tassinari (Mordano), Claudio Franceschi (Castel Guelfo) e Luca Lelli (Ozzano Emilia).
«L’Italia non può permettersi una crisi di governo incomprensibile e la perdita di una risorsa preziosa come Mario Draghi – spiega il sindaco di Imola e presidente del Circondario Marco Panieri -. Le forze politiche che hanno sostenuto il Governo e che sono responsabili verso il Paese chiedano al presidente di proseguire il lavoro: Pnrr, inflazione, legge di bilancio, caro-bollette. Le necessità e le emergenze sono tante. Nel quadro delicatissimo di oggi, i Comuni e le Amministrazioni locali hanno bisogno di una guida solida, autorevole e competente». Un commento su quanto sta succedendo in Italia è stato rilasciato anche dal sindaco di Dozza, Luca Albertazzi. «In questo particolare momento critico e difficile, a prescindere da come la si pensi dal punto di vista politico, è inconcepibile che il Paese venga trascinato nell’ennesima crisi di Governo.  La politica deve dare prova di serietà anteponendo agli interessi di parte quelli collettivi. Questo principio dovrebbe essere sempre valido ma ora, dinnanzi alle difficoltà e alle sfide che ci spettano, diventa ancora più importante. Concretezza e serietà devono prevalere sulle polemiche sterili e superficiali».

Il testo della lettera
«Con incredulità e preoccupazione assistiamo alla conclamazione della crisi di Governo generata da comportamenti irresponsabili di una parte della maggioranza. Le nostre città, chiamate dopo la pandemia e con la guerra in corso ad uno sforzo inedito per il rilancio economico, la realizzazione delle opere pubbliche indispensabili e la gestione dell’emergenza sociale, non possono permettersi oggi una crisi che significa immobilismo e divisione laddove ora servono azione, credibilità, serietà. Il presidente Mario Draghi ha rappresentato fino ad ora in modo autorevole il nostro Paese nel consesso internazionale e ancora una volta ha dimostrato dignità e statura, politica e istituzionale. Draghi ha scelto con coraggio e rigore di non accontentarsi della fiducia numerica ottenuta in aula ma di esigere la sincera e leale fiducia politica di tutti i partiti che lo hanno sostenuto dall’inizio.  Noi sindaci, chiamati ogni giorno alla difficile gestione e risoluzione dei problemi che affliggono i nostri cittadini, chiediamo a Mario Draghi di andare avanti e spiegare al Parlamento le buone ragioni che impongono di proseguire l’azione di governo. Allo stesso modo chiediamo con forza a tutte le forze politiche presenti in Parlamento che hanno dato vita alla maggioranza di questo ultimo anno e mezzo di pensare al bene comune e di anteporre l’interesse del Paese ai propri problemi interni. Queste forze, nel reciproco rispetto, hanno il dovere di portare in fondo il lavoro iniziato in un momento cruciale per la vita delle famiglie e delle imprese italiane. Se non dovessero farlo si prenderebbero una responsabilità storica davanti all’Italia e all’Europa e davanti alle future generazioni. Ora più che mai abbiamo bisogno di stabilità, certezze e coerenza per continuare la trasformazione delle nostre città perché senza la rinascita di queste non rinascerà neanche l’Italia». (r.cr.)

Nella foto: i sindaci del Circondario imolese

Dimissioni Draghi, anche i sindaci del Circondario e di Ozzano firmano la lettera per chiedere al premier a restare
Cronaca 17 Luglio 2022

Lavori di asfaltatura in via Lughese, strada chiusa a Imola dal 18 al 22 luglio

Via Lughese, nel territorio del Comune di Imola, chiusa per lavori di asfaltatura. È quanto si legge sul documento pubblicato dalla Città metropoliana di Bologna.

Nel dettaglio, da lunedì 18 fino a venerdì 22 luglio, dalle 7 alle 17, chiusura totale al transito, esclusi i residenti, della strada provinciale dal km 3+560 (intersezione a rotatoria con le vie Bicocca e Umido) al km 5+680 (intersezione con le vie San Prospero e Maduno).  Il traffico in entrambi i sensi di marcia sarà deviato su viabilità alternativa mediante segnaletica presente sul posto. (r.cr.)

Lavori di asfaltatura in via Lughese, strada chiusa a Imola dal 18 al 22 luglio
Cronaca 17 Luglio 2022

Approvata in Consiglio la mozione Pd in tema di sicurezza sul lavoro: «Attenzione alta e più controlli»

Semaforo verde da parte del Consiglio comunale alla mozione presentata dalla consigliera del Partito Democratico di Imola, Anna De Veredicis, in tema di sicurezza sul lavoro. Hanno votato a favore il Pd, Imola Corre e Imola Coraggiosa, mentre si sono astenuti Fratelli d’Italia e la Lega.

Nel presentare il documento, la consigliera ha ricordato il provvedimento in materia del Governo e citato i dati regionali del 2021, in cui si evidenziano i 110 caduti sul lavoro registrati da Piacenza a Rimini l’anno passato. «Le denunce per infortunio sono balzate in un anno da 67.816 a 74.066, con un incremento percentuale del 9,22%, molto superiore alle media nazionale. Inoltre, le malattie professionali sono passate da 4.136 del 2020 a 5.578 del 2021» ha ricordato De Veredicis.

La mozione approvata impegna il sindaco e la Giunta ad adoperarsi per garantire la continua attenzione del Comune sulla sicurezza e sulla sanità nei luoghi di lavori frequentati dal personale del Comune, su quelli sub-appaltati a società esterne e su quelli svolti dalle società da esso controllate; a dedicare un monumento o un luogo della nostra città alle vittime cadute sul luogo di lavoro e/o cadute per motivi legati al lavoro, al quale rendere omaggio ogni 10 Ottobre, Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro; a richiedere formalmente agli organismi direttivi dell’Inail e dell’Ausl di Imola più controlli e un maggior presidio della sicurezza sul lavoro nel territorio del Comune di Imola e a promuovere incontri formativi tra i vari attori, quali associazioni, sindacati e aziende allo scopo di informare le imprese sulle opportunità, i fondi e gli incentivi stanziati da organismi nazionali e dall’Unione Europea, per migliorare ed elevare i livelli di sicurezza nell’esercizio dell’attività d’impresa. (r.cr.)

Approvata in Consiglio la mozione Pd in tema di sicurezza sul lavoro: «Attenzione alta e più controlli»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA