Posts by tag: denunce

Cronaca 18 Marzo 2020

Coronavirus: altri 150 controlli e 5 denunce da parte della Polizia locale

Prosegue in modo intenso l”attività quotidiana di controllo da parte della Polizia locale per far rispettare le disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Nella giornata di ieri la Polizia locale -che per il controllo del territorio opera tutti i giorni, dalle 7 del mattino all’1 di notte con 4 pattuglie- ha controllato 35 persone e proceduto alla denuncia di 4 persone (ai sensi dell’art. 650 del Codice penale), per assembramento all’interno di un esercizio commerciale.

Inoltre, sono stati controllati 115 esercizi commerciali, che hanno portato alla denuncia del titolare di un’attività (sempre in base all’art. 650 Codice penale). Nel caso specifico, la violazione accertata per il titolare è stata di non rispetto della distanza di un metro tra la clientela, creando assembramento all”interno dell”attività. Dove appunto erano presenti anche le altre 4 persone sopra richiamate denunciate per assembramento, visti gli spazi ridotti dell’attività commerciale.

Il Comando di Polizia Locale ha inviato il verbale di ispezione al Prefetto di Bologna, cui compete emanare il provvedimento di sospensione dell’attività, da 5 a 30 giorni, e la documentazione di notizia di reato sarà inviata all’Autorità giudiziaria. (r.cr.)

Coronavirus: altri 150 controlli e 5 denunce da parte della Polizia locale
Cronaca 13 Marzo 2020

Coronavirus, sorpresi per strada senza una valida giustificazione. Sei persone denunciate dai carabinieri

Continuano senza sosta i controlli delle forze dell’Ordine per far rispettare i divieti imposti dal Dpcm dello scorso 11 marzo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Nella sola giornata di ieri sono state sei le persone denunciate dai carabinieri nel nostro territorio per «inottemperanza alle disposizione dell’autorità».

Quattro di loro sono ciclisti, residenti a Imola e Borgo Tossignano, sorpresi a fare una «sgambata» a Castel San Pietro. Precisiamo che l’attività fisica è permessa dal decreto, purché non avvenga in gruppi di più persone e venga rispettata la distanza di un metro da ognuna di esse. L’altro, un uomo di Bologna, girava senza una valida giustificazione all’interno del territorio imolese, mentre una donna, dal capoluogo felsineo, invece, si è era spostata fino a Medicina per fare la spesa. Va ricordato che fare la spesa è un motivo di necessità, ma va fatta nel proprio comune o, comunque, vicino a casa.

Oggi, invece, «tutto tranquillo – fanno sapere dai carabinieri -, ma rinnoviamo l’appello di rimanere casa ed uscire solo per motivi giustificati di lavoro, necessità e salute». (da.be.)

Foto d’archivio

Coronavirus, sorpresi per strada senza una valida giustificazione. Sei persone denunciate dai carabinieri

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast