Posts by tag: davanti a quel muro

Cronaca 4 Dicembre 2020

2 Agosto ’80, nel nuovo processo sulla strage nazifascista a Bologna si cerca la verità su mandanti e depistatori

Il 27 novembre è stata una giornata molto importante per l’Associazione fra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna. È cominciato il processo, avviato dalla procura generale di Bologna, su mandanti, finanziatori o organizzatori della strage del 2 agosto 1980 costata la vita a 85 persone e il ferimento di oltre 200. Venerdì si è trattato di un’udienza preliminare, sostanzialmente la costituzione delle parti civili che ha visto oltre alla richiesta giunta dall’Associazione dei familiari, dal Comune di Bologna e dall’Avvocatura dello Stato, anche quella della Regione Emilia Romagna. «La decisione di costituirsi parte civile – ha comunicato la vicepresidente Elly Schlein – era stata presa da tempo dalla Regione e dal presidente e adesso viene avanzata nel rispetto delle procedure previste». Il magistrato ha accolto tutte le richieste di costituzione di parte civile.

È bene ricordare che, per la strage alla stazione di Bologna, sono già stati condannati in via definitiva nel 1995 Francesca Mambro e Valerio Fioravanti come esecutori materiali, e nel 2007, sempre in via definitiva, Luigi Ciavardini. Infine, a gennaio di quest’anno, è stato condannato in primo grado, per concorso in strage, Gilberto Cavallini. Tutti e quattro appartenevano ai Nar (Nuclei armati rivoluzionari), organizzazione d’ispirazione neo-fascista. 

Quest’anno sono tante le iniziative nate in occasione della ricorrenza per preservare la memoria di quanto accadde 40 anni fa. Fra queste, vanno ricordate le iniziative organizzate anche nel nostro circondario, in collaborazione con l’Associazione dei familiari, come il libro per ragazzi «Davanti a quel muro» pubblicato da Bacchilega Junior e il documentario «Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta» prodotto dalla Cooperativa Bacchilega. (f.g.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 3 dicembre.

2 Agosto ’80, nel nuovo processo sulla strage nazifascista a Bologna si cerca la verità su mandanti e depistatori
Cultura e Spettacoli 2 Dicembre 2020

«Davanti a quel muro» e Bacchilega Junior in streaming all’Istituto italiano di cultura di Amburgo

La promozione della lingua italiana passa attraverso le sue differenti espressioni. In occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo 2020, evento ogni anno organizzato dal Ministero degli Affari esteri attraverso la rete diplomatico-consolare e degli Istituti italiani di cultura, il focus dei numerosi eventi in tutto il mondo è stato l’italiano fra parole e immagini. Per questo è stato ospitato anche il libro per ragazzi Davanti a quel muro, scritto da Maria Beatrice Masella, illustrato da Claudia Conti e pubblicato dalla casa editrice imolese Bacchilega Junior: un romanzo breve per ragazzi che, pur facendoli viaggiare con la fantasia come sanno fare i libri, li tiene ancorati alla storia moderna che continuamente influenza il presente. La trama, infatti, si fonde con la memoria della Strage di Bologna del 2 agosto 1980.

Davanti a quel muro è stato protagonista di un incontro organizzato in streaming dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo. Così, lo scorso lunedì 23 novembre, autrice e illustratrice hanno presentato il volume davanti a una platea di studenti all’interno di un incontro in italiano con traduzione in tedesco ad opera del lettore Gabriele Lenzi dell’università di Rostock. Ad esempio: «davanti a quel muro» si dice «vor jener Wand». Hanno partecipato allo streaming live studenti delle università di Rostock, Kiel, Brema, Luneburg, di un liceo bolognese e del Ciels, scuola superiore per mediatori linguistici di Padova. Il video completo è visibile in fondo all’articolo.

Su «sabato sera» del 3 dicembre a raccontare l’incontro virtuale ci hanno pensato l’autrice e l’illustratrice del libro (mi.mo.)

Nella foto: l’incontro in streaming dello scorso 23 novembre 

«Davanti a quel muro» e Bacchilega Junior in streaming all’Istituto italiano di cultura di Amburgo
Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2020

«Davanti a quel muro» di Bacchilega Junior protagonista alla Settimana della Lingua italiana nel mondo

Bacchilega Junior alla ventesima Settimana della Lingua italiana nel mondo, evento di promozione della lingua italiana promosso dall’Accademia della Crusca in cooperazione con il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. L’evento, che prevede numerosi appuntamenti in tutto il mondo, è in programma quest’anno dal 19 al 25 ottobre.

Protagoniste di un incontro organizzato lunedì 23 novembre in streaming sulla piattaforma Zoom dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, in collaborazione con l’Università di Rostock, saranno Maria Beatrice Masella e Claudia Conti, rispettivamente autrice e illustratrice del libro pubblicato da Bacchilega Junior “Davanti a quel muro”. La ventesima Settimana della lingua italiana nel mondo, infatti, consacra il tema dell’italiano tra parole e immagini, ovvero graffiti, illustrazioni e fumetti. Per questo motivo l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ha scelto il libro illustrato per ragazzi “Davanti a quel muro”, che per parole e immagini, appunto, racconta una storia che verte sul tema della memoria della Strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. (mi.mo.)

Nella foto: la copertina del libro e l’autrice Maria Beatrice Masella

«Davanti a quel muro» di Bacchilega Junior protagonista alla Settimana della Lingua italiana nel mondo
Cultura e Spettacoli 28 Luglio 2020

Presentazione anche a Castel San Pietro per «Davanti a quel muro» sulla strage del 2 agosto 1980

Prima dell”appuntamento imolese al festival organizzato dal presidio di Libera e dalla cooperativa Officina immaginata, sarà la rassegna Atlantide in Giardino, organizzata dalla libreria Atlantide e dall”associazione Giardino degli angeli a Castel San Pietro, a ospitare la presentazione del libro Davanti a quel muro, di Beatrice Masella e Claudia Conti, rispettivamente autrice e illustratrice, pubblicato dalla casa editrice Bacchilega Junior.

A quarant”anni dalla strage della stazione di Bologna, Beatrice Masella ci riporta a quel periodo attraverso la voce di un ragazzo quindicenne dei giorni nostri che dovrà confrontarsi con quegli eventi e con altri momenti della giovinezza dei suoi genitori, ricavando da questa esperienza il senso dell”importanza della memoria storica.
Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna. (r.cr.)

Presentazione anche a Castel San Pietro per «Davanti a quel muro» sulla strage del 2 agosto 1980
Cultura e Spettacoli 27 Luglio 2020

Libera e Officina immaginata ricordano le vittime del 2 agosto 1980

In occasione del 40° anniversario della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, il presidio “Giudice Alberto Giacomelli” di Imola e del circondario dell’associazione Libera e la cooperativa Officina immaginata organizzano il secondo appuntamento del festival A ruota Libera, nel cortile di palazzo Monsignani (via Emilia 69) a Imola.
«A distanza di 40 anni siamo vicini all’Associazione familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna – commenta Elisabetta Marchetti, coordinatrice del presidio –. Fare memoria è il presupposto indispensabile della giustizia, abbiamo un debito con chi non c’è più, i loro sogni spezzati quel 2 agosto oggi devono camminare sulle nostre gambe».

Venerdì 31 luglio, in particolare, in collaborazione con la Cooperativa Bacchilega verranno presentati in anteprima il documentario Davanti a quel muro-La rabbia e la scelta, di Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori (con il patrocinio de Comune di Bologna), e il libro per ragazzi Davanti a quel muro, di Maria Beatrice Masella e con illustrazioni di Claudia Conti.
Interverranno Agide Melloni, imolese all”epoca autista dell’autobus 37, e un rappresentante dell’Associazione dei familiari. (r.cr.)

Libera e Officina immaginata ricordano le vittime del 2 agosto 1980
Cultura e Spettacoli 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Cronaca 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO
Cronaca 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO
Cronaca 16 Aprile 2020

«Davanti a quel muro», il libro per ragazzi di Bacchilega Junior sulla strage di Bologna

Metaforicamente i muri sono punti di collegamento nello spazio. Possono dividerlo, certo, e anzi questa può sembrare la loro funzione primaria. Ma in verità sono dei collegamenti. Senza muri non esisterebbero le finestre attraverso cui guardare oltre, non esisterebbero i portoni che si aprono. I muri sono dei collegamenti, è il significato che gli diamo che ne cambia la destinazione d’uso. A Bologna, ad esempio, c’è un muro per non dimenticare. È il muro della stazione di Bologna Centrale, squarciato dalla bomba esplosa alle 10.25 del 2 agosto 1980. Quel muro che regge i nomi delle ottantacinque vittime.

Quest’anno ricorre il quarantesimo anniversario della cosiddetta strage di Bologna, una pagina nera della storia contemporanea non solo per la vicinanza temporale ma anche per le connessioni con il presente. Come trasmettere, dunque, questa memoria ai più giovani? Attraverso, ad esempio, le storie. Ecco perché l’editore imolese Bacchilega Junior, in collaborazione con l’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna ha scelto una strada mai intrapresa prima, ovvero un libro per ragazzi con cui focalizzare concretamente, pur attraverso la fantasia, quell’avvenimento storico che ha cambiato per sempre la vita di molti. Il libro, appena pubblicato all’interno della collana «Junior al quadrato» (e da oggi ordinabile anche online sul catalogo di Bacchilega Editore), si chiama Davanti a quel muro. L’autrice del volume è Maria Beatrice Masella, insegnante e pedagogista nata a Taranto ma bolognese di adozione; le illustrazioni sono invece della fumettista e bibliotecaria imolese Claudia Conti. La postfazione è di Paolo Lambertini, vice presidente dell’«Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage alla Stazione di Bologna». Il prezzo di copertina del volume è di 12 euro e presto sarà disponibile anche nelle librerie e negli store digitali. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 16 aprile.

Nella foto: la copertina del libro

«Davanti a quel muro», il libro per ragazzi di Bacchilega Junior sulla strage di Bologna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast